Cos’è l’indice IBEX 35?

L’Ibex 35 è l’indice azionario di riferimento del mercato azionario spagnolo. È compilato dalla società BME con l’obiettivo di osservare la redditività delle azioni spagnole. Mostra lo stato del mercato azionario ed è un buon indicatore dello stato dell’economia spagnola.

Cos’è l’indice IBEX 35?

Questo indice di riferimento, l’Ibex 35, è stato creato nel 1992 e il suo nome deriva dal Índice Bursátil Español, che integra i prezzi delle azioni delle 35 società più importanti in Spagna. L’Ibex 35 è un indice ponderato in base alla capitalizzazione di mercato delle 35 aziende che lo compongono, cioè le aziende che hanno una capitalizzazione maggiore hanno più peso nell’indice.

Le aziende che compongono l‘Ibex 35 sono stabilite attraverso il Comitato Tecnico Consultivo della Borsa, che, sulla base di una serie di criteri specifici, valuta il peso delle aziende nel mercato azionario. Queste linee guida includono principalmente il volume delle azioni, il loro grado di liquidità e la capitalizzazione di mercato. Questo comitato si riunisce ogni sei mesi su base ordinaria e, quando necessario, su base straordinaria a causa di movimenti di mercato.

Da parte loro, le grandi aziende sono sempre molto interessate ad appartenere a questo gruppo selezionato di 35 aziende che compongono l’Ibex 35 (quindi questo indice è anche conosciuto colloquialmente come l’indice selettivo). Perché far parte di questa élite aziendale significa godere di un grande prestigio a livello nazionale e internazionale e, allo stesso tempo, una sicura garanzia che la gestione degli affari che si fa nell’azienda è corretta.

L’Ibex 35 serve come punto di riferimento per gli investitori nel mercato spagnolo. La redditività di questo indice è l’obiettivo da battere per i manager. Se la redditività del nostro portafoglio è inferiore a quella dell’Ibex 35, sarebbe meglio investire direttamente nell’indice attraverso un derivato finanziario.

Ibex 35: come funziona?

Ogni società dell’Ibex 35 ha un certo volume di capitalizzazione di mercato (la capitalizzazione di mercato rappresenta il numero di azioni in circolazione di una società moltiplicato per il prezzo delle azioni). Quindi, per ottenere il livello del prezzo delle azioni dell’Ibex 35, le società che compongono l’indice vengono ponderate in base al loro peso e si ottiene il valore.In altre parole, quando l’Ibex è scambiato a 10.000 punti, questo è il valore ponderato delle 35 società nel loro complesso.

Composizione Ibex 35

Questo indice è composto dalle seguenti società

AccionaCellnex TelecomInditexSacyr
AcerinoxColonialIndraSantander
ACSCorporacion Acciona Energias RenovablesLogistaSolaria
AenaEnagásMapfreTelefónica
AmadeusEndesaMeliá HotelsUnicaja Banco
ArcelorMittalFerrovialMerlin Properties
Banco de SabadellFluidraNaturgy Energy
BankinterGrifolsRed Eléctrica
BBVAIAGRepsol
CaixaBankIberdrolaRovi

Indice Ibex 35: quali differenze con altri indici europei

Le principali differenze tra l’Ibex 35 e gli altri indici europei sono le seguenti:

  • L’indice del mercato azionario spagnolo, l’Ibex-35, è considerato uno degli indici più affidabili del territorio. Esso elenca le 35 società più importanti della Spagna. 
  • L’Eurostoxx 50 è considerato uno dei più importanti indici del mercato azionario europeo. Elenca le 50 società più importanti d’Europa. 
  • Il Dax 30 è l’abbreviazione del nome Deutscher Aktienindex o è conosciuto come Xetra Dax o Ger 30. È l’indice del mercato azionario tedesco e funge da “benchmark” per la “Borsa di Francoforte”, nota come “Frankfurter Wertpapierbörse”, che allo stesso tempo è definita come mercato secondario ufficiale.
  • Il Cac 40 funge da indicatore per il mercato azionario francese. Il numero 40 indica che è composto dalle 40 società con la maggiore capitalizzazione di mercato in Francia. 
  • Il FTSE 100 è l’acronimo di “Financial Times Stock Exchange”. È l’indice utilizzato come “benchmark” per la “Borsa di Londra”. Al suo interno sono presenti le 100 società più rilevanti in termini di capitalizzazione per il Paese. 

