Recensioni IC Markets: alternative | È una truffa?

Oggi daremo un’occhiata a uno dei broker online più controversi e su internet si possono trovare molte opinioni su IC Markets. Negli ultimi anni sempre più trader hanno iniziato a pubblicare opinioni negative su IC Markets a causa di alcuni episodi di mancanza di liquidità, presunte manipolazioni del mercato e difficoltà nei prelievi di denaro.

IC Markets è un broker Forex e CFD serio o no? Con oltre un decennio di storia nei mercati finanziari, IC Markets non è un nuovo arrivato, tuttavia non è tutto oro quello che luccica e sembra che il broker attuale abbia poco a che fare con quello che era in passato. In questo articolo otterrete una panoramica dettagliata delle condizioni, dei vantaggi e degli svantaggi del broker IC Markets e se vale davvero la pena investire attraverso questa piattaforma.

IC Markets review: come funziona?

IC Markets è un broker con sede a Sydney, in Australia, che attualmente opera in molti Paesi. L’indirizzo specifico del broker è International Capital Markets Pty Ltd, Level 6 309 Kent Street, Sydney NSW, 2000 AUSTRALIA. Fondata nel 2007, la società opera sui mercati dal 2009, dando accesso diretto a migliaia di investitori a spese e commissioni molto basse. IC Markets fornisce inoltre buoni strumenti di visualizzazione e di trading, come le piattaforme Meta Trader 4.

Il broker sostiene di offrire un’elevata liquidità e sicurezza. I depositi dei clienti sono gestiti separatamente dalla liquidità della società presso l’Australian National Bank (NAB) con diversi buoni fornitori di liquidità. Inoltre, il broker offre l’accesso diretto al mercato.

La società ha sede in Australia, ma opera anche sotto la giurisdizione di Cipro e delle Seychelles. Come vedremo in seguito, IC Markets è un broker ad alta leva finanziaria e pertanto tende a operare dall’entità delle Seychelles, che consente una maggiore lassità, con una leva finanziaria che può arrivare fino a 1:500.

IC Markets broker è regolamentato?

IC Markets è regolamentato da ASIC (Australia), FSA (Seychelles) e CySEC (Cipro).
La regolamentazione da parte di un’autorità ufficiale è molto importante per gli investimenti e il trading. Queste licenze forniscono un punto critico di sicurezza quando si sceglie un broker e si stabilisce un rapporto di fiducia.
Ovviamente, ogni autorità di regolamentazione impone una serie di requisiti ed è più o meno permissiva nei confronti degli enti. In questo caso, l’Australian Securities and Investments Commission (ASIC) è una figura rilevante che impone regole severe e la perdita o la violazione di queste regole può essere un duro colpo per l’attività del broker.

Per quanto riguarda i conti in contanti degli investitori, IC Markets garantisce che tutte le transazioni monetarie siano effettuate da entità separate di alto livello, come la National Australia Bank (NAB) e la Westpac Banking Corporation (Westpac).

Il broker è ben regolamentato e possiamo presumere che non si tratti di uno schema piramidale, né di una truffa finanziaria come in altri casi.

ic markets ctrader

IC Markets Australia è autorizzato dalla CONSOB?

Sì, IC Markets è un’entità legale al 100%. In Italia “IC Markets (EU) LTD” è autorizzato ad operare dalla CONSOB ed è iscritto con numero 4907.

ic markets consob

Come funziona IC Markets EU?

Come qualsiasi altro broker, IC Markets cerca di guadagnare attraverso le commissioni che applica. All’interno dell’enorme numero di broker esistenti, ognuno di essi offre un tipo diverso di strumenti per un diverso tipo di investitore, più focalizzato sugli investimenti a lungo termine, più favorevole ai trader o con tassi migliori per il trading di derivati.

Il fatto che un broker sia legale e supervisionato (un requisito minimo che dovremmo pretendere) non significa che sia valido, né che si adatti alle nostre esigenze.

IC Markets offre fondamentalmente due tipi di prodotti finanziari: Forex e CFD. Nel campo del Forex il broker ci dà accesso a più di 60 coppie di valute in cui possiamo operare e nei CFD ci permette di operare su indici azionari, azioni o materie prime. Oltre a fornire la propria piattaforma (chiamata cTrader), IC Markets ci consente di operare sulle popolari piattaforme Metatrader 4 e Metatrader 5.

