Qual è la differenza tra i Fondi di obbligazioni e gli ETF obbligazionari? | Rankia: Comunità finanziaria

Qual è la differenza tra i Fondi di obbligazioni e gli ETF obbligazionari?

Fondi di obbligazioni ed ETF obbligazionari sono simili quanto diversi ed un confronto è d’obbligo per capire su quale dei due convenga investire. Scopriamolo insieme.

Qual è la differenza tra i Fondi di obbligazioni e gli ETF obbligazionari?

Prima di passare alla differenza tra i Fondi di obbligazioni e gli ETF obbligazionari, è bene ricordare che un fondo obbligazionario è un fondo comune aperto che investe la maggior parte del capitale in titoli obbligazionari.

Un ETF obbligazionario, invece, è un fondo che replica un indice di obbligazioni tentando di emularne i rendimenti.

Punti in comune

Entrambi i fondi effettuano investimenti tramite obbligazioni o strumenti di debito ed entrambi effettuano una diversificazione dei portafogli che contengono un gran numero di obbligazioni.

Fondi di obbligazioni ed ETF obbligazionari richiedono degli investimenti minimi per la diversificazione del portafogli, investimenti che sarebbero comunque necessari investendo autonomamente per raggiungere lo stesso livello di diversificazione investendo su singole obbligazioni.

Fondi di obbligazioni

I fondi di obbligazioni, a differenza degli ETF obbligazionari, sono in circolazione da molti anni, alcuni persino dalla fine del 1920. Questa “esperienza” permette a tali fondi di proporre offerte molto variegate, con fondi che potrebbero essere gestiti attivamente (tramite la ricerca costante riguardo la qualità del credito delle obbligazioni e lo studio sul grado di qualità creditizia delle obbligazioni) o alcuni quasi passivamente (tramite indicizzazione).

Questa tipologia di fondi potrebbe essere aperta o chiusa, ciò vuol dire che vi sono dei fondi cui non si può normalmente avere accesso.

Un fattore da non sottovalutare è quello della trasparenza. Seppur sia semplice investire in fondi aperti ed intuirne l’andamento dato che solitamente non vi sono premi o sconti, è anche vero che la trasparenza è da considerarsi quasi assente in quanto le partecipazioni vengono solitamente segnalate su base semestrale.

ETF obbligazionari

Gli ETF obbligazionari sono “nuovi” nel settore, dato che sono approdati nel 2002, e data la loro naturale gestione passiva grazie all’utilizzo di un indice sottostante sono riusciti a farsi spazio per mezzo dei costi di gestione ridotti.

Vi è inoltre la comodità di poter contrattare ETF obbligazionari come se si trattasse di azioni, ed il vantaggio di poter investire su società presenti normalmente in mercati chiusi.

Conclusione Fondi di obbligazioni e gli ETF obbligazionari

Come tutto nel mondo della finanza, e non solo, l’opzione migliore dipende dalle singole casistiche. Si tratta di 2 fondi che presentano delle caratteristiche comuni abbastanza importanti da permettere un confronto, ma le differenze sono ciò che fa la differenza.

Se stai cercando un investimento a basso costo di mantenimento e che non ti vincoli, dandoti quindi la possibilità di abbandonare la tua posizione quando preferisci, l’ETF obbligazionario potrebbe essere la scelta giusta per te. E lo sarebbe anche nel caso in cui non ti importasse della mancanza di un vincolo ma necessiti di trasparenza, di conoscere su cosa stai investendo.

D’altro canto i fondi di obbligazioni potrebbero essere la scelta migliore nel caso in cui tu ti voglia “fidare” del fondo, non preoccupandoti della trasparenza e “rischiando” così di guadagnare molto più di quanto ti sarebbe stato possibile con un ETF.


Guida del Fondo di Investimento
Guida raccomandata

Guida del Fondo di Investimento

Impara tutto sui fondi d'investimento. Impara le basi e inizia a investire saggiamente.

Scaricare gratis

Lascia un commento

Sii il primo a commentare!
Commento

Benvenuto nella comunità!

Seleziona i temi che ti interessano e personalizza la tua esperienza in Rankia

Ti invieremo una newsletter ogni due settimane con le novità di ogni categoria che hai scelto


Vuoi ricevere le notifiche dei nostri eventi/webinar?


Continuando, accetti l'informativa sulla privacy