Supporti e resistenze nel trading: cosa sono e come analizzarli?

Supporto e resistenza sono un fattore di estrema importanza nel mondo del trading, quindi si affermano come un fattore essenziale nell’analisi tecnica. Sui livelli di supporto e resistenza, il prezzo prenderà un’altra tendenza (l’opposto di quello che stava facendo), a causa della competizione tra domanda e offerta. Cosa sono i supporti e le resistenze nel trading e come usarli a proprio vantaggio?

supporti resistenze nel trading online

Cosa sono i supporti e le resistenze nel trading

Un supporto è un prezzo che è al di sotto del prezzo corrente (in calo) e di solito coincide con un minimo precedente sul grafico. Quando c’è un supporto, è normale che l’acquisto superi la vendita per la diminuzione del prezzo e, quindi, aumenti nuovamente.

Nella resistenza accade il contrario; un prezzo di tendenza al rialzo si ferma e inizia a diminuire (di solito in coincidenza con un picco precedente sui grafici). Quando c’è una resistenza, è normale che il prezzo di vendita superi il prezzo di acquisto, in questo modo cambierà andamento e inizierà a diminuire.

Questo è un fattore psicologico, in quanto sono i trader che operano a questi livelli e aiutano a intensificare i livelli di supporto e resistenza.

Vale la pena ricordare che la differenza tra supporto e resistenza è virtuale: sono entrambi la stessa cosa, tranne per il fatto che i supporti sono al di sotto del prezzo corrente e le resistenze sono al di sopra. Inutile dire che una volta superata la resistenza, diventa supporto, poiché scende al di sotto del prezzo. La stessa cosa accade al contrario. Se il supporto viene rotto, diventerà resistenza poiché ora è al di sopra dell’ultimo prezzo.

Aggiungiamo ora ulteriori informazioni a questa spiegazione.

Il supporto nel trading: cos’è?

Se osserviamo un grafico di prezzo, il prezzo è supportato da diversi livelli di prezzo: si tratta di aree in cui è difficile che il prezzo si muova verso il basso, anzi, generalmente rimbalza da esse e, nel caso in cui le superi, lo farà con una certa violenza. Questo è precisamente ciò che chiamiamo supporto. Come li individuiamo? Ci baseremo sempre su ciò che è accaduto alla nostra sinistra, poiché senza questa informazione non potremo mai sapere se un punto fungerà da supporto. Il prezzo deve essersi già fermato in quest’area in passato.

In genere si legge che sono necessari almeno due punti per definire una zona di supporto, ma questo non è vero, poiché possiamo considerare come supporti le zone in cui il prezzo è stato spinto verso l’alto. Osservate il seguente esempio.

Resistenza nel trading: cos’è?

Le resistenze sono uguali ai supporti, ma dal punto di vista degli acquisti, ossia sono aree in cui è difficile che il prezzo si muova verso l’alto. Se prendiamo l’esempio precedente, nell’immagine seguente possiamo disegnare le resistenze. Possiamo notare che accade la stessa cosa dei supporti, ma quando il prezzo si muove verso l’alto.

A cosa serve localizzare un supporto e una resistenza nel trading?

  • Per capire la direzione che prenderà il prezzo

Il prezzo tenderà a muoversi senza esitazione tra supporto e resistenza, rallentando quando ci si avvicina ad una di queste e, a volte, rimbalzando quando ci arriva e non riesce ad oltrepassare la barriera. Questa da sola è già una considerazione chiave quando si studiano le operazioni.

  • Per determinare dove posizionare il tuo stop loss

Se sappiamo che lo stop di sicurezza deve essere posizionato dove non ci aspettiamo che arrivi il prezzo, ha tutto il senso del mondo che lo posizioniamo dietro un supporto o una resistenza.

