Bull Market e Bear Market (Orso e Toro) | Rankia: Comunità finanziaria

Bull Market e Bear Market (Orso e Toro)

Cosa sono il Bull Market e il Bear Market? Scopriamo insieme di cosa si tratta, quali sono le origini di questi termini e il perché potrebbe essere interessante tenerli a mente.

Bull Market e Bear Market (Orso e Toro)

I termini “Bull Market” e “Bear Market” (rispettivamente “Mercato del toro” e “Mercato dell’orso”) sono utilizzati per riferirsi rispettivamente al “Mercato rialzista” e al “Mercato ribassista”.

Probabilmente conosci già il mercato rialzista e quello ribassista, ovvero si tratta dei termini che si riferiscono ad un mercato avente un andamento tendente, rispettivamente, a migliorare o a peggiorare.

Perché coniare nuovi termini sfruttando degli animali? Potresti non saperlo ma questi termini sono molto comuni, di fronte al Frankfurt Stock Exchange puoi infatti ammirare le statue dei due animali che sembrano apprestarsi al combattimento, un po' come avviene con l’andamento di mercato, sempre pronto a cambiare da rialzista a ribassista.

Puoi ricordare quale animale è cosa, in maniera molto banale. Il toro attacca tramite un’incornata che va dal basso verso l’alto (mercato rialzista), mentre l’orso quando attacca si erge su due zampe per dare zampate verso il basso o per schiacciare l’avversario (mercato ribassista).

Origine del termine

Il fatto che questi termini vengano utilizzati comunemente, è un dato di fatto, ma com’è nata la cosa? Purtroppo non ci è noto saperlo.

Per quanto riguarda l’orso, potrebbe riferirsi al fatto che in passato i venditori acquistavano le pelli d’orso direttamente dai cacciatori, e il profitto dei commercianti aumentava quando gli acquisti avvenivano durante un calo del valore delle pelli (quindi quando il mercato scendeva, quando l’andamento andava al ribasso). La teoria è rafforzata anche dal fatto che in passato si dava dei “venditori di pelle d’orso” agli speculatori.

Per quanto riguarda il toro, vi è un’ipotesi sulla quale non fare troppo affidamento. Potrebbe derivare dalla nasciate della borsa nelle Fiandre, a causa del fatto che i compratori utilizzavano termini monosillabici dal suono simile a quello del verso del toro.

Breve panoramica sul Bull Market e sul Bear Market

Il Bull Market e il Bear Market, come già detto, corrispondono al mercato rialzista e ribassista, ma cosa vuol dire?

Il Bull Market rappresenta un andamento in crescita, ovvero si tratta di un aumento dei prezzi. Ciò vuol dire che se si riesce a identificare un Bull market, bisogna acquistare quanto prima, in modo da risparmiare rispetto al prezzo che vi sarà successivamente.

Dopo l’attacco del toro, sarà il momento del Bear Market, durante il quale i prezzi cominceranno a scendere. Il momento ideale per vendere è proprio il momento in cui ci si rende conto di essere al cospetto del Bear Market, ovvero vendere al prezzo più alto possibile prima che questo cali.

Conclusione

In conclusione ti consigliamo di dare un’occhiata agli approfondimenti riguardo il mercato rialzista e quello ribassista. Per quanto riguarda i termini Bull Market e Bear Market sta a te decidere se utilizzarli o meno, ma speriamo che ti abbia fatto piacere conoscere queste curiosità (anche perché, diciamocelo, a volte si rischia di impazzire monitorando dati per ore ed ore, è molto più divertente immaginarsi il tutto come una battaglia tra due colossi della natura).


Guida Analisa tecnica
Guida raccomandata

Guida all´a analisi tecnica

Impara tutto sull'analisi tecnica e porta il tuo trading al livello successivo.

Scaricare gratis

Lascia un commento

Sii il primo a commentare!
Commento

Benvenuto nella comunità!

Seleziona i temi che ti interessano e personalizza la tua esperienza in Rankia

Ti invieremo una newsletter ogni due settimane con le novità di ogni categoria che hai scelto


Vuoi ricevere le notifiche dei nostri eventi/webinar?


Continuando, accetti l'informativa sulla privacy