IPO: cos’è e come funziona un’offerta pubblica iniziale

Initial Public Offering è l’acronimo della sigla IPO, che in italiano significa Offerta Pubblica Iniziale. Si tratta di uno strumento regolato dalla legge, in cui una società o azienda, che intende quotarsi per la prima volta in borsa, offre i suoi titoli azionari al pubblico o a possibili investitori interessati nelle azioni dalla società stessa.

ipo meaning

IPO: cos’è e come funziona un’offerta pubblica iniziale

In termini tecnici, la società emittente dovrà organizzare l’operazione tenendo presente la disciplina del “Testo Unico della Finanza(D.Lgs.58/1998) che ha come obiettivo garantire un’informazione trasparente ai destinatari dell’offerta. Inoltre, la società che ha intenzioni di proseguire alla realizzazione dell’IPO deve dare prudenziale comunicazione alla CONSOB (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa) precisando tutte le caratteristiche dell’offerta, enumerando tutti i soggetti che prenderanno parte all’operazione e puntualizzando il ruolo di ciascuno.

Oltre a ciò, l’ azienda deve comporre il depliant Informativo secondo la proposta indicata dalla stessa CONSOB. Dunque, i soggetti coinvolti nella manovra sono: la società emittente, il global coordinator, lo sponsor, lo specialist, l’advisor finanziario, gli studi legali e i membri del consorzio di collocamento.

Il procedimento di ammissione in Borsa si svolge in un periodo che va dai 4 ai 6 mesi dentro il quale si alternano delle fasi di pianificazione, due diligence, redazione del prospetto informativo e della documentazione obbligatoria per la quotazione, ammissione a quotazione, costituzione del consorzio di collocamento, attività di marketing, road show, bookbuilding, collocamento e successiva negoziazione. Tutto questo per diffondere le proprie azioni fra il pubblico in maniera tale da creare quello che viene chiamato il suo flottante.

Fasi di una IPO, offerta pubblica iniziale

In questa foto vi riassumiamo tutte le fasi per le quali passa un’azienda prima di essere quotata in Borsa.

offerta pubblica iniziale fasi

Modalità di IPO

L’offerta IPO può essere di tre modalità:

  1. Attraverso OPS, cioè, Offerta Pubblica di Sottoscrizione, che è un’operazione tramite la quale la società offre agli investitori azioni di nuova emissione, prima di un incremento di capitale. I titoli appena emissi possono essere destinati al pubblico indistinto degli investitori o solo agli investitori istituzionali, oppure possono essere riservati a un certo numero di soggetti selezionati. L’OPS per il pubblico retail ovvero il pubblico comune può prevedere parti riservate a particolari categorie, per esempio i dipendenti della società.
  2. Attraverso OPV, Offerta Pubblica di Vendita, la quale permette di vendere le azioni preesistenti, possedute dagli azionisti: cioè tramite OPV la società offre agli investitori tutte o parte delle azioni con diritto di voto. Le quali possono essere proposte al pubblico non differenziato degli investitori o agli investitori istituzionali oppure riservate ad un ristretto numero di soggetti selezionati.
  3. Attraverso, OPVS, Offerta Pubblica di Vendita e Sottoscrizione, che sarebbe un misto tra OPS e OPV ed è una tipologia rara: dove si offrono sia azioni già emesse che azioni di nuova emissione. La differenza tra OPV e OPS è fondamentalmente nell’incasso generato per la società.

Vantaggi di una quotazione in Borsa

Ci sono vantaggi di tipo economici i quali si possono suddividere in:

Vantaggi finanziari

  • Questi vantaggi sono di tipo contabile perchè un’azienda che si quota, ha maggiori garanzie riguardo l’indebitamento;
  • Un’altro vantaggio è che le imprese che si quotano hanno un acceso facilitato al capitale di rischio;
  • Esiste la possibilità di entrata di nuovi soci istituzionali nel capitale societario.
  • Il titolo tassato potrà essere utilizzato in future attività strategiche da parte della società per ulteriori fusioni ed acquisizioni, nonchè l’uso del titolo potrà essere adoperato per incentivare l’azienda alla partecipazione del capitale azionario da parte dei dipendenti tramite il conferimento di azioni.