Nell’esempio seguente abbiamo una rottura del supporto, la teoria classica ci direbbe che lo stop loss dovrebbe essere posizionato sopra l’ultimo massimo, in quanto si tratta di una resistenza. Nel mio caso lo posizionerei appena sopra la barra con la freccia, una barra con assenza di interesse per i prezzi più alti (la verifica professionale che non c’è interesse per i prezzi più alti), una No demand. Se il prezzo la attraversa, la mia ipotesi short era sbagliata e quindi non devo dare al mercato ulteriore denaro fino alla tradizionale resistenza.

stop loss supporti resistenze

Nel caso di riempimento di gap di liquidità con un cambio di struttura, se lo posiziono in corrispondenza di una resistenza/supporto.

Nell’esempio seguente vediamo un movimento ribassista molto forte che lascia un gap di liquidità. Il prezzo sale per riempirlo e cambia la struttura da rialzista a ribassista (vedi frecce). Il cambiamento di struttura ci lascia con un movimento molto ampio (ultima freccia). In questa situazione posizionerei lo stop loss nell’area in cui il prezzo è stato respinto, ossia in corrispondenza di una resistenza.

vuoto liquidità supporti resistenze

Gli stop loss vanno posizionati in quelle aree che, se superate, annullano la nostra ipotesi operativa iniziale.

Per quanto riguarda il Profit, lo posiziono praticamente sempre in un supporto o in una resistenza, poiché è l’area in cui il denaro professionale va a cercare liquidità. Cercherò il prossimo supporto/resistenza che il prezzo troverà nel mio time frame e lì piazzerò l’uscita.

  • Per sapere quanto dobbiamo aspettare prima di entrare in una posizione

Potresti voler acquistare azioni come Apple per un investimento a lungo termine. Tuttavia, è sempre una buona idea aspettare che il prezzo si avvicini al minimo relativo. Prima o poi il prezzo si avvicinerà a un supporto significativo e lì avrai la tua opportunità di acquistare a buon mercato.

  • Riconoscere i breakout di canale ed essere preparati a qualsiasi rottura del prezzo

È normale che il prezzo salga o scenda dopo un breakout del canale. Se hai marcato bene i tuoi supporti e resistenze, saprai esattamente quando il prezzo lascia il canale di prezzo e potrai anticiparlo piazzando ordini di ingresso condizionato appena fuori dal canale.

Per rilevare supporto e resistenza su un grafico dobbiamo tenere conto dei seguenti aspetti:

  • In generale, supporto e resistenza non sono altro che livelli “duri” in cui il grafico dei prezzi avanza con maggiore difficoltà e dove, per questo motivo, il prezzo a volte rimbalza e cambia rotta.
  • Sapendo questo, il modo più semplice per individuare un supporto o una resistenza è cercare i livelli ai quali il prezzo si ferma o rimbalza. Supporto e resistenza non sono sempre determinati da un prezzo ben definito. A volte, sono più simili a fasce di prezzo.
  • Per quanto riguarda la rilevanza di supporto e resistenza, aumenta quanto più rimbalzi di prezzo hanno e più lungo è il periodo di tempo in cui si muovono attorno a esso. In pratica, un supporto è più rilevante se viene visualizzato su un grafico settimanale rispetto a quello che puoi trovare su un grafico a 15 minuti. Inoltre, qualsiasi supporto o resistenza visto in un arco di tempo più alto influisce anche su quelli inferiori.
  • Utilizzare timeframe alti per individuare i livelli chiave per poi aprire posizioni su temporalità più basse è una scelta vincente. Ad esempio, se fai trading su un intervallo di tempo a 5 minuti, passa a 30 minuti per individuare il supporto e la resistenza più rilevanti.

Affidabilità di supporti e resistenze, il volume

Il volume delle azioni scambiate nell’area che potrebbe diventare supporto o resistenza è importante per determinare l’importanza di quell’area. Se il volume scambiato è molto alto, molti investitori saranno coinvolti in quel supporto o resistenza, quindi sfondare quell’area in futuro sarà più difficile perché un gran numero di contratti dovrà essere assorbito. Se invece il volume è basso, la difficoltà ad attraversare quella zona sarà minore. Ad esempio, se molti acquirenti sono intrappolati in una resistenza quando decidono di vendere, ci vorranno molti nuovi acquirenti per assorbire tutti quei contratti.

