NFT: cosa sono, come funzionano, come investire in loro? | Rankia: Comunità finanziaria

NFT: cosa sono, come funzionano, come investire in loro?

Cosa sono NFT? In questo articolo, parleremo di beni digitali che danno molto di cui parlare: NFTS. Si tratta di certificati digitali, sostenuti dalla stessa tecnologia delle criptovalute (blockchain).

Dall'inizio di Internet, ci sono sempre stati beni digitali come i nomi di dominio. Tali beni sono unici, a volte rari e scarsi. E se ci fosse un certificato di proprietà o di autenticità per questi beni? E se un tale certificato potesse essere scambiato? Grazie a NFT, tutto questo è possibile.

Cosa sono le NFT?

NFT sta per “Non Fugible Tokens. Si tratta di certificati virtuali di proprietà che stanno rivoluzionando il mondo dell'arte e del copyright.

L'11 marzo, l'artista digitale Beeple (un noto grafico) è riuscito a vendere una delle sue opere all'asta per circa 58 milioni di dollari. Tuttavia, quest'opera è digitale, non è stata consegnata da sola: è stata consegnata con un certificato digitale che ha garantito la proprietà della stessa. Cioè l'NFT.

Attraverso questi token non durevoli, certificati, o semplicemente “token“, l'autenticità o la proprietà di qualsiasi bene digitale può essere memorizzata in un libro mastro e le informazioni non possono essere falsificate.

Si chiamano token non giocabili perché rappresentano diritti su beni che hanno questa caratteristica. Un bene sostituibile è un bene che può essere scambiato con un altro dello stesso valore quando si deteriora, si usura o si consuma. Un chiaro esempio è il denaro.

Quando ci devono 10 euro, non devono darci la stessa banconota da 10 euro che abbiamo preso in prestito, devono solo darci un altro importo della stessa banconota. Per esempio, due banconote da 5 euro o 10 monete da 1 euro.

Tuttavia, ci sono beni che non possono essere sostituiti da altri: hanno proprietà uniche e originali. Il più grande esempio è l'arte, ma ci sono altri segmenti in cui le NFT sono importanti e li discuteremo di seguito.

Così, mentre le criptovalute sono gettoni scambiabili, gli NFT sono gettoni (che possono essere come un “token” digitale) che hanno proprietà uniche. Questi “token” rappresentano diritti su beni e sono negoziabili. Sarebbe come avere una criptovaluta con caratteristiche diverse. Pertanto, anche il suo valore sarebbe unico.

Quali sono i vantaggi della NFT?

Tra gli altri vantaggi, questi sarebbero i principali:

  • Standardizzazione: i beni digitali non erano rappresentati fino all'avvento dell'NFT. Per esempio, il materiale da collezione non è stato rappresentato allo stesso modo dell'acquisto di un dominio. Facendoli rappresentare in “token” immutabili, è possibile creare una serie di standard come la proprietà, il trasferimento e il controllo dell'accesso.
  • Commerciabilità: standardizzando gli NFT, possono essere facilmente scambiati. Il nuovo design NFT può essere scambiato liberamente sul mercato. Gli utenti possono creare funzioni di trading più avanzate come aste, offerte, bundling e la possibilità di vendere in qualsiasi valuta. Per non parlare della presenza di commercianti che generano un mercato più ampio.
  • Rarità garantita: con i contratti intelligenti, gli sviluppatori NFT possono creare un numero limitato di qualsiasi creazione. Possono anche richiedere che queste caratteristiche speciali rimangano costanti nel tempo. I gettoni ingiocabili attestano la rarità del pezzo originale (che è molto apprezzato nel mondo dell'arte).
  • Programmabilità: gli NFT sono programmabili al 100%. Molti di loro hanno una meccanica complessa perché il loro design permette molte possibilità.

In quali segmenti possono essere utili le NFT?

File GIF, post sui social media, immagine digitale, ebook, ecc. Tutti questi sono disponibili a chiunque con un clic di un pulsante. Tuttavia, la proprietà di queste creazioni appartiene a qualcuno, e il certificato che prova la proprietà e/o l'originalità può essere digitale; in altre parole, NFT. Se qualcuno compra quel certificato digitale, diventa il proprietario di quella creazione.

