Scalping trading: cos’è, tecniche e come funziona

Lo scalping si profila come una strategia affascinante e ad alta intensità, apprezzata per la sua capacità di sfruttare le più piccole fluttuazioni di mercato. Questo articolo si propone di immergervi nel cuore dello Scalping trading, una pratica che richiede reattività, disciplina e una buona dose di audacia. Analizzeremo insieme le caratteristiche chiave, i vantaggi, i rischi e le competenze necessarie per eccellere in questa forma di trading ultra-rapida, che trasforma i minuscoli movimenti dei prezzi in opportunità di profitto.

Cos’è lo scalping? Significato

Lo scalping è una strategia di trading orientata a trarre profitto da piccoli movimenti di prezzo nel prezzo di uno strumento finanziario. I trader che implementano questa strategia effettuano da 10 a poche centinaia di scambi in un solo giorno con la convinzione che i piccoli movimenti di prezzo siano più facili da rilevare rispetto a quelli grandi; i trader che implementano questa strategia sono noti come scalper. 

La parola scalping deriva dall’inglese “to scalp”, che significa “speculazione rapida”. È una disciplina operativa, che cerca di sfruttare le opportunità di mercato con tattiche di entrata che solitamente si concentrano sulle prime ore delle sessioni EU e USA.

Molti piccoli profitti possono facilmente trasformarsi in grandi guadagni se viene utilizzata una rigorosa strategia di uscita per evitare grandi perdite.

Attualmente, L’alta volatilità generata dall’utilizzo degli algoritmi, offre molteplici possibilità. E’ quindi non più necessario effettuare tantissime operazioni, ma solo in determinati momenti della giornata.

Come fare scalping?

Ora che abbiamo capito cos’è lo scalping vediamo quali sono i 4 fattori più importanti per la strategia di scalping:

  1. Liquidità. Questo concetto sarà il tuo miglior alleato, indica la domanda e l’offerta degli asset, in altre parole, la facilità di scambiare il prezzo. Il mercato più liquido al mondo è il Forex, vi operano molti trader e produce molti movimenti nei prezzi delle valute. Più liquidità è presente, più opportunità di trading avrai, non dimentichiamoci che possiamo generare grandi o piccoli profitti con rialzi e ribassi dei prezzi, piazzando ordini di acquisto o vendita.
  2. Volatilità. Questo concetto è simile alla liquidità, ma nello scalping gioca anche un ruolo negativo; un mercato con maggiore volatilità potrebbe essere molto rischioso da operare senza la necessaria esperienza, questo si riferisce a grandi movimenti di un prezzo in brevi periodi di tempo. Un mercato con troppa volatilità è quello delle criptovalute, Bitcoin ad esempio, può avere un prezzo e un minuto dopo valere 200 USD in più.
  3. Spread e commissioni. Tutti i broker e le banche del mondo utilizzano uno spread, che è la differenza tra il prezzo di acquisto e quello di vendita di un asset.
  4. Programma. Il momento migliore per operare è quando i mercati di Londra e New York sono aperti, c’è maggiore liquidità a causa del gran numero di operazioni che vengono effettuate; se siamo nella sessione asiatica, il movimento dei prezzi è così piccolo che lo scalping sarebbe difficile.

Tenendo conto di questi fattori, i migliori asset per lo scalping sarebbero gli scambi di valute e gli indici. Questi mercati sono aperti dal lunedì al venerdì, le valute offrono molte opportunità di acquisto e vendita e gli indici generalmente hanno una grande partecipazione. Anche alcune materie prima come oro e petrolio, possono offrire in determinati momenti opportunità di scalping. 

Entrambi gli asset hanno un’elevata liquidità e una bassa volatilità, vale la pena ricordare che ci sono valute con meno liquidità di altre, è consigliabile operare quelle che contengono il dollaro USA (USD) o combinato con euro, yen o sterlina.

Gli asset scomodi per lo scalping sarebbero azioni e criptovalute, considerando che le azioni hanni sessioni di 8 ore e non hanno molta liquidità, oltre al fatto che la maggior parte genera solo opportunità di acquisto.

Le criptovalute hanno lo svantaggio di essere troppo volatili, ma il vantaggio è che possono essere scambiate 24 ore su 24, 7 giorni su 7, sono abbastanza liquide, anche se i broker tendono a fissare spread più alti a causa della stessa volatilità. Se diventi un esperto in materia, le criptovalute potrebbero essere molto interessanti per operazioni intraday o multiday.

La maggior parte dei broker ha un sito Web, dove puoi esplorare le risorse che gestiscono, le opzioni in termini di tipi di account, spread e commissioni, velocità delle loro piattaforme e alcuni ti danno anche l’opportunità di creare account demo con denaro virtuale per sperimentare.

Migliori piattaforma per lo scalping

Per sviluppare bene lo scalping, uno dei primi compiti che il trader deve svolgere è aprire un conto con un broker online. Normalmente, lo scalping viene effettuato tramite i CFD, poiché sono un prodotto finanziario con una flessibilità sufficiente per aprire piccole operazioni in modo rapido e semplice e non richiedono grossi capitali. Per questo motivo, i broker di scalping sono generalmente broker di CFD.

Un broker è una società dedicata all’intermediazione finanziaria. La sua missione è svolgere operazioni per conto dei propri clienti, seguendo gli ordini di acquisto e vendita che questi impartiscono loro. Sono un agente necessario per investire nei mercati finanziari (a qualsiasi termine e con qualsiasi stile). I trader non possono accedere direttamente al mercato, è necessario disporre dei servizi di un broker che possa effettuare i propri ordini per trovare una controparte.

