Peter Lynch: stile di investimento, libri e citazioni famose

Peter Lynch è nato il 19 gennaio 1944 a Newton, Massachusetts. Alla giovane età di 10 anni, ha perso il padre che soffriva di cancro. Di fronte a questa situazione, la madre di Lynch ha iniziato a lavorare, tuttavia il suo reddito era limitato e riusciva a malapena a coprire le spese di base. Durante l’adolescenza, Peter Lynch ha lavorato come assistente di golfisti (caddy), dove ha ottenuto alcune risorse che ha usato per aiutare in casa sua.

peter lynch book

Chi è Peter Lynch?

Peter Lynch è nato il 19 gennaio 1944 a Newton, Massachusetts. All’età di 10 anni perde il padre a causa di un tumore, il che costringe la madre a cercare un lavoro e Peter viene assunto come caddie in un campo da golf dove conosce il presidente di una società di investimenti nota come Fidelity.

Peter Lynch ha studiato psicologia, storia e filosofia al Boston College, dove si è laureato nel 1965, e successivamente ha conseguito un MBA presso la Wharton School dell’ “Università della Pennsylvania”, che ha completato nel 1968. Al secondo anno di università il primo investimento che consisteva nell’acquisto di 100 azioni della società di logistica Flying Tiger Airlines; azioni che ha poi venduto quando il valore di ogni azione è salito a 80 dollari, un investimento che gli ha portato grandi guadagni.

Lynch ha iniziato la sua carriera come stagista presso Fidelity Investments, dove è arrivato a ricoprire la posizione di direttore della ricerca nel 1974, posizione che ha mantenuto fino al 1977, dove si è specializzato nei settori dell’editoria, della chimica e della carta. 

In seguito, è stato nominato gestore del Magellan Investment Fund e ha ottenuto un rendimento annuo del 29,2% tra il 1977 e il 1990, raddoppiando il rendimento storico dell’ S&P 500, diventando così uno dei migliori fondi comuni di investimento del settore.

Peter Lynch: strategia GARP

Lynch è noto per aver creato una strategia d’investimento nota come GARP – Growth at a reasonable Price – che si concentra sulla selezione di titoli in crescita e con prezzi ragionevoli, ossia basati sulla crescita delle azioni e sulla ricerca di titoli che non abbiano un valore troppo elevato.

L’approccio può essere visto come una sorta di sintesi fra la filosofia di investimento value e la filosofia growth. Se la prima consiste nella ricerca, in un’ottica improntata alla prudenza, di quei titoli che si presume siano sottovalutati dal mercato, secondo una serie di indici e parametri di cui si tiene in considerazione, la seconda invece consiste nell’investire in società che presentano potenziali di crescita elevati.

Si tratta di una strategia tendenzialmente assai flessibile, la quale tuttavia prende in considerazione alcuni parametri o criteri di base, come ad esempio un rapporto multipli prezzo/utili relativamente basso. Viene poi preso in considerazione il PEG, il rapporto di crescita prezzo/utili, cercando società con un PEG inferiore a 1. Alla base c’è una certa diffidenza verso titoli che presentano tassi di crescita troppo elevati, segno che potrebbero essere sopravvalutati.

Per una panoramica più completa dell’argomento, ti rimandiamo alla nostra guida completa sulla strategia GARP.

Peter Lynch: libri

Nella sua carriera professionale è stato coautore di diversi libri e pubblicazioni, le più importanti delle quali sono:

  • One Up on Wall Street (1989): “Un passo avanti a Wall Street”, è una delle sue opere più famose, in cui condivide la paternità con John Rothchild e racconta come è riuscito ad aumentare i fondi di investimento con una strategia di investimento in società con poco debito, opportunità di crescita e titoli sottovalutati.
  • Beating the Street (1993): come il precedente, è un lavoro congiunto con John Rothchild, in cui spiega diversi aspetti legati agli investimenti, come cosa significa il sentiment economico e in cosa consiste l’industria degli investimenti.

Altri suoi libri possono anche essere menzionati: “Learn to Earn” (1995), “The Emergence of Numerical Weather Prediction” (2006), “Scottish Government and Politics” (2001), “Rambling Round Ireland”(2010), “Wildlife & Conservation Volunteering” (2009), tra altri.

