Warren Buffett: storia e metodo

Warren Buffett è una delle figure più influenti nel mondo degli investimenti. Ispiratore degli investitori in tutto il mondo, la sua filosofia di investimento si basa su un approccio razionale, con una visione di lungo periodo, sostenibile sul lungo termine. In questo articolo andiamo a vedere chi è Warren Buffett, la sua storia, il metodo e le scelte di investimento di Warren Buffett.

Warren Buffett: chi è

Secondo la classifica Forbes degli uomini più ricchi d’America, Buffett figura nel 2023 come il quarto uomo più ricco del paese. E l’investitore ha una particolarità che lo distingue da tutti gli altri membri della lista: ha ottenuto la sua ricchezza sul mercato azionario.

Buffett si laurea all’università del Nebraska, dove viene intellettualmente in contatto con il libro “The Intelligent Investor” di Benjamin Graham. Tale lettura impressionò notevolmente Warren Buffett, tant’è che egli andò a New York con Ben Graham per iniziare i suoi studi di economia, alla Columbia Graduate Business School.

Come è diventato ricco Warren Buffett: Berkshire Hathaway

La sede di BerkShire Hathaway

All’età di 25 anni nel 1956, Warren Buffett inizia una partnership di investimento, con 7 soci accomodanti che contribuirono con 100.000 $, mentre il magnate versa 100$, ma come socio accomodatario.

Nel corso dei successivi 13 anni, questa partnership di investimenti raggiunge un tasso di interesse annuo del 25%. Nel 1956 viene chiusa con un incasso di 25 milioni di dollari come quota personale.

Warren Buffett utilizza poi il suo capitale per acquistare una partecipazione di controllo nella Berkshire Cotton Manufacturing, un’azienda ben consolidata in campo tessile ma che si trovava in un momento di seria difficoltà finanziaria.

Questa società si va poi a fondere con Hathaway Manufacturing e vengono acquistate partecipazioni in 2 compagnie di assicurazioni. Questa viene poi ribattezzata Berkshire Hathaway.

Tali compagnie hanno generato un flusso di cassa costante, investito puntualmente in azioni e obbligazioni. Il portafoglio azionario della società nel 1967 era 7,2 milioni di dollari. Nel giro di due anni, il portafoglio azionario era cresciuto fino a raggiungere i 42 milioni di dollari. Le assicurazioni e i profitti da investimento superavano ampiamente il fatturato derivante dalla produzione nel tessile dell’azienda, che pure fu mantenuta. Negli ultimi 25 anni, la Berkshire è cresciuta ad un tasso composto del 23,2% per cento anno – ben al di sopra dell’obiettivo di Buffett del 15% annuo.

Ad oggi è una delle principali compagnie assicurative del paese.

Warren Buffett: l’oracolo di Omaha

Warren Buffett è conosciuto come l’oracolo di Omaha per la sua incredibile abilità negli investimenti, che gli ha consentito di accumulare una fortuna superiore ai 100 miliardi di dollari, stando a quanto riportato da Forbes. Il suo successo negli investimenti ha spinto legioni di investitori a effettuare una serie di veri e propri pellegrinaggi, verso Omaha, Nebraska, per avere l’opportunità di ascoltarlo all’incontro annuale del Berkshire.

La città di Omaha, in USA, che ha ispirato il soprannome di Warren Buffett

Filosofia di investimento di Warren Buffett

La filosofia di investimento di Warren Buffett è un ibrido di strategie proposte da due consulenti finanziari: Ben Graham e Philip Fisher.

Da Graham Warren Buffet ha imparato l’approccio del margine di sicurezza. Inoltre, è da Graham che Warren Buffet impara un concetto fondamentale nella filosofia value: le fluttuazioni a breve termine sono irrilevanti, bisogna guardare al valore a lungo termine dell’azienda.

Il logo della Coca-Cola, titolo che Warren Buffett possiede da decenni, famoso per essere solido ed espressione della filosofia value

Abbiamo trattato nel dettaglio il concetto di value investing nei link che ti abbiamo lasciato, ma qui possiamo dire che il value investing è una strategia di investimento che si basa su investire su azioni che mostrano buoni potenziali di crescita sul lungo termine.

Secondo la filosofia di Warren Buffet il mercato azionario è, in buona sostanza, un luogo, virtuale o reale, dove si acquistano o vendono azioni. La sua funzione non è quella di prevedere il valore futuro di un’azienda. Ovviamente, se si dispongono di informazioni limitate su un determinato titolo, fare affidamento sul rumore di fondo può avere un senso, ma se abbiamo fatto i nostri compiti per casa, e conosciamo quindi meglio della media il valore del titolo, le sue potenzialità, i problemi e le prospettive, allora non c’è necessità di preferire il “rumore di fondo” piuttosto che fare affidamento sulle nostre previsioni e conoscenze personali.

