Oscillatori e indicatori di trading | Analisi tecnica

Gli indicatori di analisi tecnica sono formule matematiche e statistiche che vengono applicate alle serie di prezzi e volumi con l’intento di aiutare a prendere decisioni di investimento o a collocare i prezzi in determinate fasi o situazioni.

Gli indicatori tecnici hanno lo scopo di eliminare un po’ di soggettività dall’analisi dei grafici. Gli indicatori tecnici sviluppati oggi sono molti e la ricerca su di essi continua, quindi anche in questo caso la prima lezione da imparare è che: “Non ce n’è uno infallibile”. Tutti forniscono segnali errati che possono aumentare se non vengono utilizzati correttamente o se vengono interpretati senza rigore e a seconda della posizione corrente. Tuttavia, il loro corretto utilizzo facilita e supporta le decisioni di investimento.

indicatori e oscillatori per il trading di precisione

Cosa sono gli indicatori di trading?

Gli indicatori di trading sono strumenti utilizzati per analizzare i movimenti di prezzo di un asset in un mercato. Questi strumenti ci aiutano a identificare tendenze, modelli e informazioni rilevanti che possono influenzare il valore del mercato.

In altre parole, gli indicatori tecnici sono formule matematiche e statistiche che vengono applicate alle serie di prezzi e volumi con l’intento di aiutare a prendere decisioni di investimento o a posizionare i prezzi in determinate fasi o situazioni.

Esistono diversi tipi di indicatori che i trader dovrebbero conoscere per formulare le proprie strategie di trading:

  • Indicatori di tendenza o oscillatori
  • Indicatori di volatilità
  • Indicatori di momentum

Prima di continuare, vorrei ricordarvi che gli indicatori di trading sono una parte fondamentale dell’interpretazione dei prezzi nell’ambito dell’intera teoria dell’analisi tecnica. Se volete dare un’occhiata prima, per avere una prospettiva più globale, vi lascio con il seguente articolo: Analisi tecnica: cos’è.

Tutti i seguenti indicatori li puoi trovare in broker con ottime piattaforme per fare trading e analisi tecnica come i seguenti.

ActivTrades

8.25/ 10

Mercati

Italia, Europa, USA

Protezione del saldo negativo con supporto 24 ore.

Assicurazione speciale fino a £ 1.000.000.

Formazione gratuita

Deposito minimo:

€0.00

eToro

7.5/ 10

Mercati

Italia, Europa, USA, Asia

Sito web in diverse lingue.

Versione mobile avanzata e copytrading

Possibilità di negoziazione di azioni frazionarie

* eToro è una piattaforma di investimento multi-asset. Il valore dei vostri investimenti può salire o scendere. Il vostro capitale è a rischio. Il 51% dei conti CFD al dettaglio perde denaro.

Deposito minimo:

€100.00

Mercati

Italia, Europa, USA, Asia, Australia

Broker STP

Varietà di piattaforme e strumenti disponibili

Consente lo scalping

CFD su azioni e ETF australiani, tedeschi, inglesi, USA e Hong Kong

Deposito minimo:

€0.00

ActivTrades e Pepperstone, tra l’altro, mettono anche a disposizione altre piattaforme professionali che si possono connettere al conto, come MetaTrader 4, una piattaforma ideale per l’analisi tecnica perché offre una vasta gamma di strumenti e indicatori avanzati, grafici interattivi personalizzabili, e un ambiente di trading automatizzato con supporto per script e algoritmi.

Ma perché si parla di indicatori e di oscillatori?

Differenza tra indicatori e oscillatori nel trading

Gli indicatori sono strumenti utilizzati nel trading online per analizzare i dati storici di prezzo e volume di un asset e prevedere possibili movimenti futuri. Gli indicatori sono spesso rappresentati come linee sovrapposte sui grafici dei prezzi. Un esempio comune di indicatore è la Media Mobile.

Gli oscillatori, invece, sono strumenti che indicano se un asset è ipercomprato o ipervenduto, basandosi su una scala che va da 0 a 100 o da -100 a 100. Gli oscillatori non si sovrappongono al grafico dei prezzi, ma sono rappresentati in un grafico separato sotto il grafico principale. Un esempio comune di oscillatore è il Relative Strength Index (RSI).