I CFD offrono al trader abbastanza agilità per lo scalping, tuttavia, non tutti i broker di CFD online consentono questo stile di trading. Normalmente sono i broker di tipo ECN/STP che offrono questo tipo di operazione.

I broker ECN/STP sono intermediari finanziari collegati a una rete composta da altri fornitori di liquidità, broker e trader (anche banche e istituzioni finanziarie) e piazzano i loro ordini su questo mercato.

Esistono anche i broker Markets Makers (market maker). Ricevono questo nome perché sono quelli che offrono la controparte. Quando il trader vuole comprare, sono quelli che vendono; e viceversa. Questo tipo di broker, garantendo la liquidità delle operazioni, si assume il rischio e, per la maggior parte, non consente solitamente ai propri clienti di fare scalping.

In ogni caso è necessario aprire un conto presso un broker che permetta lo scalping.  Normalmente, il broker di scalping è quello che offre gratuitamente la piattaforma di trading. Su questa piattaforma, il trader può visualizzare i mercati in tempo reale, eseguire analisi tecniche, lanciare ordini di trading e gestire tutto ciò che riguarda capitale e rischio (come la gestione del saldo del conto di trading).

Interactive Brokers

Mercati

Italia, Europa, USA, Canada, Asia, Australia

Broker affidabile con 1.54M di conti clienti e un capitale di 10.01 miliardi di dollari, quotato al Nasdaq.

Commissioni basse e migliore esecuzione dei prezzi possibile grazie al sistema IB SmartRoutingSM.

Piattaforme e strumenti di trading gratuiti - abbastanza potenti per i trader professionisti, ma progettati per tutti.

Deposito minimo:

€0.00

Tra i migliori broker di scalping troviamo Interactive Brokers, perché racchiude tutte le caratteristiche descritte qui sopra.

Interactive Brokers è un broker di rilevanza globale, accessibile dalla maggior parte dei paesi. È noto per la sua ampia offerta che comprende azioni e indici di numerosi paesi, posizionandosi come uno dei maggiori broker degli Stati Uniti.

Con sede principale a Greenwich, Connecticut, Interactive Brokers impiega oltre 1.200 persone in vari uffici internazionali situati negli Stati Uniti, Svizzera, Canada, Hong Kong, Regno Unito, Australia, Ungheria, Russia, India, Cina ed Estonia. La società opera sotto la stretta regolamentazione di enti autorevoli come la SEC (Securities and Exchange Commission), FINRA (Financial Industry Regulatory Authority), NYSE (New York Stock Exchange), SFA (Securities and Futures Authority) e altre agenzie regolatorie internazionali.

Interactive Brokers fornisce i suoi servizi tanto agli investitori individuali quanto a quelli istituzionali, offrendo una vasta gamma di opportunità di investimento a livello internazionale.

La piattaforma di Interactive Brokers, Trader Workstation (TWS), è stata concepita specificamente per soddisfare le esigenze dei trader più esperti e dei clienti istituzionali. Questa piattaforma desktop avanzata permette di investire in una varietà di strumenti finanziari, tra cui azioni, ETF, opzioni, futures, valute, obbligazioni e fondi. Un aspetto distintivo di TWS è la sua capacità di fornire accesso a oltre 135 mercati in tutto il mondo, il tutto gestibile da un unico conto integrato, offrendo così una soluzione versatile e globale per il trading.

strategia di scalping
Traderworkstation: la piattaforma di Interactive Brokers

ActivTrades

ActivTrades

8.25/ 10

Mercati

Italia, Europa, USA

Protezione del saldo negativo con supporto 24 ore.

Assicurazione speciale fino a £ 1.000.000.

Formazione gratuita

Deposito minimo:

€0.00

L’altra alternative che andiamo a prendere in considerazione è ActivTrades. ActivTrades, con 20 anni di esperienza e sede nel Regno Unito, è noto come uno dei pionieri del trading online. Offre oltre 1000 CFD su vari asset, comprese le criptovalute, ed è apprezzato per la sicurezza, la formazione e l’assistenza clienti di qualità. Regolamentato da enti come CONSOB, CSSF e FCA, non applica commissioni sulle transazioni tranne che sui CFD azionari.

Le sue piattaforme, tra cui ActivTrader, MT4 e MT5, sono pensate sia per professionisti che per principianti. Fornisce anche una polizza che protegge i fondi dei clienti fino a £1.000.000, oltre ad aderire al SIIL del Lussemburgo con una protezione fino a €20.000. L’offerta di trading include forex, indici, materie prime, azioni, ETF e cripto, con leva finanziaria massima di 1:30 secondo le normative ESMA, ma possibilità di accesso a leva più elevata tramite un conto alle Bahamas.

ActivTrades non richiede un deposito minimo e offre un conto demo per testare le piattaforme. Il servizio clienti è disponibile 24/5 tramite chat, email e telefono.

Strategie di scalping trading

Per fare scalping devi avere un piano di trading e un metodo molto chiari. Lo scalping è scambiare il rumore del mercato, non la tendenza.

Indipendentemente dal fatto che siamo in tendenza a favore o contro, esiste sempre un rumore di fondo (movimenti casuali in entrambe le direzioni e piccoli rispetto alla tendenza). Noi, come scalper, cercheremo di catturare un tratto di questo momento. Cioè, qualsiasi improvviso aumento o calo dei prezzi in cui possiamo realizzare un profitto.

In altre parole, per quanto riguarda le oscillazioni naturali del prezzo nel suo avanzamento (ovvero il suo rumore), consiste nel fissare il target così vicino che il prezzo non lo tocchi prima che sia raggiunto lo stop loss (che a sua volta viene fissato non troppo lontano).

