fbpx

Il broker più economico per acquistare azioni in Italia 2020

7

Broker sicuri grazie alla Consob

Ci sono un sacco di brokers italiani che consentono ai trader piattaforme sicure e protette con cui effettuare operazioni di trading. Tutti questi brokers devono, però, sottostare alle regole di un’organizzazione fondamentale: la Consob.

Fondata nel 1947, la Commissione Nazionale per le Società e la Borsa (CONSOB) è l’autorità di regolamentazione del nostro paese che applica rigide normative ai broker italiani. Con l’aiuto della regolamentazione l’autorità cerca di promuovere la fiducia tra i traders in Italia.

È obbligatorio che tutti i broker italiani siano autorizzati dalla CONSOB a svolgere attività nel Paese. Essendo un membro del London Stock Exchange Group, Borsa Italiana fornisce diversi servizi per azioni e derivati, inclusi prodotti a reddito fisso, materie prime e note, fondi negoziati in borsa, futures e opzioni su indici azionari, warrant e fondi. 

Come scegliere il broker più economico?

Dopo questa piccola parentesi torniamo allo scopo di questo articolo: aiutarti a trovare il broker più economico con cui fare trading!

Per fare ciò ti basterà confrontare i vari tipi di commissioni che un broker può avere. Oggi analizzeremo insieme a te i vari tipi di commissioni che puoi trovare (nascoste e non) all’interno del tuo broker.

I principali tipi di commissioni che puoi trovare in un broker

Commissione dell’apertura del conto 

Questa è una commissione che ti viene addebitata perchè hai aperto il tuo conto con quel broker. Molti broker ormai hanno completamente eliminato questa inutile commissione. Dall’altra parte, molti, soprattutto gli istituti bancari italiani, ancora la richiedono ma stai attento perchè molti ancora la richiedono. 

Commissione sugli scambi

Pagherai una commissione sugli scambi quando acquisti o vendi azioni o acquisti o vendi altri tipi di investimenti. Paghi per eseguire lo scambio. Questa commissione è talvolta chiamata commissione di trading di base o commissione per operazione.. È facile trovare broker in questi giorni che addebitano zero commissioni sugli scambi ma continuano a guadagnare dalle tue operazioni tramite il cosiddetto “spread”.

Canone di gestione o manutenzione

Una commissione di gestione o di consulenza è una commissione richiesta dal broker per coprire i propri costi operativi. (Come l’assunzione e il mantenimento di consulenti per gli investimenti.) Pagherai una commissione di mantenimento o una commissione di gestione basata su una percentuale del totale delle risorse gestite. Ad esempio, potresti vedere le commissioni di gestione elencate in questo modo: Commissione di gestione: 0,39%.

Commissione sul cambio valuta

Anche se in Italia la moneta principale è l’euro, questo non vuol dire che il tuo broker la utilizzerà come valuta principale. Infatti molti broker usano il dollaro o altre valute. Perciò dovranno essere convertiti nella valuta principale del tuo operatore (questo lo farà al posto tuo ma prenderà una commissione che in molto spesso è svantaggiosa e costosa). 

Commissioni di mercato

Sorpresa! Questa commissione è addebitata da Borsa Italiana, la società che si occupa degli scambi all’interno della borsa di Milano, dove sono quotate le nostro società, le società italiane. Essa può essere inclusa o esclusa nelle spese sugli scambi.

Commissioni sui dividendi

Una piccola percentuale sui dividendi che ricevi dalle tue azioni viene trattenuta dal broker. Questa tassa può essere variabile o neanche esserci in alcuni broker. Comunque vada dovrai pagare comunque le tasse sui tuoi dividendi. In Italia questa tassa ammonta al 26% del dividendo ricevuto.

Commissione per il prelievo di fondi

Nel caso decidessi di prelevare dei fondi dal tuo broker ecco che punta un’altra odiata commissione. Questa è molto diffusa specialmente quando si parla di brokers online. Stai tranquillo però perché se prelevi grandi quantità di denaro dal tuo conto, non ti accorgerai neanche della sua presenza.

