5 differenze tra azioni ordinare e privilegiate | Rankia: Comunità finanziaria

5 differenze tra azioni ordinare e privilegiate

Se sei uno di quelli che cercano di diventare un investitore, hai sicuramente sentito parlare di azioni ordinarie e azioni privilegiate, ma cosa sono? E qual è la differenza tra un'azione ordinaria e un'azione privilegiata? Nelle prossime righe scoprirai la risposta a queste domande, che sicuramente ti aiuteranno a scegliere su quale investire.

5 differenze tra azioni ordinare e privilegiate

Azioni ordinaria. Che cos'è?

L'azione ordinaria è quella negoziabile sul mercato, rappresenta una parte proporzionale del capitale sociale di un'azienda. Dà il diritto al suo titolare di possedere l'azienda secondo la parte che gli corrisponde. A differenza di alcuni prodotti finanziari, questo titolo non ha una data di scadenza fintanto che la società rimane attiva.

Caratteristiche delle azioni ordinarie

Alcune delle caratteristiche delle azioni ordinarie sono le seguenti:

  • Diritto di partecipazione agli utili: L'azionista ordinario ha diritto a ricevere dividendi o utili distribuiti dalla società senza limiti massimi.
  • Diritto di rivendicare i beni in liquidazione: Hai il diritto di rivendicare una parte del valore della società in caso di fallimento. Nel caso in cui la società dichiari fallimento, un azionista ordinario non potrà reclamare sul proprio patrimonio fino a quando i possessori di obbligazioni o azioni privilegiate non saranno stati soddisfatti del capitale residuo, può anche accadere che l'azionista ordinario perda tutto la tua responsabilità è limitata all'investimento effettuato.
  • Diritto di voto: Solitamente l'unica persona con diritto di voto nelle assemblee degli azionisti per eleggere il Consiglio di Amministrazione.
  • Diritti di proprietà: conferisce all'azionista ordinario il diritto di mantenere la propria quota di capitale nella società, anche se viene effettuato un aumento di capitale, avrà diritto a parteciparvi secondo la propria percentuale nella società.
  • Responsabilità limitata: la responsabilità dell'azionista ordinario della società in caso di fallimento è limitata.

Azioni privilegiate. Che cos'è?

Le Azioni Privilegiate, oltre a godere dei benefici di un'Azione Ordinaria, conferiscono al loro proprietario il privilegio, economico o politico, rispetto alle azioni ordinarie. Hanno anche una somiglianza con le obbligazioni poiché il dividendo è solitamente una percentuale fissa, pari alla cedola di un'obbligazione.

Caratteristiche delle azioni privilegiate.

Oltre alle caratteristiche di un'Azione Ordinaria, l'Azione Privilegiata aggiunge:

  • Dividendo cumulativo: la maggior parte di queste azioni ha una clausola sui dividendi cumulativi. cioè, i dividendi che non sono stati pagati in passato devono essere pagati prima di distribuire gli utili alle azioni ordinarie.
  • Clausola di salvaguardia: prevede la concessione del diritto di voto ad azioni privilegiate in caso di mancato pagamento dei dividendi. Comporta anche la limitazione del pagamento dei dividendi agli azionisti ordinari, se la società si trova in difficoltà finanziarie.

Le azioni privilegiate possono a loro volta essere differenziate in due tipologie: convertibili o rimborsabili.

  • Azioni convertibili: sono quelle che possono essere convertite in un determinato numero di azioni ordinarie.
  • Azioni rimborsabili: sono quelle che hanno un'opzione di acquisto da parte dell'emittente a condizioni precedentemente concordate con l'investitore.

Differenza tra azioni ordinarie e azioni privilegiate.

Le 5 differenze notevoli tra le due azioni sono:

  • Priorità nella riscossione dei dividendi: quando la società distribuisce i profitti agli azionisti, pagherà prima i dividendi agli azionisti privilegiati prima degli azionisti ordinari.
  • Priorità in caso di fallimento: In caso di fallimento della società, le azioni privilegiate hanno la priorità di rivendicare i beni prima di quelle ordinarie.
  • Rischio inferiore: quando si raccolgono i dividendi, il recupero delle attività è rapido, rappresentando quindi un livello di rischio inferiore rispetto alle azioni ordinarie.
  • Diritti di voto: a differenza delle azioni ordinarie, un azionista privilegiato normalmente NON ha diritto di voto.
  • Dividendi: sebbene l'offerta di azioni privilegiate si riferisca al pagamento di un dividendo superiore alle azioni ordinarie, questo può variare poiché i dividendi sono fissati al momento dell'emissione dell'azione, mentre l'azione ordinaria dipenderà dalle decisioni della società di emettere un dividendo più alto o meno.

Dopo aver letto il post, e conoscendo le caratteristiche offerte da ciascuna azione e la differenza tra azioni ordinarie e privilegiate, hai deciso quale azione ti definisce? Se sei già un investitore o stai pensando di investire, dicci la tua scelta e qual è stata la tua esperienza.


Guida Analisa tecnica
Guida raccomandata

Guida all´a analisi tecnica

Impara tutto sull'analisi tecnica e porta il tuo trading al livello successivo.

Scaricare gratis

Lascia un commento

Sii il primo a commentare!
Commento

Benvenuto nella comunità!

Seleziona i temi che ti interessano e personalizza la tua esperienza in Rankia

Ti invieremo una newsletter ogni due settimane con le novità di ogni categoria che hai scelto


Vuoi ricevere le notifiche dei nostri eventi/webinar?


Continuando, accetti l'informativa sulla privacy