fbpx

Come interpretare il rendiconto finanziario

5

Il rendiconto finanziario è forse il rendiconto finanziario più importante per l’analisi di una società per fondamentali. Il rendiconto finanziario registra tutto il denaro che entra ed esce da un’attività in un periodo e misura la capacità di generare liquidità.

interpretare il rendiconto finanziario

Il rendiconto finanziario è importante per i seguenti motivi:

  • Il rendiconto finanziario utilizza il principio della competenza temporale nel conto economico. I proventi e gli oneri sono rilevati a conto economico quando sono rilevati e non quando sono incassati pagati.
  • Permette di osservare la crescita e la diminuzione del debito. Quando un’azienda emette un debito, questo rappresenta un afflusso di cassa e quando l’azienda paga il capitale di un debito (ammortamento), questo rappresenta un deflusso di cassa, ma un aumento del debito non è, a priori, positivo.
  • Nel conto economico compare la voce “ammortamenti” che serve ad approssimare l’investimento necessario al mantenimento dell’attività. Nel rendiconto finanziario possiamo vedere l’effettivo investimento effettuato dall’azienda, sia per mantenere l’attività che per espandersi. Allo stesso modo possiamo vedere se la società ha effettuato disinvestimenti negli ultimi anni.
  • Un altro punto importante è quello di guardare ai dividendi pagati durante un anno fiscale. I dividendi rappresentano spesso un significativo flusso di cassa in uscita per molte aziende.

In breve, guardando il rendiconto finanziario possiamo vedere l’aumento/diminuzione del debito, il pagamento degli interessi, gli investimenti effettuati (sia per mantenere la struttura produttiva del business che per crescere) e i dividendi pagati agli azionisti. In questo modo possiamo osservare la percentuale che rappresenta il pagamento di investimenti, interessi e dividendi rispetto al free cash flow (FCF). Possiamo anche vedere se gli investimenti da crescere sono stati finanziati con la liquidità generata dall’azienda o con l’emissione di debiti.

Flusso di cassa libero (Free Cash Flow)

Il FCF è il flusso di cassa ottenuto dalle attività operative dopo che sono stati detratti gli investimenti per il mantenimento dell’attività. In altre parole, il FCF è il denaro generato dall’impresa, al netto dei costi di produzione, con il quale vengono pagati i creditori (interessi sul debito), gli azionisti (dividendi) e gli investimenti per la crescita.

Il FCF è una grandezza molto importante perché possiamo misurare se gli investimenti necessari per mantenere l’attività / interessi / dividendi pagati sono molto elevati in relazione al FCF generato. Idealmente, gli investimenti per mantenere l’attività e gli interessi sul debito sono bassi rispetto al FCF, quindi l’azienda potrebbe dedicare una parte maggiore al pagamento dei dividendi o crescere come azienda. Dovrai anche considerare se per pagare tutte queste voci l’azienda deve aumentare il suo debito.

Analisi del rendiconto finanziario

Detto questo, è meglio elaborare il rendiconto finanziario in modo che tutto quanto sopra sia meglio osservato. Partiamo dal rendiconto finanziario, in questo caso il rendiconto finanziario di Enagás:

stato dei flussi di cassa di enagas
stato dei flussi di cassa di enagas

Nell’immagine qui sopra sono evidenziate le seguenti informazioni:

  • Flusso di cassa operativo: Questo è ciò che il business genera grazie alle attività produttive svolte dall’azienda.
  • Costo del debito: è l’interesse pagato su ciascuno dei debiti contratti dalla società.
  • Capex (Investimenti in conto capitale): il CAPEX è la voce di investimento effettuata da una società internamente. Questa voce comprende sia gli investimenti per il mantenimento dell’attività che per l’incremento dei redditi futuri. Per il calcolo del FCF siamo interessati a conoscere la percentuale di ogni tipo di investimento, per la quale dovremmo guardare i rapporti annuali.
  • Investimenti in crescita: si tratta di investimenti in società del gruppo e collegate. Se si effettua un ulteriore investimento in queste società (aumentando la partecipazione) si otterrà una percentuale maggiore degli utili futuri.
  • Aumento o diminuzione del debito: si riferisce al pagamento del capitale del prestito (rimborso e ammortamento) e all’emissione di nuovo debito.
  • Pagamenti agli azionisti: pagamento di dividendi agli azionisti della società.