Strategia di scalping: esempi

Per farti un esempio: immagina di posizionare il tuo target a 10 tick di distanza dal punto di ingresso e di posizionare il tuo stop loss a 30 tick dal punto di ingresso. La tua operazione ha 10 volte più probabilità di vincere che di perdere.

Quindi, se vinci, vinci 10. Se perdi, perdi 30. Praticamente sempre (il 90% delle volte) ne vincerai 3 e quasi mai (il 10% delle volte) ne perderai 30. In conclusione, è più facile vincere poco che perdere molto.

Stiamo parlando di una tecnica di ingresso che ti dia un vantaggio statistico quando scegli un tempo di ingresso completamente casuale.

Ad esempio, nello stesso caso, se riesci ad aumentare il tuo tasso di successo al 96%, anziché al 90%, probabilmente sei già vincente in un ambiente (in cui ci sono commissioni, slippage, spread e altri elementi che influiscono sulla redditività) dove guadagnare costantemente è molto difficile.

Senza entrare in tecnicismi, c’è una grande occasione in cui lo scalping lavora bene: a metà strada tra supporti e resistenze rilevanti, si entra a favore del trend quando la velocità è massima. Questo in particolare è un caso particolare di “momentum trading”. In altri casi di momentum trading, può anche compensare di più scommettere rispetto allo swing trading, come entrare in breakout.

Vediamo alcune delle strategie scalping più interessanti:

Strategia di scalping con il rettangolo

Il pattern rettangolo inquadra un mercato laterale, il cui floor è un supporto rilevante, il cui ceiling è una resistenza rilevante, e che non presenta livelli intermedi più rilevanti.

scalping the bull

Definiremo anche due zone morte come frange nella parte superiore e inferiore del rettangolo. Sono le zone in cui il prezzo fa i suoi movimenti erratici, e in esse non viene operato. Queste strisce consumano solitamente tra il 20 e il 30% dell’area del rettangolo ciascuna.

In tal caso, per entrare, si attende che il prezzo raggiunga il punto di massima velocità (che, per mancanza di ulteriori dati, situa nel punto medio del rettangolo e che sarà sempre al di fuori delle zone morte) e, quando lo vedremo lì, entriamo a favore della tendenza in corso.

Se le cose vanno male, usciamo allo stop loss, che mettiamo dall’altra parte del relativo supporto/resistenza che definisce il rettangolo.

Strategia di scalping di tendenza 

In questo altro caso, siamo di fronte a una forte tendenza di fondo.

Entrata: Aspettiamo che il prezzo mostri velocità nella stessa direzione del trend sottostante. Possiamo oggettivamente modellare questo per saturazione (ipercomprato per long e ipervenduto per short) di un oscillatore veloce, come ad esempio un RSI a 3 periodi.

trading scalping

L’uscita è esclusivamente sull’obiettivo dello scalping.

L’uscita in perdita è allo stop loss. Lo stop loss può essere definito in due modi:

  • In base al tasso di successo del trader (questa strategia di scalping è molto aperta e il tasso di successo varierà notevolmente da un trader all’altro). L’idea è che se hai un certo tasso di successo, imposta lo stop loss in modo che non venga colpito (in media) abbastanza volte per tornare al sistema perdente. Quindi viene aggiunto un margine di sicurezza.

Naturalmente, se il trader non è in grado di raggiungere un hit rate minimo (ad esempio perché entra impulsivamente nel mercato) la strategia sarà perdente, indipendentemente da quanto lontano sia posizionato lo stop loss.

  • L’altro modo per posizionare lo stop loss è posizionarlo un po’ più avanti (un po’ sotto in long / un po’ sopra in short) dell’ultimo punto difensivo che il prezzo ha lasciato nella tendenza secondaria.

Strategia scalping con medie mobili

Questa strategia di scalping prevede l’uso di diversi EMA nel trading (media mobile esponenziale) con tempi diversi. Ad esempio, gli scalper usano spesso EMA 10, EMA 20, EMA 50 ed EMA 100. Gli EMA sono tracciati sul grafico sotto forma di un nastro parallelo. Questo nastro può essere utilizzato per identificare la direzione e lo slancio del trend. Un nastro “liscio” indica una forte tendenza, il che significa che gli scalper possono aprire una posizione di acquisto o vendita.

Lo stop loss dovrebbe essere posizionato appena sotto l’ultima oscillazione verso il basso (per un’operazione di acquisto) o sopra l’ultima oscillazione verso l’alto (per un’operazione di vendita). Una volta che il prezzo tocca nuovamente i 200 EMA, è il momento di chiudere l’operazione e prendere profitto.

scalping traduzione

Strategia delle bande di Bollinger

Questa strategia si basa sull’uso dell’indicatore delle bande di Bollinger. La banda è composta da tre linee: due deviazioni standard e una SMA (media mobile semplice) tra di loro. Se il prezzo attraversa una delle bande esterne, indica che è in arrivo una possibile inversione o continuazione del trend.

