Cosa studiare per diventare un agente di cambio? | Rankia: Comunità finanziaria

Cosa studiare per diventare un agente di cambio?

Cos’è l’agente di cambio? E cosa serve per diventarlo? Tenteremo di rispondere ai tuoi dubbi in merito, dato che siamo sicuri che se stai leggendo quest’articolo hai un forte interesse a divenire un broker.

Cosa studiare per diventare un agente di cambio?

L’agente di cambio, spesso chiamato semplicemente broker, è un intermediario finanziario che riceve ordini da parte di un cliente riguardo prodotti disponibili a mercato e si occupa di cercare ed acquistare a mercato quel determinato prodotto al miglior prezzo.

Ma come diventare agente di cambio?

I prerequisiti sono diversi e da non sottovalutare, ma in quest’articolo parleremo degli studi. Gli studi sono essenziali per essere un agenti di cambio. Seppur tu possa decidere di farlo in maniera autonoma, infatti, lo studio avrebbe una doppia valenza. Ti servirebbe innanzitutto per poter praticare questa professione nel migliore nei modi, ti servirebbe inoltre per poter dimostrare di avere le competenze necessarie, in modo da guadagnare la fiducia delle persone e di ottenere così clientela.

Seppur non sia necessaria una particolare formazione al liceo (a meno che tu non abbia le idee ben chiare da così giovane ed iscriverti pertanto ad una scuola avente un indirizzo specializzato), per formarti al meglio conviene iniziare con l’università.

Università

Le università più adatte per diventare un agente di cambio sono le facoltà di Economia e Commercio, quella di Giurisprudenza e quella di Matematica.

Come puoi vedere si tratta di facoltà “generiche” per cui la scelta di una piuttosto che un’altra influirà sul tuo approccio al lavoro, dove ovviamente tenterai di effettuare calcoli e sfruttare algoritmi uscendo da Matematica, conoscerai gran parte del settore uscendo da Economia e probabilmente avrei una grande conoscenza riguardo l’aspetto legale uscendo da Giurisprudenza (il che è un’ottima cosa, ma non avresti nozioni riguardo la finanza).

Vi sono anche università private che offrono facoltà più specifiche, potresti puntare a Contabilità, Finanza, Statistiche o Gestione aziendale.

Business School

Separiamo le Business Schools dalle università perché seppur molte siano università, l’approccio dipende da ciascuna di essa. Potrebbero non esservi requisiti per accedere, potrebbe essere necessario aver finito il liceo (quindi come un’università) o potrebbero essere necessarie una o più lauree (quindi si tratta di master).

Ti invitiamo a tenere in considerazione le Business Schools poiché si tratta probabilmente del metodo migliore per incrementare le proprie conoscenze ed avere un miglior curriculum per cominciare a lavorare come agente di cambio.

Esami di licenza

Dopo esserti formato al riguardo, potrebbe essere un’ottima idea quella di ottenere delle licenze. Nella stragrande maggioranza dei casi si tratta di veri e propri esami, che metteranno in discussione le tue conoscenze, al fine di ottenere una licenza per arricchire il tuo curriculum.

Esperienza

Qual è il miglior modo per approcciarsi a questa professione? L’esperienza.

I titoli di studio saranno certamente utili per il tuo curriculum ma la verità è che tutte le nozioni le puoi imparare in autonomia e che per quanti titoli di studio tu possa aver ottenuto al riguardo ti serviranno anni di esperienza per poter fare l’agente di cambio.

La verità è che proprio il lavoro stesso è il miglior modo per formarti, motivo per cui potrebbe essere persino più conveniente puntare tutto sin da subito sull’ottenere esperienza piuttosto che titoli di studio. Non sono in pochi ad imparare il mestiere per poi ottenere dei titoli successivamente, al fine di migliorare alcune conoscenze e principalmente per arricchire il proprio curriculum.

Il problema è che si tratta di una scelta rischiosa, in quanto ogni errore ti potrebbe costare parecchio (letteralmente, economicamente), mentre avere una formazione ti aiuterebbe ad evitare errori. Ti ricordo inoltre che hai bisogno di clienti per fare l’agente di cambio, ciò vuol dire che per fare davvero esperienza dovrai iniziare come trader, cominciare a farti un nome e solo successivamente acquisire clienti e lavorare come agente di cambio.

Conclusione

Si tratta di una professione non banale. Non richiede particolari studi, potresti iniziare sin da subito, ma dati i rischi e la necessità di clienti sta a te decidere se preferisci iniziare con un approccio più stabile e sicuro (studiando) o se preferisci buttarti sin da subito pronto ad adattarti alle nozioni che imparerai sulla tua pelle.


Lascia un commento

Sii il primo a commentare!
Commento

Benvenuto nella comunità!

Seleziona i temi che ti interessano e personalizza la tua esperienza in Rankia

Ti invieremo una newsletter ogni due settimane con le novità di ogni categoria che hai scelto


Vuoi ricevere le notifiche dei nostri eventi/webinar?


Continuando, accetti l'informativa sulla privacy