Vantaggi e svantaggi dei fondi d'investimento | Rankia: Comunità finanziaria

Vantaggi e svantaggi dei fondi d’investimento

I fondi d'investimento sono un veicolo d'investimento con una serie di vantaggi e svantaggi che l'investitore dovrebbe conoscere. I fondi possono essere il prodotto ideale per un profilo di investitore e uno che non copre le esigenze di altri. Pertanto, è essenziale conoscere bene i suoi principali difetti e virtù per determinare se si adatta a ciò di cui abbiamo bisogno.

Vantaggi e svantaggi dei fondi d'investimento

Vantaggi dei fondi d'investimento 

Gestione professionale 

È gestito da un team di professionisti qualificati con conoscenza ed esperienza nel settore, quindi si presume che aggiunga valore che si rifletterà come un aumento dei rendimenti attesi dal mercato, o in termini di protezione del capitale. L'accesso a un fondo vi dà la certezza che c'è un intero team umano dietro di esso, che curerà i vostri interessi. Un investitore privato raramente potrebbe dedicare tempo pieno al monitoraggio dei propri investimenti, raggiungendo conclusioni efficienti, cosa che fanno i fondi d'investimento.

Il tempo 

Se un investitore compra azioni, deve seguire ognuna di queste attività, eseguendo le sue analisi e conclusioni attraverso un profondo follow-up, che consuma il nostro valore più prezioso, il tempo. Con un fondo d'investimento, possiamo “dimenticare” il portafoglio molto più facilmente che con un portafoglio di obbligazioni, il che ci farà risparmiare molto tempo e fatica nell'analisi e nelle operazioni. Molti investitori non valutano questo fattore, ma anche se pensiamo di ottenere rendimenti più bassi con questo tipo di prodotto, anche il nostro tempo ha il suo prezzo.

Tracciamento facile 

I fondi aggiornano le loro cifre di liquidità quotidianamente, quindi è facile conoscere il valore reale di qualsiasi nostra posizione, così come il loro comportamento. Inoltre

di questo, nelle schede di valutazione dei fondi, abbiamo una moltitudine di indici calcolati che faciliteranno questo compito. Questo dà tranquillità agli investitori, poiché dopo qualche evento nel mercato possiamo sapere un momento dopo la chiusura del mercato il valore reale del nostro investimento.

Tassazione favorevole 

Uno dei punti a favore è la tassazione, poiché permette di ritardare il pagamento delle plusvalenze fino al momento della vendita. Con i fondi, possiamo trasferire il patrimonio netto tra i fondi senza dover fare la vendita vera e propria, e quindi regolare il pagamento delle tasse al momento in cui è più favorevole. Se, per esempio, fosse il caso che non volessimo essere in nessun prodotto finanziario e fossimo in liquidità, possiamo anche farlo trasferendo il denaro in fondi monetari.

Tutti i tipi di strategie a portata di mano 

Ci sono fondi per tutti. Ci sono molte strategie nei fondi d'investimento, e qualsiasi strategia che possiamo pensare, se funziona, può avere un fondo che la applica. Abbiamo anche strategie non convenzionali, come mercati neutrali, multi-strategia o fondi value tipici. Tutta questa gamma di possibilità ci permetterà di adottare qualsiasi tipo di strategia, a seconda del momento del mercato o dei nostri gusti personali. Queste strategie sono definite nella loro vocazione di investimento, che deve essere rispettata dalla società di gestione del fondo e che segnerà la filosofia di investimento, così come una serie di punti chiave che il gestore del fondo deve rispettare.

Trasparenza e sicurezza 

Attualmente, ci sono dubbi sulla solvibilità e l'affidabilità di molti broker, soprattutto quelli specializzati in derivati, con sede fuori dal paese. I fondi d'investimento, invece, non hanno questo problema, perché i regolatori di ogni paese impongono un gran numero di requisiti per la costituzione di un fondo, oltre a un controllo costante su di essi. Alcuni investitori, per ignoranza, temono che i loro risparmi spariscano improvvisamente se firmano un fondo, e questo è qualcosa che non può accadere, poiché il regolamento impone molte barriere, come la differenza tra l'amministratore e la società di deposito, così come la presenza di un regolatore. Nel nostro caso, quel regolatore è la CMVM, che controlla i due precedenti.