Lo stop loss dovrebbe essere posizionato appena sotto l’ultima oscillazione verso il basso (per un’operazione di acquisto) o sopra l’ultima oscillazione verso l’alto (per un’operazione di vendita). Gli scalper possono entrare in un’operazione quando il prezzo attraversa una delle bande esterne ed uscire quando ritorna alla SMA.

tecniche di scalping 5 minuti

Strategia MACD più EMA

In questa strategia, gli scalper utilizzano l’indicatore MACD ed EMA (ad esempio, 200 EMA) per determinare la direzione e lo slancio del trend. Se la linea MACD sale al di sopra del livello zero mentre l’EMA è al di sotto del prezzo, dà un potenziale segnale di acquisto. Allo stesso tempo, se la linea MACD scende sotto il livello zero con l’EMA sopra il prezzo, gli scalper dovrebbero prepararsi ad aprire una posizione short. Quando il MACD scivola sotto la linea del segnale, è il momento di uscire dal trade.

strategia scalping 1 minuto

Indicatori per lo scalping

Sebbene gli scalper non abbiano bisogno di conoscere la direzione a lungo termine dell’andamento del mercato, hanno bisogno di capire dove è probabile che si muova il prezzo per prendere decisioni informate. Questo è il momento in cui gli indicatori di analisi tecnica sono molto utili in quanto possono essere utilizzati per prevedere i futuri movimenti dei prezzi. Ora vedremo alcuni degli indicatori di scalping più utilizzati.

Indicatore SMA

L’indicatore di media mobile semplice (SMA) è uno degli strumenti di base che gli scalper utilizzano per identificare la tendenza e costruire una strategia di trading. Fornisce informazioni sul prezzo medio di un determinato asset sommando un intervallo di prezzo di chiusura e dividendo la somma per il numero di periodi all’interno di tale intervallo. Questo aiuta gli scalper a capire se il prezzo di un asset sta aumentando o diminuendo e se la tendenza attuale potrebbe invertirsi.

scalping strategy

Media mobile esponenziale (EMA)

L’EMA è un altro indicatore che utilizza le medie mobili. Come l’indicatore SMA, analizza il prezzo di un asset. Tuttavia, l’indicatore EMA si concentra sul prezzo più recente e può fornire agli scalper informazioni più dettagliate. Gli scalper utilizzano l’EMA per determinare la tendenza attuale e individuare potenziali punti di ingresso. Se il prezzo incrocia al di sopra o al di sotto dell’EMA, può indicare potenziali opportunità di acquisto o vendita.

scalping bot

Indicatore MACD

L’indicatore successivo nell’elenco è la media mobile della divergenza-convergenza (MACD). Questo è un indicatore di trend following che mostra la relazione tra due medie mobili. Il successivo movimento di due linee quando si sovrappongono, convergono o divergono l’una dall’altra indica lo slancio attuale, dando ai trader segnali di acquisto o vendita. Gli scalper utilizzano questo indicatore per trovare potenziali punti di ingresso o di uscita e rilevare i cambiamenti di tendenza.

Prezzo medio ponderato per il volume (VWAP)

Il prezzo medio ponderato per il volume (VWAP) è uno strumento di analisi tecnica che aiuta i trader a determinare la liquidità di un asset e a identificare i livelli di supporto e resistenza. Il VWAP viene utilizzato per calcolare il prezzo medio di un bene in base al volume acquistato durante un determinato periodo. Questo indicatore funziona meglio per il trading a breve termine, motivo per cui viene utilizzato principalmente nello scalping e in altre strategie intraday.

È meglio seguire strategie di trading legate al volume attraverso servizi che forniscono dati di volume aggregati. Ad esempio, la figura seguente mostra l’indicatore VWAP sul sito Trading View.

orari migliori per fare scalping

Bande di Bollinger

Sono un indicatore di scalping composto da tre linee: una media mobile (la linea centrale) e due deviazioni standard (le barre superiore e inferiore). Questo indicatore può aiutare i trader a determinare i livelli di ipercomprato e ipervenduto e identificare potenziali tendenze e inversioni. Tuttavia, viene utilizzato principalmente dagli scalper per trovare punti di ingresso e misurare la volatilità. Quando il prezzo raggiunge la banda superiore o inferiore, può segnalare una possibile inversione o continuazione del trend.

strategia scalping 5 minuti

Indice di forza relativa (RSI)

Il Relative Strength Index (RSI) è un indicatore oscillatore che determina la forza dell’azione dei prezzi misurando le variazioni di prezzo e la velocità con cui si verificano. Gli scalper utilizzano questo indicatore per identificare potenziali livelli di ipercomprato e ipervenduto, che possono segnalare una potenziale inversione di tendenza.

scalping etoro

Chi può fare scalping

Lo scalping è una strategia che richiede una metodologia e condizioni molto chiare.

Forse ti starai chiedendo dove troverai la strategia perfetta per fare trading in questo modo, ma prima di farlo, dovresti farti alcune domande:

  • Trovi difficile andare a dormire con posizioni aperte?
  • Di solito fai trading senza stop loss?
  • Sei un trader indeciso e trovi difficile prendere decisioni sotto pressione?
  • Fai trading da poco tempo?
  • Hai poco tempo da dedicare all’analisi dei grafici?

Se ti poni queste domande e la risposta ad ognuna di esse è positiva, la realtà è che prima dello scalping dovresti acquisire le conoscenze necessarie per operare con la tranquillità e la sicurezza che questa strategia richiede.

Ricorda che lo scalping può significare esporsi a rapidi movimenti del mercato sia al rialzo che al ribasso, il che ti provocherà pressino psicologiche.

Si può dire che si tratta di una strategia che non è fatta per tutti. Quindi se state pensando allo scalping tenete presente che, per quanto i broker o internet in generale vogliano farvi credere che sia il modo migliore per ottenere guadagni veloci, ricordate che è anche una strategia che richiede grande dedizione e che può causare enormi perdite anche a trader esperti.

Pro e contro dello scalping

Come ogni altro stile di trading, lo scalping ha una lista di vantaggi e svantaggi che lo rendono attraente (o meno) per i trader.