Investire come Peter Lynch

Peter Lynch è riconosciuto in tutto il mondo per il suo stile di investimento chiamato “Invest in what you know“, che cerca di indirizzare gli investimenti solo verso le aree di conoscenza, interesse e maestria. La sua raccomandazione si basa sul fatto che l’investitore che comprende e conosce bene una specifica nicchia o area di investimento, può trovare buone opzioni che in un mercato globale sono sottovalutate, aumentando così le sue possibilità di guadagno.

Peter Lynch: come scegliere le azioni su cui investire

Per la selezione delle migliori azioni su cui investire, ci sono vari passaggi da rispettare.

Il primo è quello di prendere in considerazione le società che rientrano nella propria sfera di conoscenza, verso le quali abbiamo una certa familiarità, vuoi per esperienza, vuoi per hobby. Rientrano all’interno di questa categoria, ad esempio, le società di prodotti che acquistiamo regolarmente o dell’area in cui lavoriamo.

Il secondo passaggio è quello di familiarizzare con l’azienda specifica. In questo modo possiamo farci un’idea di quelle che sono le possibili prospettive di crescita e sviluppo della stessa. Posto che fornire delle stime esatte è praticamente impossibile, e spesso e volentieri sono gli stessi analisti a cadere in errore.

Successivamente si vanno ad analizzare quelli che sono i piani aziendali, rispetto ad esempio alle politiche espansive, cercando di tenere in considerazione anche questi nella nostra analisi.

Infine, si classificano le società in base a vari criteri. L’operazione di categorizzazione è utile in quanto ci consente di capire quali possono essere, in linea di massima, le aspettative di crescita. Il primo criterio di classificazione è quello basato sulle dimensioni dell’azienda. Aziende più piccole hanno ovviamente potenziali di crescita maggiori e viceversa. Poi, ci sono altri modi per classificare le aziende: slow growers, stalwarts, fast-growers, cicliche, turnarounds, asset opportunities.

Vediamole nel prossimo paragrafo.

Peter Lynch: portfolio

Il suo portafoglio attuale è composto da 6 tipi di azioni:

  1. Stalwarts: dette stalwarts, sono aziende solide, stabili e di elevate dimensioni, che hanno comunque un grande potenziale espansivo. L’approccio in questi casi è di procedere in modo ciclico, andando a vendere l’azione quando la società sperimenta una crescita moderata, per poi vendere, acquistarne un’altra e ripetere il ciclo. Possono proteggere in caso di recessione.
  2. Fast growers: si tratta di azioni con una valutazione elevata che, in presenza di flessioni del mercato, viene mantenuta con una crescita stabile.
  3. Turnaraound stock: l’idea è quella di investire in società che hanno sperimentato problemi e che è probabile in futuro sperimenteranno periodi di crescita maggiore.
  4. Società cicliche: si tratta di società volatili che vengono acquisite quando il mercato azionario scende, nella speranza che migliorino.
  5. Asset Opportunities: aziende che sono poco conosciute fra i media tradizionali, gemme rare che non aspettano altro che essere scoperte. Tuttavia, per farlo è necessario spesso avere una profonda conoscenza del settore.
  6. Slow growers: grandi società con bassi tassi di crescita, le cui stime di espansione sono su per giù in linea con la media USA. Tendono tuttavia a pagare dividendi regolarmente.

Peter Lynch: frasi

In tanti anni da investitore di successo, sono molte le frasi che ha detto Peter Lynch, tra cui spiccano le seguenti:

  • “Ho scoperto che quando il mercato è in ribasso e acquisti fondi con saggezza, ad un certo punto in futuro sarai felice.”
  • “Puoi perdere denaro a breve termine, ma hai bisogno del lungo termine per fare soldi.”
  • “Vendere le azioni vincenti e trattenere le perdenti è come tagliare i fiori e annaffiare le erbacce”.
  • “Le persone non hanno la pazienza di arricchirsi lentamente, quindi decidono di andare in rovina velocemente”.
  • “Gli investitori che si preparano per le correzioni o cercano di anticipare le correzioni hanno perso molto più denaro di quanto sia stato perso dalle correzioni stesse”.
  • “Negli affari, la concorrenza non è mai così salutare come il dominio totale”.
  • “Se sei disposto a investire in un’azienda, dovresti essere in grado di spiegare il motivo, in un linguaggio semplice che un alunno di quinta elementare possa capire e abbastanza rapidamente da non annoiarsi.”

