Come investire in criptovalute

Esistono diversi modi per investire in criptovalute e Bitcoin.

La scelta di come investire è soggettiva e dipende da quali piattaforme e da quali metodologie si vogliono utilizzare.

Come investire in criptovalute e Bitcoin

Esistono diversi modi per investire in criptovalute e Bitcoin.

La scelta di come investire è soggettiva e dipende da quali piattaforme e da quali metodologie si vogliono utilizzare.

  • Un modo diffuso per investire in criptovalute è l’acquisto spot tramite gli exchange che ti permette di comprare direttamente le crypto.

Gli exchange però non sono tutti uguali, e qui entra in gioco la questione della metodologia, infatti esistono gli exchange centralizzati (CEX) e gli exchange decentralizzati (DEX).

I CEX per essere utilizzati hanno bisogno del KYC (know your customer), il processo di riconoscimento obbligatorio per verificare l’identità dei propri clienti.

I DEX non essendo controllate da nessun intermediario non hanno per ora l’obbligo del KYC quindi la privacy dei clienti, nei limiti consentiti (qua si potrebbe aprire una parentesi a parte in quanto se si spostano criptovalute da un CEX a un DEX, il proprio indirizzo pubblico viene collegato all'account dove ci si è precedentemente registrati con i dati personali), viene mantenuta.

I CEX permettono il deposito di valute fiat mentre i DEX utilizzano come forma di liquidità le stablecoin, le criptovalute ancorate ad una moneta reale per esempio i dollari o gli euro.

Gli exchange centralizzati più utilizzati per volumi di trading sono Binance, Coinbase, Kraken e KuCoin.

Leggi anche:

Dopo i recenti avvenimenti riguardo FTX, è stato introdotto il proof of reserve che cerca di rendere più trasparente l’operato di questi ultimi nei confronti delle criptovalute depositate dai clienti.

Nel mondo crypto vige il detto: “not your keys, not your coin”.

Se non possiedi le chiavi private non possiedi le tue crypto quindi ricorda di spostare le tue crypto in wallet non custodial come gli hardware wallet esempio il Ledger o il Trezor.

Gli exchange decentralizzati più utilizzati per volumi di trading sono Uniswap, dYdX, PancakeSwap, Curve.

Gli altri modi per investire in criptovalute sono:

  • ETP, permettono l’esposizione alle criptovalute anche a chi vuole utilizzare strumenti tradizionali quali gli strumenti finanziari a replica passiva, che invece di avere come sottostante una materia prima hanno una criptovaluta. Le piattaforme più utilizzate sono Fineco e Scalable Capital.
  • CFD, strumenti derivati che replicano il prezzo di un sottostante, nel nostro caso di criptovalute, da utilizzare solo per fare trading. Le piattaforme più utilizzate sono eToro, XTB (XTB criptovalute) e Interactive Brokers (Criptovalute con Interactive Brokers).
  • Mining di critpovalute: è un processo in cui i minatori utilizzano la potenza di calcolo (hash), per elaborare le transazioni e ottenere ricompense (criptovalute) o, in altre parole, è il processo di registrazione delle transazioni blockchain, in cambio di una ricompensa, consegnata nello stesso tipo di criptovaluta che viene estratta. 

Dove investire in criptovalute?

Ricapitolando, dove si può investire in criptovalute?

  • exchange centralizzati (CEX) tramite l’acquisto spot;
  • exchange decentralizzati (DEX) tramite l’acquisto spot;
  • broker online con CFD ed ETP;
  • banche online con CFD ed ETP.

Migliori exchange di criptovalute

SCORE*N° CRYPTON° COPPIEFEE TAKERFEE MAKER
BINANCE9.935614440,10%0,10%
COINBASE8.12295450,60%0,40%
KRAKEN7.72216600,26%0,16%
KUCOIN6.873912900,10%0,10%
Fonte: Coinmarketcap
  • taker = quando piazzi un ordine e questo viene abbinato a un ordine esistente nell'order book
  • maker = quando piazzi un ordine che non corrisponde a un ordine già esistente nell’order book
  • fee = commissioni spot per scambiare una criptovaluta con un’ altra criptovaluta, quelle in tabella sono fee degressive quindi in base ai volumi e ad altre caratteristiche è possibile diminuirle.

Tutti gli exchange in tabella hanno reso disponibile la proof of reserve.

Qui trovi la lista completa dei migliori exchange crypto.

Migliori broker di criptovalute

Fineco permette di investire in Bitcoin ed Ethereum con ETP o CFD. Potrebbe interessarti: trading Fineco.