I vantaggi dello scalping includono quanto segue:

  • Rischio basso. Gli scalper realizzano profitti da piccoli movimenti di prezzo che si verificano in un periodo di tempo limitato. Sebbene il prezzo si muova contro il trader, non ha abbastanza tempo per superare il livello di perdita e profitto predeterminato, il che pone un limite alle perdite che uno scalper può subire.
  • Redditività potenziale. Se gli scalper si attengono ai loro piani di trading dettagliati e scambiano un grande volume su un asset alla volta, possono realizzare enormi profitti alla fine della giornata.
  • Non c’è bisogno di seguire i fondamentali. Il trading fondamentale implica seguire le notizie, gli eventi e i rapporti statistici economici che influenzano il valore di un asset per determinare il momento migliore per acquistarlo o venderlo. Tuttavia, poiché gli scalper guadagnano con piccole fluttuazioni dei prezzi, non hanno bisogno di seguire i fondamentali in quanto non influenzano nel breve termine.
  • Funziona in entrambe le direzioni. Con lo scalping, è possibile negoziare sia in mercati in rialzo che in ribasso, quindi gli scalper hanno maggiori opportunità di trarre profitto dalle variazioni di prezzo.
  • Può essere automatizzato. Lo scalping richiede precisione e un buon tempismo, poiché anche un secondo di ritardo può influenzare il corso del tuo trade. Fortunatamente, è possibile utilizzare un software di trading automatico per effettuare ordini proprio quando il prezzo raggiunge uno degli obiettivi e ottenere il massimo da ogni operazione.

Detto questo, ci sono alcuni svantaggi di cui i trader dovrebbero essere consapevoli prima di decidere di integrare questa strategia durante il trading.

  • Richiede molta esperienza e tempo. Sebbene lo scalping possa sembrare facile, è comunque una strategia di trading avanzata che richiede una buona comprensione del mercato e di come si muove. Può essere difficile per un principiante seguire un piano di trading rigoroso ed effettuare più operazioni per ore ogni giorno. I trader esperti, d’altra parte, hanno più disciplina, più esperienza e fondi per stare al passo con i movimenti in continua evoluzione del mercato.
  • Costi di transazione. Proprio come gli altri trader, gli scalper devono pagare una commissione o uno spread per ogni operazione che eseguono. Poiché gli scalper eseguono molte più operazioni rispetto ad altri trader, i costi possono sommarsi e erodere i profitti che ottengono da tali operazioni.
  • Problemi tecnici. Come abbiamo già accennato, anche un ritardo di un secondo può influenzare l’esito di un’operazione. Tuttavia, non tutti i ritardi sono colpa dei traders. Una lenta connessione a Internet, problemi con la piattaforma e altri inconvenienti possono portare a errori e ritardi nell’esecuzione, trasformando un trade promettente in un flop. Questo può essere mitigato attraverso l’uso di software di trading automatico e VPS, ma i trader che non hanno accesso a questi strumenti dovrebbero fare attenzione quando fanno scalping.

Scalping vs day trading

Lo scalping e il day trading hanno alcune caratteristiche in comune. Entrambi gli stili di trading richiedono che il trader chiuda le posizioni lo stesso giorno. Tuttavia, il day trader generalmente opera su time frames H1-H4 con una velocità media. Cerca anche di tenere il passo con la tendenza a lungo termine e di bilanciare i suoi rischi. I trader intraday in genere effettuano un piccolo numero di operazioni al giorno. Possono anche usare l’analisi fondamentale.

D’altra parte, gli scalper si concentrano principalmente sui time frame M1-M15 e affrontano rischi più elevati e dimensioni di trading maggiori. Possono aprire decine o centinaia di operazioni in un giorno.

Ci sono molte somiglianze tra lo scalping e il day trading. Diamo prima un’occhiata alla somiglianza. In primo luogo, i due approcci non credono nel lasciare le operazioni aperte overnight. Ritengono che la sessione notturna presenti rischi sostanziali che possono portare a perdite significative.

In secondo luogo, i due approcci possono essere applicati a tutti i tipi di attività, comprese azioni, valute, obbligazioni e persino fondi negoziati in borsa.

In terzo luogo, il day trading e lo scalping richiedono eccellenti strategie di gestione del denaro e del rischio per funzionare. Alcune delle principali strategie di gestione del rischio da utilizzare sono lo stop-loss, il dimensionamento della posizione e la leva finanziaria.

Scalping vs swing trading

Gli Scalp trader entrano ed escono rapidamente dal mercato, da pochi secondi a poche ore, e cercheranno quasi sempre di chiudere le loro posizioni prima della fine della giornata di negoziazione.

Gli swing trader, d’altra parte, di solito hanno un orizzonte temporale più lungo. Sebbene ciò possa durare solo poche ore, potrebbe durare fino a pochi giorni – o addirittura settimane – se ritengono che un asset possa muoversi ulteriormente nella direzione scelta.

Anche i guadagni che gli swing trader possono generare da una singola operazione possono essere maggiori, mentre gli scalper generalmente dovranno piazzare molte più operazioni per ottenere rendimenti equivalenti.

In cambio di questo maggiore potenziale di rendimento, gli swing trader devono affrontare il potenziale rischio che il mercato si muova contro di loro mentre detengono i loro asset. Chi segue una strategia di trading sullo scalp non avrà queste preoccupazioni, poiché generalmente uscirà dalle operazioni lo stesso giorno, eliminando completamente il rischio overnight.