Gli NFT hanno fornito una vera rivoluzione nel mondo digitale. Artisti, grandi marche, celebrità, attori, influencer e chiunque possieda un qualsiasi diritto digitale può utilizzarlo con questi certificati di proprietà digitale.

Questi sarebbero alcuni dei segmenti in cui possono essere utilizzati:

  • Arte digitale: qualsiasi artista digitale può produrre un infoprodotto e venderne la proprietà attraverso NFT.
  • Gettoni da collezione: i gettoni non giocabili possono essere emessi allo scopo di collezionarli. Questo segmento genera follower (persone che hanno l'hobby del collezionismo) e incoraggia l'interazione tra i collezionisti. Ci sono NFT sulle carte dei calciatori (digitali).
  • Videogiochi: giochi di carte, giochi di ruolo, giochi di strategia, ecc. Un esempio potrebbero essere gli oggetti che si guadagnano nei giochi di ruolo. Alcuni di essi sono difficili da ottenere e hanno un alto valore per i giocatori. Questi tipi di giochi di solito hanno un mercato parallelo per comprare e vendere questi tipi di oggetti.
  • Sport: i beni e i diritti d'autore di grandi nomi del mondo dello sport o dei club di calcio possono essere soggetti alla creazione di NFT. Per esempio, l'NBA, la lega professionale di pallacanestro degli Stati Uniti, vende i video delle migliori giocate di tutti i tempi.
  • Tra le altre cose: come nomi di dominio o altri diritti specifici detenuti dai proprietari.

Vale la pena notare che le NFT non sono incompatibili con il mondo fisico. Possono essere un complemento digitale a qualsiasi risorsa che esiste nel mondo reale.

Allo stesso modo, le NFT non implicano necessariamente un trasferimento di copyright. Tutto ciò che serve è un certificato di originalità dell'opera (è come comprare un disegno firmato da Dalí).

Come funzionano le NFT?

Gli NFT utilizzano la stessa tecnologia delle criptovalute, la blockchain. Le tue transazioni sono condotte attraverso un libro mastro digitale su una rete decentralizzata e memorizzate in un portafoglio.

Questo è il modo in cui un NFT è memorizzato in un libro mastro digitale. Tuttavia, sono diversi dalle criptovalute perché ognuno di questi “token” non trasferibili consiste in una serie di metadati che danno loro proprietà uniche. In altre parole: sono individuali e diversi l'uno dall'altro. I metadati possono essere caratteristiche come la dimensione, il nome del creatore, ecc.

Come le criptovalute, gli NFT non possono essere contraffatti. Il record è su un libro mastro condiviso che è mantenuto da migliaia di utenti in tutto il mondo. I metadati contenuti nel NFT garantiscono l'autenticità dell'opera.

Il modo in cui gli NFT funzionano può variare a seconda della piattaforma blockchain che li supporta. Inizialmente, era la rete Ethereum che eseguiva le transazioni per questi beni non convertibili.

Una delle caratteristiche principali di Ethereum è la capacità di creare contratti intelligenti (su cui si basano gli standard di creazione di tokenizationo NFT).

Tuttavia, secondo il “NFT 2020 Annual Report“, non vi è alcuna correlazione apparente tra il totale delle transazioni NFT e Ethereum (sembra che il volume medio settimanale delle transazioni NFT sia ancora molto basso rispetto alla Blockchain Ethereum). In verità, gli NFT sono pronti a funzionare su qualsiasi blockchain, non solo Ethereum. Mentre la maggior parte dei progetti gira su questa piattaforma, non è l'unica.

In breve, con blockchain, qualsiasi asset digitale può diventare un NFT. Questo processo è chiamato “battitura” o “tokenizzazione“.

Come investire in NFT?

A causa della commerciabilità degli NFT, è emerso un intero mercato che sta attirando l'attenzione di molti investitori.

Solo nei primi due mesi del 2021, il valore delle transazioni nel mercato NFT ha superato i 200 milioni di dollari. Ed è ancora nelle prime fasi.