FINECO BANK

8.75/ 10

Mercati

Italia, Europa, USA, Canada

Puoi riunire servizi bancari e di trading in un solo conto.

Operatore solido, regolato dalla CONSOB e quotato in Borsa.

Piattaforma PowerDesk efficiente e user-friendly.

Deposito minimo:

$0.00

Scalable Capital crypto permette di investire in BTC, ETH, XRP, LTC, UNI, LINK, ATOM, MATIC, XTZ, ADA, SOL, DOT, ALGO tramite gli ETP.

Mercati

Italia, Europa, USA, Canada, Asia

Broker tedesco, regolamentato, sicuro e senza commissioni.

Un'ampia gamma di azioni ed ETF a basso costo o senza commissioni.

Piattaforma semplice sia su mobile che su desktop.

Deposito minimo:

$0.00

eToro permette di investire in BTC, XRP, ETH, BCH, ETC, LTC, DASH, ADA, BNB, MANA e molte altre crypto tramite CFD e alcune anche tramite acquisto spot.

Leggi anche: eToro criptovalute.

ETORO

7.5/ 10

Mercati

Italia, Europa, USA, Asia

Sito web in diverse lingue.

Versione mobile avanzata e copytrading

Negoziazione di azioni senza commissioni di acquisto e vendita

* Il vostro capitale è a rischio. Si applicano altre commissioni. Per ulteriori informazioni, visita

Deposito minimo:

$50.00

Differenza tra exchange di criptovalute e broker

In generale, gli exchange si concentrano maggiormente sull'acquisto o sulla vendita di criptovalute e il loro scambio con le monete fiat, mentre con i broker puoi negoziare anche altre asset class oltre alle crypto e, con alcuni, fare trading attraverso CFD su crypto o blockchain.

In quali criptovalute investire?

Il grafico sottostante mostra se ci troviamo in un Bitcoin Year o in un Altcoin Year.

come investire in criptovalute aranzulla

Se il 75% delle prime 50 monete ha ottenuto risultati migliori rispetto a Bitcoin nell'ultima stagione (90 giorni), è Altcoin Season, ono esclusi dalla Top 50 le stablecoin e i token wrappati.

Il grafico mostra nettamente che ci troviamo ancora in un Bitcoin Year/Season, quindi Bitcoin per ora rimane la migliore criptovaluta su cui investire.

La dominance (market cap token / market cap crypto tot %) mentre scrivo è del:

  • 38,2% Bitcoin
  • 18,3% Ethereum
  • 5,1% BNB
  • 15,3% USDT + USDC + BUSD (3 stablecoin più capitalizzate)

Quindi le prime 6 criptovalute per market cap detengono circa il 67% del mercato totale.

In questo periodo storico è quindi molto difficile individuare delle altcoin che nel breve periodo possano ottenere dei rendimenti positivi costanti.

Leggi anche: Crypto su cui investire.

Conviene investire in criptovalute?

Investire in criptovalute comporta dei rischi molto elevati.

La base di ogni investimento è il rapporto rischio/rendimento, più un asset può generare potenziali rendimenti più è rischioso quindi volatile.

Le crypto rientrano nella categoria degli asset più rischiosi.

Bitcoin però ha una storia a sè perchè, se non si considera il breve periodo e quindi i rendimenti sul singolo anno (per esempio -58% nel 2014, – 73% nel 2018 e -65% nel 2022), ha generato dal 2011 al 2022 una performance media annua del +151%.

BTC è stato 9 anni su 12 il miglior asset in assoluto come puoi vedere dalla foto sottostante.

come investire in criptovalute 2021

Il miglior approccio è utilizzare una corretta diversificazione di portafoglio destinando alle criptovalute una piccola percentuale di esso che varia a seconda della propria propensione al rischio.

Come funziona investire in criptovalute: vantaggi

I maggiori vantaggi di investire in criptovalute sono:

  • decentralizzazione, lo scambio di criptovalute se fatto in modo consueto quindi tramite DEX e con l’utilizzo di wallet non custodial non prevede intermediari, quindi le transazioni avvengono tra un soggetto ed un altro senza passare da un ente terzo come invece succede nel sistema bancario;
  • trasparenza, ogni transazione è registrata su blockchain quindi è scritta in modo indelebile in rete;
  • sicurezza, possiedi personalmente gli asset;
  • privacy, può garantire l’anonimato;
  • velocità, le transazioni sono trasmesse molto rapidamente, la rapidità dipende dalla blockchain che si utilizza;
  • portabilità, gli asset digitali sono facili da trasportare, dipende dal tipo di wallet in cui si conservano;
  • convertibilità, grazie agli swap è possibile scambiare facilmente una criptovaluta con un’altra;
  • economico, le commissioni di transazione sono molto basse, dipendono dalla blockchain di utilizzo;
  • autenticità, le criptovalute non possono essere contraffatte in quanto la blockchain e gli algoritmi di consenso su cui si basa ne garantiscono l’unicità.

