Ethereum: cos’è, come funziona e come investire

Ethereum è la seconda criptovaluta più popolare, appena dopo Bitcoin. La quota di mercato di critpovaluta ricoperta da Ethereum è enorme. Si stima che ad oggi sia al 20% del totale. Questo dato da solo ci fa comprendere come siamo di fronte ad un fenomeno, all’interno dell’universo crypto e non solo, che è impossibile da ignorare. In questa guida cechiamo di coprire almeno gli aspetti fondamentali: cos’è, come funziona, l’andamento del valore nel tempo e come comprarla, gli ETN e ETP disponibili. Bando alle ciance, cominciamo subito.

ethereum

Ethereum: cos’è e come funziona?

Ethereum potremmo definirla come una piattaforma globale, decentralizzata, adatta allo scambio di criptovalute e a molte altre applicazioni, operante all’interno dell’universo delle cripto.

La piattaforma Ethereum è stata creata nel 2015 dal programmatore Vitalik Buterin, con lo scopo di creare uno strumento per applicazioni decentralizzate e collaborative. Ether (ETH), è un token che può essere utilizzato nelle transazioni utilizzando questo software. Come bitcoin, ether esiste come parte di un sistema finanziario autonomo peer-to-peer, libero dall’intervento del governo. Come il bitcoin, anche il valore di ether è salito alle stelle in un breve periodo di tempo.

Ether, come altre criptovalute, utilizza un libro mastro digitale condiviso dove vengono registrate tutte le transazioni. È pubblicamente accessibile, completamente trasparente e molto difficile da cambiare a posteriori. Questo ‘libro mastro digitale’ è chiamato blockchain, ed è costruito attraverso il processo di data mining.

I minatori sono responsabili della verifica di gruppi di transazioni per formare “blocchi” e della loro codifica attraverso la risoluzione di algoritmi complessi. Questi algoritmi possono essere più o meno difficili a loro volta, in modo da mantenere una certa costanza nel tempo di elaborazione dei blocchi.

I nuovi blocchi sono poi collegati alla blockchain precedente e il minatore in questione riceve una ricompensa, cioè un numero fisso di token ether.

Valore Ethereum

Guardando al grafico sull’andamento di Ethereum nel tempo, salta immediatamente all’occhio la fortissima volatilità che caratterizza questo strumento. Ma in effetti si tratta di una caratteristica che contraddistingue tutte le criptovalute. In un momento di forte incertezza come il covid-19, il valore di Ethereum è schizzato letteralmente alle stelle, tornando poi a livelli normali, ma comunque superiori al pre-pandemia.

valore ethereum

Differenze tra Ethereum e Bitcoin

Bitcoin ed Ethereum hanno le seguenti differenze:

  • Consumo di risorse: il mining di Bitcoin consuma molta energia e risorse, mentre il mining di Ethereum non ha un consumo energetico così elevato.
  • Popolarità: le transazioni in Ethereum vengono elaborate in pochi secondi, mentre Bitcoin può richiedere minuti.
  • Tempo di transazione: le transazioni in Ethereum vengono elaborate in pochi secondi, mentre Bitcoin può richiedere minuti.
  • Codice sorgente: entrambi operano su blockchain; tuttavia, Ethereum è dotato di codice sorgente aperto che permette la creazione di software e codice eseguibile, mentre la blockchain è priva di codice sorgente aperto e esegue solo note.
  • Esecuzione di transazioni: la blockchain di Bitcoin permette solo l’esecuzione di transazioni, mentre Ethereum è stato creato o focalizzato come una piattaforma per facilitare contratti programmatici immutabili e applicazioni attraverso la propria valuta.
  • Accettabilità della moneta: Ethereum all’interno della sua blockchain accetta Bitcoin, ma Bitcoin accetta solo la stessa valuta; cioè in questo caso Ethereum non è mai stato creato per competere sul mercato con Bitcoin; tuttavia, a causa del suo utilizzo è diventato la concorrenza.

Come comprare Ethereum criptovaluta

In linea di massima non si possono comprare Ethereum in banca. La forma più comune di acquistare criptovalute è attraverso gli Exchange. Qui trovi un articolo sui migliori Exchange di criptovalute.

I passi per comprare criptovalute sono davvero semplici:

  • Cercare una buona piattaforma di scambio.
  • Creare un account e versare denaro nel conto.
  • Creare un hot wallet o cold wallet per conservare le proprie criptovalute.
  • Si può iniziare a scambiare denaro per Ethereum.

Come investire in Ethereum? | 4 modi diversi

Vediamo ora nel dettaglio quattro diversi modi di investire in Ethereum.