Non c'è dubbio che questi sono dati sufficienti per credere che il mercato sia in piena espansione (c'è persino chi indica la possibilità di una bolla). Tuttavia, in realtà, il mercato NFT è ancora molto piccolo rispetto al mercato delle criptovalute. Come tale, non può ancora essere misurato con precisione. Tuttavia, un primo indicatore di quanto gli sviluppatori sarebbero interessati: il numero di contratti ERC721 (il primo standard che rappresenta beni digitali non giocabili) sta crescendo esponenzialmente.

Si può dire che la crisi del Covid-19 ha accelerato il passaggio al mondo digitale e questo si nota in queste nuove tendenze. Le vendite digitali sono in aumento, mentre i negozi fisici sono dall'altra parte della medaglia. La società si sta muovendo sempre più verso un'era in cui le transazioni digitali diventeranno il modo principale di commercio. L'emergere della NFT sta alimentando questo futuro.

Gli NFT sono visti come riserva di valore ed esistono piattaforme di scambio per loro. Per esempio, Opensea: il più grande scambio di criptovalute esistente. Un intero mercato con oggetti da collezione, oggetti di gioco e una serie di altri oggetti virtuali. La piattaforma funziona come una casa di commercio simile a eBay. Gli oggetti vengono acquistati utilizzando contratti intelligenti.

Modi per fare soldi con NFT

Ci sono fondamentalmente tre modi per fare soldi con NFT. Questi sono tre modelli di business che, secondo il rapporto annuale NFT 2020, possono fornire una fonte di reddito stabile e sufficiente per renderlo un business a tempo pieno.

  • – Artista (cioè, creatore di contenuti digitali).
  • – Sviluppo di progetti NFT
  • – Trading NFT (investire in NFT)

Investire in NFT

Essendo oggetti deperibili, non esiste un mercato organizzato per investire in NFT. È simile all'investimento in beni immobili o in arte.

Non c'è dubbio che il mercato dell'arte può essere una buona fonte di reddito per chi sa come navigarlo, ma manca la trasparenza di un mercato organizzato.

I commercianti o gli investitori in questi progetti seguono le regole generalidel trading: comprare basso e vendere alto. Ma come si può determinare se un progetto NFT ha un potenziale di crescita?

In questo senso, il funzionamento del mercato NFT può essere paragonato al mercato dell'arte o delle criptovalute: è difficile estrarre il valore degli attivi. Tuttavia, si può considerare che anche investire in NFT è ancora più rischioso delle criptovalute.

In effetti, questo mercato è troppo presto per determinare se sono possibili investimenti rapidi (trading a breve termine). Tuttavia, se guardiamo al mercato dell'arte tradizionale, gli investimenti richiedono tempo per maturare. È raro che un'opera d'arte acquisti valore in pochi anni.

Anche se, guardando l'evoluzione del mercato, è possibile che l'aspettativa iniziale crei una domanda eccessiva e gli attivi salgano rapidamente, forse le acque torneranno a scorrere (il mercato recupera sempre la sua sanità mentale nel lungo termine).

Quindi, trattando i NFT come investimenti artistici, anche l'inflazione può giocare un ruolo e influenzare i rendimenti degli investimenti. Questo sarebbe un fattore da tenere presente.

D'altra parte, proprio come si analizza una società per determinare il suo prezzo delle azioni, si può analizzare il team di creatori, il settore in cui si muove NFT, la comunità che genera, il marchio personale del creatore e altri dati fondamentali.

È necessario avere una profonda comprensione di questo mercato, proprio come si farebbe con il mercato immobiliare o il mercato dell'arte.

Guardando la capitalizzazione di mercato dei vari NFT, si potrebbe pensare che quelli che sono tra i primi sono quelli che hanno effettivamente un progetto solido.


bolsa italia
Guida raccomandata

Guida di come investire in borsa

Come investire nel mercato azionario da zero. Scopri tutto e decidi il tuo stile di investimento.

Scaricare gratis

Lascia un commento

Sii il primo a commentare!
Commento

Benvenuto nella comunità!

Seleziona i temi che ti interessano e personalizza la tua esperienza in Rankia

Ti invieremo una newsletter ogni due settimane con le novità di ogni categoria che hai scelto


Vuoi ricevere le notifiche dei nostri eventi/webinar?


Continuando, accetti l'informativa sulla privacy