Indice Ibex 35: Quotazioni storiche 

La quotazione più recente di questo indice è la seguente:

Fonte: Google Finance


Ibex 35 Indice – Prospettive 2023

Come quasi ogni anno, le banche d’investimento sono ottimiste riguardo all’Ibex 35 e ad altri indici di borsa nel 2023. Gran parte del loro reddito deriva dalle commissioni che ottengono dalla negoziazione di azioni o altri asset. In questa occasione, l’ottimismo sembra eccessivo, in quanto attribuiscono al principale indice selettivo spagnolo un potenziale del 22%. In altre parole, ciò consentirebbe all’indice di superare la soglia psicologica dei 10.000 punti e di raggiungere i 10.102,98 punti dopo un anno, il 2022, in cui ha perso il 5,5%.

Come investire nell’Indice Ibex 35

È possibile investire nell’IBEX 35 attraverso una serie di strumenti, la cui scelta influisce sull’esposizione potenziale e sui possibili guadagni e perdite delle posizioni. 

Migliori azioni Ibex 35

Se si vuole replicare l’IBEX 35, una strada è quella di acquistare azioni dell’indice. Le componenti dell’IBEX 35 e le ponderazioni delle loro allocazioni sarebbero le stesse dell’indice reale, e le informazioni sulle componenti dell’indice e sulle loro ponderazioni percentuali sono pubblicamente disponibili su vari siti web finanziari o di investimento.

I titoli principali sono: ACS, Iberdrola, Naturgy e Telefonica, che sono i migliori titoli dell’Ibex 35 in base all’analisi tecnica e hanno una tendenza al rialzo sia nel lungo che nel medio termine.

Su base fondamentale, Mapfre, Unicaja Banco, Bankinter, Caixabank e Grifols sono i cinque titoli con i migliori indici fondamentali dell’Ibex 35, con un punteggio di 4 punti su 6 possibili.

Migliori ETF

I fondi negoziati in borsa (ETF) sono strumenti finanziari che cercano di imitare un intero settore, un indice o addirittura un’economia detenendo azioni di diverse società CFD. Gli ETF indicizzati acquistano attività – ad esempio, le azioni elencate nell’indice – o utilizzano strumenti derivati, come i contratti futures, per imitare la performance dell’attività sottostante.

Alcuni dei migliori ETF sono:

  • Lyxor IBEX 35 (DR) UCITS ETF:Dist è un fondo negoziato in borsa conforme alla normativa UCITS che mira a seguire l’indice di riferimento IBEX 35 Net Return.
  • L’iShares MSCI Spain ETF: mira a seguire la performance di investimento di un indice composto da azioni spagnole.

Migliori Fondi

I migliori fondi comuni di investimento per investire nell’IBEX 35 sono:

  • Santander Small Caps Spain FI.
  • Metavalor FI.
  • EDM-Inversión FI.
  • EDM Azionario Internazionale Spagnolo.
  • Mutuafondo Spagna FI.
  • Gesconsult Renta Variable FI.
  • Fidelity Funds – Fondo Iberia.

Futures sull’Ibex 35

L’IBEX 35 può essere negoziato su futures finanziari, che sono prodotti derivati dall’indice stesso. I mercati dei futures si trovano in una borsa regolamentata e hanno dimensioni di contratto standardizzate. 

Se si dispone di un conto sufficientemente grande, questo rappresenta un’opportunità in quanto sono dotati di leva finanziaria, ma è bene tenere presente che ogni contratto può essere costoso e quindi per la maggior parte dei trader al dettaglio il mercato dei CFD offre un’alternativa superiore. 

Uno dei modi più comuni per trarre vantaggio dai futures IBEX 35 è quello di coprire il proprio portafoglio di investimenti esistente. Ad esempio, se si possiedono diversi titoli spagnoli e si teme una flessione, si può shortare il contratto futures IBEX 35 per proteggersi dal ribasso.