Investire in criptovalute: rischi

Uno degli aspetti meno considerati dagli investitori è la sicurezza. La sicurezza nel mercato crypto è personale, nel senso che siamo noi stessi a crearcela.

“Not your keys, not your coin”. Questa è la regola.

I fallimenti di numerose piattaforme CeFi e di CEX come Celsius e FTX hanno allarmato gli investitori (leggi anche crollo FTX).

Per questo motivo per essere tranquilli bisogna adottare i wallet non custodial che sono in grado di garantirti la sicurezza di cui hai bisogno in quando diventi te stesso il reale possessore delle tue crypto.

La sicurezza dipende anche su quale criptovaluta si sceglie di investire. Analizzare un progetto facendo uso del white paper è il modo migliore per non incorrere in truffe e per non vedere azzerato il proprio capitale. Ricorda che cercare il 100x non è un investimento ma una speculazione.

Infine, se vuoi investire in criptovalute dovresti sapere come sono tassate le criptovalute in Italia.

FAQ

Come iniziare ad investire in criptovalute?

Il miglior modo di investire in criptovalute è aprirsi un exchange ed utilizzare la strategia di investimento chiamata piano di accumulo di capitale (PAC) con la quale andrai a comprare periodicamente lo stesso importo di una determinata criptovaluta per esempio 100€/mese di Bitcoin. Una volta accumulati alcuni mesi di Bitcoin trasferirli in un wallet non custodial per ottimizzare la sicurezza. Questo è il modo più semplice e meno rischioso per approcciarsi al mondo crypto.

Quali sono i rischi di investire in criptovalute?

– Volatilità, sono asset molto rischiosi perché il loro prezzo cambia continuamente.
– Errori frequenti per scarse conoscenze, le transazioni sono irreversibili quindi non è possibile tornare indietro o chiedere assistenza una volta inviati i fondi oppure perdere le chiavi private che ti garantiscono l’accesso ai tuoi fondi;
– Non regolamentazione, in Italia non sono state ancora regolamentate al contrario di altri prodotti finanziari come azioni, obbligazioni,…;
– Truffe e progetti scam, purtroppo il mondo digitale ha creato molteplici opportunità per coloro che vogliono fregare le persone quindi bisogna stare molto attenti e non credere assolutamente in guadagni facili e veloci oppure cadere in truffe informatiche come il phishing.

Quali sono i migliori siti di monitoraggio crypto?

– Coinmarketcap e Coingecko, per monitorare i prezzi delle criptovalute e avere tutte le informazioni a portato di un click riguardo la blockchain, gli exchange e moltissimo altro;
– Defillama e Defipulse, per monitorare la finanza decentralizzata (DeFi) quindi tutte le piattaforme di lending/borrowing, staking, farming,..;

Qual è il posto migliore per investire in criptovalute

Potete investire scegliendo un exchange o un broker. Con la prima modalità scambiere criptovalute e monete fiat. Con la seconda, oltre a fare trading sulle criptovalute (ad esempio con i CFD su crypto) potrete negoziare anche altri asset.

Leggi più tardi - Compila il modulo per salvare l'articolo in formato PDF
Consent(Obbligatorio)


Guida per investire in Criptovalute

Questa guida ti aiuterà ad imparare ciò che devi sapere per iniziare con successo nel mondo delle criptovalute:

  • Concetti di base di crittografia
  • Come iniziare a investire in criptovalute
  • Suggerimenti su come farlo in sicurezza

Articoli correlati

Come funziona il trading automatico?
Una delle forme di investimento più in voga negli ultimi anni sono i sistemi di trading automatico, basati su algoritmi matematici. Ma cos'è il trading automatico, come funziona e, soprattutto, quali sono i suoi vantaggi e svantaggi? In questo art...

Lasciate i vostri pensieri

guest
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Benvenuto nella comunità!

Seleziona i temi che ti interessano e personalizza la tua esperienza in Rankia

Ti invieremo una newsletter ogni due settimane con le novità di ogni categoria che hai scelto


Vuoi ricevere le notifiche dei nostri eventi/webinar?


Continuando, accetti l'informativa sulla privacy