I 5 migliori fondi indicizzati del mercato

In questa guida andiamo ad approfondire i fondi indicizzati e a vedere alcuni esempi di fondi indicizzati. Vediamo quindi cosa sono, perché sono degli investimenti tanto popolari fra gli investitori, come effettuare le operazioni di ricerca ed analisi per selezionare il migliore fondo indicizzato, come decidere quindi su quale fondo indicizzato investire, come acquistarli e una lista dei top fondi indicizzati in cui investire ad oggi.

migliori fondi indicizzati

Fondi indicizzati: cosa sono

I fondi indicizzati sono una forma di investimento che opera replicando un indice di riferimento, di solito un indice azionario. Quindi, l’attività consiste nella raccolta di risparmio e nell’investimento di tali fondi in titoli in modo da replicare nel modo più fedele possibile un indice sottostante.

  1. Fondo con replica fisica: è un tipo di fondo indicizzato che compra le azioni del fondo che sta cercando di replicare.
  2. Fondo con replica sintetica: operano per mezzo di derivati finanziari, cioè non sono sostenuti dall’asset che replicano ma da contratti.

I fondi indicizzati sono a gestione passiva (fondi passivi). Essi mirano a replicare la performance di un indice specifico, come l’S&P 500, il FTSE MIB o l’FTSE 100, acquistando titoli nella stessa proporzione dell’indice che intendono replicare. A differenza dei fondi a gestione attiva, dove il gestore del fondo fa scelte d’investimento nella speranza di superare un indice di riferimento, i fondi indicizzati seguono semplicemente l’indice. Di conseguenza, i fondi indicizzati tendono ad avere commissioni più basse rispetto ai fondi a gestione attiva, poiché non richiedono lo stesso livello di analisi e supervisione da parte dei gestori.

Perché i fondi indicizzati sono tanto popolari?

I fondi indicizzati sono un investimento popolare in quanto offrono una serie di vantaggi e rappresentano uno dei migliori strumenti per generare ricchezza ed investire. Si tratta di uno strumento alla portata di tutti gli investitori, sia quelli più esperti che quelli meno esperti.

I fondi indicizzati offrono, in sintesi, tre vantaggi fondamentali:

  • Minimizzazione del tempo e del rischio: quando si sceglie di investire in singole azioni, bisogna spendere tempo, sia in formazione che in attività di ricerca dei titoli. Inoltre, se non si è degli investitori esperti, questo tipo di attività di ricerca attiva si accompagna generalmente ad una serie di rischi. I fondi indicizzati, investendo in modo da replicare un indice di riferimento, consentono sia di minimizzare il tempo speso, sia di ridurre il rischio, in quanto garantiscono un alto grado di diversificazione;
  • Eterogeneità e possibilità di scelta: i fondi indicizzati sono un gruppo estremamente ampio ed eterogeneo, il che ti consente di scegliere lo strumento che meglio si adatta alle tue esigenze, preferenze e al tuo stile di investimento;
  • Basse commissioni: lato commissioni i fondi indicizzati sono generalmente meno costosi delle alternative, come i fondi attivi.

Come investire in un fondo indicizzato?

Per investire in un fondo indicizzato è necessario seguire un approccio step by step che consiste in 3 fasi. Innanzitutto, devi partire dalla scelta dell’indice su cui andare ad investire. Sono presenti centinaia di indici in cui investire, targettizzati per paese, strategia di investimento, materie prima e altro ancora. Dopo avere individuato l’indice di riferimento, devi trovare il fondo o i fondi indicizzati di riferimento. Infine, devi acquistare il fondo attraverso un gestore di fondi, un broker o una piattaforma di trading online.