Prodotti IC Markets in Italia

Con IC Markets è possibile negoziare:

  • Forex
  • materie prime
  • Indici
  • Obbligazioni
  • Criptovalute
  • Azioni/ETF
  • Futures (CFD)

Spread IC Markets

Lo spread su questo broker dipende dal tipo di conto scelto.

Piattaforme di trading di IC Markets: cTrader e MetaTrader 4

IC Markets presenta diverse tipologie di piattaforme disponibili per i trader:

  • MetaTrader 4
  • MetaTrader 5
  • cTrader

Leggi anche:

IC Markets demo

IC Markets offre ai propri clienti due diverse opzioni di conto, ovvero il conto Live e il conto demo. La procedura di apertura dei due conti è molto simile tra loro.

Il conto demo è uno strumento particolarmente utile per i nuovi trader che desiderano acquisire esperienza nel trading online senza correre rischi sul proprio capitale. Con questo tipo di conto, è possibile effettuare operazioni di trading simulato utilizzando denaro virtuale. In questo modo, è possibile esercitarsi e testare diverse strategie di trading senza alcun rischio finanziario.

In che modo IC Markets usa la leva finanziaria?

Veniamo a uno dei punti chiave di IC Markets: la leva finanziaria. IC Markets offre due opzioni di leva finanziaria a seconda del luogo in cui si opera e attraverso quale delle sue filiali.

  • In Europa, la leva massima consentita è di 1:30, per cercare di evitare perdite massicce di denaro degli investitori al dettaglio.

Come tutti sanno, la leva finanziaria consente di avviare una posizione con un deposito iniziale minimo, solo per coprire i margini. Può amplificare i guadagni, ma le perdite possono essere moltiplicate, molto più del nostro deposito iniziale. Proprio perché comporta rischi enormi, prima di iniziare a usarla dobbiamo imparare come funziona la leva finanziaria.

  • Per gli investitori internazionali che operano sotto l’entità IC Markets alle Seychelles, il broker consente una leva di 1:500, perché è al di fuori dello Spazio Economico Europeo e le sue normative non ne risentono.

IC Markets opinioni: è una truffa?

Come abbiamo visto, IC Markets è un broker legale e regolamentato al 100% in Australia, Cipro e Seychelles. Sebbene la possibilità di utilizzare una leva finanziaria fino a 1:500 sia uno strumento ad alto rischio, consigliato solo a investitori molto esperti che hanno una profonda conoscenza della strategia e delle operazioni del broker stesso, e non qualcosa di positivo per il grande pubblico, non possiamo dire che IC Markets sia una truffa.

Tuttavia, negli ultimi due anni sempre più trader hanno alzato la voce su presunte manipolazioni del mercato, facendo perdere a molti clienti ingenti somme di denaro.

Nel 2020, un presunto errore di uno dei suoi fornitori di liquidità ha fatto crollare il prezzo dell’oro in pochi secondi, facendo scattare gli stop loss di molti trader. Proprio quando questo episodio sembrava appartenere al passato, nel 2021 si è ripetuto un episodio simile, questa volta sul prezzo del Bitcoin. Il Bitcoin è crollato dell’80% in pochi secondi, trascinando con sé un’enorme catena di stop loss.

È vero che in entrambi i casi il broker ha rimborsato parte delle perdite di alcuni dei suoi clienti, ma molti altri non hanno ricevuto alcun risarcimento. Non è noto quale criterio abbia seguito IC Markets per compensare queste perdite dovute a un errore della piattaforma stessa.

È vero che non si può parlare di truffa vera e propria, perché IC Markets ha sempre rispettato tutti i requisiti legali e ha sempre imputato questi curiosi errori a guasti del sistema. Tuttavia, la preoccupazione e la mancanza di fiducia da parte della comunità degli investitori è comprensibile.

Tanto che molti investitori e trader si sono lamentati di presunte manipolazioni del mercato, cosa che incide seriamente sulla fiducia che il broker trasmette ai mercati.

