L'indice del dollaro DXY: che cos'è e come calcolarlo? | Rankia: Comunità finanziaria

L’indice del dollaro DXY: che cos’è e come calcolarlo?

Oggi il dollaro USA è la valuta più popolare e più oggetto di transazioni commerciali al mondo. Per questo vengono utilizzati una serie di strumenti per misurare il prezzo o relativa gestione del valore di questa valuta, in questo post diremo “Cos'è l'indice del dollaro DXY e come calcolarlo.

L'indice del dollaro DXY: che cos'è e come calcolarlo?

Indice del dollaro DXY

Il dollaro come abbiamo detto prima è una delle valute più popolari e preziose al mondo.

È così che il governo degli Stati Uniti ha creato il “DXY Dollar Index, ufficialmente noto come U.S. Dollar Index, che è uno strumento creato per stabilire il valore della valuta rispetto ad altre valute, effettuando confronti relativi al valore di ciascuna valuta.

Monete DXY

Le principali valute che fanno parte del seguente indice sono:

  • Euro
  • Yen Giapponese
  • Lira sterlina
  • Dollaro canadese.
  • Corona svedese
  • Franco svizzero

In altre parole, ogni valuta ha un peso specifico che è direttamente correlato al suo livello di transazione globale. È stato creato nel marzo 1973 dalla “Federal Reserve degli Stati Uniti d'America”.

Questo indice aumenta quando il valore del dollaro aumenta rispetto al valore di altre valute.

Sistema di Bretton Woods

Prima del 1971, veniva utilizzato il sistema noto come Bretton Woods System, che utilizzava uno standard per determinare il valore del dollaro direttamente associato al valore del lingotto d'oro.

In questo caso un'oncia d'oro era valutata 35 dollari secondo i dati delle riserve auree di Fort Knox, finché nello stesso anno il Presidente degli Stati Uniti eliminò questo metodo e fu creato il DXY, che gli permette di essere un affidabile strumento per commercianti o commercianti del mercato azionario o valutario.

A cosa serve?: DXY

Questo indice viene utilizzato per analizzare il valore del dollaro USA, la sua utilità, oltre a fornire un report sul comportamento della valuta rispetto ad altre valute ad alto valore di mercato, include un report sulla situazione macroeconomica e sull'incertezza finanziaria dei mercati. Questo indice è ufficialmente pubblicato dall'Intercontinental Exchange (ICE)

Come viene calcolato?

Per calcolare l'indice è necessario tenere conto della seguente ponderazione delle valute:

ValutaPonderazione del mercato valutario
Euro (EUR)57,6%
Yen giapponese (JPY)13,6%
Sterlina britannica (GPB)11,9%
Dollaro canadese (CAD)9,1%
Corona svedese (SEK)4,2%
Franco svizzero (CHF)3,6%
Totale100%

In precedenza, l'indice era composto dalle seguenti valute:

  • Marco tedesco
  • Franco francese
  • Lira italiana.
  • Fiorino olandese
  • Franco belga.

Determina il valore dell'indice

Per determinare il valore dell'indice, è necessario prendere in considerazione la seguente formula:

USDX = 50,14348112 × EURUSD ^ (- 0,576) × USDJPY ^ (0,136) × GBPUSD ^ (- 0,119) × USDCAD ^ (0,091) × USDSEK ^ (0,042) × USDCHF ^ (0,036)

In questo modo viene realizzato e verificato il valore dell'indice DXY, quindi se hai bisogno di ulteriori informazioni a riguardo, è importante effettuare la consultazione sul sito Intercontinental Exchange (ICE).

Infine, se il tuo lavoro è fare investimenti e operazioni in dollari, ti invitiamo a consultare questo indice per conoscere il comportamento del mercato. Con queste informazioni spero che tu abbia capito “Cos'è e come calcolare l'indice del dollaro DXY.


Guida forex
Guida raccomandata

Guida Forex: Come iniziare nel Forex da zero

Come fare trading sul Forex e molto di più! La nostra guida gratuita ti darà tutte le informazioni di cui hai bisogno per fare trading e ti preparerà a fare trading intelligente!

Scaricare gratis

Lascia un commento

Sii il primo a commentare!
Commento

Benvenuto nella comunità!

Seleziona i temi che ti interessano e personalizza la tua esperienza in Rankia

Ti invieremo una newsletter ogni due settimane con le novità di ogni categoria che hai scelto


Vuoi ricevere le notifiche dei nostri eventi/webinar?


Continuando, accetti l'informativa sulla privacy