Trendline o linee di tendenza nel trading: cosa sono e analisi tecnica

Le linee di trend sono uno strumento essenziale di analisi tecnica, per questo è necessario conoscere all’interno di una strategia. In questo post imparerai a conoscere le Trendline: cosa sono e l'analisi tecnica.

Cosa sono le linee di tendenza

Le linee di tendenza o trendlines sono linee facilmente riconoscibili che i trader disegnano sui grafici, al fine di collegare una serie di prezzi. In questo caso, la linea risultante viene utilizzata per dare al trader un'idea della direzione in cui il valore di un investimento potrebbe muoversi.

Per rendere la definizione più chiara, dovresti sapere che una linea di tendenza è una linea tracciata sopra i massimi dell'asse o sotto i minimi dell'asse per mostrare la direzione predominante di un prezzo.

Cosa mostra una trendline?

Le linea di tendenza è uno degli strumenti più importanti usati dagli analisti tecnici. Le linee di tendenza aiutano gli analisti a determinare la direzione attuale dei prezzi di mercato. In poche parole, la trendline è una linea che connette due o più minimi o due o più massimi.

Ora, per creare una linea di tendenza, l'analista deve avere almeno due punti su un grafico di prezzo. Per questo motivo, la trendline aiuta a identificare le tendenze indipendentemente dal periodo di tempo, dal time frame o dall'intervallo utilizzato.

Linee di tendenza nell'analisi tecnica

Probabilmente sapete che l'analisi tecnica è un tipo di analisi del mercato azionario che studia i movimenti dei prezzi utilizzando grafici e indicatori basati sui prezzi degli asset. 

In questo caso, le linee di tendenza vengono utilizzate nell'analisi tecnica per definire una tendenza al rialzo o al ribasso:

  • Le linee di tendenza si formano unendo con una linea retta una serie di minimi crescenti. 
  • Nelle tendenze al ribasso, le linee vengono create unendo una serie di massimi decrescenti con una linea retta. 

Le linee di tendenza sono utilizzate nell'analisi tecnica per definire una tendenza al rialzo o al ribasso. Generalmente, le linee di uptrend nascono unendo una serie di minimi crescenti con una linea retta.

Inoltre, la linea di tendenza può essere chiamata una linea di supporto di tendenza, in quanto mostra la direzione di una tendenza e agisce come una linea di supporto. Nel caso dei downtrend, invece, le linee vengono create unendo una serie di massimi in calo con una linea retta.

Per saperne di più leggi: Come realizzare un’analisi delle tendenze?

Come disegnare una linea di tendenza

Per tracciare una linea di tendenza è necessario seguire i seguenti suggerimenti o raccomandazioni:

  1. Assicurarsi che il prezzo sia in aumento o in diminuzione.
  2. Si deve sempre disegnare da sinistra a destra (dal passato al presente e dal presente al futuro, e non viceversa).
  3. Indicare i massimi e i minimi relativi: una volta aperto il grafico e saputo che si deve partire da sinistra, si devono indicare i massimi e i minimi relativi. 
  4. Unite i cerchi segnati (ad esempio, se siete in una tendenza al rialzo, dovreste unire i minimi segnati con una linea al di sotto del prezzo). Se si tratta di una linea di tendenza al ribasso, dovreste unire i massimi al di sopra del prezzo). 
  5. Ricordiamo che l'unione di 2 punti può essere considerata come una “presunta linea di tendenza e se la linea tocca 3 punti o più, possiamo interpretarla come forza e affidabilità.
  6. Più candele toccano le linee, maggiori sono le probabilità di successo.
  7. Utilizzate il grafico con cui vi sentite più a vostro agio.
  8. Le linee di tendenza non sono esatte, quindi non sono fisse.
  9. Si incontreranno molti falsi segnali che vi porteranno ad aggiornare leggermente le linee durante il trading. Ricordate che l'analisi tecnica è soggettiva e non è una scienza esatta.
  10. L'importanza dei trend in base alla loro durata: la teoria di Dow dà molta importanza alla durata e ai diversi tipi di trend, dividendoli nei seguenti gruppi:
  • La tendenza principale dura più di un anno.
  • La tendenza secondaria dura da 1 a 3 mesi.
  • La tendenza intermedia dura meno di 2 o 3 settimane.
  • La tendenza intraday dura poche ore.
  1. Ogni tendenza fa parte di un trend più ampio.
  2. Non affidatevi alle contraddizioni e ai truismi.