È importante anche quanto tempo i prezzi sono rimasti in quell’area mentre si stavano formando il supporto o la resistenza. Più tempo ci vorrà per formare il supporto/resistenza, più investitori saranno coinvolti (acquirenti intrappolati in attesa di vendere, ecc.) e più difficile sarà per i prezzi sfondare quell’area. Maggiore sarà anche la memoria che tutti gli investitori hanno sull’importanza di tale area come supporto/resistenza.

rotture supporti e resistenze inganno
  • Una falsa rottura del supporto si verifica quando i prezzi sfondano leggermente il supporto al ribasso per poi risalire di nuovo.
  • Un falso breakout di una resistenza si verifica quando i prezzi sfondano leggermente la resistenza al rialzo e poi scendono nuovamente.

Maggiore è il volume con cui viene rotto il supporto o la resistenza, più affidabile è il breakout. È anche importante osservare le divergenze negli indicatori che non supportano il breakout di supporto/resistenza per determinare le probabilità che si tratti di un breakout falso o meno.

Nelle tendenze rialziste, il supporto è più affidabile della resistenza. Nelle tendenze al ribasso accade il contrario, la resistenza è più affidabile del supporto. Le tendenze al ribasso terminano e si invertono su supporti molto forti, non su supporti secondari. Il contrario accade con le tendenze rialziste, che vengono fermate solo da una forte resistenza.

Leggi anche: come realizzare un’analisi delle tendenze.

Rottura senza volume

Nel diagramma seguente spiego questo aspetto nel caso di un supporto.

Nel caso di un breakout corretto, il prezzo torna sui suoi passi ma con una diminuzione del volume, cioè senza domanda. Al contrario, nel caso di un inganno, il prezzo ritorna con volume, cioè con domanda, e successivamente fa un piccolo ritracciamento che se è senza volume possiamo già entrare nell’operazione poiché la rottura è solo una presa di liquidità.

Vediamo un esempio in un grafico reale. Nell’immagine seguente possiamo vedere un supporto (1) e una resistenza (2).

volume rottura supporto

Cosa succede quando il prezzo attacca il supporto? Le prime due barre sono di rifornimento (doppia freccia ribassista), la successiva è una barra ribassista con un volume molto ridotto, il prezzo non è interessato a prezzi più bassi e appare rapidamente una barra di domanda (doppia freccia rialzista), si tratta di una falsa rottura. Successivamente il prezzo torna a scendere nella stessa area in cui è stato respinto e appaiono nuovamente barre di domanda.

Poi il prezzo si dirige verso una resistenza (2). Vediamo cosa succede. All’inizio il prezzo raggiunge la resistenza con un volume decrescente (nessuna domanda) e questo dovrebbe farci sospettare che la resistenza non verrà rotta, ma quando il prezzo la attraversa abbiamo la seguente sequenza. Offerta, assenza di domanda, offerta e domanda. Si tratta di una falsa rottura.

Rottura con volume

Vediamo ora un esempio di rottura corretta. In questo esempio abbiamo una resistenza segnata da un singolo punto. Il prezzo la rompe con volume, il che è necessario. La barra successiva torna alla resistenza con meno volume, ma è la barra successiva (freccia in alto) a dirci che non c’è offerta e quindi il prezzo può continuare a salire. Si noti la velocità e il volume (domanda) della barra successiva.

rottura resistenza con volume

È indubbiamente importante saper gestire la resistenza e il supporto, ma è altrettanto importante, se non di più, saperlo integrare con il volume.

Livello di supporto e livello di resistenza

L’analisi di supporto e resistenza è una parte fondamentale dell’analisi tecnica ed è strettamente correlata all’analisi dalla tendenza, quindi se combiniamo questi due concetti possiamo avere una visione più accurata di come si muoverà il prezzo di un asset nel prossimo futuro.