C’è qualche crossover tra questi due stili di trading. Ad esempio, sia gli scalper che gli swing trader utilizzano l’analisi tecnica per identificare le operazioni a cui sono interessati, piuttosto che l’analisi fondamentale. Ciò potrebbe comportare l’osservazione di:

  • Andamento dei prezzi.
  • Schemi grafici.
  • Indicatori di media mobile.
  • Successioni di Fibonacci.

Entrambe le strategie ruotano attorno alla previsione corretta della direzione del prezzo di un asset e puoi prevedere che aumenterà (noto anche come “andare long”) o diminuire (“andare short”) quando si utilizza uno di questi stili. Potresti essere in grado di accedere alla leva finanziaria tramite il tuo broker anche per ingrandire i guadagni, anche se eventuali perdite saranno amplificate.

Entrambi possono anche essere utilizzati per generare rendimenti da una serie di attività, tra cui azioni, forex, materie prime e altro ancora.

In generale, è probabile che lo scalping sia un metodo di trading a basso rischio per i principianti per due motivi:

  1. Le operazioni sono più piccole, il che significa che è meno probabile che tu perda grosse somme in una volta sola, a seconda di quanta leva (se presente) scegli.
  2. È meno probabile che tu sia influenzato dal sentimento del mercato e dagli annunci di notizie, poiché le tue negoziazioni saranno generalmente chiuse entro 24 ore.

Tuttavia, entrambi questi metodi potrebbero presentare dei rischi per i trader alle prime armi. Ad esempio, se non capisci come condurre analisi tecniche o come implementare questa conoscenza in operazioni redditizie, l’utilizzo di entrambe le strategie potrebbe farti perdere denaro durante il trading.

In definitiva, la linea d’azione più sensata è spesso quella di creare un piano di trading che si allinei con i tuoi obiettivi di trading. Ad esempio, se hai tempo da dedicare a guardare i mercati, lo scalping potrebbe fare al caso tuo.

Tuttavia, se preferisci una strategia che implichi ancora l’analisi ma meno tempo speso a guardare i mercati, lo swing trading potrebbe essere più adatto a te.

Se stai cercando di diventare un trader a tempo pieno, potresti considerare di combinare più strategie per creare l’esperienza di trading che desideri.

Scalping Forex

Lo scalping nel mercato forex comporta il trading di valute sulla base di una serie di analisi in tempo reale. Lo scopo dello scalping è realizzare un profitto acquistando o vendendo valute e mantenendo la posizione per un tempo molto breve e chiudendola con un piccolo profitto. Molte operazioni vengono piazzate durante la giornata di negoziazione utilizzando un sistema che di solito si basa su una serie di segnali derivati da strumenti grafici di analisi tecnica. Il grafico è composto da una moltitudine di segnali, che creano una decisione di acquisto o vendita quando puntano nella stessa direzione.

Uno scalper forex cerca ogni volta un gran numero di operazioni per un piccolo profitto.

Mentre un day trader può scambiare grafici a cinque e 30 minuti, gli scalper spesso scambiano grafici tick e grafici a un minuto. In particolare, ad alcuni scalper piace provare a cogliere i movimenti ad alta velocità che si verificano nel periodo in cui vengono rilasciati dati e notizie economiche. Tali notizie includono l’annuncio delle statistiche sull’occupazione o le cifre del PIL, qualunque cosa sia in cima all’agenda economica del trader.

Agli scalper piace provare a fare scalping tra i cinque e i 10 pip da ogni operazione che effettuano e ripetere questo processo più e più volte durante il giorno. Pip è l’abbreviazione di “percentuale in punto” ed è il più piccolo movimento del prezzo di scambio che una coppia di valute può subire. L’utilizzo di una leva finanziaria elevata e l’esecuzione di operazioni con solo pochi pip di profitto alla volta possono sommarsi. Gli scalper ottengono i migliori risultati se le loro operazioni sono redditizie e possono essere ripetute molte volte nel corso della giornata.

Dove fare scalping con forex

Esistono diverse condizioni da tenere in considerazione per lo scalping con forex.

Condizioni di mercato/prodotto

  1. Livello di liquidità: più è alto, maggiori saranno le opportunità di aprire e chiudere operazioni senza problemi di esecuzione. Il Forex è il mercato azionario più liquido al mondo, motivo per cui è comune trovare la figura di un trader che utilizza lo scalping in questo mercato finanziario altamente liquido.
  2. Livello di volatilità: un mercato molto volatile rende le operazioni difficili, poiché è molto più difficile trovare il momento giusto per effettuare le operazioni. Tutto ciò rende comune che venga attivato lo “stop loss”, cioè che al broker venga dato l’ordine di “stop loss”.
  3. Spread: se l’asset ha uno spread o un range molto ampio, non è appropriato per questo sistema.

Condizioni di accesso al mercato

Commissioni: le commissioni del broker e altri costi impliciti sono un fattore critico, di cui bisogna sempre tener conto per evitare che il broker si arricchisca a nostre spese. L’obiettivo è trovare un trader i cui costi associati siano sostenibili nel tempo. Fai i calcoli e scegli quello più adatto a te dopo aver analizzato i seguenti aspetti:

  1. Costo della piattaforma o del software utilizzato: i programmi predisposti per effettuare questo tipo di trading hanno solitamente un costo.
  2. Commissioni applicate dal gestore dell’accesso al mercato, sia per l’esecuzione che per il regolamento delle operazioni.
  3. Spese amministrative, di gestione e tenuta del conto.
  4. Costi relativi ai mercati (market fee), che vengono stabiliti in base all’asset su cui si opera.
  5. Costi legati ai regolatori del mercato.
  6. Leva finanziaria: come sempre quando si parla di leva finanziaria, va valutata sotto due aspetti: sia quello che amplifica i tuoi guadagni con poco investimento, sia quello che intensifica le tue perdite. Inoltre, se si tratta di fare trading con strategie di scalping, entra in gioco un’altra variabile: se la leva finanziaria è troppo bassa, meglio non utilizzare direttamente questo metodo.