Riassumendo quindi, gli indicatori di trading analizzano la direzione generale del mercato basandosi sui dati storici di prezzo, mentre gli oscillatori misurano se un asset è ipercomprato o ipervenduto.

Vediamo ora quali sono questi diversi gruppi e come vengono classificati:

Indicatori di tendenza o oscillatori tecnici

Gli indicatori di tendenza sono i più utilizzati dai trader e permettono di definire la direzione di una tendenza. In questo modo possono essere interpretati nei seguenti modi:

  • Direzione: alcuni analizzano il trend following (rialzista o ribassista).
  • Cambio di direzione: altri forniscono informazioni su quando è probabile che la tendenza attuale cambi direzione attraverso le divergenze.
  • Forza: altri ancora si concentrano sulla forza di un trend.

Indicatore RSI

L’indice di forza relativa o Relative Strenght Index, è un indicatore tecnico che misura la forza di una tendenza confrontando i guadagni e le perdite recenti del prezzo di un’attività.

RSI indicatore

L’RSI trading viene utilizzato per identificare possibili cambiamenti nella direzione di una tendenza o per confermare la forza di una tendenza esistente. Ha le seguenti caratteristiche:

  • È rappresentato come una linea compresa tra 0 e 100,
  • Un valore superiore a 70 indica ipercomprato,
  • Un valore inferiore a 30 indica ipervenduto.

MACD

Il MACD (Moving Average Convergence Divergence): è un indicatore utilizzato per identificare la direzione del trend e la sua forza. È composto da una linea di segnale e da una linea MACD che si muove sopra e sotto questa linea.

MACD indicatori

Da notare il fatto che è la linea MACD trading è in grado di eliminare parte del ritardo che le medie mobili portano con sé.

Medie mobili

Sono un indicatore che mostra la media dei prezzi in un determinato periodo di tempo. Fare trading con medie mobili aiuta a identificare la direzione della tendenza a lungo termine. A proposito, due strategie molto comuni sono la croce d’oro e la croce della morte.

ADX (Average Directional Index)

L’Average Directional Index è un indicatore utilizzato per misurare la forza del trend. Viene utilizzato per identificare la forza del trend e per determinare se il mercato si trova in una fase di trend o di consolidamento. Il trading con ADX composto da tre linee:

  • la linea ADX
  • la linea DI+
  • la linea DI-.

Ichimoku

I grafici Ichimoku sono un indicatore che mostra la direzione della tendenza e i livelli di supporto e resistenza. È composto da diverse linee, tra cui la nuvola, la linea di conversione e la linea di base. Viene utilizzato per identificare le opportunità di acquisto e di vendita e per determinare la direzione del trend.

Indicatori di volatilità

La volatilità è la misura che indica la forza e l’intensità con cui i prezzi di un asset cambiano. Le situazioni di volatilità sono quindi classificate come segue:

  • Alta volatilità: se il prezzo oscilla in modo molto brusco e cambia continuamente direzione, si tratta di un’attività o di un momento molto volatile.
  • Bassa volatilità: se le variazioni sono più lievi, indica una bassa volatilità.

Vediamo i migliori indicatori di volatilità, omeglio, i più diffusi:

ATR o Average True Range

È un indicatore tecnico di volatilità utilizzato per misurare l’ampiezza dei movimenti di prezzo. L’ATR è una misura della distanza tra il prezzo massimo e minimo di un asset in un determinato periodo, quindi più ampio è l’intervallo di prezzo, più alto è il valore dell’ATR.

ATR indicatore

Molti trader utilizzano l’ATR trading per determinare la dimensione delle loro posizioni e per fissare stop-loss e obiettivi di profitto in base alla volatilità del mercato.

Bande di Bollinger

Le bande di Bollinger sono un indicatore di volatilità creato da John Bollinger. Sono composte da una media mobile semplice e da due linee di deviazione standard.

  • La banda superiore rappresenta due deviazioni standard al di sopra della media mobile.
  • La banda inferiore rappresenta due deviazioni standard al di sotto della media mobile.
bande bollinger indicatore

Le bande di Bollinger si espandono e si contraggono con la volatilità del mercato. Molti trader utilizzano le bande di Bollinger per identificare i livelli di ipercomprato e ipervenduto di un asset e per stabilire i possibili punti di entrata e uscita.

