COINBASE (COIN): un nuovo titolo per il Nasdaq | Rankia: Comunità finanziaria

COINBASE (COIN): un nuovo titolo per il Nasdaq

Nell'aprile 2021, questo “scambio di criptovalute” da quasi 100 miliardi di dollari ha iniziato a scambiare, e facendolo senza una IPO tradizionale, direttamente sul mercato, senza il mandato dei sottoscrittori, gli investitori esistenti possono vendere le loro azioni a nuovi acquirenti senza il periodo di lock-up di sei mesi che può innescare la volatilità nel primo giorno di negoziazione.

COINBASE (COIN): un nuovo titolo per il Nasdaq

Il prezzo di uscita sarà annunciato stasera, ma ci sono pochi dubbi sul successo a breve termine di questa uscita, data l'attuale enorme popolarità delle criptovalute, dovuta in gran parte all'enorme apprezzamento che hanno sperimentato nell'ultimo anno (Bitcoin, che ha colpito $4k nel 2020, è in bilico intorno ai $60k oggi). A lungo termine, questa società potrebbe affrontare lo stesso problema di tutte le criptovalute: un ambiente normativo ostile.

Fino ad oggi, l'azienda ha ricevuto 547 milioni di dollari in diversi round di finanziamento da investitori importanti come Andreessen Horowitz e Tiger Global Management. Coinbase è stata scambiata l'ultima volta in un'asta privata sul Nasdaq a 350 dollari per azione, ma c'è la speculazione che lo stock verrà scambiato sopra i 400 dollari.

L'azienda è stata fondata nel 2012 e ha più di 43 milioni di utenti, con una crescita annuale del 34%

Grazie al boom dei prezzi dei bitcoin, la società ha registrato un profitto di 322 milioni di dollari su 1,2 miliardi di dollari di entrate nel 2020. In vista dell'IPO, l'azienda ha detto che si aspetta guadagni del primo trimestre da 730 a 800 milioni di dollari, più del doppio della cifra del 2020.

A mio parere, è molto probabile che molti investitori azionari tradizionali che sono stati esitanti a investire direttamente nelle criptovalute – perché il metodo di trading è così diverso – ma sono stati attratti da questi beni, saranno ora incoraggiati a comprare azioni (qualcosa con cui sono più familiari) di questa società. Tuttavia, non credo che sia un investimento per tutti perché è garantito che sia molto volatile.

Coinbase venderà 114 milioni di azioni direttamente al pubblico, secondo i documenti della SEC. Altrimenti, non c'è un numero fisso o stabilito di azioni che saranno messe in vendita, poiché gli altri azionisti possono vendere o meno le loro azioni. 

La società non paga dividendi sulle sue azioni e non prevede di pagare dividendi agli azionisti in futuro. Coinbase scrive che intende “trattenere tutti i contanti disponibili e gli utili futuri per l'uso nelle nostre operazioni commerciali, quindi non sono previsti pagamenti di dividendi sulle nostre azioni ordinarie nel prossimo futuro”. 

 La maggior parte delle sue entrate proviene dalle commissioni di transazione per gli scambi effettuati sulla piattaforma. Questa tassa si basa sul prezzo e sulla quantità di criptovalute acquistate, vendute o ritirate. 

I risultati stimati del primo trimestre sono stati i seguenti:

56 milioni di utenti verificati, un aumento di 13 milioni di utenti dalla fine del 2020, e un aumento complessivo di 24 milioni di utenti dalla fine del 2019.

6,1 milioni di utenti che attuano transazioni ogni mese, un aumento di 3,3 milioni dalla fine del 2020 e un aumento di oltre 5 milioni dalla fine del 2019.

Il patrimonio sulla sua piattaforma (cioè il valore totale delle attività), determinato dal prezzo, dalla quantità e dal tipo di criptovalute detenute dai clienti di Coinbase, ha totalizzato 223 miliardi di dollari, un aumento da 90 miliardi di dollari alla fine del 2020 e un aumento di 13 volte da 17 miliardi di dollari alla fine del 2019. 

Le attività di Coinbase rappresentano una quota di mercato dell'11,3% delle criptovalute, un aumento dall'11,1% alla fine del 2020 e dall'8,3% alla fine del 2019. 

L'azienda ha avuto un fatturato totale di circa 1,8 miliardi di dollari, in aumento da 1,27 miliardi di dollari nel 2020 e 533 milioni di dollari nel 2019, e circa triplicato da 585 milioni di dollari a 1,8 miliardi di dollari nell'ultimo trimestre del 2020. Nell'ultimo trimestre del 2019, l'azienda ha avuto entrate totali di soli 98 milioni di dollari.

Le entrate nette in questo primo trimestre sono state tra 730 e 800 milioni di dollari, rispetto ai 322 milioni del 2020.


La tua prima Guida alle Criptovalute
Guida raccomandata

La tua prima Guida alle Criptovalute

Impara tutto sulle criptovalute e su come investire saggiamente con la nostra guida.

Scaricare gratis

Lascia un commento

Sii il primo a commentare!
Commento

Benvenuto nella comunità!

Seleziona i temi che ti interessano e personalizza la tua esperienza in Rankia

Ti invieremo una newsletter ogni due settimane con le novità di ogni categoria che hai scelto


Vuoi ricevere le notifiche dei nostri eventi/webinar?


Continuando, accetti l'informativa sulla privacy