Cos’è il modello di crescita di Gordon (GGM)?

Il modello di crescita di Gordon è un modello inventato nel 1950 che promette di risalire al valore intrinseco di un’azione di una società sull’assunzione che le sue azioni valgano la somma di tutti i suoi dividendi futuri scontati al loro valore attuale. Di seguito, vediamo quali sono le potenzialità di questo modello, quali possono essere invece i suoi limiti, per cosa può essere utilizzato e, infine, vediamo un esempio concreto di calcolo.

modello gordon dividendi

Da dove viene il modello Gordon? 

Il GGM è stato inventato nel 1950 da Myron Gordon Myron J. Gordon, professore di finanza all’ “Università di Toronto”, che lo ha pubblicato nel 1959. 

Questo modello è un’equazione finanziaria utilizzata per determinare il valore di un’azione. 

Per determinare il valore di un’azione, avrai di bisogno di 3 informazioni:

  1. Il dividendo per azione (D
  2. Il tasso di rendimento (K) e, 
  3. Il tasso di crescita dei dividendi (G). 

Quindi per eseguire correttamente il modello di crescita di Gordon, devi sottrarre G da K e il risultato ottenuto deve essere diviso per D. Il numero risultante sarà il valore approssimativo di qualsiasi azione. 

Cos’è il modello di crescita di Gordon (GGM)? 

Il modello di crescita di Gordon è un modello di sconto sui dividendi che presuppone che la crescita di un’azienda sia costante. Questo modello si basa sulla teoria secondo cui il prezzo di un’azione deve essere uguale al prezzo dei dividendi che l’azienda avrà, scontati al suo valore netto. 

Formula di Gordon (GGM) 

È praticamente impossibile sapere quale sarà il valore dei dividendi durante ciascuno degli anni futuri, per questo motivo il modello di Gordon assume che il valore di ogni anno sia uguale a quello precedente più un piccolo incremento. 

Questo piccolo aumento è considerato costante come se fosse la media di tutte quelle crescite future. La formula di questo modello è la seguente: 

In questo caso: 

  • Vo = Il valore corrente 
  • Div 1 = Dividendo nell’anno 1 
  • r = rendimento richiesto sulle azioni 
  • g = crescita attesa del dividendo. 

In altre parole, se il prezzo dell’azione sul mercato è inferiore al risultato ottenuto dal modello del dividendo scontato, l’azione è sottovalutata e, quindi, se ne consiglia l’acquisto. Se succede il contrario, invece, il prezzo di mercato è superiore a quello del modello e si capisce che il prezzo dell’azione è troppo alto, quindi se ne sconsiglia l’acquisto.

Importanza del modello Gordon sulle azioni

Questo modello di crescita è importante perché permette di calcolare il valore di un’azione nelle attuali condizioni di mercato e di fare confronti tra aziende di diversi settori. 

Ricorda che è importante capire che il modello di crescita di Gordon è molto sensibile al cambiamento e molti analisti eseguono analisi di sensitività per valutare come diverse ipotesi modificano la valutazione. Inoltre, secondo questo modello di crescita, un’azione diventa più preziosa aumentando il suo dividendo, diminuendo il tasso di rendimento richiesto dall’investitore o aumentando il tasso di crescita atteso del dividendo. 

Limitazioni del modello di Gordon in finanza

Il principale limite del modello Gordon è l’ipotesi che continui a crescere nei dividendi per azione: aziende raramente mostrano una crescita continua dei dividendi a causa dei cicli economici e delle difficoltà. Per cui, questo modello è limitato alle aziende che mostrano tassi di crescita stabili.  Un altro svantaggio è tra il rapporto del fattore di sconto e il tasso di crescita utilizzato nel modello, tenendo conto che se il tasso di rendimento è inferiore al tasso di crescita dei dividendi per azione, il rendimento è un valore negativo e il modello non ha valore. 

