Broker di criptovalute - come scegliere le migliori piattaforme? Suggerimenti | Rankia: Comunità finanziaria

Broker di criptovalute – come scegliere le migliori piattaforme? Suggerimenti

È certamente un periodo florido per investire in criptovalute. Le criptovalute hanno un andamento molto particolare, che potrebbe fruttare parecchio, e ne nascono in continuazione di nuove, seppur solo un numero limitato veda la luce con quotazioni in Borsa. Vediamo insieme quali caratteristiche tenere in considerazione per scegliere il miglior broker per investire in criptovalute.

Broker di criptovalute – come scegliere le migliori piattaforme? Suggerimenti

Le criptovalute stanno assumendo sempre più importanza, difatti sono sempre di più non solo gli investitori che decidono di investire il proprio denaro in criptovalute, ma anche i negozi, soprattutto online, che decidono di accettare la criptovalute come metodo di pagamento.

Quest’ultimo è sicuramente un fattore che rispecchia l’importanza che le criptovalute stanno assumendo. Fino a qualche anno fa si sentiva parlare di bitcoin e alcuni negozi ne permettevano l’utilizzo. Ad oggi sono molti i negozi online che permettono di pagare in criptovalute e non solo con i bitcoin, accettando solitamente almeno 3 criptovalute differenti anche se quelle più comuni sono certamente il Bitcoin e l’Ethereum.

Avrai probabilmente compreso che investire in criptovalute potrebbe essere molto interessante e possibilmente molto redditizio, per farlo però bisogna scegliere un broker adatto.

Cosa tenere in considerazione

I suggerimenti inerenti alla scelta del broker sono sempre gli stessi, ma bisogna anche accertarsi che sia possibile investire in criptovalute tramite quel broker.

Non bisogna prendere questa scelta sottogamba in quanto affiderai il tuo denaro al broker che sceglierai.

Prima di tutto bisogna accertarsi che il broker sia regolamentato. Un broker regolamentato farà del suo meglio per garantire sicurezza ed affidabilità ai propri clienti.

Un account di prova gratuito potrebbe essere molto utile per riuscire a capire come ci si trova con la piattaforma e se quest’ultima offre tutte le funzionalità cui sei interessato. Un esempio è eToro che ti permette di creare un portafoglio virtuale gratuito avente $100.000 ed utilizzabile per investire “normalmente” come se stessi investendo denaro reale. Così facendo puoi accertarti di quali investimenti sono possibili sulla piattaforma, come funziona il tutto ed esercitarti con le tue strategie di investimento.

Bisogna poi accertarsi di costi e commissioni, e di quanto concerne in generale il denaro, quali il deposito minimo (vi sono alcuni broker che richiedono anche decina o centinaia di migliaia di euro), il prelievo minimo (alcuni broker permettono di prelevare solo se vi è un saldo minimo) e i costi di deposito e prelievo.

Ultimo ma non ultimo, il supporto e le funzionalità multipiattaforma. Non essere in grado di investire da smartphone o avere problemi ad investire e non riuscire a contattare il supporto può essere molto frustrante, motivo per cui ti invitiamo ad accertarti, anche tramite recensioni, dell’ottimizzazione multipiattaforma della piattaforma del broker e delle metodologie e tempistiche di contatto del servizio clienti.

Conclusione

Vi sono molti broker che offrono la possibilità di investire in criptovalute e sicuramente tra i più noti ed utilizzati troviamo eToro, Plus500 e AvaTrade.

Essere tra i più famosi non implica essere i migliori e, soprattutto, non implica che il broker faccia al caso tuo. Ti consigliamo quindi di controllare le caratteristiche che ti abbiamo suggerito di tenere in considerazione e valutare così tutti i broker cui sei interessato.

Lascia un commento

Sii il primo a commentare!
Commento

Benvenuto nella comunità!

Seleziona i temi che ti interessano e personalizza la tua esperienza in Rankia

Ti invieremo una newsletter ogni due settimane con le novità di ogni categoria che hai scelto


Vuoi ricevere le notifiche dei nostri eventi/webinar?


Continuando, accetti l'informativa sulla privacy