Ricerca dei fondi indicizzati

Per ricercare un fondo indicizzato, devi partire, come accennato, dalla scelta sull’indice sottostante su cui intendi investire. Ad esempio, vuoi investire in aziende small-cap, mid-cap o larg-cap? Vuoi investire in un paese o un’industria specifica? Cerchi l’esposizione ad una tipologia di asset (es. azioni, obbligazioni) specifica? Quale stile di investimento segui? C’è solitamente un’opzione disponibile per ognuna di queste esigenze ma devi prima individuare la tipologia di investimento che vuoi andare ad operare. Per le tue ricerche, puoi avvalerti sia di Google, sia di forum a tema, come ad esempio i vari subreddit dedicati alla finanza, oppure utilizzare direttamente la barra di ricerca del broker con cui stai operando.

Come decidere su quale fondo investire: aspetti da considerare

Regolamentazione e autorizzazioni

La fase della selezione consiste nella scelta del fondo indicizzato che meglio si adatta alle tue esigenze. In Europa i fondi indicizzati disponibili sono gli ETF, sebbene non tutti gli exchange traded funds rientrino all’interno della categoria dei fondi indicizzati (ad esempio, ARKK è un ETF ma non un fondo indicizzato, in quanto segue uno stile di investimento attivo).

Passaggio preliminare è assicurarsi quindi che l’ETF con cui si intende negoziare sia effettivamente indicizzato. Poi bisogna assicurarsi che lo stesso sia commerciabile all’interno del territorio UE , ad esempio gli ETFs USA sono stati bannati in UE nel 2018, quindi normalmente non puoi investirci. Accanto ai fondi UE trovi le lettere “UCITS” che stanno a indicare l’armonizzazione dell’ETF rispetto alle regole UE (direttiva  2009/65/EC ), e sono provvisti del KID (key information document) che assolve gli obblighi in materie di informazione. Molti ETF degli Stati Uniti non sono presenti in UE semplicemente perché non conformi agli obblighi di informazione previsti dalla legislazione UE, per la tutela dell’investitore. Questo, però, non è solitamente un limite, in quanto quanto esistono anche ETFs UE armonizzati che replicano indici degli Stati Uniti.

Caratteristiche degli ETF

Per ogni indice, poi, trovi solitamente più exchange traded funds disponibili. Quindi, ti potresti chiedere come scegliere. Vediamo i fattori principali da tenere in considerazione:

  • Performance: nel senso delle variazioni positive e negative e della fedeltà del fondo rispetto all’indice di riferimento. Utilizziamo due indicatori: tracking error e tracking difference. Il primo sta ad indicare quanto fedelmente l’ETF replica il sottostante. Il secondo indica quanto è consistente la corrispondenza al sottostante dell’indice di riferimento nel corso del tempo;
  • Tipologia di ETF: esistono due tipologie fondamentali, quelli a replica fisica e quelli a replica sintetica. I primi sono la tipologia più comune di ETF e consistono nell’acquisto diretto (fisico) del titolo. I secondi invece utilizzano strumenti derivati. Se ricerchi livelli di rischio più bassi, allora è meglio orientarsi su ETFs a replica fisica. Tuttavia non tutti gli indici potrebbero essere coperti da ETFs a replica fisica, quindi in alcuni casi potresti essere costretto a orientarti su ETFs a replica sintetica;
  • Costi: questi si dividono in due tipi, i costi di commissione e i costi di proprietà. Ovviamente devi tenere entrambe queste voci di spesa in considerazione prima di effettuare l’acquisto.

Acquista il tuo fondo indicizzato

Acquistare un fondo indicizzato è molto semplice. Devi disporre innanzitutto di un account su un broker, come ad esempio, Fineco, ed effettuare un deposito, utilizzare quindi la barra di ricerca per verificare la disponibilità dell’ETF selezionato, andare poi ad acquistare il fondo e concludere l’investimento.

fondi comuni indicizzati

Fineco, una delle principali banche online italiane, permette, tra gli altri numerosi assets, anche l’acquisto di fondi d’investimento grazie alla sua piattaforma user-friendly. Oltre a offrire un’ampia selezione di fondi da gestori globali, Fineco propone commissioni competitive rispetto ad altre banche, rendendo l’investimento più accessibile. Gli strumenti di analisi forniti dalla banca insieme alla robusta sicurezza e l’efficiente servizio clienti garantiscono una sicura esperienza d’investimento. Completano l’offerta eventi formativi e webinar che mantengono gli investitori aggiornati sulle dinamiche di mercato. Ti lasciamo anche la nostra guida su come investire in ETF con Fineco per ulteriori informazioni.

