Gestione attiva vs. passiva: l'indicizzazione passiva smetterà di funzionare? | Rankia: Comunità finanziaria

Gestione attiva vs. passiva: l’indicizzazione passiva smetterà di funzionare?

C'erano centinaia di avvertimenti (per lo più da manager attivi) che affermavano che nel prossimo Crash e/o nel prossimo Crisis Passive Indexing sarebbe esploso e ci avrebbe portato tutti con sé in un enorme fungo nucleare.

Ci hanno detto che avrebbe smesso di funzionare, ci hanno detto che il mondo intero sarebbe stato indicizzato. Ci hanno detto che era peggio del Marxismo e di un Rischio Sistemico.

Ma cosa ne pensi?

La nuova crisi del Covid19 è arrivata e i Mercati hanno fatto un Crash spettacolare a velocità mai viste prima. Era il momento perfetto perché tutto andasse a rotoli… Ma non accadde niente del genere.

L'indicizzazione passiva con portafogli diversificati, contributi periodici e i rispettivi ribilanciamenti hanno continuato a funzionare ea raggiungere il loro scopo.

E ancora, mentre la maggioranza correva come capre spaventate, noi apostoli di San Bogle continuavamo a dare il nostro contributo ed a riequilibrarci nella disciplina.

Bogle ha affermato (e sono d'accordo) che se il 100% delle persone e dei partecipanti ai mercati diventasse indicizzato passivo, i mercati smetterebbero di funzionare perché la “scoperta dei prezzi” cesserebbe di esistere. Cioè, non ci sarebbero più compratori e venditori, assegnando i prezzi a seconda delle loro aspettative e stime (ed emozioni).

Ma cosa ne pensate?

Molti di coloro che sostenevano di essere indicizzati, ma non avevano interiorizzato la filosofia, saltarono fuori bordo. E molti altri che pensavano che il mercato sarebbe stato inefficiente a causa dell'acquisto indiscriminato che fanno gli strumenti indicizzati, sono corsi a pescare in un fiume agitato.

Laggiù ricordo che qualcuno ha chiesto sulle reti che cosa sarebbe successo al loro portafoglio indicizzato passivo con questa nuova e grande crisi che stava arrivando su di noi, forse non avrebbe più funzionato. Ho risposto che purtroppo (e inavvertitamente insensibile alla tragedia umana), il portafoglio ha maggiori probabilità di sopravvivere rispetto a te.

Questa è l'occasione d'oro che il management attivo e i critici dell'indicizzazione passiva stavano aspettando. Vedremo tra 5, 7, 10 e 15 anni se potranno davvero trarne vantaggio o se lo studio SPIVA continuerà a mostrare la stessa realtà che è esistita fino ad ora: la maggior parte dei manager attivi non batte l'indicizzazione, tanto meno con il passare degli anni.

Ho scritto molto tempo fa perché penso che sarà molto difficile per la maggior parte diventare indicizzati passivi:

Vedo questo scenario come molto molto molto improbabile perché ci saranno sempre quelli che:

  1. Pensano di essere molto intelligenti ma non lo sono;
  2. quelli che lo sono e lo hanno provato, sono pochi ma ci sono;
  3. coloro che hanno il sogno e la speranza di convertirsi ma non lo raggiungeranno e/o anche se lo raggiungeranno non saranno indicizzati;
  4. coloro che useranno i prodotti indicizzati in modo attivo e tattico, il che ci riporta ai primi tre punti;
  5. (e infine abbiamo coloro che credono di poter separare in modo coerente ed efficace i manager del tipo (i) da quelli del tipo (ii).

C'è molto spazio e molto denaro per far coesistere entrambe le gestioni. Quello che sta succedendo ora è che c'è una distruzione creativa e un consolidamento dell'industria proprio come è successo in altre industrie in passato. Per esempio, all'inizio, quando le telecomunicazioni hanno iniziato, ce n'erano poche, erano costose, con servizi scadenti e poca scelta o possibilità per il cliente. Poi ci fu qualcosa di simile a una congestione dove tutti volevano essere un Telecos e avere un pezzo della torta. Hanno iniziato a posare cavi e fibre ottiche in eccesso e le loro valutazioni sono andate alle stelle; sono iniziati gli eccessi e la cattiva allocazione del capitale. Alla fine è arrivata una distruzione creativa e diversi consolidamenti (riduzione dei partecipanti, fusioni e acquisizioni, ecc.) dell'industria.

Questo è successo in molti settori e industrie, dalle strade a pedaggio del XIX secolo alle ferrovie, alla radio, alla televisione, ai produttori di automobili, agli hedge fund e ora ai fondi gestiti attivamente.

Ovviamente questo processo di consolidamento e distruzione creativa infastidisce e disturba molti degli incumbent perché è ciò di cui vivono e mangiano, ed è ciò da cui dipende la loro identità e senso di appartenenza. O per parafrasare Upton Sinclair, è difficile per un uomo accettare e capire il cambiamento quando il suo stipendio, il suo status e il suo stile di vita dipendono dal fatto che quel cambiamento non avvenga.

Questo cambiamento nella gestione attiva avrà un sacco di perdenti, in generale i manager e tutto l'ecosistema di parassiti che vivono di questo. E i giusti (alcuni buoni manager) pagheranno per i peccatori (cattivi manager). Ma porterà anche dei benefici perché si abbasseranno i costi, si ridurranno le cattive pratiche e alcuni eccessi. E quelli che sono buoni manager non hanno nulla di cui preoccuparsi, perché se sono davvero buoni manager allora sopravviveranno.

Tutti questi perdenti, proprio come i perdenti di altri cambiamenti, consolidamenti e altre distruzioni e perturbazioni creative, faranno anch'essi la loro battaglia e tireranno le cuoia fino all'ultimo momento e per diversi decenni; e dipingeranno uno scenario catastrofico per sfruttare i nostri pregiudizi come l'avversione al rischio e alle perdite. Per esempio, quando il caffè o la margarina o l'elettricità AC hanno cominciato a rompere lo status quo degli incumbent (alcol e tè, burro, gas ed elettricità DC), gli attacchi non si sono fermati per decenni.

L'indicizzazione passiva è per certi versi un'innovazione e un processo dirompente, e tutte le innovazioni creano un riordino e una ridistribuzione che entra direttamente in conflitto con coloro che cercano di mantenere la continuità di un modello e lo status quo.


Guida del Fondo di Investimento
Guida raccomandata

Guida del Fondo di Investimento

Impara tutto sui fondi d'investimento. Impara le basi e inizia a investire saggiamente.

Scaricare gratis

Lascia un commento

Sii il primo a commentare!
Commento

Benvenuto nella comunità!

Seleziona i temi che ti interessano e personalizza la tua esperienza in Rankia

Ti invieremo una newsletter ogni due settimane con le novità di ogni categoria che hai scelto


Vuoi ricevere le notifiche dei nostri eventi/webinar?


Continuando, accetti l'informativa sulla privacy