Qual è il prezzo obiettivo di un'azione? | Rankia: Comunità finanziaria

Qual è il prezzo obiettivo di un’azione?

Quando abbiamo iniziato a investire otteniamo molti termini, uno di questi si riferisce al prezzo, prezzo obiettivo, prezzo sopravvalutato, prezzo sottovalutato, vediamo qual è il prezzo obiettivo di un´azione, i suoi tipi e termini correlati.

Qual è il prezzo obiettivo di un’azione?

Qual è il prezzo obiettivo di un'azione

“Possiamo definire il prezzo obiettivo come il valore stimato del prezzo reale di un'azione”. In parole più semplici, è il prezzo che un'azione dovrebbe avere sul mercato, lontano dal prezzo quotato in quel momento.

È uno strumento di valutazione che ci aiuta a determinare se il prezzo di mercato è sottovalutato (economico) o sopravvalutato (costoso) rispetto al prezzo obiettivo. Indicare all'investitore se è conveniente acquistare o vendere le azioni.

Prezzo delle azioni sopravvalutato o sottovalutato

Il motivo per cui è necessario calcolare il prezzo obiettivo è quello di servire da riferimento al prezzo di mercato, al fine di determinare se un'azione è sopravvalutata rispetto al valore quotato nel mercato.

Se il titolo è sopravvalutato, dovresti vendere, o se il prezzo del titolo è sottovalutato, dovresti comprare.

Il prezzo obiettivo è lo strumento che ti aiuterà a prendere decisioni, acquistare o vendere.

“Se abbiamo un prezzo obiettivo di un'azione” X “, per 1 euro e il mercato la quota a 2 euro, allora l'azione è sopravvalutata, quindi, l'azionista farebbe meglio a vendere”.

“Se questa stessa azione ha un target price di 2 euro e il suo prezzo di mercato è di 1 euro, questa azione è sottovalutata e sarebbe opportuno acquistarla”.

Come calcolare il prezzo obiettivo Formula

Esistono diversi modi per calcolare il prezzo obiettivo di un titolo, sotto diverse “ipotesi”, quindi parleremo di ciascuno di essi.

Ipotesi di dividendo corrente

È quando il prezzo obiettivo di un'azione viene calcolato per un certo momento, questo valore sarebbe applicabile solo per il momento esatto in cui si desidera conoscere il prezzo dell'azione, non è utile per l'investitore alla ricerca di redditività futura; Formula:

Essere;

  • D: dividendi
  • K: costi del capitale proprio o della redditività richiesti dall'investitore.

Ipotesi di dividendi costanti

Questa ipotesi indica che i dividendi saranno costanti in futuro. Questa ipotesi non tiene conto del tasso di crescita e stima dividendi costanti o perpetui.

Ipotesi di dividendo crescente. Modeli di Gordon Shapiro

La formula che utilizza questa ipotesi è la seguente:

Essere;

  • DPA1: Dividendo per azione.
  • K: Richiesto ritorno.
  • G: tasso di crescita dei dividendi.

Per sviluppare questo calcolo è necessario calcolare il dividendo per azione (DPA1), la redditività (K), attraverso il modello CAMP e il tasso di crescita dei dividendi (g).

Dividendo per azione (DPA1)

Per calcolare il dividendo per azione, la formula utilizzata è:

DPA = Dividendo lordo / Numero di azioni.

Se avete notato, in questo caso abbiamo utilizzato la formula per calcolare il dividendo per azione, che può essere applicato alle stime aziendali basate sui dividendi lordi attesi, ottenendo così un DPA stimato per il futuro.

Redditività richiesta. (K)

Come accennato in precedenza, utilizziamo il modello CAMP per calcolare Ke, che sarebbe lo stesso del calcolo di K.

Essere;

  • Ke; costo del capitale = K; redditività richiesta.
  • ; tasso di crescita privo di rischio o asset privo di rischio.
  • ßc; Beta dell'azienda.
  • (Em-Rƒ); valore del premio per il rischio di mercato.
  • Em; performance di mercato prevista.

Tasso di crescita dei dividendi (g)

La formula utilizzata è la seguente:

g = ROE * (1 pagamento)

Per capire meglio, questa formula si compone di due parti, il ROE che è il rapporto che misura la performance di crescita in base al capitale conferito (Dividendi / utiliti) e (1-Payout), dove il Payout indicherà quale parte degli utili netti vengono reinvestiti nell'attività (Dividendi / Utili netti).

Modello di crescita in due parti

Nel calcolo dell'ipotesi di dividendi crescenti, il metodo di Gordon Shapiro, è contemplato uno scenario di crescita stabile o perpetuo, questo indica che non tiene conto dei cicli dell'azienda che generalmente ha una crescita iniziale elevata fino a quando non tendono ad essere in valori vicino alla crescita dell'economia.

Essere;

  • Ga = Crescita iniziale molto forte.
  • Gb = crescita stabile e prossima alla crescita del mercato.

Pertanto, è necessario considerare il tasso di crescita di ciascuna fase e la redditività richiesta di entrambi i periodi.

La formula di valutazione per il metodo in due fasi sarebbe;

Essere;

  • Ke, a; costo opportunità nella fase iniziale.
  • Ke, b; costo opportunità in perpetuo.
  • Ga; crescita nella fase iniziale.
  • Gb; crescita in perpetuo.

Modello H di valutazione

Lo svantaggio del modello precedente è che i salti tra la fase di crescita e la fase di perpetuità presentano grandi differenze tra le due fasi, se continuiamo.

Nel modello di valutazione H, risolve questo inconveniente per avvicinarsi ancora di più al prezzo obiettivo senza subire grandi disuguaglianze, dando continuità tra una fase e l'altra.

Modello formula H:

Dove;

  • Ke; costo opportunità costante.
  • H; numero di anni di alte prestazioni volte 0,5
  • Ga: crescita nella fase iniziale.
  • Gb: crescita perpetua.

Questo modello consente di proiettare una crescita iniziale elevata più una crescita perpetua in modo lungo senza fare salti di crescita.

In breve, l'importanza del calcolo del prezzo obiettivo è già implicita nella nostra analisi e proiezione degli investimenti. Il calcolo del prezzo obiettivo ci porta a proiettare bene l'acquisto o la vendita delle azioni.


Guida Analisa tecnica
Guida raccomandata

Guida all´a analisi tecnica

Impara tutto sull'analisi tecnica e porta il tuo trading al livello successivo.

Scaricare gratis

Lascia un commento

Sii il primo a commentare!
Commento

Benvenuto nella comunità!

Seleziona i temi che ti interessano e personalizza la tua esperienza in Rankia

Ti invieremo una newsletter ogni due settimane con le novità di ogni categoria che hai scelto


Vuoi ricevere le notifiche dei nostri eventi/webinar?


Continuando, accetti l'informativa sulla privacy