Acquistare Ethereum direttamente

Ovviamente, il modo più semplice di investire in Ethereum è acquistare la criptovaluta ETH; in questo modo, possediamo la moneta di scambio della blockchain di Ethereum e, teoricamente, se la blockchain di Ethereum sarà più accettata e utilizzata in futuro, il nostro investimento (ETH) si rivaluterà anche (anche se, come dicevamo, esistono altri fattori che influenzano ciò).

Questo tipo di investimento potrebbe essere paragonato all’investimento in azioni di aziende classiche, in cui, se l’azienda va bene, ottiene più clienti e genera maggiori profitti, le sue azioni si rivaluterebbero nel tempo.

Tuttavia, a differenza di quanto accade con le azioni e i broker, esistono due luoghi dove acquistare ETH: gli exchange centralizzati, che sono gestiti e controllati da persone/aziende, e gli exchange decentralizzati, che funzionano con Smart Contracts senza una gestione o intermediazione umana necessaria (oltre alla manutenzione dello stesso exchange).

Di seguito vediamo un elenco degli exchange centralizzati e decentralizzati più popolari in cui possiamo ottenere ETH:

Exchange centralizzati:

  • Bit2Me
  • Binance
  • Coinbase
  • Kraken
  • Kucoin

Exchanges decentralizzati:

  • Uniswap
  • Sushiswap
  • Curve
  • 1inch

👉 Più avanti nell’articolo vedremo i passaggi dettagliati da seguire per acquistare ETH, per ora, ti lascio con questo articolo dove potrai capire meglio come funziona l’operatività cripto: Trading con criptovalute.

Staking di Ethereum

Un altro modo per investire in Ethereum è lo staking: con l’obiettivo di ridurre le tariffe del gas (fees) e migliorare la sicurezza della rete, la Fondazione Ethereum permette a chiunque abbia 32 ETH di diventare validatore di transazioni di rete tramite il processo di Staking, depositando un minimo di 32 ETH in un contratto intelligente della blockchain. Per questo, il validatore riceverà ricompense in ETH.

Esistono anche altri modi “indiretti” di fare staking se si possiedono meno di 32 ETH, tramite exchanges (come ad esempio Coinbase) o protocolli decentralizzati (come Lido DAO, il più conosciuto) che riuniscono gli ETH di diversi investitori per fare staking con essi (in modo simile al crowdfunding, per intenderci).

Già come curiosità, o dato storico, possiamo dire che Ethereum è nato come un protocollo di “prova di lavoro” (Proof of Work, o PoW), e durante i suoi primi anni di esistenza non era possibile fare staking di Ethereum, ma si doveva Minare (e ciò comportava un grande investimento in hardware e complessi processi computazionali); non è stato fino a settembre 2022 che Ethereum ha cambiato il suo modello passando a funzionare come Prova di Partecipazione (Proof of Stake, o PoS) e ha iniziato a essere possibile fare staking.

ETP e fondi di investimento in Ethereum

Per quegli investitori che non desiderano immergersi direttamente nel mondo delle criptovalute ma vogliono comunque investire in Ethereum, esistono anche diversi ETP (prodotti quotati in borsa) che “tracciano” o seguono il prezzo di ETH, quindi, attraverso di essi, è possibile investire in ETH nello stesso modo in cui si investe in azioni o ETF, dal proprio broker. Vediamo di seguito alcuni di questi ETP:

  • CI Galaxy Ethereum (ETHX)
  • 21Shares Ethereum ETP (AETH)
  • DDA Physical Ethereum ETP (IETH)
  • Evolve Ether ETF (ETHR)

E a proposito, da giugno 2024, sono già stati approvati dalla SEC (USA) gli 8 ETF spot di Ethereum.

Futures su Ethereum

E naturalmente, per i trader a breve termine, abbiamo l’opzione dei contratti futures, utilizzati per la maggior parte degli attivi finanziari (valute, azioni, indici, materie prime) e anche, ovviamente, per le criptovalute.

I contratti futures sono contratti tra due parti che si impegnano a scambiare un attivo (sia acquistandolo prima e vendendolo dopo, sia viceversa), entro un termine futuro stabilito, e a un prezzo determinato al quale l’attivo sarà quotato in quel momento. L’attivo, in realtà, può essere come dicevamo un attivo finanziario, ma anche fisico, immobiliare, di materia prima, oppure un criptoattivo come ETH.

Sia nei broker tradizionali che negli stessi exchange di criptovalute, i trader hanno l’opzione di acquistare e/o vendere Ethereum tramite contratti futures.

