Cos’è una ICO (initial coin offering)?

Una “Initial Coin Offering” è un tipo di finanziamento delle criptovalute. In una ICO, le criptovalute sono vendute sotto forma di token a speculatori o investitori in cambio di denaro tradizionale o di altre criptovalute come Bitcoin o Ethereum. Di seguito, scoprirete cos’è una ICO.

Cos'è una ICO

Cos'è un token

Prima di procedere a definire cos’è una ICO, si dovrebbe conoscere la definizione di token. Il token è un nuovo concetto finanziario che definisce un’unità di valore emessa da un’entità privata. Può essere definito come un gettone virtuale che ha un determinato valore nel contesto in cui viene erogato e viene generalmente generato da criptovalute che sfruttano la tecnologia blockchain, solitamente Ethereum.

Cos'è una ICO (Initial Coin Offering)?

In una Initial Coin Offering (ICO) o vendita di token gli imprenditori distribuiscono beni digitali come monete e token agli investitori in cambio di capitale. Si tratta quindi di una nuova forma di finanziamento che ha generato migliaia di dollari sulla blockchain.

Inoltre, un’offerta iniziale di moneta viene solitamente annunciata con la divulgazione di un whitepaper che descrive la vendita di token, il protocollo informatico sottostante e la blockchain, così come il progetto e il modello di business. Il numero di token è solitamente limitato, con un limite di finanziamento stabilito.

Per riassumere: le offerte iniziali di monete sono un meccanismo di finanziamento con il quale si raccolgono o si ottengono criptovalute; permettendo il lancio di un nuovo servizio o di una nuova moneta. L’investitore consegna le criptovalute e riceve in cambio un token dalla società.

Qual è la differenza fra ICO e IPO?

L'IPO è un'offerta al pubblico dei titoli di società che intende quotarsi sui mercati regolamentati con offerta al pubblico di azioni di nuova emissione, alienazione di azioni già esistenti (possedute quindi dagli azionisti attuali), oppure un mix delle due modalità precedenti.

Dal punto di vista strutturale, le ICO sembrerebbero quindi non molto differenti rispetto alle IPO. Tuttavia, nonostante in entrambi i casi siamo di fronte ad operazioni di finanziamento, quello che li differenzia è, da un lato, l'emissione di Coin o Token, e dall'altro l'ambiente operativo, vale a dire la BlockChain.

Ma il profilo più importante è quello della regolamentazione. Spesso si è al di fuori del campo di applicazione delle norme UE. Quindi, i rischi inevitabilmente salgono. A maggiori rischi, però, corrispondono anche maggiori opportunità di guadagno potenziale.

Caratteristiche di una Initial Coin Offering

Le seguenti sono le caratteristiche delle ICO:

  • Le nuove aziende (startup) sono solite raccogliere fondi offrendo e promuovendo i loro prodotti e servizi.
  • A seconda del loro scopo, le ICO possono essere simili alle azioni aziendali, permettendo a terzi di partecipare.
  • Evitano il coinvolgimento di intermediari (banche o commercianti di titoli).
  • Non sono regolamentate.
  • Permettono di formare o aumentare il capitale di una società attraverso l’acquisizione di criptovalute.

Come funziona una Initial Coin Offering

Quando si crea una nuova azienda o si inizia un nuovo progetto, è importante raccogliere fondi attraverso una ICO. Quindi:

  1. Identificazione del target di investimento: creazione di un documento tecnico che includa la descrizione del progetto e il bisogno da soddisfare. Quindi: definizione del denaro richiesto, i gettoni da emettere e il tempo o il termine.
  2. Creazione di token: i token sono creati con specifiche piattaforme di blockchain. Generalmente, si utilizza Ethereum con qualche piccola modificazione del codice.
  3. Promozione della campagna: generalmente le campagne si svolgono online, ma alcune piattaforme, come ad esempio Facebook, vietano le campagne di ICOs.
  4. Offerta agli investitori: dopo la creazione dei token, questi vengono offerti agli investitori.

Vantaggi di un'offerta iniziale di monete (ICO)

Alcuni benefici che otterrete investendo in una ICO sono:

  • Consente alle aziende di raccogliere fondi, senza le limitazioni di spazio e giurisdizione.
  • L’investitore riceverà un token che può dargli molta stabilità, piuttosto che la volatilità dei valori delle criptovalute.
  • Sono facili da progettare e portare sul mercato, con servizi online disponibili.
  • Strumento valido per la raccolta di investimento delle imprese: l'azienda prospera grazie all'entusiasmo degli investitori.

Rischi di investire in una ICO

Tuttavia, i vantaggi non devono portare a sottovalutare la pericolosità delle ICO. Vediamo i rischi che si associano generalmente a questo tipo di operazioni.

L’ “European Securities and Markets Authority” (ESMA) mette in guardia gli investitori sull'alto rischio delle “ICOs” o “Initial Coin Offerings”. Se state pensando di investire in una ICO o l'avete già fatto, fate attenzione ai vari rischi che comporta, compresa la perdita dell'intero investimento.  

