Opzioni: comprare e vendere volatilità | Rankia: Comunità finanziaria

Opzioni: comprare e vendere volatilità

A Rankia Italia, abbiamo parlato delle opzioni, che è composta dal valore di un'opzione e altri punti su questo derivato. Oggi parleremo di “Opzioni: Comprare e vendere volatilità”. Con l'intenzione di aumentare un po ‘più di conoscenza delle opzioni.

Opzioni: comprare e vendere volatilità

Qual è l'obiettivo delle opzioni?

Le opzioni finanziarie sono derivati ​​molto completi e complesse, allo stesso tempo dimentichiamo, che sono davvero le opzioni e qual è la sua funzione principale. Lo scopo essenziale delle opzioni è garantire un prezzo di acquisto o un prezzo di vendita del sottostante (sia azioni, once di oro o barili di petrolio). In breve, ci copriamo dal rischio della variabilità del prezzo sottostante e quindi abbiamo pagato un premio.

Vediamo, sicuramente ottieni la somiglianza in questo concetto con una politica di copertura; “Paghiamo un premio per aver assicurato il valore di un bene e per coprire noi stessi dell'incertezza che può succedere a te.”

A Che rischio ci riferiamo?

Alla variabilità del prezzo, cioè la volatilità. Quindi possiamo dedurre che se un mercato più volatile è previsto in futuro, chi ci vende “questa politica”, (che ci vende l'opzione), ci chiederà di più per acquistarlo. In altre parole, l'acquirente di un'opzione paga per essere coperto da un rischio, se questo rischio aumenta, farà anche il prezzo da pagare per la copertura.

Cos'è la volatilità?

Una definizione corretta, potremmo dire che la volatilità misura l'intensità dei cambiamenti dei prezzi o dei rendimenti in un determinato periodo di tempo.

Nel mercato possiamo trovare diversi modi di misurare la volatilità, il più noto è la volatilità storica e la volatilità implicita.

Volatilità storica: è la deviazione tipica delle rese logaritmiche di un bene per sessioni “n“, cioè, si basa sui ritorni passati e calcolati sotto forma di media (divisa tra N).

Volatilità implicita: è la futura volatilità che gli sconti di mercato, possiamo dire che è una volatilità che “scambi o negoziati“, viene rimosso dalla formula di valutazione delle opzioni di Scholes Black Scholes. Successivamente possiamo vedere un grafico di come si evolvono la volatilità storica e la volatilità implicita.

Mentre osserviamo nel grafico, “La volatilità storica (linea blu) diventa più ritardata della volatilità implicita (linea arancione)”, è logico, perché il primo è calcolato sotto forma di media e il secondo è una “stimadel futuro della volatilità

Quando si opera con le opzioni dovremo prendere in considerazione la volatilità, se pensiamo che in una futura volatilità aumenteremo (ci sarà più rischio) le strategie più appropriate sono quella di acquistare opzioni o strategie con VEGA positivo, dal momento che è aumentata volatilità Aumenta il premio di scelta, mentre se pensiamo che nella futura volatilità per abbassare le strategie più convenienti è la vendita di opzioni o VEGA negative (senza tenere conto delle altre variabili che influenzano il valore del cugino).

Per concludere che potremmo dire che le opzioni in se stesse, funzionano per la loro natura, come politiche di copertura, utilizzando la corretta strategia di copertura secondo il caso in cui è appropriato. Con il suo utilizzo possiamo garantire il valore di un vantaggio del nostro portfolio. Acquisto o vendita di opzioni in base alla proiezione Abbiamo circa la tendenza del prezzo del bene sottostante.

Se vuoi saperne di più sugli argomenti finanziari, visitare Rankia Italia.

Lascia un commento

Sii il primo a commentare!
Commento

Benvenuto nella comunità!

Seleziona i temi che ti interessano e personalizza la tua esperienza in Rankia

Ti invieremo una newsletter ogni due settimane con le novità di ogni categoria che hai scelto


Vuoi ricevere le notifiche dei nostri eventi/webinar?


Continuando, accetti l'informativa sulla privacy