Basse barriere all'ingresso 

I fondi d'investimento richiedono un piccolo investimento iniziale perché sono composto da investimenti di basso valore per facilitare l'ingresso nel fondo di nuovi investitori. Quando entriamo in un fondo, dobbiamo acquisire una partecipazione minima, che sarà equivalente al valore patrimoniale netto di quel fondo. Questo valore è generalmente molto basso, il che permette l'ingresso a tutti i tipi di investitori, il che significa che non ha barriere all'ingresso. Nei fondi specializzati, ci sono criteri di capitale minimo, ma nella maggior parte dei fondi non è così. Se ne avete uno, il più usuale è una partecipazione minima di 1000€.

Diversificazione 

Questi fondi devono soddisfare i criteri di gestione del rischio, il che porta a una diversificazione efficiente. I fondi devono distribuire il loro patrimonio tra diversi investimenti, proteggendo l'investitore da possibili errori nella selezione dei beni da parte della società di gestione. Questo ridurrà il rischio a carico dell'investitore. Inoltre, per l'investitore, sarebbe impossibile acquistare lo stesso portafoglio del fondo su base personale per le alte commissioni di acquisto e vendita, d'altra parte, il fondo con grande ricchezza, può farlo ad un costo molto basso.

Accesso alle obbligazioni 

Per molti investitori, è difficile accedere alle obbligazioni, a causa del capitale minimo richiesto, o semplicemente per la mancanza di conoscenza di come farlo. Pertanto, se vogliamo immettere sul reddito fisso, farlo attraverso un fondo d'investimento è una buona alternativa in quanto possiamo accedere a molte obbligazioni e titoli che non sono disponibili per l'investitore individuale a causa del loro alto capitale minimo.

Accesso a mercati esotici 

Sta diventando più facile accedere ai mercati esotici, ma molti investitori non investono per ignoranza o diffidenza. I fondi d'investimento mettono a portata di mano qualsiasi mercato che possiamo immaginare. Dalle azioni russe, al debito ad alto rendimento di qualche paese asiatico. I fondi d'investimento ci danno una nuova gamma di possibilità che possono aiutare l'investitore come complemento alle solite strategie sui mercati.

Svantaggi dei fondi d'investimento 

Costi 

Un fondo d'investimento ha diversi costi che devono essere considerati. È vero che

i costi non sono “pagati” dall'investitore in quanto sono inclusi nel rendimento finale del fondo, ma sono percepiti sul lungo termine. Ci sono molti studi accademici sull'argomento, e tutti concludono che ci sono fondi che fanno pagare commissioni eccessive, superando il valore che il gestore è in grado di creare. Dovremmo valutare bene i costi finali del fondo attraverso le spese correnti, e cercare di selezionare quelli con le commissioni più basse.

Penalizzare i movimenti 

Alcuni fondi hanno costi di sottoscrizione e vendita, sono pochi, ma esistono. Questi costi possono essere alti perché si basano sulle attività che si sottoscrivono. I gestori lo giustificano dicendo che lo scopo dei fondi è quello di incanalare il risparmio a lungo termine e che non è un prodotto per il trading. Bisogna guardare attentamente prima di entrare in un fondo per assicurarsi che non abbiano alte commissioni di sottoscrizione e di riempimento, o potremmo avere paura di uscire dal fondo.

Fiducia nella società di gestione 

Questo è un punto chiave. Dobbiamo determinare se vogliamo affidare il nostro denaro a una società di gestione e farle fare ciò che ritiene opportuno. Il problema è che il grande pubblico dipende dal sistema bancario tradizionale e, sebbene abbia buoni prodotti, la banca d'investimento tende ad avere le migliori alternative. Ci sono molti piccoli manager con tradizione ed esperienza che hanno ottime risorse, ma siccome non si conosce il loro nome, molti investitori dubitano che si tratti di uno schema finanziario. Non farti influenzare dal “marchio” del fondo e apri la tua mente a più società di gestione.

Falsi fondi attivi 

È un'ombra che incombe sull'industria della gestione patrimoniale. I manager fanno davvero qualcosa? Questa è una domanda a cui, purtroppo, è difficile rispondere. Stanno venendo alla luce sempre più fondi che fanno pagare commissioni elevate ai partecipanti, mentre seguono l'indice e non fanno nulla. Questo è uno dei maggiori rischi a cui è esposto l'investitore medio, la falsa gestione attiva. Ci sono ragioni come il Tracking Error e la sua relazione con le tasse che ci dicono di aiutare, come abbiamo spiegato con Ratio Value. Pertanto, dovremmo analizzare bene il fondo prima di entrare, poiché se cadiamo nelle grinfie di uno di questi fondi, avremo un enorme costo di opportunità.

