Come fare trading con l’indicatore Average True Range?

L'indicatore ATR è utilizzato per misurare la volatilità dei prezzi e quindi stimare il movimento dei prezzi, in un periodo specifico. In questo articolo vedremo più in profondità cos'è l'indicatore Average True Range e qual è la sua importanza nel trading.

average true range trading
Fonte: IG broker

Average True Range nell'analisi tecnica

Prima di iniziare l'articolo, è necessario sapere cosa sono gli indicatori tecnici.

Gli indicatori di analisi tecnica sono formule matematiche e statistiche che vengono applicate alle serie di prezzi e volumi, con l'intento di aiutare a prendere decisioni di investimento o a collocare i prezzi in determinate fasi o situazioni. Mostrano se il prezzo si trova in una determinata tendenza, se è in ipercomprato, in ipervenduto o se sta divergendo dal prezzo e possono indicare cambiamenti nella tendenza.

 Gli indicatori tecnici più comunemente utilizzati nell'analisi tecnica comprendono: 

Indicatori di tendenzaIndicatori di oscillazione
Advance decline lineDistribuzione dell'accumulo
VolatilitàAroon
Indice di flusso monetario (IFM)Bande di Bollinger
Chaikin Money FlowStocastico
Deviazione standardForza relativa
Medie mobiliOscillatore di previsione
MomentumRate of change
 RSI
 ATR Average True Range

Come fare trading con l'indicatore Average True Range

J. Welles Wilder ha sviluppato i suoi indicatori basati sui mercati delle materie prime. Si è reso conto che guardare semplicemente il range giornaliero era una misura troppo semplicistica della volatilità. Questo è dovuto principalmente al modo in cui le materie prime si muovono su e giù in modo limitato o anche a causa delle differenze di prezzo tra la chiusura del giorno precedente e l'apertura recente.

Per riflettere correttamente la vera volatilità del mercato, l'indicatore dovrebbe anche prendere in considerazione la chiusura del giorno precedente e i massimi e i minimi attuali. Su questa base, J. Welles Wilder ha definito il vero intervallo come il più alto dei seguenti tre valori:

  • La differenza tra il massimo attuale e il minimo attuale.
  • La differenza tra il prezzo di chiusura precedente e il massimo attuale
  • La differenza tra il prezzo di chiusura precedente e il minimo attuale.

Wilder ha poi proposto di prendere una media di questo valore su diversi giorni per fornire una rappresentazione significativa della volatilità. Logicamente, ha chiamato questo strumento Average True Range (ATR).

Formula dell'indicatore ATR

L'indicatore di trading ATR per il periodo corrente è calcolato come segue in n periodi:

ATR = ATR precedente (n – 1) + True Range del periodo corrente n ◀

L'intervallo vero è il valore più alto del risultato delle 3 equazioni seguenti:

  • TR= Alto – Basso
  • TR= Alto – Chiusura del giorno precedente
  • TR= Chiusura del giorno precedente – Basso 3.

Dove:

  • TR: è l'intervallo vero
  • Alto: rappresenta il massimo del giorno
  • Basso: rappresenta il minimo del giorno

Poiché l'equazione richiede un valore ATR precedente, dobbiamo eseguire un calcolo diverso per ottenere un valore ATR iniziale.

Per l'ATR iniziale, prendiamo semplicemente la media aritmetica del rango sugli n periodi precedenti.

Quale valore dovrei usare per n?

  • Se si aggiungono più giorni, si ottiene un indicatore di volatilità più lento.
  • Se usi meno giorni, hai una misura di volatilità veloce.

Wilder raccomandava di utilizzare periodi di 7 o 14 giorni per una performance ottimale, a seconda del sistema di trading che si stava utilizzando. Come vedremo, 14 è il valore predefinito utilizzato nella piattaforma di trading MetaTrader 4.

L'indicatore ATR MT4 permette ai trader di conoscere la volatilità giornaliera di un asset in modo molto semplice.

  • Se l'indicatore ATR è alto, significa che gli ultimi periodi del grafico di trading mostrano grandi movimenti e che l'asset ha un'alta volatilità in quel momento.
  • Se l'indicatore ATR è basso, significa che gli ultimi periodi del grafico di trading mostrano piccoli movimenti e che l'asset ha una bassa volatilità in quel momento.