Tutte queste magnitudini sono importanti nella reinterpretazione del rendiconto finanziario. Inoltre, mancano le caselle gialle: interessi, incassi e pagamenti di dividendi. Come si può vedere, possono essere in più di una sezione. Di norma, i pagamenti dei dividendi sono attribuiti al rendiconto finanziario, mentre gli incassi dei dividendi e gli interessi sono di norma attribuiti società per società. L’importante è sapere dove vengono imputati e tener conto della loro grandezza.

Reinterpretazione del rendiconto finanziario

Seguendo l’esempio di Enagás, partiamo dal flusso di cassa operativo e di vendita (red box), dove abbiamo tenuto conto della raccolta di dividendi e interessi, anche se è vero che avremmo potuto allocare queste voci al di fuori del flusso di cassa operativo.

Successivamente abbiamo sottratto gli investimenti di manutenzione, utilizzando una % di Capex del 100%. Una volta sottratto il Capex si arriva al FCF, a cui si sottrae il costo del debito per ottenere il FCF dell’azionista. Con questa portata il management dell’azienda può pagare dividendi e/o investire nella crescita. La possibilità di investire nella crescita non è sempre disponibile e dipenderà dal settore.

Reinterpretazione del rendiconto finanziario

Sottraiamo il pagamento del dividendo dal FCF dell’azionista, con conseguente flusso di cassa dopo il pagamento degli azionisti (azionisti + creditori). Il flusso di cassa dopo il pagamento agli azionisti è il flusso di cassa con cui devono essere pagati gli investimenti di espansione (percentuale rimanente del CAPEX + investimento in società partecipate).

Se gli investimenti per l’espansione rappresentano un importo superiore a quello dei detentori di quote di CF, tali investimenti dovranno essere finanziati dall’emissione di debito, come nel caso di Enagás nel 2014. Un’altra alternativa sarebbe stata quella di non pagare dividendi e di finanziare tutti gli investimenti di crescita con l’azionista FCF, che sarebbe stata la migliore, ma sappiamo anche che il reddito di Enagás è regolato in modo tale che un investimento di crescita significa un reddito futuro sicuro.

Pertanto, un aumento dell’indebitamento per un investimento con un rendimento superiore al costo del debito non deve necessariamente essere del tutto negativo. Avrebbe anche potuto finanziare l’investimento nella crescita consumando la liquidità detenuta dall’azienda, cosa che è avvenuta nel 2013. Nello stesso anno vediamo come non solo ha finanziato gli investimenti per la crescita con la liquidità, ma ha anche ripagato il debito con essa.

Dopo l’aumento o la diminuzione del debito, aggiungiamo e sottraiamo le altre voci che non sono state ancora prese in considerazione perché considerate di minore importanza, ma non sempre sarà così, ad esempio, in alcune imprese di costruzione, le cessioni potrebbero avere caratteristiche di flusso operativo.

Margini e rapporti FCF

Con le informazioni della tabella precedente possiamo calcolare i margini del FCF sulle vendite per visualizzare l’efficienza di un’azienda nella generazione di cassa sulle vendite. Valori di margine più alti significano maggiore efficienza.

Margine FCF = FCF / Vendite

Azionista Margine FCF = Azionista FCF / Vendite

Margine FCF SH = Portapaletti FCF / Vendite

Possiamo anche quantificare la proporzione degli investimenti di manutenzione rispetto al flusso di cassa operativo, nonché il peso degli interessi pagati rispetto alla FCF. I valori più bassi dei seguenti indici significano un maggiore flusso di cassa per pagare i dividendi e gli investimenti di espansione.

Rapporto Capex = (-) Investimenti per la manutenzione / Accise CFE

Rapporto Interessi = (-) Costo del debito / FCF

Infine, possiamo vedere come il FCF dell’azionista viene allocato per il pagamento dei dividendi e per gli investimenti di espansione. Se la somma dei due valori seguenti è inferiore a uno, la società può affrontare questi pagamenti senza aumentare il suo debito o consumare denaro contante o effettuare disinvestimenti, cioè può pagare entrambi gli importi con il FCF dell’Azionista.

Rapporto di crescita = (-) Investimenti di espansione / Azionista FCF

Rapporto dividendi = (-) Dividendi pagati / Azionista FCF

Originariamente pubblicato su Marzo 22, 2021 @ 6:12 pm

Lascia un commento

Sii il primo a commentare!
Commento