Potrebbe interessarti anche:

Limiti di una linea di tendenza

Le linee di tendenza hanno simultaneamente delle limitazioni da parte di tutti gli strumenti grafici, in quanto devono essere riaggiustate quando vengono inseriti più dati sui prezzi. In questo caso, la linea di tendenza può durare a lungo, ma alla fine l'azione del prezzo si discosterà abbastanza da dover essere aggiornata.

Come usare le trendline

Esistono anche diversi modelli che ci permettono di identificare i modelli di linee di tendenza, come quelli elencati di seguito.

Modello di linea di tendenza rialzista

Le linee di tendenza rialziste sono segnate dall'unione di due o più minimi a minimi sempre più alti in un periodo di tempo, in cui si osserva un aumento dei prezzi nel tempo.

linea di tendenza

Linea di tendenza al ribasso

Le linee di tendenza al ribasso si formano in seguito alla formazione di massimi sempre più bassi per un certo periodo di tempo, durante il quale i prezzi scendono.

linee di tendenza

Linea di tendenza laterale

Le tendenze laterali si verificano quando il prezzo del titolo o dell'indice oscilla tra un certo intervallo. Nelle linee di tendenza laterali, i prezzi rimangono in una fascia più o meno stabile.

trendline

Regole da applicare alle trendline

Potete applicare queste due regole alle linee di tendenza:

  1. Le cadute di prezzo che si avvicinano a una linea di uptrend, o gli aumenti di prezzo che si avvicinano a una linea di downtrend, rappresentano una buona opportunità per iniziare posizioni di trend-following.
  2. Una linea di uptrend in termini di prezzi di chiusura è un segnale di vendita, mentre una linea di downtrend è un segnale di acquisto.

Linee di tendenza nel trading

Molti trader li usano come segnali di acquisto e vendita come supporto o resistenza (sono necessari due bassi o due alti per formare una linea di tendenza), cioè due punti che proiettano una linea retta.

Nel trend rialzista, quando il prezzo tocca di nuovo la linea di tendenza, potrebbe essere considerato un segnale lungo. Al contrario, nella tendenza al ribasso, quando il prezzo tocca nuovamente la linea di tendenza al ribasso, potrebbe essere considerato un segnale short.

In conclusione, sono ampiamente utilizzati nei mercati azionari, forex, derivati e criptovalute; funzionano come livelli di supporto e resistenza (sono composti da diagonali invece di linee orizzontali) e possono avere una pendenza positiva o negativa. Le linee di tendenza sono strumenti utili per l'analisi tecnica.

Leggi più tardi - Compila il modulo per salvare l'articolo in formato PDF
Consent(Obbligatorio)


Articoli correlati

Bitcoin Halving: cos’è e come funziona?
Per capire se siete interessati a investire in bitcoin o meno, la prima cosa da fare è capire di cosa si tratta. Bisogna sapere come funziona, a cosa serve, quanto è utile, le sue caratteristiche. Un rapido riassunto delle 4 caratteristiche più...

Lasciate i vostri pensieri

guest
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Benvenuto nella comunità!

Seleziona i temi che ti interessano e personalizza la tua esperienza in Rankia

Ti invieremo una newsletter ogni due settimane con le novità di ogni categoria che hai scelto


Vuoi ricevere le notifiche dei nostri eventi/webinar?


Continuando, accetti l'informativa sulla privacy