Queste due zone di prezzo riflettono i punti chiave nella relazione tra acquirenti e venditori (domanda e offerta) e possono indicare la fine o l’inizio di una tendenza:

  • Il livello di supporto è quello in cui il prezzo rallenta il suo declino e ricomincia a salire. Cioè, segna la fine di un movimento ribassista e inizia un trend rialzista.
  • Il livello di resistenza segna il punto in cui i venditori interrompono la risalita del prezzo ed inizia un trend ribassista.

Il fatto che il mercato abbia memoria (un altro dei principi di base dell’analisi tecnica), indica che acquirenti e venditori tendono ad avere risposte psicologiche simili a situazioni già viste in precedenza, quindi se un prezzo toccherà più volte le zone di supporto e resistenza, maggiore affidabilità e precisione avrà l’analisi dei movimenti futuri che avrà il prezzo.

Esistono varie tipologie di supporto e resistenza e ogni analista deciderà quale sarà quello che avrà maggiore successo nel proprio sistema di trading. Li vedremo nei prossimi paragrafi.

Tipi di supporti e resistenze: statici vs dinamici

Esistono tre tipi di supporto e resistenza.

Supporti e resistenze con livelli fissi

Sono quelli che non vengono modificati a meno che non si verifichi un breakout. Per analizzare supporti e resistenze sotto questi parametri, devono essere presi in considerazione i livelli psicologici del prezzo, massimi e minimi delle candele, massimi e minimi annuali e apertura e chiusura delle candele.

Quando parliamo di livello psicologico ci riferiamo al modo più consueto di operare. Ad esempio, i prezzi in cui i livelli di supporto e resistenza sono più forti sono quelli con più zeri finali, perché generalmente al trader piace arrotondare i prezzi. È più facile dire 1.8000 che 1.8236. Queste zone possono essere fornite anche in prezzi con due zeri (esempio 1.2300).

Supporti e resistenze con livelli dinamici

Questo tipo di aree di supporto e resistenza possono variare a seconda delle nuove aree che i prezzi stanno disegnando. Questi livelli vengono calcolati automaticamente, quindi il trader utilizzerà il nuovo livello che è stato creato e non quello precedente per impostare la propria entrata o uscita dal mercato.

Per analizzare questi supporti e resistenze, possono essere utilizzati indicatori come le medie mobili o il SAR parabolico.

Supporti e resistenze con livelli semi dinamici

Sono da qualche parte nel mezzo tra fisso e dinamico e sono molto apprezzati dai trader per stabilire relazioni di tendenza. In questa categoria, i livelli fissi di supporto e resistenza vengono mantenuti, ma anche i livelli semidinamici cambiano a un ritmo costante. Alcuni degli indicatori più comuni per analizzare questi tipi di livelli sono le linee di tendenza, i livelli di Fibonacci e i punti pivot.

Quando si analizzano supporti e resistenze, è possibile tracciare linee orizzontali per contrassegnare i livelli di prezzo massimo e minimo, disegnare linee di tendenza che formano canali attorno al movimento dei prezzi, disegnare livelli psicologici o utilizzare indicatori come quelli che abbiamo menzionato.

Come tracciare supporti e resistenze: esempi pratici

Vediamo insieme alcuni esempi di supporti e resistenze.

supporti e resistenze trading

Come vediamo nell’immagine qui sopra, il prezzo raggiunge il supporto e poiché ci sono più acquirenti che venditori, il prezzo rimbalza e sale.

Ma a volte i supporti non manterranno il prezzo e il prezzo continuerà a scendere. In questo caso, non ci sono abbastanza acquirenti a quel livello di prezzo.

resistenze e supporti trading

La logica alla base della resistenza è che all’aumentare del prezzo, gli acquirenti sono meno incoraggiati ad acquistare e i venditori aumentano. A un certo livello, i venditori sono più numerosi degli acquirenti e il prezzo scenderà.
Non dimenticare che a volte la resistenza non reggerà e il prezzo continuerà a salire.