Dividendo dell’IBEX 35

L’IBEX 35 paga dividendi. Attualmente, il rendimento da dividendo dell’IBEX 35 è pari a circa il 2,3%. Ciò significa che se investite 10.000 euro in azioni dell’IBEX 35 o nell’ETF, riceverete 230 euro all’anno per il vostro investimento, pagati trimestralmente.

Dati storici e grafici dell’Ibex 35

L’indice IBEX 35 della borsa spagnola ha raggiunto il massimo storico di 15.945,70 punti nel novembre 2007. Il minimo storico dell’IBEX, 1.873,58 punti, risale all’ottobre 1992. Le date più importanti per questo indice sono:

  • 14 gennaio 1992 – l’IBEX 35 è stato pubblicato per la prima volta con un valore di base di 3.000 punti.
  • Ottobre 1992 – l’IBEX 35 raggiunge il suo minimo storico di 1873,58 punti.
  • 2000-2007 – Anni di buone performance, trainati dalla crescita economica nazionale.
  • Novembre 2007 – l’IBEX 35 raggiunge il suo massimo storico di 15.945,70 punti.
  • 2007-2009 – Periodo di alta volatilità, seguito dalla crisi finanziaria globale.
  • Marzo 2009 – l’IBEX 35 scende sotto i 7000 punti.
  • 2010 – 2011 – l’IBEX 35 si indebolisce a causa dei problemi economici della Spagna e della crisi dell’Eurozona.
  • Giugno 2012 – l’indice si attesta a 6.065 punti.
  • 2014 – 2017 – l’IBEX 35 supera nuovamente la barriera dei 10.000 punti.
  • 2017 – 2020 – l’IBEX 35 rimane stabile.
  • Febbraio – marzo 2022 – l’IBEX 35 perde il 40% dopo la minaccia di COVID 19.
  • Marzo 2020 – giugno 2021 – l’IBEX 35 recupera gran parte delle perdite e si avvicina a 10.000 punti.
  • Giugno 2021 – oggi – l’IBEX 35 oscilla intorno agli 8.000 punti in un modello di triangolo simmetrico.
Deposito minimo:

€0.00

Deposito minimo:

€100.00

IG
Deposito minimo:

€1,000.00

Altri indici del mercato azionario spagnolo

Oltre all’indice Ibex 35, ci sono altri indicatori di mercato azionario in Spagna che stanno guadagnando peso come punto di riferimento finanziario. Così, abbiamo l’indice Ibex Medium Cap (prima del 1995 conosciuto come Ibex Complementario) e l’indice Ibex Small Cap, la cui sfida principale è quella di poter osservare l’evoluzione delle aziende con capitalizzazione di mercato media o piccola o, in altre parole, la misura della dimensione economica di un’azienda, delle quattro borse spagnole -Madrid, Barcelona, Valencia e Bilbao- che sono quotate nel Sistema di Interconnessione delle Borse, una piattaforma elettronica creata per il commercio di azioni.

Questi indici, quindi, ci forniscono ulteriori informazioni sull’evoluzione e lo stato reale dei mercati spagnoli e, di conseguenza, dell’economia del paese. Tuttavia, l’appartenenza di una società a questi indici dipende dal fatto che soddisfi una serie di requisiti: non far parte dell’Ibex 35, avere un flottante superiore al 15% e un fatturato annuo del flottante superiore al 15%. Così, i titoli che soddisfano le condizioni rilevanti sono classificati in ordine di capitalizzazione di mercato, con i primi 20 inclusi nell’Ibex Medium Cap e i successivi 30 nell’Ibex Small Cap.

Leggi più tardi - Compila il modulo per salvare l'articolo in formato PDF
Materie prime: petrolio, gas, oro e altre commodities. Il futuro dei nuovi equilibri globali
Webinar online con l'esperto Analista Maurizio Mazziero. Cosa imparerai:
  • Le prospettive per petrolio, gas e oro.
  • Le dinamiche globali delle materie prime.
  • L’impatto della transizione ecologica sulle risorse.

Articoli correlati