Strategia di Trading: Supporti e Resistenze Intraday | Rankia: Comunità finanziaria

Strategia di Trading: Supporti e Resistenze Intraday

Per addentrarsi nell’argomento dei supporti e le resistenze, ci vuole introdurre il tema con la definizione di cosa sia il “Trading Intraday”, infatti, quest’è in sostanza, una strategia che considera l’apertura e chiusura di un’operazione di trading durante la stessa giornata.

Strategia di Trading: Supporti e Resistenze Intraday

Strategia di Trading: Supporti e Resistenze Intraday

Inoltre, questo metodo di “Trading Intraday” richiede una velocità nelle scelte operative, dato che in questo consiste la particolarità di questo sistema, nel quale il “Trader” si concentra sugli investimenti a breve e brevissimo tempo, per non lasciare mai posizioni aperte durante la notte. Per questo motivo, è importante che il Trader abbia una buona conoscenza degli strumenti di trading, come l’ “Analisi Tecnica” e l’ “Analisi Fondamentale” che sono i pilastri elementali dell’attività di trading.

Affinchè, si possa eseguire correttamente la strategia del “Trading Intraday”, sono state stabilite delle regole specifiche:

  1. Bisogna fare attenzione alle tendenze delle prime ore della giornata pertinenti al mercato prescelto;
  2. È indispensabile inserire il comando dello “Stop Loss” a fin di evitare perdite eccessive;
  3. Mantenere la posizione aperta fino al raggiungimento di un eventuale indebolimento del mercato azionario, non appena è stata raggiunta la posizione di indebolimento del mercato ci vuole chiudere con rapidità tutte le operazioni aperte;
  4. Far uso degli indicatori procurati dall’Analisi Tecnica.

Supporti e resistenze

Siccome l’Analisi Tecnica è parte fondamentale del Trading, lo è anche del trading Intraday perciò si fa uso pure dei supporti e delle resistenze che conformano l’analisi tecnica. Allora, per poter analizzare la strategia di trading con supporti e resistenze, che è una strategia relativamente semplice ma efficace, e si basa sull’analisi e sull’andamento dei prezzi, bisogna prima definire questi concetti affinchè si possa capire il loro utilizzo.

Infatti, i supporti e le resistenze sono quei livelli in cui il movimento del prezzo si ferma e continua con direzione contraria rispetto alla precedente, cioè rappresentano delle aree di prezzo in cui il valore dell’asset (attivo) che si osserva ha rimbalzato più volte, invertendo la propria direzione e causando la reazione degli investitori che ad ogni modo offrono dei segnali di trading. Inoltre, i supporti e le resistenze sono considerati livelli psicologici, questo vuol dire che i trader tendono ad acquistare o vendere in questi punti, il che contribuisce a rafforzarli per cui si può dire che:

  • Supporto: il supporto è un’area in cui il prezzo, dopo una fase ribassista, è rimbalzato più volte invertendo la propria direzione.
  • Resistenza: la resistenza è un’area in cui il prezzo, dopo una fase rialzista, è stato respinto verso il basso più volte, invertendo la propria direzione.

I supporti e le resistenze possono portare a due segnali:

  1. Segnale di rimbalzo: il segnale di rimbalzo si ha quando il prezzo effettivamente rimbalza sull’area di supporto o di resistenza invertendo poi la sua direzione.
  1. Segnale di rottura: il segnale di rottura si ha quando il prezzo rompe il suo supporto o la sua resistenza e prosegue con maggior vigore il suo movimento.

Perciò i supporti e le resistenze sono tecniche che denotano segnali di trading sempre affidabili e costanti, per cui nell’ambito dell’analisi tecnica, i supporti e le resistenze sono aree che vengono tracciate sia su grafici giornalieri sia su grafici con “Time frame Inferiori” (“Time Frame” è il periodo di riferimento su cui si intende operare).

Tipi di Supporti e Resistenze

Ai fini di capire più in approffondimento l’argomento riguardante i supporti e le resistenze, bisogna dire che tra questi elementi, ci sono diversi tipi di livelli di “Supporti e Resistenze”, infatti, esistono tre gruppi che sono molto utili, ma i “Trader” hanno preferenza per uno o due di loro, basati nella loro forma di espressione o nella loro tattica. Allora, i principali livelli di Supporti e Resistenze sono:

  • Livelli Fissi di Supporti e resistenze;
  • Livelli dinamici di Supporti e Resistenze;
  • Livelli semidinamici di Supporti e Resistenze.

Nel dettaglio si può dire che:

  • Livello Fisso di Supporti e Resistenze: Questi livelli sono zone di Supporto e Resistenza che non vengono modificati, rimangono validi allo stesso livello a meno che il prezzo non li attraversi rompendoli;
  • Livello dinamico di Supporti e Resistenze: I livelli dinamici sono zone di supporto e resistenze cangianti. Questo vuol dire che una volta che una candela, una barra o un altro prezzo unitario raggiungono quel livello, il supporto e la resistenza sono ricalcolati;
  • Livello Semidinamico di Supporti e Resistenze: Questi livelli sono compresi tra livelli fissi e livelli dinamici. Infatti, mentre i livelli dinamici di supporti e resistenze cambiano e si attualizzano, i livelli fissi rimangono costanti, i livelli semidinamici di resistenza e supporto cambiano a relazione constante.

Guida Analisa tecnica
Guida raccomandata

Guida all´a analisi tecnica

Impara tutto sull'analisi tecnica e porta il tuo trading al livello successivo.

Scaricare gratis

Lascia un commento

Sii il primo a commentare!
Commento

Benvenuto nella comunità!

Seleziona i temi che ti interessano e personalizza la tua esperienza in Rankia

Ti invieremo una newsletter ogni due settimane con le novità di ogni categoria che hai scelto


Vuoi ricevere le notifiche dei nostri eventi/webinar?


Continuando, accetti l'informativa sulla privacy