Fineco Bank

8.75/ 10

Mercati

Italia, Europa, USA, Canada

Ottieni 100 trades gratis con il codice: OM100AF

Operatore solido, regolato dalla CONSOB e quotato in Borsa.

Nuova piattaforma FinecoX: personalizzazione, funzionalità evolute e completezza operativa

Puoi riunire servizi bancari e di trading in un solo conto.

Deposito minimo:

€0.00

I migliori fondi indicizzati

Non esiste un migliore fondo indicizzato in assoluto ma solo quello che si adatta meglio alle tue esigenze personali, le quali non possono non tenere in considerazione molteplici fattori, il più delle volte dipendenti da quelle che sono le tue necessità di investimento.

Noi, però, abbiamo voluto, a titolo meramente esemplificativo, elencarti i migliori 5 ETF secondo le nostre ricerche delle performance.

ETFISINPerformance (anno)
iShares Core S&P UCITS ETF IE00B5BMR087+25,83%
WisdomTree Global Quality Dividend Growth UCITS ETF USD AccIE00BZ56SW52+8.33%
iShares MSCI World SRI UCITS ETF EUR (Acc)IE00BYX2JD69+10,22%
Amundi ETF S&P 500 UCITS ETF USDLU1681048804+8,40%
Lyxor Core STOXX Europe 600 (DR) UCITS ETF AccLU0908500753+16,82%

Se ti interessa approfondire ulteriormente la tematica, ti consigliamo le nostre guide su posso comprare fondi Vanguard attraverso un altro broker? Oltre che i più grandi gestori di fondi del mondo.

I migliori fondi indicizzati a basso costo

Ecco alcuni dei migliori fondi indicizzati a basso costo.

FONDO
1Fidelity ZERO Large Cap Index
2Schwab S&P 500 Index Fund
3Invesco QQQ Trust ETF
4ETF iShares Core S&P 500
5Shelton NASDAQ-100 Index fund

Fidelity ZERO Large Cap Index

Si tratta di un’iniziativa della società d’investimento che si è lanciata nel settore dei fondi comuni d’investimento senza spese. Il fondo non segue ufficialmente l’andamento dell’S&P 500. Inoltre, essendo un fondo favorevole agli investitori, non deve richiedere una tassa di licenza per l’utilizzo del nome S&P, il che consente di ridurre i costi per gli investitori.

  • Rapporto spese: 0%. Ciò significa che per ogni 10.000 dollari investiti, i costi sono pari a 0 dollari all’anno.

Schwab S&P 500 Index Fund

Lo Schwab S&P 500 Index Fund è un fondo comune di investimento con una solida storia che risale al 1997 ed è sponsorizzato da Charles Schwab, uno dei nomi più rispettati del settore. L’azienda è rinomata per la sua attenzione alla realizzazione di prodotti che siano favorevoli all’investitore, come dimostra il rapporto spese/prezzo estremamente basso di questo fondo.

  • Expense ratio: 0,02%. Ciò significa che ogni 10.000 dollari investiti costerebbero 2 dollari all’anno.

Invesco QQQ Trust ETF

Si tratta di un altro fondo indicizzato che tiene conto della performance delle maggiori società non finanziarie dell’indice Nasdaq-100. Inoltre, presenta una sovraperformance a grande capitalizzazione in termini di rendimento totale nei 15 anni fino a settembre 2021.