Commissioni di chiusura del conto

Se devi pagare una commissione per aprire il tuo account, potrebbe esserci una commissione per chiudere il tuo account. Prova a evitare i broker che richiedono il pagamento di una commissione per chiudere il tuo account: è uno dei modi in cui le agenzie di intermediazione lavorano per chiederti un’altra commissione (pressoché inutile).

Tabella comparativa delle commissioni dei broker più economici in Italia

Dopo numerose ricerche siamo riusciti a comporre per te questa tabella comparativa per confrontare le commissioni dei migliori broker che puoi usare in Italia. Il nostro obiettivo è quello di aiutarti a scegliere il broker che meglio si adatta alle tue esigenze di trading, facendoti così risparmiare un sacco di tempo!

Ecco a te i migliori broker 2020 in Italia (elencati in ordine alfabetico):

NomeCommissione sugli scambiCommissione di mercato inclusa?Commissione di gestioneCommissione sui dividendi
Banca sellaDa 0.05% a 0.17%No15€ ogni 3 mesiGratis
Binck Bank0.17% per operazioneNoGratisGratis
DEGIRO0,50€ + 0,05% Max 4,99€SiGratisGratis
Directa5€ per operazioneNo10€ mensileGratis
EtoroGratisNoGratisGratis
Fineco9.95€ meno di  100€ 2.95€ più di 2500€Si3.95€ mensileGratis
ING Broker8€ fino a 30.00€ 0.20% Più di 30.000€NoGratisGratis
IWBank0,19% per operazioneNo5€ al meseGratis
Interactive Broker0.1% per operazioneSiGratisGratis
Mexem0.06% per operazioneSiGratisGratis
Revolut1€ per operazioneSi0.01% annuoGratis
TradeStationGratisNo85€ mensileGratis
WeBankDa 0.13% a 0.19%No2€ mensileGratis
Widiba0.15% per operazioneNoGratisGratis
iBroker0.12% per operazioneNoGratisGratis

Banca Sella

Banca Sella S.p.a. è la banca commerciale del gruppo Banca Sella Holding.In Itali è diventanta famosa grazie alla carta conto Hype, disponibile anche per i minorenni.  Si tratta di una delle banche italiane più antiche che però è riuscita ad innovarsi sempre di più. Infatti oggi offre ai risparmiatori italiani servizi moderni e competitivi.

Binck Bank

Binck Bank è una banca online olandese attiva in 5 Paesi, tra i quali il nostro. Infatti, nel nostro paese opera dal 2012 e ha sede a Milano. La capitalizzazione di mercato a fine 2017 di 299 milioni di Euro e i migliaia di clienti in tutta europa fanno di Binck una realtà solida e attendibile.

DEGIRO

DEGIRO offre una delle commissioni più basse sul mercato in tutti i prodotti finanziari che offre. Le sue piattaforme di trading online e mobile sono ben organizzate e facili da usare anche dai meno esperti. Tuttavia, il trading sul forex non è disponibile, questo può limitare tutti quelli che fanno trading sul mercato valutario.

Directa

Directa è uno dei pochi broker oggi sul mercato 100% Made in Italy. Questo broker, è considerato un pioniere del trading online nel nostro Paese, tenendo conto che già nel lontano 1998 ha lanciato la sua piattaforma di trading digitale.

Etoro

eToro è ottimo per l’online trading per la sua piattaforma di copy trading facile da usare in cui i trader possono duplicare le operazioni degli investitori su oltre 2300 strumenti, inclusi titoli negoziati in borsa, forex, CFD e criptovalute popolari.

Fineco

Fineco Bank ha commissioni di negoziazione basse per la maggior parte delle classi di attività, comprese le azioni o gli ETF. Anche le commissioni di negoziazione sono relativamente basse per il settore. Inoltre non vengono addebitate commissioni per inattività, deposito o prelievo. La piattaforma di mobile trading di Fineco è ben progettata e user-friendly. In qualità di broker quotato con un background bancario, Fineco Bank ottiene un punteggio elevato in termini di sicurezza.