Sostituti a un costo inferiore 

Il forte emergere degli ETF è stato, per fortuna, un colpo per l'industria dei fondi

Gli ETF sono prodotti d'investimento che mirano a replicare un indice ad un costo molto basso, il che li rende un sostituto quasi perfetto per i fondi comuni gestiti passivamente.

Quindi, se non ci fidiamo della capacità dei gestori di battere i mercati, e se siamo convinti che la gestione passiva sia la migliore alternativa nel lungo periodo, gli ETF possono essere una ragionevole alternativa ai fondi comuni. Anche per la gestione attiva, se fatta bene.

Tempo fuori dal mercato tra i trasferimenti 

È facile fare trasferimenti tra fondi, gratis in molti casi, e non paga plusvalenze, ma non è automatico. Se facciamo un ordine di trasferimento, il nostro denaro rimarrà nel “limbo” per un periodo indefinito.

Prima deve rimborsare il fondo che abbiamo sottoscritto, poi il nostro broker deve elaborare la richiesta per portarla al nuovo fondo di destinazione, e infine il fondo di destinazione deve elaborarla fino ad avere il nuovo fondo nel conto. Questo periodo è molto variabile, dipende soprattutto dall'agilità dei fondi, che in alcuni è nulla. Se un investitore che un giorno è fuori dal mercato per ragioni non legate alle sue decisioni, un trasferimento di fondi di investimento può essere molto frustrante.

Superano le loro tariffe? 

La redditività è il motore della maggior parte delle decisioni di investimento. C'è un ragionevole dubbio sul fatto che i fondi nel loro insieme siano in grado di battere i mercati. C'è molta letteratura su questo, molto parziale, a seconda degli emittenti (ognuno guarda il proprio lato), quindi la conclusione finale deve essere fatta dall'investitore. Ci sono indici e indicatori per cercare di capire se un fondo che ha battuto il mercato può continuare a farlo, ma è difficile. Inoltre, sul lungo termine, molti gestori tendono a dare rendimenti al massimo uguali agli indici. Ci sono fondi che battono gli indici, ma riusciremo a trovarli?

Non gestire personalmente gli investimenti 

Stiamo investendo? Molti investitori considerano che la sottoscrizione di un fondo d'investimento non è un investimento. Comprare e vendere, decidere di uscire da un mercato come da un altro, è una sensazione che non possiamo avere con i fondi. Possiamo muoverci tra loro, e sovrappesare l'uno o l'altro secondo le nostre aspettative, ma non è la stessa cosa. Ci sono investitori che vogliono delegare la gestione del loro patrimonio, e vogliono avere il controllo assoluto del loro denaro, e questo è qualcosa che i fondi comuni non possono darvi.

Non avere una “voce” nella gestione 

Ci sono molti stili diversi di investimento, ma nei fondi l'investitore non ha voce in capitolo. Se compri un'impresa, come un ristorante, puoi avere un'opinione su quali investimenti dovrebbero essere fatti, come gli azionisti di una società quotata, ma nei fondi questo non è possibile. Il manager descrive il suo modo di investire, se gli piace bene, e se non c'è, ha la porta. Alcuni investitori potrebbero non essere d'accordo sul fatto che la loro unica alternativa è essere dentro o fuori, non di lato, il che li porterà a non delegare il loro patrimonio a questi prodotti, e a cercare consigli finanziari o portafogli amministrati con maggiore impatto dal partecipante al business.

Non tutti sono trasparenti 

I fondi devono fornire agli investitori informazioni sulla loro gestione e sulle loro operazioni. Ma se non lo fanno? E se queste informazioni non sono rilevanti? Alcuni fondi sono più opachi di altri. Alcuni fondi non aggiornano quotidianamente le cifre di liquidazione (ho visto ritardi fino a una settimana) e non stiamo più parlando di informazioni rilevanti. Con alcuni gestori di fondi, non è facile conoscere le mosse che hanno fatto così come l'opinione del gestore. Ci sono molte informazioni da fornire, ma a questo punto alcuni manager eludono la questione. Questo può creare sfiducia in questo tipo di prodotto e può essere un problema nei momenti di tensione del mercato.


Guida del Fondo di Investimento
Guida raccomandata

Guida del Fondo di Investimento

Impara tutto sui fondi d'investimento. Impara le basi e inizia a investire saggiamente.

Scaricare gratis

Lascia un commento

Sii il primo a commentare!
Commento

Benvenuto nella comunità!

Seleziona i temi che ti interessano e personalizza la tua esperienza in Rankia

Ti invieremo una newsletter ogni due settimane con le novità di ogni categoria che hai scelto


Vuoi ricevere le notifiche dei nostri eventi/webinar?


Continuando, accetti l'informativa sulla privacy