Ipotesi del modello di crescita di Gordon: dividendi

Per semplificare il metodo di valutazione, il modello di crescita di Gordon assume le seguenti ipotesi: 

  • La crescita costante dei dividendi e il tasso di sconto utilizzato non cambieranno mai in futuro.
  • I dividendi sono la misura appropriata della ricchezza degli azionisti.
  • Il tasso di sconto deve essere superiore alla crescita, altrimenti la formula non funziona.

Esempio di modello di Gordon

Le azioni della compagnia Delta sono scambiate a 53€ per azioni. Il dividendo per azione pagato nell’anno finanziario corrente è di 2€, e il la crescita dei dividendi è stimata al 5% all’anno. Gli investitori si possono aspettare un ritorno economico dell’8% della compagnia.

Come facciamo a calcolare il valore delle azioni della compagnia Delta sulla base di questi dati?

Cominciamo a calcolare il dividendo per il prossimo anno (D1). Sappiamo che il dividendo per l’anno in corso è di 2€ e la crescita dei dividendi (g) è del 5%.

Quindi:

D1 = D0 * (1+g) = 2,10€

Adesso che abbiamo stimato il valore di D1, possiamo usare la formula GGM per determinare il valore intrinseco delle azioni della compagnia Delta.

Quindi:

P = 2.100.08 – 0.05 = 70€

Quindi, secondo il modello di Gordon, l’azione è attualmente sottovalutata, in quanto è scambiata a 53 euro, ma il suo valore intrinseco è 70 euro.

Cerchi un broker per dividendi?

Deposito minimo:

€0.00

Deposito minimo:

€0.00

Deposito minimo:

€1.00

FAQ: modello Gordon Shapiro

Cos’è il modello di crescita di Gordon?

Si tratta di un modello che consente, attraverso un determinato metodo di calcolo, di risalire al valore intrinseco di un’azione di una società, partendo dal presupposto che che le sue azioni valgano la somma di tutti i suoi dividendi futuri scontati al loro valore attuale.

Quali sono i limiti del modello di Gordon?

Il limite principale sta in uno dei presupposti su cui si basa il modello, vale a dire l’ipotesi che l’azienda continui a crescere nei dividendi per azione: raramente le aziende mostrano una crescita costante e continuativa nel tempo. Inoltre, se il tasso di rendimento è inferiore al tasso di crescita dei dividendi per azione, il rendimento è un valore negativo e il modello non ha valore. 

Qual è la formula di Gordon?

La formula di Gordon è  DIV/(R-g)

Quando e da chi è stato inventato il modello di Gordon?

Il GGM è stato inventato nel 1950 da Myron Gordon Myron J. Gordon, professore di finanza all’Università di Toronto, che lo ha pubblicato nel 1959. 

Leggi più tardi - Compila il modulo per salvare l'articolo in formato PDF
Guida Analisi Tecnica
Questo e-book ti aiuterà a scoprire ciò che devi sapere per iniziare a usare uno dei metodi più usati nei mercati finanziari:
  • Concetti di base
  • Tutto quello che devi sapere sull'analisi tecnica
  • Come iniziare ad usare l'analisi tecnica
II edizione: Rankia Markets Experience Milano 2024
  • Relatori d'elite: una selezione esclusiva dei più influenti trader e investitori del settore.
  • Trading Live e consigli pratici: strategie avanzate per migliorare il trading.
  • Networking di alto livello: crea connessioni significative, scambia idee e costruisci relazioni professionali durature.
  • Regali esclusivi: ogni partecipante riceverà regali unici, pensati per arricchire ulteriormente l'esperienza dell'evento.
  • Partecipazione gratuita: l'accesso all'evento è completamente gratuito.

Articoli correlati

Come investire 5000 euro in modo sicuro
Investire 5000 euro di per sé non ti consentirà magari di vivere di rendita, ma può essere un importante passo nella pianificazione della propria vita finanziaria. Vediamo come, perché e dove investire 5000 euro. Perché investire 5000 euro...