Come comprare Ethereum in Italia in pochi passi

Vediamo i 5 semplici passi da seguire per comprare Ethereum; utilizzeremo l’exchange Bit2Me per l’esempio.

Passo 1: Aprire un account su un Exchange

Prima di tutto, accederemo a Bit2Me.com e apriremo l’account, cliccando in alto a destra su “Registrati” o tramite questo link.

ethereum come funziona

Passo 2: Accedere alla piattaforma di acquisto

Per farlo, cliccheremo di nuovo in alto a destra, dove ci dice “Vai al mio account” posizionando il mouse.

Una volta dentro, torneremo in alto a destra e cliccheremo sul pulsante arancione “Compra”.

Passo 3: Acquistare Ethereum

Già in questo passaggio, è ora di stabilire il nostro ordine di acquisto di Ethereum. Per farlo, clicchiamo sul pulsante “Compra” e “Cosa vuoi comprare?” (quadro rosso) che ci apparirà questo menu:

come comprare ethereum

Qui, dovremo selezionare Ethereum nel primo menu a tendina che dice “Cosa vuoi comprare?” e selezioniamo l’opzione “Ethereum“.

Dopo, dovremo aggiungere l’importo desiderato e successivamente selezioniamo il portafoglio, in cui vogliamo che venga depositato l’Ethereum da acquistare.

Cliccando sul pulsante “Aggiungi portafoglio”, ci apparirà il seguente pannello, semplicemente diamo un nome al nostro portafoglio per Ethereum (nel caso esista già, apparirà di default):

come acquistare ethereum

Nel caso in cui non abbiamo già aggiunto un metodo di pagamento, dobbiamo selezionare il metodo di pagamento desiderato (nel caso in cui lo abbiamo aggiunto in precedenza, apparirà già di default).

E infine premere il pulsante “PAGARE” blu in basso.

Una volta eseguiti tutti i passaggi, riceveremo automaticamente nel portafoglio creato l’importo acquistato (sottraendo la piccola commissione di acquisto dell’exchange), che potremo vedere in qualsiasi momento nel nostro Wallet di Bit2Me.

Passo 4: Monitora i tuoi investimenti

Per monitorare il nostro investimento, dobbiamo andare nella parte superiore destra del menu dove troviamo i 9 quadrati bianchi, e in essi accedere a “Wallet”.

Nel nostro Wallet potremo vedere in ogni momento il valore del nostro investimento in ETH e in qualsiasi altra valuta.

👉 Ti lascio una recensione completa di questo exchange, nel caso volessi considerare di iniziare a comprare Ethereum, attraverso lo stesso: Opinioni su Bit2Me.

Dove comprare Ethereum? | Alternative

Abbiamo già visto come acquistare questa criptovaluta in modo pratico, quindi semplicemente, ti lascerò con due opzioni in più. Una è un broker, e l’altra un altro exchange di tipo centralizzato.

eToro

  • 🏆 Regolamentazione: CySEC (Cipro)
  • 💼 Numero di criptoattivi: +200 criptovalute
  • 💲 Commissioni: 1% dell’operazione

eToro

7.5/ 10

Mercati

Italia, Europa, USA, Asia

Sito web in diverse lingue.

Versione mobile avanzata e copytrading

Possibilità di negoziazione di azioni frazionarie

* eToro è una piattaforma di investimento multi-asset. Il valore dei vostri investimenti può salire o scendere. Il vostro capitale è a rischio. Il 51% dei conti CFD al dettaglio perde denaro.

Deposito minimo:

€100.00

Coinbase

  • 🏆 Regolazione: CySEC (Cipro)
  • 💼 Numero di criptoattivi: +200 criptovalute
  • 💲 Commissioni: 0,5% dell’operazione

Perché investire in Ethereum nel 2024?

Con il passare del tempo, l’evoluzione tecnologica e della tecnologia blockchain e l’evoluzione dello stesso Ethereum, gli investitori ritengono che ci siano sempre più ragioni e di maggiore peso per considerare di investire in Ethereum. Vediamo di seguito alcune delle più rilevanti:

Adozione istituzionale

Da tempi immemorabili, gli investitori “retail” desiderano seguire le orme degli investitori istituzionali, poiché questi sono quelli che possiedono una maggiore conoscenza del mercato e, quindi, quelli che hanno maggiori successi negli investimenti.

Il fatto che ci siano sempre più istituzioni che mostrano interesse per la tecnologia Blockchain in generale, e in molte occasioni inEthereum in particolare, e d’altra parte il fatto che sempre più aziende / istituzioni utilizzano la rete di Ethereum per le proprie operazioni, porta a convincere un numero sempre maggiore di investitori che investire in Ethereum può dare buoni frutti.