Indicatori più importanti per lo scalping forex

La prima cosa di cui hai bisogno per utilizzare questa tecnica è gestire alcuni indicatori che possono aiutarti a ottenere risultati migliori. Vediamone alcuni tra quelli più significativi.

Bande di Bollinger nello scalping

Le bande di Bollinger sono un indicatore tecnico che serve per conoscere la volatilità del prezzo in base all’evoluzione del suo comportamento.

Sono rappresentate graficamente da due linee che avvolgono una terza linea di prezzo. La linea centrale rappresenta una media del prezzo. Le linee superiore e inferiore rappresentano la deviazione standard dalla linea media. Generalmente, viene utilizzato un valore di 2 deviazioni standard.

In modo semplificato, puoi interpretarle come segue:

  • Volatilità: maggiore è l’intervallo delle bande, maggiore è la volatilità e viceversa. Ciò è dovuto alla maggiore dispersione dei prezzi.
  • Prezzi vicini alla banda superiore: l’attività sottostante è ipercomprata. Se i prezzi superano la banda superiore, è un’indicazione della forza dei prezzi.
  • Prezzi vicini alla banda inferiore: l’asset sottostante è ipervenduto. Se i prezzi superano la banda inferiore, è un’indicazione di debolezza dei prezzi.
  • Le bande di Bollinger sono oggi uno degli indicatori di scalping più utilizzati. Poiché sono un indicatore di volatilità, sono di grande aiuto nel trading a breve termine e con margini ristretti.

Medie mobili: SMA ed EMA

Le medie mobili sono un indicatore tecnico utilizzato per conoscere la direzione di una tendenza, allo stesso tempo cercano di ridurre il rumore generato guardando l’evoluzione del mercato.

Nel Forex, una media mobile è la media del prezzo di chiusura di una coppia di valute in un determinato periodo di tempo.

Esistono molti tipi diversi di medie mobili, le più utilizzate sono:

  • Medie mobili semplici (SMA): Questa è la media semplice dei prezzi di chiusura di un dato numero di periodi. Ad esempio, per una SMA con un periodo di 5 e un tempo di misurazione di un’ora, i prezzi di chiusura delle ultime cinque ore vengono sommati e poi divisi per cinque. Maggiore è il numero di periodi utilizzati, più lentamente reagirà l’indicatore e viceversa.
  • Medie mobili esponenziali (EMA): si tratta di un miglioramento della SMA, introdotto per risolvere il problema dei dati anomali, presentati quando si utilizza una media semplice. La media mobile esponenziale misura in modo più preciso le variazioni dei prezzi, ottenendo così una curva finale più fedele alla realtà.

Le medie mobili sono uno dei migliori indicatori per lo scalping in quanto consentono di scoprire rapidamente le variazioni di prezzo. Inoltre, vengono utilizzati per rilevare le inversioni di tendenza nelle coppie di valute.

Indice di forza relativa – RSI

L’indice di forza relativa, RSI per il suo acronimo in inglese, è un indicatore utilizzato per misurare la forza o la debolezza di una coppia di valute confrontando i suoi movimenti al rialzo e al ribasso. Inoltre, questo strumento viene utilizzato per determinare aree di segnali di ipercomprato, ipervenduto e divergenza.

L’RSI è rappresentato graficamente da una linea che oscilla tra i valori di 0 e 100. Per leggere questo indicatore, considera quanto segue:

  • Intervallo da 0 a 30: rappresenta un movimento di prezzo al ribasso. È comunemente nota come area di ipervenduto.
  • Gamma da 30 a 70: area di neutralità. Non ci sono abbastanza movimenti per segnare una tendenza definita dei prezzi.
  • Intervallo da 70 a 100: indica che i prezzi sono in aumento. È anche conosciuta come l’area di ipercomprato.

Per quanto riguarda gli indicatori di scalping, l’RSI viene utilizzato come proxy per prevedere la direzione futura del mercato. Normalmente, viene utilizzato insieme agli indicatori per convalidare le tendenze.

Per lo scalping è meglio applicare un numero maggiore di osservazioni e un periodo non superiore a dieci minuti.

MACD

Anche il MACD (Moving Average Convergence Divergence) è un oscilattore tecnico. La sua funzione è quella di mostrare la differenza tra le medie mobili, servendo così a identificare se le tendenze, al rialzo o al ribasso, si stanno rafforzando o indebolendo.

Per costruire il MACD si utilizzano due medie mobili (solitamente le medie mobili esponenziali corrispondenti a 12 e 26 periodi). Da lì, vengono proiettate due linee di tendenza e un istogramma:

  • Linea MACD: è la linea dell’indice e mostra la differenza tra le due medie mobili.
  • Signal line: è la media della differenza tra le due medie mobili. Cioè, è la media del MACD.
  • Istogramma: rappresentazione grafica della differenza tra le due medie mobili.

Il MACD è uno dei migliori indicatori per lo scalping, poiché si adatta molto bene a diversi tipi di strategie. Tra le sue principali funzionalità c’è la comprensione dell’inerzia del mercato e la previsione delle tendenze future.

Se le linee del segnale e del MACD si intersecano, è un simbolo di convergenza, segnando così una tendenza definita dei tassi di cambio, al rialzo o al ribasso. Al contrario, se le linee si separano, si tratta di una relazione divergente, vista dalla maggior parte dei trader come un cambiamento nell’andamento dei prezzi.

