La tendenza, il nostro alleato. | Rankia: Comunità finanziaria

La tendenza, il nostro alleato.

I miei anni di esperienza mi dicono che il Santo Graal non esiste, non ci sono metodi che siano sempre giusti. Nel mio processo decisionale parto sempre da un'analisi macroeconomica dei diversi asset, e la eseguo quando penso che siamo nel momento migliore, è qui che entra in gioco l'analisi tecnica.

la tendenza, il nostro alleato

La base dell'analisi tecnica è quella di cercare di avere un riferimento sul comportamento futuro di un asset, basato principalmente sul comportamento del prezzo e sul volume degli scambi, così come l'analisi delle diverse figure grafiche che si formano.

Un punto fondamentale dell'analisi tecnica è la psicologia di massa e come i sentimenti delle persone influenzano i prezzi dei diversi beni. Tuttavia, non penserei mai, e ripeto, non penserei mai di acquistare o vendere un bene solo per motivi tecnici.

La tendenza, il nostro alleato

Dobbiamo cercare tali tendenze analizzando l'evoluzione dei diversi indicatori tecnici. Per cominciare, l'ideale è utilizzare grafici annuali e logaritmici o percentuali (per non analizzare le variazioni assolute dei prezzi), passando poi all'analisi mensile e settimanale. Più sono le coincidenze nei diversi periodi di tempo, più è affidabile.

grafici annuali

Dow Jones 30 con una media mobile di 200

Gli alti e i bassi dovrebbero essere in aumento, e noi compreremo ai supporti (punti bassi) e venderemo alle resistenze (punti alti). Se il prezzo è superiore alla media mobile delle ultime 200 sessioni, confermiamo questa tendenza. La strategia di cronometraggio con la media mobile ci permette di evitare certi punti di discesa o tendenze secondarie, catturando i momenti con impulsi più chiari verso l'alto.

Ci sono 3 tipi di tendenze: verso l'alto, verso il basso e lateralmente

  • Tendenza al rialzo: Le tendenze al rialzo sono quelle in cui i minimi sono in aumento, come si vede nella figura seguente, i minimi (c) sono superiori a (b), e come (b), a sua volta, sono superiori a (a).

Con i massimi, dovrebbe accadere lo stesso, ognuno di essi dovrebbe essere più alto del precedente. Vediamo come (3) è maggiore di (2) e questo è maggiore di (1).

tendenza al rialzo
  • Tendenza al ribasso: Le tendenze al ribasso sono quelle in cui ogni massimo, rappresentato da lettere, è inferiore al massimo immediatamente precedente, in diminuzione. Nell'immagine possiamo vedere come il massimo (c) sia inferiore a (b), e come (b), a sua volta, sia inferiore a (a). Con i minimi dovrebbe essere lo stesso, ognuno di essi dovrebbe essere più basso del precedente. Vediamo come (3) è inferiore a (2) e questo è inferiore a (1).
tendenza al ribasso
  • Tendenza laterale: Le tendenze laterali sono quelle in cui gli alti e i bassi scendono tra due livelli di prezzo. Il livello di prezzo superiore si chiama resistenza e il supporto inferiore. Vediamo come tutti gli alti (1, 2 e 3) non riescono a rompere la resistenza così come i bassi (a, b e c) non riescono a perforare il supporto.
tendenza laterale

Cos'altro dovrei sapere sulle tendenze?

Il mercato ha tre tipi di tendenze: La tendenza principale è il lungo termine (oltre un anno). L'andamento secondario, di durata temporale minore, è quello che corregge l'andamento primario. Secondo Dow, la correzione apportata dal trend secondario è compresa tra il 33% e il 66% del movimento effettuato dal trend primario. Infine, abbiamo le tendenze minori, che sono all'interno di quelle secondarie. Questi ultimi sono meno importanti a medio e lungo termine.
Le tendenze principali consistono in tre fasi: La fase di accumulazione è l'inizio della tendenza, dove i più informati iniziano a prendere posizione su un titolo. La fase di tendenza è quando la maggioranza degli investitori si unisce alla tendenza iniziata nella fase precedente. Infine, la fase di distribuzione segna la fine del trend e molti degli investitori che sono entrati nelle fasi precedenti hanno già lasciato l'attività.

tendenza principali

Siamo in grado di rilevare tendenze e cambiamenti di tendenza utilizzando strategie di media mobile, che si basano sull'incrocio del prezzo sulla media e sull'incrocio delle medie. Va notato che le medie mobili possono essere ottimizzate per calcolare quale numero di sessioni è meglio per ottenere un rendimento più elevato.


bolsa italia
Guida raccomandata

Guida di come investire in borsa

Come investire nel mercato azionario da zero. Scopri tutto e decidi il tuo stile di investimento.

Scaricare gratis

Lascia un commento

Sii il primo a commentare!
Commento

Benvenuto nella comunità!

Seleziona i temi che ti interessano e personalizza la tua esperienza in Rankia

Ti invieremo una newsletter ogni due settimane con le novità di ogni categoria che hai scelto


Vuoi ricevere le notifiche dei nostri eventi/webinar?


Continuando, accetti l'informativa sulla privacy