Quando il prezzo incontra un supporto o una resistenza, può agire in due modi:

  1. reagire e fermarsi
  2. andare avanti e rompere la zona
trading supporti e resistenze

Quando il prezzo supera un S/R, si verifica una situazione molto importante che si ripete frequentemente:

– il prezzo rompe una resistenza e diventa un supporto.

trading resistenze e supporti

– Contrariamente a quanto sopra, quando il prezzo sfonda un supporto diventa una resistenza.

strategia di trading con supporti e resistenze

Un’altra situazione che si verifica è quando il prezzo si sposta tra le zone di supporto e resistenza in attesa di raggiungere nuovi massimi o minimi. Quindi si dice che il prezzo è in range.

In questa situazione, i trader possono trarne vantaggio perché i movimenti sono in qualche modo prevedibili fino a quando il prezzo non rompe al di sopra o al di sotto di tale intervallo.

trading su supporti e resistenze

I trader rialzisti e ribassisti (tori e orsi, come sono anche conosciuti colloquialmente) mostrano la loro forza nelle zone di supporto e resistenza. Una rottura verso l’alto è una vittoria per i rialzisti mentre che una rottura verso il basso lo è per i ribassisti.

I S/N dinamici sono quelli che non sono fissi e che cambiano nel tempo.

supporti e resistenze nel trading

Le medie mobili possono essere utilizzate per identificare S/R dinamici.

trading con supporti e resistenze

Infine anche le linee di trend diagonali che si formano unendo due o più punti significativi, creano S/R dinamici.

tracciare supporti e resistenze

Supporti e resistenze intraday

Il prezzo non si muove mai in linea retta. Esso rimbalza su e giù tra i livelli di supporto e resistenza. Quando i trader esperti di price action analizzano un grafico, spesso si concentrano sulla ricerca di aree di supporto e resistenza.

I trader cercano supporto e resistenza significativi per la distorsione del mercato. Fanno anche uso di supporto e resistenza intermedi per scopi temporali.

Se il concetto di supporto e resistenza è cruciale per il trading sull’azione dei prezzi, non sorprende trovare un gran numero di tecniche per proiettare supporto e resistenza.

Specialmente nel trading intraday, i trader tendono ad acquistare aree di supporto e vendere aree di resistenza. Ma non reagiscono al supporto e alla resistenza senza motivo. Lo fanno perché sono interessati a quei livelli di prezzo.

Come misuriamo l’interesse?

Il modo migliore per valutare l’interesse del mercato è guardare al volume. Quando una zona di prezzo ottiene l’interesse del mercato, il mercato si muove. E il volume aumenta.

Pertanto, prestando attenzione agli indizi sul volume, possiamo trovare aree di supporto e resistenza affidabili. Il modo più semplice per trovare S/R basati sul volume è concentrarsi sui segnali di volume climatici.

Anche se non accadono spesso, è uno dei segnali piu’ affidabili a disposizione del trader retail.  Le domande immediate che mi vengono in mente:

  • Cosa sono i segnali del volume climatico?
  • Come li identifichi?

Se una barra di prezzo mostra un volume che supera il volume medio dello strumento, lo ingrandiremo e lo utilizzeremo come potenziale area di supporto o resistenza nella nostra analisi dei prezzi.

I semplici passaggi per la ricerca:

  1. Innanzitutto, trova una barra dei prezzi ad alto volume.
  2. Quindi, proietta le linee orizzontalmente ai loro prezzi massimo e minimo.
  3. L’area in mezzo è l’area di potenziale supporto o resistenza.
  4. Per candele ad alto volume consecutive, combinale e segna solo il massimo e il minimo della candela combinata.

Il grafico seguente chiarirà il processo.

supporti e resistenze intraday

Le zone di prezzo ad alto volume sono potenziali aree di supporto e resistenza.