Strategie di scalping forex

Uno dei migliori indicatori per lo scalping ad alta frequenza è l’ADX. La strategia è composta da due parti: la linea principale mostra la forza del trend e le linee tratteggiate indicano la direzione del movimento del prezzo. L’ADX non è raccomandato per le strategie intraday sul time frame M1, in quanto fornisce falsi segnali a causa del rumore dei prezzi. Tuttavia, poiché lo scalping di 1 minuto non prevede il trading con la tendenza, ADX può essere utilizzato per catturare movimenti impulsivi lunghi 3-5 candele. 

  • Coppia di valute: una qualsiasi delle major.
  • Condizioni per l’apertura di una posizione long:
  • La linea tratteggiata blu + DI attraversa il rosso – DI dal basso verso l’alto.
  • Condizioni per l’apertura di una posizione short:
  • La linea tratteggiata blu + DI attraversa il rosso – DI dall’alto verso il basso.

La riga principale dell’indicatore viene ignorata. Questa linea è responsabile della forza del trend, ma nel minuto scalping non siamo interessati al trend. Apriamo uno scambio sulla candela in cui si verifica l’intersezione delle linee tratteggiate. Non più tardi. Il trade può durare tra 2 e 5 candele. Chiudiamo l’operazione se c’è un piccolo profitto e se il prezzo inizia a invertire.

corso scalping

In questo esempio, tutti e 6 i segnali erano accurati. Tuttavia, la redditività di ciascuna delle operazioni aperte per 2-5 minuti era di 1-2,5 pip senza tener conto dello spread. Pertanto, questa strategia non è adatta per un conto Classic con uno spread di 1,8 pip. E’ adatto invece su conti ECN con uno spread “grezzo”.

Puoi regolare questa strategia di un minuto in base alle tue preferenze, aggiungendo altri indicatori di scalping, modificando le impostazioni ADX, ecc. Ci sono falsi segnali, quindi è bene utilizzare la strategia per esercitare la capacità di trovare segnali veloci e gestire le operazioni. Per guadagnare di più, suggerisco di utilizzare altre tattiche di scalping.

Un’ altra interessante strategia si basa sull’utilizzo di un indicatore di canale. L’idea di questa strategia di scalping Forex è che il prezzo ritorna quasi sempre al suo valore medio dopo aver toccato i limiti del canale. Le operazioni vengono aperte nelle seguenti situazioni:

Il prezzo ha toccato il confine del canale e si è invertito. Il trade è aperto nella direzione della variazione di prezzo. La chiusura dell’operazione avviene quando il prezzo raggiunge la metà del canale o quando il prezzo si inverte all’interno del canale.

Il prezzo raggiunge la metà del canale. Può continuare a muoversi o invertire. Apriamo il trade nella direzione del movimento dei prezzi.

  • Lasso di tempo: М15 (15 minuti).
  • Coppia di valute: qualsiasi. Puoi espandere il grafico di diverse coppie e aprire le operazioni una per una, quando i segnali sono disponibili.
scalping trading strategie

Il prezzo è ancora in trend rialzista, rimbalzando dal centro del canale. Al punto “1” apriamo una posizione long.

  1. Il prezzo raggiunge il limite del canale. Al punto “2” chiudiamo la posizione lunga e ne apriamo una corta.
  2. Il prezzo ritorna al centro del canale. Al punto “3” puoi chiudere l’operazione in anticipo, oppure puoi provare a spremere il massimo dall’operazione.
  3. Sulla candela successiva dopo il punto “4” chiudiamo l’operazione, poiché la candela cambia direzione. Apriamo una posizione lunga.
  4. Sulla candela successiva dopo il punto “5” chiudiamo la posizione long, poiché la direzione del movimento del prezzo cambia. Apriamo una posizione short.
  5. Al punto “6” abbiamo chiuso lo short trade, poiché il prezzo ha toccato il confine del canale. Apriamo una posizione long.
  6. Al punto “7” chiudiamo l’operazione con un profitto minimo, poiché il prezzo si è invertito verso il basso: al minimo dell’ombra inferiore, la candela era rossa. Non apriamo un trade, poiché siamo tra il limite e la metà del canale.
  7. Al punto “8” il prezzo ha toccato il centro del canale ed è sceso. Apriamo una posizione short.
  8. Al punto “9” chiudiamo il trade, poiché il prezzo ha cambiato direzione.

In 4 ore sono stati aperti 6 trade e le candele più lunghe hanno generato da 8 a 12 pip in 15 minuti, compreso lo spread. Il profitto minimo sul trade aperto al punto “6” sarebbe stato di circa 2,5 pips senza considerare lo spread. La strategia funziona, ma richiede un monitoraggio costante di ogni candela e una rapida reazione alle inversioni di prezzo.

Suggerimenti per le tecniche di scalping:

  • I livelli per aprire un trade sono i limiti del canale e il suo centro.
  • Non affrettarti a chiudere un’operazione se il prezzo ha superato la metà del canale e si sta muovendo verso l’operazione.
  • Chiudi l’operazione non appena inizia l’inversione del prezzo. Non importa se il prezzo ha raggiunto o meno il livello target. Non importa quale sia l’entità del profitto, l’importante è che esista.
  • Una volta chiuso un trade, aprine un altro nella direzione opposta.

Cerchi un broker per lo Scalping?

Deposito minimo:

€0.00

Deposito minimo:

€0.00

Leggi più tardi - Compila il modulo per salvare l'articolo in formato PDF

Articoli correlati