Alternative a IC Markets per il trading di CFD

Proprio per quanto detto sopra, e perché il nervosismo della comunità degli investitori è comprensibile, Rankia vuole proporre delle alternative a IC Markets.

Ovviamente stiamo parlando di broker regolamentati e affidabili:

  • IG broker
  • Pepperstone

IG broker

IG è un broker online fondato nel 1974 che fornisce servizi di trading di strumenti finanziari a livello globale. La società ha sede a Londra, nel Regno Unito, e ha uffici in diversi paesi, tra cui Australia, Francia, Germania, Italia, Spagna, Svizzera, Giappone e Stati Uniti.

IG è regolato da numerose autorità di regolamentazione in diversi paesi, tra cui la Financial Conduct Authority (FCA) nel Regno Unito, la Australian Securities and Investments Commission (ASIC) in Australia e la Commodity Futures Trading Commission (CFTC) negli Stati Uniti. Queste regolamentazioni garantiscono ai clienti di IG elevati standard di sicurezza e protezione dei fondi.

IG è il principale fornitore di CFD e Forex al mondo. Offre una vasta gamma di prodotti di trading, tra cui oltre 17.000 mercati su cui fare trading, tra cui valute, azioni, indici, materie prime, obbligazioni e criptovalute.

Prodotti di investimento: IG

  • Indici
  • Forex
  • Azioni
  • CFDS
  • Opzioni
  • Materie prime: materie prime minerarie e agricole.
  • Criptovalute.

IG

8.75/ 10

Mercati

Italia, Europa, USA, Canada, Asia

Gran numero di sottostanti, più di 17.000 mercati a disposizione

CFD su Forex, Indici, Azioni, Materie prime e altri mercati

Conto demo permanente

Deposito minimo:

€1,000.00

Pepperstone

Pepperstone è un broker online specializzato nel trading di strumenti finanziari come valute, materie prime, indici e criptovalute. Fondata nel 2010, ha sede a Melbourne, in Australia, e ha uffici in diversi paesi, tra cui Regno Unito, Stati Uniti, Cina e Thailandia.

Pepperstone è regolato dalla Australian Securities and Investments Commission (ASIC) in Australia e dalla Financial Conduct Authority (FCA) nel Regno Unito. Ciò significa che è soggetto a rigorose normative e procedure di sicurezza e protezione per garantire la sicurezza dei fondi dei clienti e l’integrità del trading.

I prodotti offerti da Pepperstone includono il trading di oltre 150 strumenti finanziari su diverse piattaforme di trading, tra cui la piattaforma MetaTrader 4 e MetaTrader 5, nonché la piattaforma cTrader. Tra gli strumenti offerti, ci sono 62 coppie di valute, 14 materie prime, 26 indici e 5 criptovalute. Inoltre, Pepperstone offre anche conti di trading con spread zero, che consentono ai trader di negoziare a commissioni molto basse o nulle.

Mercati

Italia, Europa, USA, Asia, Australia

Broker STP

Varietà di piattaforme e strumenti disponibili

Consente lo scalping

CFD su azioni e ETF australiani, tedeschi, inglesi, USA e Hong Kong

Deposito minimo:

€0.00

FAQ

IC Markets è registrato in Consob?

Si, in Italia “IC Markets (EU) LTD” è autorizzato ad operare dalla CONSOB ed è iscritto con numero 4907.

Qual è il deposito minimo su IC Markets?

IC Markets richiede un deposito minimo di 200 euro.

Leggi più tardi - Compila il modulo per salvare l'articolo in formato PDF
Trova il miglior broker per te
Vuoi iniziare a investire o scegliere una casa di intermediazione che si adatti meglio alle tue esigenze? Vuoi fare i tuoi primi passi nel mercato azionario o passare a un broker che si adatta meglio alle tue esigenze?
  • Ti aiutiamo a trovare il broker giusto per te
  • Ricerca indipendente, gratuita e senza impegno
  • Compila questo questionario in meno di 1 minuto

Articoli correlati

Migliori broker italiani o con sede in Italia
Scegliere un broker italiano per il trading online può offrire numerosi vantaggi. In primo luogo, un broker italiano può offrire un'assistenza clienti in lingua italiana, semplificando la comunicazione tra il cliente e il broker stesso o semplific...