Leva finanziaria: cos'è e come viene calcolata? | Rankia: Comunità finanziaria

Leva finanziaria: cos’è e come viene calcolata?

La “Leva finaziaria o Leverage” in inglese, è uno strumento utilizzato nel trading che consente di mettersi a rischio di fronte al mercato per un certo quantitativo di denaro pur non essendo in possesso dell’intera somma sul proprio conto. In altre parole, è un meccanismo che permette di chiedere in prestito del denaro all’intermediario (Broker o Banca) per aprire una posizione sul mercato, con soltanto un piccolo investimento. In quella maniera si può generare maggiori proffitti o di conseguenza maggiori perdite. Il termine “Leva” vuol dire “Sollevare, spostare qualcosa con l’aiuto di una leva”.

Leva finanziaria: cos'è e come viene calcolata?

Come viene calcolata la Leva Finanziaria?

Allora il funzionamento della leva finanziaria pressuppone, ad esempio, di investire soli 100 euro, ma di aprire una posizione che ne vale più di 1000 euro. Il resto lo mette l’agente (Broker o banca). Dunque, il profitto derivante dall’operazione o l’eventuale perdita, viene calcolata sul controvalore movimentato, 1000 euro. Perciò tramite la leva finanziaria, si può registrare un profitto di una determinata operazione di compra-vendita, superiore rispetto al profitto registrato con i 100 euro iniziali.

L’utilizzo della “Leva Finanziaria” è accordato con gli intermediari (Broker o Banca) di fronte ad un margine di garanzia della posizione sul proprio conto, calcolato in percentuali sul valore della posizione aperta.

Da un punto di vista matematico, la leva finanziaria si può esprimere con la seguente formula:

Leva Finanziaria= Capitale Investito/ Capitale Proprio

Inoltre, per garantire l’esito positvo della manovra è stato definito un “Margine”, cioè una quota di capitale che viene “trattenuta” per coprire eventuali perdite. In concreto, il margine è la somma di denaro che l’investitore deve depositare presso il “Broker” come garanzia per tutelarsi delle eventuali perdite. E una volta che la posizione viene chiusa, il margine viene restituito, perciò il margine non comporta un costo per il “Trader”.

Nonostante ciò, il margine preteso per poter utilizzare la “Leva Finanziaria” cambia da intermediario a intermediario, in altre parole, da “Broker a Broker”. Quindi, è vivamente consigliato, prima di intraprendere qualsiasi operazione di informarsi sulla politica del proprio intermediario sull’utilizzo della Leva. Inoltre, bisogna ricordare che Leva e Margine sono connessi in maniera inversa, questo vuol dire che tanto più è alta la Leva, tanto minore è il margine richiesto dal intermediario.

Allora:

Margine= 100/Leva Finanziaria

C’è da dire che quando il margine disponibile si avvicina allo zero il Broker appliccherà il così detto “Margin Call”, questo significa che chiuderà tutte le posizioni aperte per evitare perdite superiori al denaro che si ha sul conto e chiederà il reintegro immediato. Ogni Broker ha limiti diversi per il “Margin Call”.

Leva FinanaziariaRapporto di LevaMargine %
1:1010100/10= 10%
1:5050100/50=2%
1:100100100/100=1%
1:200200100/200=0,5%
1:500500100/500=0,2%

La “Leva Finanziaria” può essere utilizzata sia nel mercato valutario che nel mercato del Forex. La Leva Finanziaria nel Forex è un prestito al investitore dal Broker che amministra l’account del commerciante o investitore. E fin qui è uguale in ambedue i mercati tanto il “Forex” quanto il “Mercato Valutario”.

La quantità di leva procurata è di 1:50, 1:100 o 1:200 a seconda del Broker e della dimensione della posizione che l’investitore sta scambiando. Comunque può essere benissimo di 1:10 o 1:20.

A 1:50 di “Leva Finanziaria” significa che il requisito di margine minimo per l’investitore è 1/50=2%. Poi, se c’è un rapporto di 1:100 questo significa che al “Trader” è richiesto di avere almeno 1/100=1% del valore totale del trade disposnibile sul conto di trading. Il trading standard viene effettuato su 100.000 unità di valuta, quindi per una transazione di queste dimensioni, la leva è di 1:50 o 1:100. La leva di 1:200 viene generalmente utilizzata per posizioni di 50.000 o meno.

A modo di conclusione si può dire che saper calcolare la “Leva Finanziaria” è importante, perchè la leva finanziaria effettiva utilizzata in un’operazione non è necesariamente la leva finanziaria massima offerta dal “Broker”. Infatti, il Broker si rende necesario per accedere ai mercati finanziari dove sono necessari grandi capitali.

Però quando si trata di gestire il rischio di perdita è il calcolo della leva finanziaria effettiva che conta più alta è la leva, più rischioso si torna il “Trade”. Nonostatnte ciò, se si utilizza la “Leva Finanziaria” il rischio debe essere gestito in modo approppriato utilizzando lo “Stop Loss” e calcolando la perdita massima per una data dimensione della posizione o per un determinato livello di “Leva Finanziaria Effettiva”.


Guida Analisa tecnica
Guida raccomandata

Guida all´a analisi tecnica

Impara tutto sull'analisi tecnica e porta il tuo trading al livello successivo.

Scaricare gratis

Lascia un commento

Sii il primo a commentare!
Commento

Benvenuto nella comunità!

Seleziona i temi che ti interessano e personalizza la tua esperienza in Rankia

Ti invieremo una newsletter ogni due settimane con le novità di ogni categoria che hai scelto


Vuoi ricevere le notifiche dei nostri eventi/webinar?


Continuando, accetti l'informativa sulla privacy