2ª criptovaluta regina dopo Bitcoin

Ether è, ad oggi e praticamente dalla sua nascita, la criptovaluta a cui gli investitori di tutto il mondo prestano più attenzione, dopo Bitcoin; ciò fa sì che sia anche la seconda criptovaluta con maggiore liquidità, più investitori istituzionali siano investiti in essa, più sviluppatori di software vogliano lavorarci, ecc.

Tutto ciò, senza dubbio, non fa altro che rafforzare l’argomento di ETH come investimento interessante e con aspettative di ritorno positive.

Immagine di CoinMarketCap del 16 novembre 2023, dove vediamo che Ethereum è la seconda maggiore criptovaluta per capitalizzazione di mercato al mondo, solo dietro a Bitcoin.

Riduzione dei tassi di interesse

Lo abbiamo menzionato all’inizio dell’articolo, ed è ora di approfondire questo argomento: al giorno d’oggi, i fattori macroeconomici sono forse i fattori più rilevanti per l’azione del prezzo di Ethereum e delle criptovalute in generale. Sia i grandi investitori che gli esperti della tecnologia Blockchain concordano sul fatto che la macroeconomia può essere il principale motore del prezzo delle criptovalute in generale (sia al rialzo che al ribasso).

Al momento attuale, gli investitori speculano sul fatto che sia negli Stati Uniti (principale economia mondiale) che nella grande maggioranza delle economie sviluppate, le banche centrali stanno iniziando a ridurre i tassi di interesse.

E cosa significa questo?

Lo spiegheremo nel modo più chiaro e semplice possibile.

Bene: nell’economia in generale, tassi di interesse bassi sono qualcosa di positivo per la crescita delle imprese; questo perché le imprese possono accedere a finanziamenti in cambio di un tasso di interesse basso, e poiché devono restituire meno interessi è più facile per loro trarre profitto da quel finanziamento (sia utilizzandolo per assumere personale, affrontare nuovi progetti, acquistare più e/o migliori materie prime, ecc.) e restituire quegli interessi bassi conservando un margine di profitto maggiore rispetto a se questi interessi fossero stati alti (cioè, se i tassi fossero stati alti).

E, se le imprese hanno maggior profitto, ci saranno più imprese con più liquidità disponibile, e più persone impiegate e con salari più alti, il che porta la società in generale a essere in grado di destinare un capitale maggiore agli investimenti. Il che, ovviamente, beneficia gli attivi finanziari come le azioni delle imprese o le criptovalute poiché, con più acquisti, i prezzi degli attivi in generale aumentano.

Token nativo della rete Ethereum

Come abbiamo detto, ogni giorno ci sono sempre più privati e istituzioni che utilizzano la blockchain di Ethereum per una miriade di obiettivi. Questo è anche perché Ethereum è la blockchain su cui oggi girano più protocolli e progetti.

Per queste ragioni, ETH, il token nativo di Ethereum, è sempre più utilizzato (e quindi prezioso), e porta gli investitori a voler possedere ETH, sia per la mera rivalutazione del prezzo attesa, sia per la necessità di possederlo per la realizzazione di operazioni all’interno della blockchain di Ethereum.

Investire in Ethereum: opinioni

Ad oggi, praticamente sia la totalità degli investitori in criptovalute che degli esperti in blockchain concordano sul fatto che Ethereum sia un eccellente progetto in bilancio, e che gli si prospetta un grande futuro davanti.

Ascolteremo solo argomenti contrari da parte di quegli investitori che non sono a favore delle criptovalute (di solito i Value Investors, poiché la loro metodologia di analisi per l’investimento non è applicabile alle criptovalute in quanto queste non generano un “cash flow”).

Nonostante ciò, ciò su cui tutti concordano sono i benefici della tecnologia, e che Ethereum è stata la pioniera nei Smart Contracts (e per questo le precede una grandissima reputazione e una alta fiducia da gran parte dei settori sia finanziario che tecnologico).