Potenziale è la parola chiave. Non sempre funzionano. Pertanto, non utilizzarli alla cieca, ma analizza il contesto di mercato e le correlazioni.

Mentre la ricerca di zone di prezzo ad alto volume è ottima per mappare la struttura del mercato, non è un metodo di trading completo. Sarebbe utile se prendessi in considerazione l’utilizzo di altre configurazioni per cronometrare la tua entrata.

Inoltre, quando fai trading con qualsiasi forma di supporto/resistenza, tieni sempre d’occhio le aree che hanno fallito.

Generalmente, se il mercato scende bruscamente attraverso un’area di supporto, non è più valido come supporto (puoi ancora guardarlo per operazioni di inversione quando il supporto cambia in una zona di potenziale resistenza.) La stessa logica si applica a un mercato che sale attraverso un’area di resistenza con un forte slancio.

Un consiglio rapido per i trader intraday: imposta i tuoi livelli di supporto e resistenza con le candele invece che con i grafici di trading basati sul tempo. Le candele con picchi di volume offrono potenti livelli S/R intraday.

Piattaforme di trading per operare

Le piattaforme di trading sono per il trader quello che le stampelle sono per lo zoppo, sono un supporto essenziale per muoversi, operare nel mondo del trading.

Di solito attribuiamo grande importanza al tipo di broker, alle sue commissioni e condizioni, senza guardare al trading desk, alla sala operativa, agli strumenti… alle piattaforme di trading. E questo è un grosso errore.

D’altra parte, vale la pena ricordare che non tutti i broker hanno una propria piattaforma di trading, ci sono broker che condividono fornitori di software ed è uno dei motivi della loro somiglianza. E puoi anche utilizzare una piattaforma di trading senza che sia associata al broker. Successivamente, faremo un confronto delle piattaforme e non dei broker stessi.

ProRealTime

È multi-broker, ovvero, condivide il software con diversi broker, sebbene possa essere utilizzato anche da solo, senza un broker associato.

prorealtime supporti e resistenze

Dovresti sapere che questa piattaforma di trading francese ha una versione gratuita e una versione a pagamento. Quello gratuito lavora con i dati che vengono raccolti a fine giornata, mentre quello a pagamento lavora con i dati in tempo reale.

ProRealTime

8.75/ 10

Mercati

Italia, Europa, USA, Canada, Asia

Migliore piattaforma di trading.

Esecuzione e mercati di Interactive Brokers.

Supporto in lingua italiana.

Deposito minimo:

€3,000.00

Leggi le opinioni su ProRealTime.

Vantaggi di ProRealTime

  • Ha più di 100 indicatori tecnici.
  • I suoi grafici e gli strumenti di analisi semplificano gran parte del lavoro.
  • È uno strumento molto intuitivo rispetto ad altri. Facile da usare.
  • Ha uno scanner di mercato in tempo reale.
  • Registrazione semplice e servizio clienti in italiano.
  • Sarai in grado di creare i tuoi sistemi di trading senza dover codificare.

Svantaggi di ProRealTime

  • Se non hai un account a pagamento, perderai i tuoi dati a fine giornata.
  • Hai bisogno di una connessione Internet stabile.

Tradingview

TradingView è una piattaforma di trading online che fornisce grafici in tempo reale (o in pochi minuti). Sottolineiamo la parola online perché questa piattaforma è online al 100%. Pertanto, non sarà necessario avere uno strumento o un programma installato sul nostro computer, possiamo accedervi da qualsiasi luogo o dispositivo se disponiamo di un accesso a Internet.

tradingview  supporti e resistenze

Puoi usare TradingView con un grande broker Forex internazionale: Pepperstone.

Pepperstone è un broker forex e CFD australiano fondato nel 2010. È regolamentato dalla Australian Securities and Investments Commission (ASIC) e dalla Financial Conduct Authority (FCA) nel Regno Unito. Offre una vasta gamma di coppie di valute, materie prime, indici e criptovalute per il trading. Offre anche un programma di partnership per i trader esperti.