Vediamo tutti gli svantaggi di investire in token ICO

Quali sono gli svantaggi di investire in token ICO?  

L'ESMA considera le ICO come investimenti estremamente rischiosi e altamente speculativi e gli investitori sono esposti ai seguenti rischi:   

  • Sono non regolamentati e quindi vulnerabili alle frodi o alle attività illecite. 

A seconda di come sono strutturate, le ICO possono non rientrare nella regolamentazione dell'UE, e la protezione degli investitori può non essere applicata. Inoltre, poiché non sono regolamentate, alcune ICO crypto possono essere utilizzate per scopi fraudolenti o illeciti. Recentemente diverse ICO sono state individuate come frodi, e l'ESMA non esclude l'esistenza di ICO che sono state utilizzate per scopi di riciclaggio di denaro.

  • Alto rischio di perdere tutto il capitale investito 

La stragrande maggioranza delle ICO sono lanciate da aziende che sono in una fase molto iniziale di sviluppo. Anche quando non sono frodi, tali imprese hanno un alto rischio di fallimento. Inoltre, molte delle monete o dei token che vengono offerti non hanno alcun valore intrinseco al di là della possibilità che possano essere utilizzati per accedere a un prodotto o servizio sviluppato dall'emittente. Non c'è nemmeno alcuna garanzia che questo prodotto o servizio sarà sviluppato con successo.

  • Mancanza di opzioni di riscatto ed estrema volatilità dei prezzi delle monete o dei token 

Che ci crediate o no, questo è molto comune. Gli investitori potrebbero non essere in grado di scambiare le loro monete o gettoni o scambiarli con valute tradizionali, come l'euro. Non tutte le valute o i token sono scambiati in cambio di valute virtuali e quando lo sono, come le criptovalute, il loro prezzo può essere altamente volatile, poiché possono anche essere vulnerabili alla manipolazione dei prezzi.

  • Informazioni inadeguate 

Le informazioni disponibili per gli investitori, come i libri bianchi, sono nella maggior parte dei casi non verificate, incomplete, distorte e persino fuorvianti. In genere sottolinea i potenziali benefici, ma non i rischi. Si tratta spesso, poi, di informazioni con un elevato grado di tecnicismo, e quindi di non immediata comprensione.

Ricordiamo, infine, che gli investitori dovrebbero sempre condurre una ricerca dettagliata dell’ICO prima di fare un investimento (puoi cercare sul web i lanci e le opportunità). Speriamo di aver risolto le vostre preoccupazioni riguardo alle “Initial Coin Offerings”.

Conclusione

Le ICO, in definitiva, sono forme di investimento estremamente rischiose e speculative. Sebbene il potenziale di guadagno sia alto in termini assoluti, devono essere approcciate con la massima serietà e cautela, possibilmente solo da investitori esperti.

FAQ

Cos'è una ICO?

Si tratta di una forma di raccolta di capitale nell'ambiente crypto e blockchain. Possono essere viste come offerte iniziali di acquisto che usano cryptovalute.

Quali sono i rischi delle ICO?

Il rischio fondamentale deriva dalla mancata regolamentazione. Molte di queste offerte di acquisto si svolgono infatti in una dimensione esterna rispetto all'ambito applicativo della legislazione UE, con tutti i rischi di frode che ne conseguono. Inoltre, le aziende coinvolte sono nella maggior parte dei casi aziende di minore dimensione o comunque agli inizi, quindi per definizione più instabili.

Qual è la differenza fra ICO e IPO?

ICO e IPO hanno, in comune, la raccolta di capitale per il finanziamento di un progetto. Tuttavia, si distinguono in quanto nell'IPO si utilizzano Coin e Token e non denaro a corso legale e inoltre l'ambiente operativo sono le Blockchain. Date queste caratteristiche peculiari, è possibile che l'ICO non sia regolamentata a livello UE, con tutti i rischi che ne conseguono.

Cerchi un broker per investire in crypto?

Deposito minimo:

€50.00

XTB
Deposito minimo:

€0.00

Deposito minimo:

€0.00

Leggi più tardi - Compila il modulo per salvare l'articolo in formato PDF
II edizione: Rankia Markets Experience Milano 2024
  • Relatori d'elite: una selezione esclusiva dei più influenti trader e investitori del settore.
  • Trading Live e consigli pratici: strategie avanzate per migliorare il trading.
  • Networking di alto livello: crea connessioni significative, scambia idee e costruisci relazioni professionali durature.
  • Regali esclusivi: ogni partecipante riceverà regali unici, pensati per arricchire ulteriormente l'esperienza dell'evento.
  • Partecipazione gratuita: l'accesso all'evento è completamente gratuito.
Guida per investire in Criptovalute
Questa guida ti aiuterà ad imparare ciò che devi sapere per iniziare con successo nel mondo delle criptovalute:
  • Concetti di base di crittografia
  • Come iniziare a investire in criptovalute
  • Suggerimenti su come farlo in sicurezza

Articoli correlati