Pro e contro di investire in Ethereum

Vediamo, infine, alcuni dei pro e contro più rilevanti quando si investe in Ethereum:

Pro:

  • Possibilità di grandi rivalutazioni future grazie all’alta volatilità delle criptovalute
  • ✅ Nel mondo delle criptovalute, è una delle opzioni con i migliori aspetti fondamentali che esistono
  • Alta liquidità e totale flessibilità: si può investire esattamente il valore desiderato in ETH, grazie alla sua enorme frazionabilità, e anche in ogni momento, poiché il mercato delle criptovalute non chiude mai, a differenza di tutti gli altri
  • C’è sempre più interesse istituzionale per Ethereum, sia a livello della sua tecnologia e funzionalità che dell’investimento in ETH (principalmente per l’aspetto precedentemente menzionato), il che dà sicurezza all’investimento (fattore molto desiderabile in un mondo non regolamentato come quello delle criptovalute)
  • Disponibile in praticamente la totalità degli exchange centralizzati e decentralizzati che esistono
  • È presto nel settore Blockchain; l’esistenza della possibile arrivata di un gran numero di investitori ancora, rafforza l’argomento di possibili grandi rivalutazioni
  • ✅ Molti considerano Vitalik Buterin, il fondatore di Ethereum, come un genio, ed è molto rispettato nella criptocomunità; la buona fama di un CEO è sempre una buona notizia per il suo progetto

Contro:

  • Alto rischio (ETH ha avuto cali nel suo prezzo superiori al 90% in più di un’occasione; è possibile che ciò accada di nuovo)
  • Ci sono investitori in criptovalute che affermano che “è già tardi” per arrivare a criptovalute grandi come Bitcoin ed Ethereum, e preferiscono cercare opportunità in progetti nuovi e più piccoli (e, quindi, con maggiore possibilità di rivalutazione anche se questa è meno sicura)
  • Rischio di obsolescenza: alcuni investitori si lamentano della scarsa scalabilità di Ethereum, e indicano come un gran numero di nuovi progetti Blockchain offrono un’esperienza migliore e più veloce, così come costi per transazione inferiori, il che può portare gli utenti a utilizzare altre reti Blockchain e gli investitori a cercare altre opportunità. Abbiamo visto come le aziende tecnologiche leader del mondo sono cambiate sistematicamente; Ethereum, come pioniere e veterano nel settore, inevitabilmente corre questo rischio.
  • ❌ Esistono rischi regolatori che possono influenzare il suo prezzo; in passato abbiamo visto come la Cina ha vietato il possesso di criptovalute (oltre ad aver applicato numerose restrizioni precedentemente), il che ha causato un grande calo del prezzo di tutte le criptovalute. Eventi simili potrebbero accadere di nuovo

Conclusione

In definitiva, comprare Ethereum offre opportunità di crescita dato il suo ampio uso e accettazione e tecnologia pionieristica, ma comporta anche rischi significativi, come l’alta volatilità e possibili cambiamenti normativi. In ogni caso, la scelta di investire in Ethereum deve bilanciare questi fattori, considerando sia il suo potenziale innovativo che le sue vulnerabilità intrinseche.

Per approfondire ti consigliamo di leggere ETF Bitcoin.

Cerchi un broker per criptovalute?

Deposito minimo:

€100.00

* Il 51% dei conti CFD al dettaglio perde denaro.
Deposito minimo:

€0.00

Disclaimer:

eToro è una piattaforma multi-asset che offre sia l'investimento in azioni e criptoasset, sia il trading di CFD. Si noti che i CFD sono strumenti complessi e comportano un rischio elevato di perdere rapidamente denaro a causa della leva finanziaria. Il 76% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovreste valutare se avete compreso il funzionamento dei CFD e se potete permettervi di correre il rischio elevato di perdere il vostro denaro. Le performance passate non sono un'indicazione dei risultati futuri. La storia di trading presentata è inferiore a 5 anni completi e potrebbe non essere sufficiente come base per una decisione di investimento. Il Copy Trading non costituisce una consulenza sugli investimenti. Il valore dei vostri investimenti può salire o scendere. Il vostro capitale è a rischio. Gli investimenti in criptoasset sono altamente volatili e non regolamentati in alcuni Paesi dell'UE. Nessuna tutela dei consumatori. Possono essere applicate imposte sui profitti. eToro USA LLC non offre CFD e non rilascia alcuna dichiarazione e non si assume alcuna responsabilità in merito all'accuratezza o alla completezza del contenuto di questa pubblicazione, che è stata preparata dal nostro partner utilizzando informazioni specifiche su eToro non disponibili pubblicamente.

Leggi più tardi - Compila il modulo per salvare l'articolo in formato PDF
Guida per investire in Criptovalute
Questa guida ti aiuterà ad imparare ciò che devi sapere per iniziare con successo nel mondo delle criptovalute:
  • Concetti di base di crittografia
  • Come iniziare a investire in criptovalute
  • Suggerimenti su come farlo in sicurezza

Articoli correlati