Mercati

Italia, Europa, USA, Asia, Australia

Broker STP

Varietà di piattaforme e strumenti disponibili

Consente lo scalping

CFD su azioni e ETF australiani, tedeschi, inglesi, USA e Hong Kong

Deposito minimo:

€0.00

Vantaggi di TradingView

  • Fornisce gratuitamente grafici per gli utenti.
  • Più di 150 indicatori disponibili.
  • Ha diverse lingue disponibili.
  • Ha la possibilità di un simulatore di investimento in borsa per esercitarsi e non dover operare con denaro reale.
  • Incorpora dati economici fondamentali.

Svantaggi di TradingView

  • Non è raccomandato per l’operatività in opzioni in quanto non fornisce dati per questo mercato.
  • Se hai poco capitale o ti stai esercitando con budget bassi, il conto a pagamento non è consigliato perché non sarà redditizio.
  • Se quello che fai è scalping, ti consigliamo altri broker con una velocità maggiore. La velocità è essenziale in questo caso.

Metatrader

È una delle piattaforme di trading più utilizzate oggi per investire nel Forex. Richiede l’installazione del software ma è supportata da molti broker, come ActivTrades, Pepperstone o XTB.

metatrader  supporti e resistenze

Vantaggi di MetaTrader

  • I loro indicatori tecnici sono molto popolari. Ne ha già 30 incorporati, con più di 2.000 appartenenti agli utenti e circa 700 indicatori a pagamento.
  • La velocità di questa piattaforma è molto vantaggiosa per le operazioni di scalping. Con un semplice click compri, vendi o chiudi un’operazione.
  • Ha una vasta libreria sia a pagamento che gratuiti relativa a strategie e sistemi di trading, indicatori, ecc.
  • Piattaforma totalmente gratuita.
  • Fino a 2 conti reali e conti demo a piacere.

Svantaggi di MetaTrader

  • È molto concentrato sul Forex, che era la sua principale ragione d’essere e per esso è stato concepito. Per altri prodotti consigliamo altre piattaforme.
  • Sarai in grado di vedere solo quei mercati con cui opera il tuo broker.
  • L’unico linguaggio di programmazione disponibile per lo sviluppo degli indicatori è MQL.

Un forte concorrente degli ultimi anni di Metatrader è la piattaforma di Ctrader. La sua interfaccia semplificata utile, soprattutto per i principianti, offre un’esperienza innovativa, anche se poi passare ad un’altra piattaforma potrebbe risultare complicato. 

ctrader  supporti e resistenze

Ninja Trader

Questa piattaforma di trading online è gratuita per grafici avanzati, backtesting e simulazione di trading. NinjaTrader offre l’accesso ai mercati futures e forex. La società ha collaborato con diversi broker di supporto per offrire ai trader l’accesso ad altri mercati, inclusi opzioni future, CFD e azioni.

ninja trader supporti e resistenze

Vantaggi di NinjaTrader

  • Migliaia di app e plug-in partner di sviluppatori di terze parti.
  • È dotato di ottimi grafici, analisi in tempo reale, indicatori tecnici personalizzabili e Chart Trader.
  • Opzione gratuita.
  • Offre una serie di guide giornaliere, seminari e video.
  • Assistenza telefonica in italiano.
  • Modulo di simulazione disponibile per mettere in pratica le tue strategie di trading.

Svantaggi di NinjaTrader

  • Come con la maggior parte degli strumenti gratuiti, dovrai pagare per le funzionalità premium.
  • Non è ancora disponibile un’app mobile.
  • Per fare trading di azioni dovrai avere un broker di supporto a causa della sua configurazione.
  • Non è possibile eseguire ordini per il mercato delle criptovalute.

Vuoi fare trading con i broker per MT4?

Deposito minimo:

€0.00

XTB
Deposito minimo:

€0.00

Deposito minimo:

€0.00

Leggi più tardi - Compila il modulo per salvare l'articolo in formato PDF

Articoli correlati