Il numero di Graham

Benjamin Graham, autore del “Smart Investor”, ha determinato una formula per la valutazione delle aziende nota come Graham's Number. Si riferisce all'utile per azione (EPS), al valore di carico per azione (BVA) e al prezzo. L'obiettivo di questa formula è di determinare quali aziende sono a buon mercato. Come vedremo, è una formula che funziona meglio nelle aziende stabili, ma possiamo modificarla per adattarla meglio ad ogni azienda.

il numero di graham

Il numero di Graham ha bisogno solo dei valori GAP e ACV per valutare le azioni di una società. Secondo questa formula, se il prezzo al quale un'azione è quotata è inferiore a quello ottenuto dal numero di Graham diremmo che il prezzo è scambiato a basso costo o che è sottovalutato dal mercato. Il numero di Graham è calcolato come segue:

NG

Il numero di Graham è la radice di 22,5 x GAP x ACV. Perché 22,5? Perché 22,5 è la moltiplicazione di 15 e 1,5. 15 si riferisce al P/E e 1,5 al P/B (Price to Book). Per Graham, una società stabile dovrebbe citare a questi multipli. Quindi, abbiamo che il numero di Graham sottovaluta le aziende se commerciano al di sotto di questi multipli e le sopravvaluta se commerciano al di sopra di essi.

Come interpretare la formula? Il P/E = Prezzo / GAP e il P/B = Prezzo / ACV. Se sostituiamo 22,5 per la moltiplicazione del P/E e del P/B vediamo come i denominatori vengono eliminati con il GPA e l'ACV, allora il Graham Number = radice (prezzo*prezzo)= prezzo.

Come qualsiasi altro multiplo, il numero di Graham potrebbe essere calcolato con i valori attesi, cioè con il GAP atteso e l'ACV atteso. Ciò implica l'ipotesi di una crescita sia dell'AAP che dell'ACV. La crescita dell'AAP potrebbe essere ottenuta dalle previsioni dell'azienda o ipotizzare una crescita pari alla media

degli ultimi anni. La crescita del VTA è più complicata da stimare, ma potremmo procedere allo stesso modo alla crescita del VAL, facendo una media della crescita degli ultimi anni.

Infine, potremo calcolare il numero di Graham utilizzando i valori medi degli ultimi anni. La formula per il numero di Graham assume come valori corretti un P/E 15 e un Price to Book di 1,5, poiché la loro moltiplicazione è pari a 22,5. Potremmo invece introdurre nell'equazione la moltiplicazione della media P/E e P/B degli ultimi anni. Ad esempio, se la media P/E e P/B degli ultimi anni di un'azienda fosse di 17 e 2,2, sostituiremo 22,5 con 17*2,2 = 37,4.

Ler mais tarde - Preencha o formulário para guardar o artigo como PDF
Consent(Required)

Guida di come investire in borsa

Questa guida ti aiuterà a sapere cosa devi sapere per iniziare con successo i tuoi investimenti:
  • Fondamenti finanziari
  • Cos'è la borsa valori e come funziona?
  • Consigli utili per gli investimenti

Articoli correlati

La teoria di Wyckoff sfrutta dei concetti più o meno elementari per esporre 3 leggi grazie alle quali è possibile utilizzare il metodo Wyckoff, che permette di analizzare il mercato ed operare tenendo in considerazione concetti concret, come il fa...
Gli ETF (Exchange Traded Funds) sono fondi d’investimento che replicano l’andamento di indici azionari, obbligazionari o di materie prime. Pertanto...
Prima di addentrarci nei principali indici mondiali delle borse più prestigiose del mondo, ricordiamo la definizione di indice azionario o di Borsa...
Grazie all'analisi del rapporto di indebitamento possiamo conoscere la nostra dipendenza dai finanziamenti esterni e bilanciare i nostri conti per ...

Lasciate i vostri pensieri

guest
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

Benvenuto nella comunità!

Seleziona i temi che ti interessano e personalizza la tua esperienza in Rankia

Ti invieremo una newsletter ogni due settimane con le novità di ogni categoria che hai scelto


Vuoi ricevere le notifiche dei nostri eventi/webinar?


Continuando, accetti l'informativa sulla privacy