ING Broker

ING Direct è una delle banche più conosciute in Italia, nota soprattutto per le sue tante funzionalità di banca digitale.  Ormai famosa nel nostro paese, per il servizio chiamato “Conto Arancio“, questo istituto  bancario è stato tra i primi pionieri dei servizi bancari online in Italia.

IWBank

IWBank Trading è una piattaforma di trading bancaria, che negli ultimi anni è cresciuto enormemente. Nato nel 2015, dalla fusione di IWBank e UBI Banca Private Investment . Questo lo rende particolarmente sicuro, visto che dietro di esso ci sono grandi banche, conosciute anche in Italia.

Interactive Broker

Interactive Brokers è stata fondata nel 1978 ed è uno dei più grandi discount broker con sede negli Stati Uniti. Il broker è regolamentato da diverse autorità a livello globale come la Financial Conduct Authority (FCA) del Regno Unito e la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti.

Poiché dispone di licenze di più autorità di regolamentazione di alto livello, Interactive Brokers è considerato sicuro. Anche avere una lunga esperienza e dati finanziari divulgati pubblicamente mentre si è quotati in borsa sono ottimi segnali per la sua sicurezza.

Mexem

Mexem è una piattaforma di trading con costi particolarmente contenuti. Di conseguenza, la piattaforma è adatta ai singoli investitori che desiderano acquistare azioni offshore specifiche da detenere, invece di negoziare regolarmente.

Revolut

Revolut è una giovane carta conto che si sta espandendo in vari settori. Ora offre anche il trading di azioni parzialmente gratuito (in base al piano che si sceglie) senza commissioni di inattività. L’apertura del conto è semplice, completamente digitale e molto veloce. Inoltre, l’app mobile è ben progettata e facile da usare.

TradeStation

L’attenzione alla ricerca tecnica e alla piattaforma di qualità rendono TradeStation un’ottima scelta per i trader attivi. Tuttavia, se sei un trader poco attivo o con un conto abbastanza piccolo, potresti trovarti a pagare commissioni aggiuntive, ma la maggior parte dei trader troverà le commissioni competitive e gli strumenti eccellenti.

WeBank

Webank è la divisione digitale del gruppo bancario Banco BPM, con sede a Milano. Ci troviamo davanti ad un conto online a canone gratuito. Inoltre, è altamente tecnologico perché questo conto supporta i comandi vocali.

Widiba

Si tratta di una banca completamente online con una piattaforma e dei servizi veramente molto innovativi. Il suo punto forte è un’esperienza 100% paperless e un punteggio di soddisfazione dei clienti vicino al 100%.

iBroker

IBroker è una società d’investimento spagnola con sede a Madrid. Solo di recente ha iniziato ad offrire anche in Italia il suo conto di trading online grazie a  servizi professionali specializzati e commissioni competitive.

La nostra conclusione sui broker

Quando scegli un broker  devi pensare alle tue esigenze immediate come investitore. Sei un principiante? Forse hai bisogno di un broker che abbia  del buon materiale educativo sul mercato azionario. Hai solo una piccola somma di denaro che puoi mettere da parte per investire? Alcuni broker online consentono piccoli depositi minimi che possono essere un’ottima opzione per chi ha fondi limitati. Sei sempre in movimento e hai bisogno di una solida piattaforma mobile? Alcuni broker online dispongono di incredibili app mobili che offrono quasi tutte le funzionalità delle loro controparti desktop.

Un’altra cosa importante da considerare è la distinzione tra investire e fare trading. Quando si parla di investimento, generalmente si intende l’acquisto di beni da conservare per un lungo periodo di tempo. Il trading, d’altra parte, più comunemente comporta l’acquisto e la vendita di azioni in brevi periodi. Il trading è generalmente considerato più rischioso dell’investimento.

Prima di scegliere un broker online, dovresti considerare o tenere a mente tutti questi fattori. Vuoi fare trading o investire? Vuoi una fantastica app mobile per controllare il tuo portafoglio ovunque tu sia?  Rispondere a queste domande non è sempre facile. Ti auguriamo buona fortuna con la tua scelta e ti invitiamo a non smettere mai di sperimentare!