Drawdown: cos'è e come influisce sul trading? | Rankia: Comunità finanziaria

Drawdown: cos’è e come influisce sul trading?

Scopriamo insieme cosa si intende con drawndown, come influisce sul trading e perché la sua utilità è molto discussa.

Drawdown: cos'è e come influisce sul trading?

Con il termine drawndown ci si riferisce ad una stabilizzazione del mercato in negativo, ovvero ad un andamento negativo che segue un periodo di crescita e ne determina pertanto un segmento discendente tra un massimo relativo ed un minimo negativo.

Ci si riferisce al drawndown come valore percentuale per indicare che decrescita vi è stata rispetto al massimo che l’ha preceduta. Ciò vuol dire che con un drawndown dello 0% il valore è tornato il medesimo (ma in questo caso ha poco senso parlare di drawndown, che sarebbe appunto dello 0%), mentre con un drawndown del 100%, riferendoci ad esempio al valore di un azione, ciò vorrebbe dire che l’azione non ha più alcun valore. Sono casi estremi che presi a sé non hanno praticamente valore, ma rendono l’idea.

Facendo un esempio concreto, potremmo dire che monitorando un’azione notiamo che il suo costo continua a salire. €15, poi €20, €40, €45, €50, all’improvviso perde di valore sino a raggiungere €10, per poi risalire e raggiungere €60 ed infine €70.

Nell’esempio appena fatto si è verificato un drawndown nell’intervallo di tempo avente come massimo relativo €50 e come minimo relativo €10. Il valore percentuale del drawndown corrisponderà alla percentuale di decrescita del valore massimo, ovvero 80%.

Il drawndown, può aiutarti nel trading per prendere decisioni riguardo le operazioni da effettuare.

Ti domanderai, dov’è l’utilità in questo dato?

Non c’è, il dato a sé è inutile. Seppur inutile, però, può esserti utile se combinato con altri elementi.

Prendere un intervallo di tempo in cui si verifica un drawndown e calcolarlo non è utile, a meno che di esercitarsi con le percentuali. Come potrebbe tornare utile allora? Non limitandosi a prendere in considerazione un singolo drawndown.

L’utilità del drawndown consiste in questo: se sei interessato ad effettuare una determinata operazione, quale l’acquisto di un’azione, lo studio dei dati inerenti al prezzo dell’azione stessa, e l’analisi dei drawndown, permette di darti un’indicazione riguardo il rischio dell’operazione.

Se non fosse ancora chiaro, prendendo in considerazione il grafico (ad esempio il grafico del prezzo di un’azione), e tenendo in considerazione i vari drawndown che sono avvenuti nel tempo, è possibile calcolare vari drawndown medi (magari dell’ultimo mese, dell’ultimo anno, degli ultimi 3 anni…) ed i drawndown maggiori relativi, per capire che drawndown ci si possa ritrovare, ed avere una stima così del rischio.

Ovviamente non si tratterà di un dato assoluto, ma può tornare utile. Devi inoltre ricordare che comunque possono verificarsi in ogni momento crolli diversi dal solito. È proprio questo il motivo per cui molti investitori reputano questo dato inutile.

Conclusione Drawdown

Il drawndown è utile o inutile? È certamente importante, sta a te decidere quanto possa esserti utile e come utilizzarlo. Il dato a sé non vale nulla ma la previsione di rischio potrebbe essere una carta vincente.

Allo stesso tempo, però, farvi troppo affidamento potrebbe farti perdere un capitale in caso di crollo inaspettato.


Guida Analisa tecnica
Guida raccomandata

Guida all´a analisi tecnica

Impara tutto sull'analisi tecnica e porta il tuo trading al livello successivo.

Scaricare gratis

Lascia un commento

Sii il primo a commentare!
Commento

Benvenuto nella comunità!

Seleziona i temi che ti interessano e personalizza la tua esperienza in Rankia

Ti invieremo una newsletter ogni due settimane con le novità di ogni categoria che hai scelto


Vuoi ricevere le notifiche dei nostri eventi/webinar?


Continuando, accetti l'informativa sulla privacy