  • Expense ratio: 0,2 per cento. Ciò significa che ogni 10.000 dollari investiti costerebbero 20 dollari all’anno.

ETF iShares Core S&P 500

L’IShares Core S&P 500 ETF è un fondo sponsorizzato da una delle maggiori società di fondi, BlackRock. Questo fondo è uno dei più grandi ETF e segue l’andamento dell’S&P 500

  • Expense ratio: 0,03%. Ciò significa che ogni 10.000 dollari investiti costerebbero 3 dollari all’anno.

Shelton NASDAQ-100 Index fund

Questo ETF segue la performance delle maggiori società non finanziarie dell’indice Nasdaq-100, che comprende principalmente società tecnologiche. 

  • Expense ratio: 0,5%. Ciò significa che ogni 10.000 dollari investiti costerebbero 50 dollari all’anno.

I migliori fondi indicizzati: conclusione

In conclusione, prima di investire in fondi a gestione passiva dovresti considerare se questo è il tuo modello di investimento. In questo modo, speriamo che abbiate capito quali sono i 5 migliori fondi indicizzati nel mercato totale. Ricorda che il mercato è soggetto a volatilità, quindi è possibile che alcuni fondi scendano o salgano di valore o di capitale nel mercato, ma allo stesso tempo sono quelli con più stabilità al momento.

Abbiamo quindi affrontato la tematica, speriamo nella forma più esaustiva possibile, dei migliori fondi indicizzati. Se vuoi un approfondimento sui migliori ETF ad alto dividendo abbiamo preparato una guida a cui puoi accedere facendo click sul link. Tra gli altri approfondimenti che vi consigliamo, c’è anche quello dei migliori ETF sull’India (se vuoi investire su mercati in base alla collocazione geografica) oltre che i migliori ETF sul gas naturale, se hai come target asset assai importanti nei contesti industriali e materie prime.

FAQ

Dove investire in fondi indicizzati?

Per investire in fondi indicizzati puoi avvalerti, molto semplicemente, di un broker online che preveda questa possibilità di investimento.

Quali sono i migliori 5 fondi indicizzati?

Questi sono iShares Core S&P UCITS ETF , WisdomTree Global Quality Dividend Growth UCITS ETF USD Acc, iShares MSCI World SRI UCITS ETF EUR (Acc), Amundi ETF S&P 500 UCITS ETF USD, Lyxor Core STOXX Europe 600 (DR) UCITS ETF Acc

Quali sono i 5 migliori fondi indicizzati a basso costo?

Questi sono Fidelity ZERO Large Cap Index, Schwab S&P 500 Index Fund, Invesco QQQ Trust ETF, ETF iShares Core S&P 500, Shelton NASDAQ-100 Index fund

Come funzionano i fondi indicizzati?

Funzionano replicando un indice di riferimento, di solito un indice azionario. Possono essere a replica sintetica (se utilizzano derivati) o fisici (se acquistano direttamente il titolo).

Leggi più tardi - Compila il modulo per salvare l'articolo in formato PDF
II edizione: Rankia Markets Experience Milano 2024
  • Relatori d'elite: una selezione esclusiva dei più influenti trader e investitori del settore.
  • Trading Live e consigli pratici: strategie avanzate per migliorare il trading.
  • Networking di alto livello: crea connessioni significative, scambia idee e costruisci relazioni professionali durature.
  • Regali esclusivi: ogni partecipante riceverà regali unici, pensati per arricchire ulteriormente l'esperienza dell'evento.
  • Partecipazione gratuita: l'accesso all'evento è completamente gratuito.
Guida ai fondi d'investimento
Questo e-book ti aiuterà a imparare ciò che devi sapere per iniziare a capire cosa sono i fondi d'investimento e come funzionano:
  • Dettagli più rilevanti per la comprensione, l'analisi e la valutazione dei fondi
  • Consigli utili per investire

Articoli correlati