Value investing e Mr Market

Per spiegare il concetto alla base del value investing, Warrent Buffet fa ricorso ad un’analogia. Immagina di essere co-proprietario di una piccola azienda in partnership con il signor mercato. Ogni giorno, Mr Market ti propone un prezzo per acquistare la tua quota, oppure vendere la sua quota. Il prezzo proposto però varia notevolmente a seconda dell’umore di Mr Market. Se è di buon umore, allora l’offerta sarà ottimisticamente al rialzo, se è di cattivo umore l’offerta sarà invece eccessivamente pessimistica. Come per il mercato azionario, è ovvio che il valore della quota non cambia significativamente da un momento all’altro: a cambiare sono solo ed esclusivamente gli stati di euforia o di pessimismo.

Ovviamente, restare indifferenti al rumore di fondo implica un lavoro anche a livello psicologico e di mindset, per imparare a restare freddi rispetto al turbine emotivo che le variazioni al rialzo o al ribasso del mercato azionario possono causare: quindi gli investitori devono essere preparati, finanziariamente e psicologicamente, alle fluttuazioni quotidiane del mercato. Ed è importante restare freddi anche rispetto alle mode del momento: guardare ai fondamentali è l’unica strada per una strategia di investimento finanziariamente sostenibile sul lungo periodo.

Warren Buffett: portfolio

Il portfolio di Warren Buffett è sbilanciato sul settore tecnologico in particolare Apple (51% del totale), quello finanziario (20% del totale), beni di prima necessità (10.93%) e energia (9.34%).

Ricoprono invece un ruolo minore gli investimenti nella tecnologia dell’informazione, dei servizi, dell’health care e i consumi discrezionali.

Il portfolio di Warren Buffett risulta sbilancio sul titolo Apple

Vediamo le prime 10 aziende nel portfolio:

  Azione% del
Portfolio
Valore
AAPL – Apple Inc.51.00$177,591,247,000
BAC – Bank of America Corp.8.51$29,632,525,000
AXP – American Express7.59 $26,410,584,000
KO – Coca Cola Co.6.92$24,087,999,000
CVX – Chevron Corp.5.56$19,372,949,000
OXY – Occidental Petroleum3.78$13,178,796,000
KHC – Kraft Heinz Co.3.32$11,560,036,000
MCO – Moody’s Corp.2.46$8,578,175,000
HPQ – HP Inc.1.07$3,714,461,000
DVA – DaVita HealthCare Partners1.04$3,626,522,000

Come puoi notare, anche Warren Buffett sembra privilegiare la tecnologia come Apple nelle proprie scelte di investimento. Se vuoi approfondire l’investimento nel settore della tecnologia, ti rimandiamo alla nostra guida sulle azioni FAANG.

Warren Buffett: patrimonio

Secondo Forbes, Warrenn Buffett è il sesto uomo più ricco del mondo, con un patrimonio di 116,2 miliardi di dollari. La maggior parte della fortuna di Buffett deriva dai suoi investimenti nella nella Berkshire Hathaway, dove Buffett possiede il 37.9% delle azioni di classe A.

Rilevante è anche la partecipazione, attorno all’1%, nella U.S. Bancorp. Il valore degli investimenti di Buffett, escludendo la Berkshire, è stato invece calcolato tra 500 e 900 milioni di dollari.

Il metodo Warren Buffett

Secondo Warren Buffet l”allocazione razionale del capitale è la chiave di qualsiasi investimento di successo. Il suo approccio al mondo degli investimenti si può sintetizzare nei seguenti punti:

  • Ignora il rumore di fondo: le fluttuazioni quotidiane sono irrilevanti
  • Non preoccuparti per ogni singolo evento macroeconomico;
  • Acquista un’azienda, non le sue azioni;
  • Gestisci attivamente un portfolio di attività che desideri possedere.

Seguire questi punti, implica sostanzialmente porsi una serie di domande, con un approccio di tipo analitico step by step che prenda in considerazione 4 aree fondamentali: business, management, finanziario, di mercato.

