Dichiarazione dei redditi 2021: Quando si fa, scadenza, precompilata e tutte le FAQ | Rankia: Comunità finanziaria

Dichiarazione dei redditi 2021: Quando si fa, scadenza, precompilata e tutte le FAQ

Dallo scorso 10 maggio 2021 è iniziata la stagione della Dichiarazione Fiscale, iniziata con la consegna del Modulo 730, con termine di consegna fino al 30 settembre. Con tempi di consegna differenti per il modello di reddito utilizzato dalle partite IVA, da inviare entro il 30 novembre. Nel tour di questo post esporremo: “Dichiarazione dei redditi 2021: Quando si fa, scadenza, precompilata e tutte le FAQ”.

Dichiarazione dei redditi 2021: Quando si fa, scadenza, precompilata e tutte le FAQ

Cos´é il 730?

Il 730 è il modulo di dichiarazione dei redditi dedicato a dipendenti e pensionati. Questo modello 730 presenta diversi vantaggi. In sostanza, il contribuente non ha la necessità di effettuare calcoli e ottiene il rimborso dell'imposta direttamente in busta paga o nella quota di pensione, dal mese di luglio, nel caso di pensionati, dal mese di agosto o settembre. Se, al contrario, il contribuente deve pagare un importo, questo verrà detratto dallo stipendio o dalla pensione.

La Dichiarazione Precaricata 2021. Inoltre l'Agenzia delle Entrate mette a disposizione, in un'apposita area del proprio sito, il 730 già precaricato, a cui si accede tramite:

  • Il codice PIN dei servizi telematici (Fisconline)
  • Identità SPID (Public System of Digital Identity)
  • CIE (carta d'identità elettronica)
  • Anche utilizzando le credenziali del dispositivo rilasciate dall'INPS o una carta nazionale dei servizi.

Il modello 730 precaricato è disponibile dal 10 maggio 2021.

Chi deve fare il 730 nel 2021?

Il modello 730 deve essere presentato dai contribuenti che nel 2021 sono: pensionati o dipendenti, compresi i lavoratori italiani che lavorano all'estero il cui reddito è determinato sulla base della retribuzione convenzionale definita annualmente con apposito decreto ministeriale.

Come e quando presentare la dichiarazione dei redditi?

Le persone presentano la dichiarazione dei redditi utilizzando il modello PF INCOME o il modello 730, a seconda del tipo di reddito che hanno. Dipendenti e pensionati con reddito da lavoro dipendente, pensione e altri redditi possono presentare il modulo 730. I coniugi possono presentare il modulo 730 congiuntamente.

Tutti gli altri soggetti e contribuenti non residenti in Italia nell'anno fiscale e / o nell'anno di presentazione della dichiarazione dei redditi hanno il modello PF INGRESO.

Come viene presentata la dichiarazione dei redditi (modello di reddito PF o 730)?

L'Agenzia delle Entrate fornisce ai contribuenti la modulistica e le istruzioni per la compilazione di “Redditi PF” e 730. Per chi utilizza il modello “Redditi PF” è disponibile anche il software RedditiOnLine Pf, che permette la compilazione del modello, file per essere inviato per via telematica tramite i servizi online dell'Agenzia delle Entrate e la generazione del modello di pagamento F24.

Qual è la dichiarazione dei redditi precaricata

Con l'intento di semplificare l'osservanza del conto economico annuale, l'Erario mette a disposizione dei contribuenti anche il modello 730 e il modulo di reddito individuale precaricato, che contiene diversi dati già inseriti in automatico, comprese le detrazioni spese. , spese universitarie, spese per premi assicurativi, contributi previdenziali, trasferimenti per ristrutturazione edilizia e interventi di riqualificazione energetica.

La dichiarazione dei redditi precaricata è un servizio online gratuito a cui è possibile accedere con:

  • Credenziali del sistema pubblico di identità digitale, Spid
  • Credenziali dei servizi telematici dell'Agenzia delle Entrate, Fisconline / Entratel.
  • Carta d'identità elettronica, CIE
  • Lettera di servizio nazionale, CNS.

All'interno del servizio potrai visualizzare, modificare e / o integrare la tua dichiarazione e infine inviarla all'Agenzia. Una volta inviata, la dichiarazione con il protocollo di invio rimane visibile e scaricabile all'interno della tua area autenticata. Tutti i passaggi da seguire per accedere e utilizzare la dichiarazione precaricata sono illustrati sul sito di informazione e supporto “Infoprecompilata”.

Al momento della presentazione della dichiarazione dei redditi

La dichiarazione dei redditi deve essere presentata ogni anno entro le seguenti scadenze:

  • Modulo 730 entro il 30 settembre, direttamente online o contattando i Centri di assistenza fiscale (Cafs), professionisti qualificati o il sostituto d'imposta (es. Il tuo datore di lavoro)
  • Il modello PF Reddito fino al 30 novembre, online o contattando i Centri Assistenza Fiscale (Caf), professionisti qualificati.
  • Le persone fisiche non residenti che si trovano all'estero al momento della presentazione della dichiarazione possono inviare la dichiarazione entro il 30 novembre mediante lettera raccomandata o altro mezzo equivalente.

Il testo del Decreto Sostegni è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Decreto Legge n. 41/2021 tra i provvedimenti riscrive anche il calendario delle scadenze fiscali. Il modello 730 precaricato è disponibile dal 10 maggio 2021.

La dichiarazione dei redditi precaricata è fondamentalmente una semplificazione per tutti i contribuenti. All'interno del reso sono già presenti molti dati, come reddito, trattenute e trattenute. Ovviamente non tutto è stato inserito correttamente. Tuttavia, il contribuente può decidere se accettare la dichiarazione dei redditi fornita oppure correggere o modificare alcune delle informazioni fornite.

Tempi di consegna

  • I resi inviati prima del 31 maggio 2021 devono essere presentati entro il 15 giugno 2021.
  • I resi presentati tra il 1 ° giugno e il 20 giugno 2021 devono essere presentati entro il 29 giugno 2021.
  • I resi presentati tra il 21 giugno e il 15 luglio 2021 devono essere presentati entro il 23 luglio 2021.
  • I resi inviati tra il 16 luglio 2021 e il 31 agosto 2021 devono essere presentati entro il 15 settembre 2021.

In conclusione, per le dichiarazioni presentate a partire dal 24 aprile 2017, è necessario richiedere il collocamento del visto di conformità qualora si intenda utilizzare a titolo di risarcimento crediti di importo superiore a 5.000 euro (art. 3 del decreto legge n. 50 del 2017). Per utilizzare il credito derivante da 730 a titolo di risarcimento, il contribuente deve compilare e presentare il modulo di pagamento F24 esclusivamente tramite i servizi telematici messi a disposizione dall'Agenzia delle Entrate, nei termini stabiliti dall'art. 3, comma 1, del decreto-legge 26 ottobre 2019, n. 124.

Se desideri maggiori informazioni sulla dichiarazione dei redditi e altri aspetti relativi alla tua restituzione visita il sito ufficiale: https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/

Se vuoi saperne di più su argomenti correlati e su tutto ciò che riguarda finanza ed economia visita Rankia Italia e partecipa al nostro blog.


Lascia un commento

Sii il primo a commentare!
Commento

Benvenuto nella comunità!

Seleziona i temi che ti interessano e personalizza la tua esperienza in Rankia

Ti invieremo una newsletter ogni due settimane con le novità di ogni categoria che hai scelto


Vuoi ricevere le notifiche dei nostri eventi/webinar?


Continuando, accetti l'informativa sulla privacy