Dividendi: quali sono, tipi e diritti dell’azionista

Uno degli argomenti più frequenti nei blog Rankia è il dividendo. Quando acquisto le azioni per ricevere il dividendo, Posso riscuotere il dividendo e poi vendere l’azione? Quali diritti ho come azionista? Ecco alcune delle domande più frequenti, speriamo che ti siano utili!

Cosa sono i dividendi?

 Il dividendo  è la parte degli utili della società che viene  data ai suoi azionisti come remunerazione per  l’investimento.

Quali sono i diritti che ho come azionista?

 Un'azione è una parte del capitale di una società, il possesso di tale azione conferisce sia diritti politici (voti nelle assemblee) che economici (partecipazione agli utili della società); la rappresentazione di questi diritti economici è nota come dividendi  .

Chi ha diritto a ricevere i dividendi?

Chiunque detenga azioni prima del giorno della distribuzione dei dividendi ha  diritto a riceverle. Cioè, se la società distribuisce i dividendi il 19° giorno successivo, sarebbe sufficiente detenere le azioni il 18° giorno. Anche se ci sono alcune aziende che  non utilizzano questo sistema di distribuzione: è, ad esempio, il caso di Arcelor Mittal  , come si può vedere nella seguente tabella riassuntiva:

C'è un minimo di azioni che devo comprare per incassare i dividendi?

 Non c'è un minimo , economicamente parlando,  quando si possiede un'azione si ha diritto a ricevere i dividendi che quell'azione genera; qualcosa di completamente diverso sono i diritti politici, in quanto ci può essere un numero minimo di azioni necessarie per partecipare a una riunione. Quando si tratta di allargamenti, non è una retribuzione:  se non si partecipa, la percentuale che si aveva in azienda prima dell'allargamento viene ridotta .

Che tipo di dividendi ci sono?

 Principalmente troviamo due tipi di dividendi: straordinari e ordinari. I dividendi ordinari  sono quelli derivanti dall'utile di un esercizio: ad esempio un acconto sui dividendi per l'anno 2018. Vi sono inoltre dividendi straordinari che vengono  distribuiti senza tenere conto del bilancio dell'esercizio, cioè a causa di qualche evento inconsueto, ad esempio la vendita di una società controllata o di parte della società.

Cos'è un dividendo flessibile?

Il dividendo flessibile  è una formula di remunerazione degli azionisti che si caratterizza per la possibilità di incassare la distribuzione degli utili  deliberata dall'assemblea in contanti o in azioni (  questo tipo di dividendo è considerato un aumento di capitale)  . Gli azionisti che scelgono di ricevere titoli dalla società non saranno soggetti a ritenuta alla fonte, in quanto la vendita dei diritti ricevuti in occasione di un aumento di capitale riduce il patrimonio netto. La riscossione dei dividendi è la riscossione degli utili, mentre la vendita dei diritti è la vendita di una parte del capitale. Il capitale dell'investitore così facendo si riduce.

Quando vengono distribuiti i dividendi?

 Questo dipende dall'azienda:  alcune aziende pagano i dividendi solo una volta all'anno, altre lo fanno ogni quattro mesi. Anche se lo annunciano sempre in anticipo, quindi potete controllare le date di distribuzione degli  ultimi dividendi.

Qual è il rapporto tra il prezzo di un'azione e i suoi dividendi?

Praticamente tutti gli indici sono ex dividendo, il che significa che il dividendo viene detratto dal prezzo dell'azione  il giorno del pagamento, poiché questo denaro non appartiene più alla società e quindi non dovrebbe far parte della sua capitalizzazione. Facciamo un esempio: una società paga i dividendi il 19, chiude il 18 a 12,20 euro e paga un dividendo di 0,20 euro per azione; il giorno successivo apre con una riduzione di 0,20 euro del prezzo del titolo, se non ci fossero cambiamenti il 19 aprirebbe a 12 euro.

Per questo motivo, la strategia di  alcuni investitori di acquistare le azioni un paio di giorni prima e vendere il giorno della distribuzione non è molto efficace,  in quanto questa strategia non fornisce una redditività extra.

Come vengono tassati i dividendi?

 I dividendi sono tassati come reddito da capitale mobile nella  base imponibile della dichiarazione dei redditi. In Italia la tassazione arriva fino al 26% del dividendo incassato.

Ler mais tarde - Preencha o formulário para guardar o artigo como PDF
Consent(Required)

Guida di come investire in borsa

Questa guida ti aiuterà a sapere cosa devi sapere per iniziare con successo i tuoi investimenti:
  • Fondamenti finanziari
  • Cos'è la borsa valori e come funziona?
  • Consigli utili per gli investimenti

Articoli correlati

Margin Call, oltre ad essere un ottimo film sui pro e i contro dei mercati finanziari, è una situazione  piuttosto spiacevole in cui un po’ tutti siamo stati coinvolti, soprattutto quando iniziamo a investire con derivati finanziari e non con...
Gli ETF (Exchange Traded Funds) sono fondi d’investimento che replicano l’andamento di indici azionari, obbligazionari o di materie prime. Pertanto...
Prima di addentrarci nei principali indici mondiali delle borse più prestigiose del mondo, ricordiamo la definizione di indice azionario o di Borsa...

Lasciate i vostri pensieri

guest
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

Benvenuto nella comunità!

Seleziona i temi che ti interessano e personalizza la tua esperienza in Rankia

Ti invieremo una newsletter ogni due settimane con le novità di ogni categoria che hai scelto


Vuoi ricevere le notifiche dei nostri eventi/webinar?


Continuando, accetti l'informativa sulla privacy