Quali sono i broker con gli spread più bassi?

Ti sei mai chiesto quale broker offre lo spread più basso sul mercato azionario? Se vuoi saperlo continua a leggere questo post. 

broker forex spread bassi

Cos'è lo spread

Prima di iniziare, dovresti sapere che lo spread è la differenza tra il prezzo di offerta e domanda per un determinato titolo. Questo indicatore può essere utilizzato per indicare la liquidità di un titolo, sebbene possa essere influenzato anche da altri fattori. Nel trading online, rappresenta la differenza che si genera nel prezzo di un asset dal momento in cui viene acquistato fino al momento in cui viene venduto. 

Broker con gli spread più bassi

Lo spread può essere fisso o variabile; tuttavia, nella maggior parte dei broker online ci imbattiamo in spread variabili. Questa propensione agli spread variabili è dovuta al fatto che i broker ricevono i prezzi dai fornitori di liquidità e, una volta stabilito il mark-up, questo viene addebitato all'investitore finale, consentendogli di essere conosciuto anche come commissione implicita.

Di norma, i broker applicano commissioni per la fornitura di servizi. Tuttavia, alcuni non applicano commissioni o le applicano solo quando si ha bisogno di una guida su prodotti progettati per i trader professionisti. Vi starete chiedendo: come fanno a guadagnare?

Come già detto, il profitto del broker è rappresentato dallo spread. La differenza risultante tra il prezzo massimo di offerta e il prezzo minimo di domanda rappresenta il pagamento del broker per i suoi servizi.

Quando si parla di broker con lo spread più basso, si tratta di trovare quei broker che utilizzano uno spread fisso, che contribuirà a mantenere gli spread bassi, oltre ad essere l'opzione ideale quando vogliamo fare operazioni a breve o medio termine. Diamo un'occhiata ad alcuni dei broker con gli spread più bassi.

BrokerRegolazioneSpreadDeposito minimo
ActivTradesFCA, FSCSDa 0.5 pipsNo
XTBFCA, CySEC, KNFDa 0.0 pipsNo
eToroCySEC, FCA y ASIC1.0 pips50$

Spread pips  

Nel Forex trading lo spread riflette la differenza tra il prezzo di offerta (ask) e il prezzo di richiesta (bid) in una coppia di valute, dove ci sono due prezzi, il prezzo di offerta e quello di richiesta. Il prezzo di offerta si riferisce al prezzo al quale potranno vendere la valuta di base, e il prezzo di richiesta si riferisce al prezzo al quale potranno acquistare la valuta di base.

  • La valuta di base è di solito elencata sul lato sinistro della coppia di valute.
  • La variabile, valuta quotata o contatore, si trova sul lato destro.
  • Mentre la coppia riflette quanto della valuta quotata è equivalente a un'unità della valuta di base.

Lo spread nel trading, il prezzo di offerta è superiore al prezzo di richiesta, con il prezzo di mercato sottostante in un punto intermedio della quotazione.

La maggior parte delle coppie di valute del Forex trading sono negoziate senza commissioni, anche se nel caso dello spread c'è una tassa su qualsiasi scambio che viene fatto. Al posto di applicare una commissione, i fornitori di operazioni con leva applicano uno spread al costo di collocamento dell'operazione, poiché sono già basati su un prezzo di offerta più alto rispetto al prezzo di domanda.

La dimensione dello spread è influenzata da:

  • La coppia di valute.
  • La volatilità del mercato.
  • La dimensione del trading.
  • Dal broker.

Principali coppie di valute

  • EUR/USD
  • USD/JPY
  • GBP/USD
  • USD/CHF

Forex spread in pips

Lo spread Forex si misura in pip, che è una piccola unità di movimento che si verifica nel prezzo di una coppia di valute, e l'ultimo punto decimale nella quotazione del prezzo = 0,0001. Nel caso della maggior parte delle coppie di valute, mentre lo yen giapponese, il pip è il secondo punto decimale (0,01).

Se c'è uno spread maggiore e più ampio, c'è una differenza più ampia tra i due prezzi, e c'è bassa liquidità e alta volatilità. Se lo spread è minore, significa bassa volatilità e alta liquidità. Pertanto, il costo dello spread quando si negozia una coppia di valute avrà uno spread più stretto.

Una cosa da tenere a mente è che se fai trading sul Forex, lo spread varia o può essere fisso. Il mercato degli indici ha spread fissi. Nello spread per coppie di valute lo spread è variabile, se i prezzi bid e ask della coppia di valute variano, lo spread varia allo stesso ritmo.

Qual è la differenza tra spread fisso e variabile?

Nelle righe precedenti abbiamo menzionato l'uso di spread fissi e spread variabili, ma non abbiamo ancora determinato la differenza tra di essi. Quando parliamo di spread fissi, ci riferiamo al fatto che la differenza tra i prezzi si riflette in un numero fisso di pips, questo numero di pips può variare a seconda dello strumento in cui abbiamo deciso di effettuare il nostro investimento.

Quando si ricorre agli spread variabili, il differenziale tra i prezzi è dinamico, quindi dipenderà da fattori quali la liquidità nel momento in cui si esegue l'operazione, oltre che dallo strumento in cui si è deciso di investire.

Sapere quali sono i broker con gli spread più bassi è essenziale per gli investitori che effettuano spesso una serie di operazioni simultanee. È importante ricordare che la maggior parte degli spread bassi offerti sono legati ai CFD, che, sebbene rappresentino un livello di rischio più elevato, è anche vero che offrono un ampio margine di redditività. Vi invitiamo a visitare i nostri articoli correlati e a far parte del nostro blog.

Fai trading con i broker con gli spread più bassi

XTB
Deposito minimo:

$0.00

Deposito minimo:

$50.00

* Il 79% dei conti CFD al dettaglio perde denaro
Deposito minimo:

$0.00

Leggi più tardi - Compila il modulo per salvare l'articolo in formato PDF
Consent(Obbligatorio)


Trova il miglior broker per te

Vuoi iniziare a investire o scegliere una casa di intermediazione che si adatti meglio alle tue esigenze? Vuoi fare i tuoi primi passi nel mercato azionario o passare a un broker che si adatta meglio alle tue esigenze?

  • Ti aiutiamo a trovare il broker giusto per te
  • Ricerca indipendente, gratuita e senza impegno
  • Compila questo questionario in meno di 1 minuto

Articoli correlati

Che cos’è la Tobin Tax e come funziona?
La Tobin Tax è una tassa proposta nel 1972 dall'economista americano James Tobin per tassare le transazioni finanziarie a breve termine al fine di ridurre la volatilità del mercato valutario. L'idea alla base della tassa è che le transazioni finan...

Lasciate i vostri pensieri

guest
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Benvenuto nella comunità!

Seleziona i temi che ti interessano e personalizza la tua esperienza in Rankia

Ti invieremo una newsletter ogni due settimane con le novità di ogni categoria che hai scelto


Vuoi ricevere le notifiche dei nostri eventi/webinar?


Continuando, accetti l'informativa sulla privacy