Canali di Keltner

I canali di Keltner sono un indicatore di volatilità che utilizza una media mobile esponenziale e due linee di canale calcolate sopra e sotto la media mobile. I canali di Keltner si regolano automaticamente per riflettere la volatilità del mercato.

  • Quando la volatilità è elevata, i canali si espandono.
  • Quando la volatilità è bassa, i canali si contraggono.

I trader utilizzano i canali di Keltner per identificare la direzione della tendenza e per stabilire i possibili punti di entrata e di uscita.

Indicatori di momentum

Gli indicatori di momentum sono uno strumento utilizzato per valutare il momentum dei prezzi di un asset. In un certo senso, sono una sottocategoria degli oscillatori.

Questi indicatori misurano la velocità e la direzione delle variazioni di prezzo. Pertanto, possono essere utilizzati per identificare le tendenze, determinare i livelli di supporto e resistenza, confermare le inversioni di tendenza e fornire informazioni sulla forza del trend.

Vediamo alcuni dei migliori indicatori di momentum.

Indicatore stocastico

È un indicatore che misura il momentum dei prezzi e aiuta a identificare i punti di svolta in una tendenza. Il trading con lo Stocastico si basa sul confronto tra il prezzo di chiusura attuale e i prezzi più alti e più bassi di un determinato periodo.

Volume

Il Volume mostra la quantità di attività finanziarie scambiate in un determinato periodo di tempo. Viene utilizzato per confermare le tendenze e i modelli di mercato e per identificare possibili cambiamenti nella direzione dei prezzi.

Volume profile

Il Volume Profile è un indicatore che rappresenta il volume degli scambi in funzione del prezzo in un determinato periodo di tempo. Aiuta i trader a identificare le aree di maggiore interesse nel mercato, il che può essere utile per determinare i livelli di supporto e resistenza.

Oscillatore di Williams

È un indicatore di momentum che aiuta a identificare la direzione e la forza di una tendenza. Si basa sulla relazione tra il prezzo di chiusura attuale e i prezzi più alti e più bassi di un determinato periodo.

Mansfield RSC

Questo indicatore che misura la performance relativa di un titolo rispetto a un indice di riferimento. Aiuta i trader a identificare i titoli che stanno sovraperformando rispetto al mercato complessivo.

VWAP

Il VWAP mostra il prezzo medio ponderato per il volume di un titolo in un determinato periodo di tempo. Viene utilizzato per determinare il prezzo medio a cui i titoli sono stati scambiati e per identificare possibili livelli di supporto e resistenza.

In questa classificazione vanno indicati anche l’MSCD e l’RSI, che possono essere utilizzati sia per misurare la forza di una tendenza, e quindi il momentum, sia per strategizzare eventuali cambi di tendenza.

In entrambi i casi, gli indicatori hanno una varietà di utilizzi, dall’identificazione di tendenze e modelli alla misurazione del rischio di un investimento.

Indicatori tecnici e market sentiment

Tra i migliori indicatori di analisi tecnica, le medie mobili e l’Average Directional Index (ADX) si sono dimostrati particolarmente utili nel misurare anche il market sentiment. Le medie mobili, ad esempio, forniscono una media del prezzo di un titolo in un determinato periodo di tempo, aiutando a smussare la volatilità e a identificare la direzione generale del trend. In modo simile, l’ADX è utile per valutare la forza di un trend, permettendo ai trader di distinguere tra fasi di mercato più calme e periodi di forte volatilità.

Entrambi questi indicatori non solo aiutano a prevedere i movimenti futuri del prezzo, ma anche a comprendere il morale degli investitori. Un trend al rialzo sostenuto da un ADX elevato, ad esempio, potrebbe indicare un sentimento generalmente positivo, mentre medie mobili decrescenti potrebbero segnalare pessimismo crescente. Così, per chi sa come interpretarli, questi indicatori classici offrono uno sguardo penetrante nel cuore psicologico del mercato.

Cerchi un broker per il trading? Scopri le nostre raccomandazioni

Deposito minimo:

€0.00

Deposito minimo:

€0.00

* Ottieni 100 trades gratis con il codice: OM100AF
Deposito minimo:

€0.00

Leggi più tardi - Compila il modulo per salvare l'articolo in formato PDF

Articoli correlati