Peter Lynch: patrimonio

Nel 2006, il Boston Magazine ha nominato Peter Lynch nella top 40 degli abitanti più ricchi di Boston. La sua ricchezza è pari a 352 milioni di dollari. Attualmente si stima che il patrimonio dell’economista superi i 400 milioni, con alcune fonti che riportano una ricchezza pari a 450 milioni di dollari.

Altri trader famosi

Carl Icahn

Carl Icahn è nato il 16 febbraio 1936 a Far Rockaway, nel Queens di New York, figlio di due professori di origine ebraica. Si laurea in filosofia all’ “Università di Princeton”. In seguito è tornato nel suo Stato di origine e si è iscritto all’ “Università di New York”, dove frequenta la facoltà di medicina. Due anni dopo abbandonò gli studi e decise di arruolarsi nell’esercito. La sua strategia di investimento è l’arbitraggio delle acquisizioni. In altre parole, Icahn specula sulle azioni di società in difficoltà per acquisire una quota di maggioranza. Quindi, ottenere il controllo delle società e poi vendere gli asset per ottenere maggiori profitti.

Warren Edward Buffet

Warren Buffett è nato il 30 agosto 1930 a Omaha, Nebraska, negli Stati Uniti, da Howard Homan Buffett, agente di borsa e membro del Congresso degli Stati Uniti. Alla tenera età di 10 anni, investì il denaro ricevuto dalle consegne dei giornali in azioni della Cities Service Company, che acquistò a 38 dollari per azione, azioni che avrebbe venduto a 40 dollari. Un fatto che avrebbe avuto un grande impatto su di lui in quanto le azioni sarebbero state scambiate a 200 dollari per azione. 

Warren ha studiato economia alla “Columbia University” ed è stato allievo di Benjamin Graham, noto come il padre del Value Investing. Inoltre, la filosofia d’investimento di Warren Buffet si concentra sull’investimento in grandi aziende sottovalutate ma con possibilità di recupero grazie alle loro dimensioni e al loro settore.

Nicholas William Leeson

Nicholas William Leeson, meglio conosciuto come Nick Leeson, è un ex trader nato a Watford il 25 febbraio 1967, che ha poi completato gli studi ed è stato impiegato in diverse società di investimento tra cui Coutts e Morgan Stanley, Barings Bank, fondata nel 1762. Era la banca più antica d’Inghilterra e una delle più antiche del mondo, con oltre due secoli di storia; era la banca scelta dalla Regina d’Inghilterra per i suoi conti e aveva finanziato, tra l’altro, le guerre napoleoniche.

Leeson è noto per aver fatto fallire la Barings Bank, per la sua capacità di recupero e di capitalizzare le sue esperienze. Per la regolare pubblicazione del suo libro sul The Mail gli veniva corrisposto un cospicuo compenso. La storia è stata poi trasformata in un film, Rogue Trader, con Ewan McGregor. Nel 2001 ha conseguito una laurea in psicologia. Oggi Nick dedica il suo tempo a tenere conferenze e keynote per le aziende e a tenere discorsi dopo cena basati sulle sue esperienze di vita.

Cerchi un broker per azioni?

Deposito minimo:

€1.00

Deposito minimo:

€0.00

Deposito minimo:

€0.00

FAQ

Chi è Peter Lynch?

Si tratta di un investitore americano e gestore di diversi fondi comuni di investimento, nonché colui che ha reso popolare la strategia GARP.

Qual è il miglior libro di Peter Lynch? 

Il miglior libro di Peter Lynch è conosciuto con il titolo “Invest in what you know”, questo libro si concentra sull’insegnare alle persone che hanno una scarsa conoscenza del mercato azionario a investire eseguendo una ricerca su quale sia il settore di preferenza e in cui ogni investitore ottiene maggiori profitti.

Leggi più tardi - Compila il modulo per salvare l'articolo in formato PDF

Articoli correlati