Vantaggi operativi

  • L’IPO favorisce l’entrata di nuovi soci privati, soprattutto di soci istituzionali che possono collaborare alla gestione operativa dell’impresa;
  • L’IPO può rappresentare anche uno stimolo di marketing per ampliare il mercato aziendale;
  • Comporta uno strumento di certificazione della qualità dell’impresa agli occhi di terzi come clienti e fornitori.

Vantaggi organizzativi

  • Miglioramento dei flussi informativi interni all’azienda, per rispondere meglio ai requisiti informativi verso il mercato.

Svantaggi di affrontare una IPO

  • Management influenzato da azionisti entranti: i nuovi azionisti vorranno esprimere dei loro pareri riguardo le scelte della società verso cui hanno depositato la fiducia inserendo dei capitali, ciò porta ulteriori pressioni sul management che sarà costretto a prendere in considerazione l’effetto delle proprie decisioni sul prezzo finale delle azioni societarie quotate in Borsa;
  • Bilanci resi noti al pubblico favorendo la concorrenza: trasparenza di tipo finanziaria, con dei bilanci che devono essere resi pubblici in maniera dettagliata. Ciò porta un’ intelligence industriale volontario e obbligatorio per la società, favorendo quei concorrenti.
  • Costi IPO: costi dell’ IPO si valutano sia in termini monetari (le banche di investimento richiedono fino al 7% dei proventi), che in termini di tempo strappato al management per preparare i documenti e la scelta dei cosiddetti underwriters.

Come fare trading su una IPO 

Prima di una IPO

Alcune IPO suscitano un grande interesse pubblico molto prima della quotazione ufficiale. In questo caso, il broker può decidere se offrire ai propri clienti l’opportunità di negoziare prima dell‘IPO, attraverso il mercato grigio.

In questo caso, il prezzo di mercato grigio è determinato in base alla propria previsione della capitalizzazione di mercato della società alla chiusura del primo giorno di negoziazione. Per fare trading sul mercato grigio, è necessario aprire un conto CFD:

  • Aprite una posizione “Buy” (lunga) se ritenete che la capitalizzazione di mercato sia superiore al prezzo indicato.
  • Aprire una posizione “Sell” (corta) se si ritiene che il valore sia inferiore.

Dopo l’IPO

Dopo la quotazione, potrete iniziare a negoziare le azioni reali o con i CFD.

Leggi anche:

FAQ 

Quanto dura una IPO? 

La procedura di IPO dura tra i 4 e i 6 mesi, con fasi alterne di pianificazione, due diligence, preparazione del prospetto e della documentazione necessaria per la quotazione, l’ammissione alle negoziazioni e la costituzione della società.

Come investire in una IPO

È possibile investire in una società in IPO in due modi: quando è quotata o prima di essere quotata (nel mercato grigio). In entrambi i casi si può operare con un broker.

Cosa significa IPO?

L’offerta pubblica iniziale è lo strumento attraverso il quale una società ottiene la diffusione dei propri titoli al pubblico (la cosiddetta creazione del flottante), che è un prerequisito per ottenere la quotazione dei propri titoli su un mercato regolamentato.

Leggi più tardi - Compila il modulo per salvare l'articolo in formato PDF
Guida Analisi Tecnica
Questo e-book ti aiuterà a scoprire ciò che devi sapere per iniziare a usare uno dei metodi più usati nei mercati finanziari:
  • Concetti di base
  • Tutto quello che devi sapere sull'analisi tecnica
  • Come iniziare ad usare l'analisi tecnica
II edizione: Rankia Markets Experience Milano 2024
  • Relatori d'elite: una selezione esclusiva dei più influenti trader e investitori del settore.
  • Trading Live e consigli pratici: strategie avanzate per migliorare il trading.
  • Networking di alto livello: crea connessioni significative, scambia idee e costruisci relazioni professionali durature.
  • Regali esclusivi: ogni partecipante riceverà regali unici, pensati per arricchire ulteriormente l'esperienza dell'evento.
  • Partecipazione gratuita: l'accesso all'evento è completamente gratuito.

Articoli correlati

Come investire 5000 euro in modo sicuro
Investire 5000 euro di per sé non ti consentirà magari di vivere di rendita, ma può essere un importante passo nella pianificazione della propria vita finanziaria. Vediamo come, perché e dove investire 5000 euro. Perché investire 5000 euro...