Come analizzare le aziende secondo il metodo Warren Buffett

  • L’attività è semplice e comprensibile dal punto di vista dell’investitore? Prima di investire, bisogna comprendere una serie di dati fondamentali come: entrate, spese, flusso di cassa, rapporti di lavoro, prezzi, flessibilità e capitale requisiti. Il che presuppone un livello di conoscenza eccezionalmente elevato, il che spesso richiede che l’investitore abbia un effettivo coinvolgimento, a livello di interessi, lavorativo o per altre vie, nell’azienda su cui si intende investire.
  • L’azienda ha una storia operativa coerente? In generale, le migliori aziende su cui investire sono quelle che hanno prodotto lo stesso prodotto o servizio per un certo numero di anni. Picchi occasionali di profitto non dovrebbero influenzare le tue scelte di investimento.
  • Il management è razionale? Il che emerge dalle strategie di allocazione dei profitti. Dei manager razionali investono i profitti extra in progetti che producono guadagni ad un valore superiore rispetto al costo del capitale. In caso contrario, i profitti devono essere distribuiti agli investitori sotto forma di dividendi.
  • Il management è trasparente? Il rapporto con gli shareholders è importante, e questi devono essere messi a corrente, attraverso report finanziari periodici, sulle condizioni di salute dell’azienda;
  • La compagnia ha alti margini di profitto? La compagnia dovrebbe allocare in modo efficiente le risorse, e ogni soldo investito in spese non necessarie depriva gli azionisti da possibili profitti.
  • Qual è il rendimento del capitale proprio? Piuttosto che concentrarsi semplicemente sull’utile proprio, una misura migliore della performance di un’azienda è il rendimento patrimonio netto: il rapporto tra gli utili operativi e il patrimonio netto, che consente di calcolare la capacità del management di generare un rendimento rispetto al capitale investito. Approfondisci la tematica degli indici di redditività su Rankia.
  • Calcola l’Owner Earnings: secondo Buffett, il valore di una società è semplicemente il totale dei flussi di cassa netti, previsti nel corso della vita dell’azienda, sottratti i reinvestimenti degli utili.

Le sette regole d’oro di Warren Buffett

La strategia che abbiamo visto prima può essere adesso sintetizzata in 7 regole d’oro. Vediamole una per una.

  1. Guarda al lungo termine, senza farti influenzare dalle emozioni;
  2. Compra compagnie secondo il loro fair value;
  3. Non investire in compagnie che non comprendi;
  4. Non perdere le grandi opportunità;
  5. Non vendere delle azioni in base alle fluttuazioni del momento;
  6. Compra azioni ad un prezzo minore di quello che valgono;
  7. Sii prudente quando gli altri sono avidi e sii avido quando gli altri hanno paura.

Warren Buffett e Charlie Munger

La sinergia tra Warren Buffett e Charlie Munger è un esempio emblematico di collaborazione di successo. Warren Buffett, celebre per la sua straordinaria capacità di investimento e la guida di Berkshire Hathaway aveva al suo fianco, Charlie Munger, spesso descritto come il suo numero due, che ha svolto un ruolo cruciale in questa ascesa. La loro relazione professionale, basata su una profonda fiducia reciproca e una filosofia di investimento condivisa, ha portato a decisioni che hanno plasmato il destino di Berkshire Hathaway. Munger, con il suo approccio diretto e la sua acuta intuizione, ha spesso fornito a Buffett una prospettiva complementare, arricchendo le strategie di investimento dell’azienda. Insieme, hanno creato un duo dinamico, la cui visione e saggezza nel campo degli investimenti sono diventate leggendarie nel mondo della finanza. La loro collaborazione è un esempio lampante di come due menti brillanti, lavorando insieme, possano raggiungere risultati eccezionali, superando le sfide del mercato e stabilendo nuovi standard nel settore degli investimenti.

Cerchi un broker per investire?

Deposito minimo:

€1.00

Deposito minimo:

€0.00

* Ottieni 100 trades gratis con il codice: OM100AF
Deposito minimo:

€0.00

FAQ

Come ha fatto Buffett a diventare ricco?

Attraverso una serie di investimenti, ma il più rilevante è quello sulla Berkshire Cotton Manufacturing, azienda tessile che è stata riconvertita grazie agli investimenti di Buffett in società di assicurazione e di investimenti.

Qual è il metodo di Warren Buffett?

Il metodo di Warren Buffett si basa sulla filosofia value e consiste nell’investire in quelle aziende il cui valore si presume essere sottovalutato dal mercato. Inoltre, l’approccio è di lungo periodo, ignorando il rumore di fondo.

Chi è il migliore investitore del mondo?

Warren Buffett è sicuramente uno degli investitori più importanti e influenti al mondo, nonché l’investitore di più successo.

Come si calcola l’owner earning?

La formula per il calcolo è utili + ammortamenti + Variazioni del capitale circolante netto – spese in conto capitale di investimento.

Leggi più tardi - Compila il modulo per salvare l'articolo in formato PDF

Articoli correlati

Dividendi mensili: come riscuoterli
In questo articolo vedremo uno dei massimi principi di ogni investitore in borsa. Creare un portafoglio di investimenti che genera rendimenti passivi ogni mese, tramite dividendi mensili. Per fare ciò, indicheremo in quali potenziali aziende è pos...