Contango: Che cos'è? Come impatti sul prezzo del petrolio? | Rankia: Comunità finanziaria

Contango: Che cos’è? Come impatti sul prezzo del petrolio?

Per poter parlare del effetto contango bisogna prima parlare dei futures, in specifico i futures riguardanti le materie prime, dove in genere si verifica l’”effetto contango”.

Quando si parla di materie prime ci si riferisce a componenti di base di beni o servizi più complessi, ad esempio, basi alimentari, come lo zucchero, il caffè o il cacao, metalli come l’oro o l’argento o prodotti energetici come il petrolio o il gas. In passato questi prodotti erano scambiati fisicamente, ma ora sono scambiati a fini speculativi, cioè non vi è più il prodotto fisico, ma vi è attraverso “Contratti a Termine” o “Futures”.

Contango

Per spiegare meglio, in un contratto future il venditore si impegna a scambiare una determinata quantità di una certa attività finanziaria o bene reale (detta attività sottostante) a un prezzo prefissato, ad una data futura prestabilita. Il prezzo di questo contratto dipenderà dalla domanda degli acquirenti e dall’offerta degli altri venditori.

Contango: Che cos'è?

Allora si può definire l’”Efetto Contango” come il fenomeno che si verifica quando il prezzo di un contratto future è superiore al prezzo del sottostante o “prezzo spot” (cioè il prezzo attuale del bene o servizio). Invece, l’effetto opposto al Contango si chiama Regresso o Backwardation.

Per quale motivo sucede il fenomeno dell’Effetto Contango? Il principale motivo per il quale si verifica il Contango è dovuto alla necessità per gli investitori di coprire i prezzi proteggendosi da un aumento del prezzo della materia prima che desiderano acquistare.

Se il mercato di una materia prima è dominato da investitori che vogliono proteggersi da un aumento del prezzo delle materie prime si recheranno al mercato dei futures acquistando contratti future, in questo modo si assicurano di poter acquistare a quel prezzo alla data di scadenza del future.

Se la maggior parte degli investitori è disposto ad aquistare futures per proteggersi dai temuti aumenti, il prezzo dei futures aumenterà, producendo la situazione di contango, in altre parole, se la domanda di contratti futures di una merce è maggiore dell’offerta, il suo prezzo aumenteà.

Di conseguenza, dallo stesso fatto di acquistare futures, gli investitori stanno aumentando il prezzo del future, rendendo loro più costoso proteggersi da un aumento dei prezzi delle materia prime.

Come impatta l’”effetto contango” sul prezzo del petrolio?

Durante il 2020, nel contesto della pandemia mondiale per “Coronavirus” o “Covid-19”, il mercato petrolifero ha risentito eventi che hanno causato un’elevata volatilità (cioè una variazione nel prezzo del petrolio) che è alla base della misurazione del rischio di perdita potenziale elevata.

La crisi della pandemia ha prodotto che i mercati finanziari globali crollino. Questa crisi sanitaria ha avuto un impatto virulento sul mercato del petrolio greggio dato che la domanda a livello globale è stata direttamente ridotta a causa delle varie misure di contenimento e delle restrizioni adottate dai diversi governi, in modo tale da portare l’Agenzia Internazionale per l’Energia a descrivere il 2020 come il peggior anno nella storia del petrolio.

In questo panorama lo scorzo marzo 2020, l’OPEC, ( Organization of the Petroleum Exporting Countries) ha convocato una riunione di emergenza che non ha avuto risultati soddisfacenti dato che non ha potuto raggiungere un accordo con la Russia e quindi è scoppiata una guerra dei prezzi che ha fatto trascinare il prezzo del petrolio più in basso indebolendo ancora di più il settore che aveva già risentito gli effetti del mercato dovuta alla situazione pandemica.

Ulteriormente c’è stata un’altra riunione dell’OPEC con i paesi produttori e hanno raggiunto un accordo per ridurre la produzione di petrolio affinchè i prezzi si stabilizzino. Con questo taglio ed i precedenti il taglio totale del petrolio mondiale sarebbe di 20 milioni di barili al giorno, il 20 % approssimato dell’offerta mondiale. Rappresenta il taglio più grande della storia e si prevedono altri tagli fino all’Aprile 2022.

Nonostante le misure prese, il prezzo del petrolio non ha mostrato segni di ripresa, ciò significa che le misure adottate non sono sufficienti per far fronte al forte calo dei consumi. Inoltre, l’impatto reale del coronavirus è ancora molto difficile da stimare, però si prevede che con la ripresa di una certa attività dei paesi, la domanda del petrolio greggio aumenterà e aiuterà al sostenimento del mercato.

Questo vuol dire che a causa della bassa domanda di greggio a livello mondiale le riserve di petrolio sono al loro massimo, facendo che sia impossibile immagazzinarle per gli elevati costi che comporta. Se la domanda è debole e l’offerta è eccessiva i mercati tendono ad amplificare il contango.


bolsa italia
Guida raccomandata

Guida di come investire in borsa

Come investire nel mercato azionario da zero. Scopri tutto e decidi il tuo stile di investimento.

Scaricare gratis

Lascia un commento

Sii il primo a commentare!
Commento

Benvenuto nella comunità!

Seleziona i temi che ti interessano e personalizza la tua esperienza in Rankia

Ti invieremo una newsletter ogni due settimane con le novità di ogni categoria che hai scelto


Vuoi ricevere le notifiche dei nostri eventi/webinar?


Continuando, accetti l'informativa sulla privacy