Portafoglio permanente di Harry Browne | Rankia: Comunità finanziaria

Portafoglio permanente di Harry Browne

Harry Browne è uno degli autori fondamentali all'interno del cosiddetto Investimento Passivo o Gestione Passiva, seguendo i fondi scambiati in borsa con un allocazione fissa e semplice. Nelle strategie che propone, il suo uso dell'oro e dei contanti si distingue dal resto, poiché investe in oro fisico come bene rifugio, un argomento che crea molte discussioni nel mondo della gestione patrimoniale. Il Portafoglio permanente Harry Browne è una strategia di investimento a lungo termine.

Portafoglio permanente di Harry Browne

Qualsiasi investitore ha la possibilità di riprodurre il Portafoglio Permanente di Harry Browne, anche senza alcuna conoscenza del mondo della finanza. Il suo obiettivo principale è quello di proteggere i risparmi, indipendentemente dallo stato dell'economia e dei mercati finanziari.

Harry Browne era un consulente finanziario, scrittore e politico. Per quanto riguarda il suo ruolo di investitore, è riuscito ad accumulare una grande fortuna durante gli anni '70 speculando sulle materie prime. Tuttavia, ha scoperto che il suo stile di investimento non era sostenibile a lungo termine.

Così ha passato il resto della sua carriera a sviluppare una strategia basata sulla stabilità. Ha usato tutta la sua esperienza come consulente d'investimento per creare un sistema d'investimento che, senza sacrificare la performance, fornisse la sicurezza necessaria per preservare la ricchezza a lungo termine. In questo modo ha progettato il Portafoglio Permanente Harry Browne.

Attività permanenti del portafoglio

Il portafoglio permanente è diviso in quattro classi di attività equamente suddivise: 25% azioni, 25% obbligazioni a lungo termine, 25% oro e 25% contanti:

  • Azioni: massimo esponente della prosperità, un periodo in cui gli standard di vita sono in aumento, l'economia è in crescita, gli affari vanno a gonfie vele, la disoccupazione è in calo, i tassi di interesse sono bassi, il sistema finanziario è sano e il credito è facile. Il bene numero 1 in questi tempi è l'azionario.
  • Obbligazioni: protezione contro gli anni di deflazione. I prezzi scendono e i tassi d'interesse reali sono negativi, e si può scatenare una depressione economica. Ma quando i tassi d'interesse scendono, i prezzi delle obbligazioni aumentano, con un effetto che si moltiplica quanto più lunga è la scadenza dell'obbligazione.
  • Oro: una difesa contro l'inflazione e le crisi monetarie. La quantità di denaro in circolazione è maggiore di quella necessaria per comprare i prodotti che sono disponibili e quindi i loro prezzi aumentano. Di fronte alla perdita di valore della carta moneta, l'oro è il valore rifugio per eccellenza.
  • Contanti: l'espansione del credito rallenta e la quantità di denaro in circolazione si riduce, lasciando le persone e le aziende con meno denaro disponibile di quanto si aspettavano di avere, il che di solito porta alla recessione economica. Molti beni vengono liquidati, abbassando il loro prezzo, ma la parte monetaria del portafoglio vi permetterà di ridurre le perdite complessive e di comprare beni a prezzi bassi.

Conclusioni

In conclusione, per il successo del Portafoglio Permanente bisogna avere una manutenzione semplice così che non siano necessarie grandi conoscenze di economia e finanza. La situazione macroeconomica si muove ciclicamente, ma non c'è una formula esatta per sapere quando avverrà ogni cambiamento, né quale sarà la prossima fase. È quindi necessario essere sempre esposti ai quattro stati predominanti dell'economia (prosperità, inflazione, recessione e deflazione), con i quattro attivi del portafoglio (azioni, oro, denaro e obbligazioni) equamente divisi.

È quindi importante riequilibrare periodicamente il portafoglio, poiché nel corso del tempo alcune attività cresceranno fortemente e altre perderanno valore. Un calo improvviso dell'attività predominante causerebbe una grande perdita, oltre ad avere una copertura molto scarsa dalle altre attività che dovrebbero compensare quelle perdite. Tuttavia, un ribilanciamento eccessivo non è necessario e danneggerebbe i rendimenti.


Guida del Fondo di Investimento
Guida raccomandata

Guida del Fondo di Investimento

Impara tutto sui fondi d'investimento. Impara le basi e inizia a investire saggiamente.

Scaricare gratis

Lascia un commento

Sii il primo a commentare!
Commento

Benvenuto nella comunità!

Seleziona i temi che ti interessano e personalizza la tua esperienza in Rankia

Ti invieremo una newsletter ogni due settimane con le novità di ogni categoria che hai scelto


Vuoi ricevere le notifiche dei nostri eventi/webinar?


Continuando, accetti l'informativa sulla privacy