Sell in may and Go Away

Molti investitori sono propensi a individuare le tendenze degli investimenti in base al periodo dell’anno, e così come si parla spesso del Rally di Natale a causa della tendenza teorica al rialzo del mercato azionario in quel periodo dell’anno, lo stesso vale per il detto “Vendi a maggio e vai via”, che molti investitori seguono.

Che cosa significa “Sell in May and Go away”?

Questa espressione è un modo di dire del mercato azionario, uno dei tanti che vengono utilizzati per definire storicamente le tendenze degli investitori, i modelli di trading, le abitudini stagionali, ecc. Infatti, suggerisce agli investitori di approfittare dei guadagni del periodo storicamente forte da novembre ad aprile e rimanere in disparte da maggio a ottobre, un periodo in cui i rendimenti del mercato tendono a diminuire. L’espressione deriva dalla traduzione della frase inglese “Sell in May and go away”.

In altre parole, si tratta di una strategia di trading che consiglia agli investitori di chiudere le posizioni a maggio e di stare lontani dai mercati fino a ottobre. La strategia di vendita a maggio è diversa da una strategia buy-and-hold, in cui gli investitori si dedicano a cali temporanei del mercato.

Si ritiene che la pratica di vendere le scorte a maggio sia nata nella nobiltà inglese tra il 1694 e il 1776. La versione completa della frase è “vendi a maggio e vai via, torni il giorno di San Leger”. Si tratta di un riferimento alle St. Leger Stakes, l’ultima tappa della Triple Crown britannica, che si svolge ogni anno a metà settembre.

Alcuni investitori trovano questa strategia più gratificante che rimanere sui mercati azionari durante tutto l’anno. Hanno la convinzione che, con l’arrivo del caldo, i bassi volumi e la mancanza di partecipanti al mercato (presumibilmente in vacanza) possono rendere il periodo di mercato un po’ più rischioso o, come minimo, poco brillante.

Ma questa teoria di trading ha dei difetti. Il più delle volte, le azioni tendono a registrare guadagni durante tutto l’anno, in media, e quindi vendere a maggio generalmente non ha molto senso. La storia suggerisce che il costo di uscire e rientrare periodicamente nel mercato può essere significativo. Inoltre, la facilità di monitorare i vostri investimenti (rispetto a decenni fa, quando questa teoria del calendario è stata creata) significa che è possibile monitorare facilmente il mercato e apportare modifiche ai vostri investimenti, se necessario, in qualsiasi momento dell’anno.

Vantaggi e svantaggi di sell in may and go away

Vantaggi:

-Prendendo una pausa dal mercato azionario durante i mesi estivi, si può non essere così suscettibili agli effetti di eventuali attacchi di volatilità che potrebbero verificarsi. Se reinvestite in autunno, appena prima che le azioni comincino a salire, potreste essere in grado di generare un profilo di rendimento complessivo migliore.

-Oltre a proteggere il vostro portafoglio dalle perdite legate alla volatilità, vendere a maggio e non tornare fino a ottobre potrebbe essere un’opportunità per rivalutare il profilo fiscale del vostro portafoglio ed eliminare alcuni titoli perdenti per il tax-loss harvesting.

Questa strategia può funzionare bene per un investitore che capisce le sfumature del mercato ed è ben informato su come specifici titoli o settori azionari si muovono durante i diversi periodi dell’anno.

Svantaggi:

-Il potenziale di perdere se il mercato va bene durante l’estate. Se le azioni si mantengono forti durante l’estate, si potrebbe affrontare un costo di opportunità per essere in disparte.

-Potreste danneggiare il vostro portafoglio non investendo continuamente durante l’estate. Se ti muovi costantemente dentro e fuori dal mercato, potrebbe essere più difficile per il tuo portafoglio comporre e crescere.

-Si può contare sulla prevedibilità dei cambiamenti stagionali: l’estate seguirà sempre la primavera e l’autunno precede l’inverno. Ma nessuno ha l’onniscienza per prevedere cosa farà il mercato in un periodo di pochi mesi.

L’effetto Halloween: un effetto relazionato alla strategia sell in may and go away

Strettamente legato alla strategia “vendi a maggio e vattene” è l’effetto Halloween. Questo effetto è una teoria secondo la quale i titoli azionari registrano le migliori performance tra il 31 ottobre e il 1° maggio, ovvero nei mesi invernali. Con la fine dell’estate, gli investitori sarebbero tornati a Londra e avrebbero riaperto le posizioni sul mercato azionario. In cambio, il capitale aggiuntivo investito ha portato a una maggiore liquidità del mercato.

L’effetto Halloween, conservato dagli investitori che acquistano azioni tra la fine di ottobre e l’inizio di maggio e guardano ad altre classi di attività (reddito fisso, obbligazioni o investimenti nel mercato monetario) da maggio a ottobre.

Vendere a maggio e partire è una strategia di trading affidabile?

Storicamente, questa strategia può aver permesso agli investitori di evitare cali o perdite nei mesi estivi: dal 1920 al 1970, infatti, i loro titoli sono saliti per il 65% del tempo tra la fine di ottobre e l’inizio di maggio, a fronte di un aumento del 58% tra maggio e ottobre negli stessi anni.

Oggi c’è disaccordo sull’affidabilità delle strategie di vendita ad effetto di maggio e di Halloween e sull’opportunità o meno di utilizzarle.

Ad esempio, l’indice FTSE 100 è passato da 6185 nel maggio 2016 a 6954 nell’ottobre 2016. Analogamente, il FTSE 100 è sceso a 5536 nel febbraio 2016 da 6361 a inizio novembre 2015. Ha chiuso a 6322 alla fine di aprile 2016. L’evidenza è contraria alle strategie di Halloween e di vendita di maggio.

Conclusioni

Per gli investitori che decidono di fare di questo detto una strategia d’investimento, è ovvio che potrebbero trarne profitto vendendo il loro portafoglio azionario a maggio o reinvestendolo a novembre.

Ma ci sarebbe un modo per fare ancora più profitto, e cioè comprare nel semestre da novembre ad aprile, e andare allo scoperto nel semestre opposto. In questo modo guadagneremmo tra novembre e aprile, ma anche tra maggio e ottobre, scommettendo sul calo del mercato.

Leggi più tardi - Compila il modulo per salvare l'articolo in formato PDF
II edizione: Rankia Markets Experience Milano 2024
  • Relatori d'elite: una selezione esclusiva dei più influenti trader e investitori del settore.
  • Trading Live e consigli pratici: strategie avanzate per migliorare il trading.
  • Networking di alto livello: crea connessioni significative, scambia idee e costruisci relazioni professionali durature.
  • Regali esclusivi: ogni partecipante riceverà regali unici, pensati per arricchire ulteriormente l'esperienza dell'evento.
  • Partecipazione gratuita: l'accesso all'evento è completamente gratuito.

Articoli correlati

Come investire 5000 euro in modo sicuro
Investire 5000 euro di per sé non ti consentirà magari di vivere di rendita, ma può essere un importante passo nella pianificazione della propria vita finanziaria. Vediamo come, perché e dove investire 5000 euro. Perché investire 5000 euro...