Come interpretare l'ATR in una strategia di trading?

L'ATR non indica necessariamente l'esatta tempistica di un cambiamento di tendenza, anche se può dare un'indicazione del momentum di una tendenza. Quindi, per identificare efficacemente i punti o le direzioni di entrata e di uscita, è necessario prendere in considerazione altri indicatori come l'indice di forza relativa e la divergenza della media mobile. 

La loro interpretazione è la seguente: 

  • Valori ATR bassi indicano poca attività, un mercato tranquillo in cui i movimenti saranno brevi.
  • Valori ATR bassi e prolungati indicano un consolidamento dei prezzi e possono rappresentare il punto di partenza o la continuazione di una tendenza.
  • Valori ATR elevati indicano un'elevata attività del mercato e, quindi, che i movimenti che si verificano saranno lunghi. I valori molto elevati si verificano a seguito di un forte rialzo o ribasso ed è molto improbabile che l'ATR rimanga su valori elevati per un periodo di tempo prolungato.

Pertanto, l'ATR nel trading ci permetterà di prevedere forti movimenti di mercato a seconda della crescita della volatilità. Nel senso più ampio, si può usare l'indicatore di volatilità ATR come una guida ai continui movimenti di prezzo nel mercato dei cambi.

Come abbiamo visto nell'esempio precedente, quando l'indicatore ATR sale, c'è un forte movimento nel mercato. Negli indici, questo movimento tende ad essere al ribasso, poiché la volatilità trasmette “paura”.

Questo non è vero per tutti i beni. Per esempio, l'ATR nel Forex, essendo una valuta contro un'altra, non può indicare una caduta o un aumento. Quale delle valute beneficia/danneggia la volatilità?

Ecco perché la tecnica migliore è usare l'indicatore ATR per identificare forti movimenti di mercato, sia rialzisti che ribassisti. Lo determinerai in base alla tua analisi tecnica o fondamentale.

Strategie con l'ATR

  1. Con strategie momentum: se un titolo si trova in una fase di rialzo e l'ATR inizia a salire, significa che le fluttuazioni dei prezzi stanno aumentando, il che potrebbe indicare un'inversione.
  2. Con supporto e resistenza: l'ATR può essere utilizzato anche per confermare una tendenza. Se una linea di supporto inferiore viene rotta, indicando una tendenza al ribasso, il trader può confermare la forza del sentimento ribassista se l'ATR è aumentato.
  3. Con le Bande di Bollinger: un altro esempio di applicazione è la sua combinazione con le Bande di Bollinger. Se l'ATR aumenta nel momento in cui i prezzi si trovano al di sopra della banda superiore, indica un'imminente inversione di tendenza.
  4. Multipli ATR: molti trader creano i loro sistemi utilizzando l'ATR o un suo multiplo. Questo sistema consiste nell'aggiungere tale valore al prezzo del giorno successivo e nell'acquistarlo quando i prezzi superano tale livello.
    Ad esempio, se il titolo XYZ ha un ATR di 17 e un prezzo attuale di 30,50 euro, il trader può ipotizzare un movimento di prezzo di 17 punti nel trend attuale. Se il pattern è attualmente rialzista, il trader può ipotizzare che il prezzo dell'azione possa raggiungere un massimo di 30,67 euro e operare di conseguenza.
  5. Con le medie mobili: uno dei sistemi più utilizzati con le medie mobili è il breakout del canale ATR. Per la sua implementazione si utilizza una media mobile a lungo termine, ad esempio una MM a 70 settimane.
    Aggiungiamo il canale della volatilità dal MM70. A tal fine, tracciamo il limite superiore di questo canale aggiungendo 2-ATR al valore di MM70 e il limite inferiore sottraendo 2-ATR a MM70. Come possiamo vedere, alla fine avremo un canale di volatilità con una dimensione totale di 4-ATR.
    È possibile utilizzare variazioni di questa dimensione, anche se si raccomanda di mantenerla sempre nell'intervallo tra 3 e 5ATR.
  6. Impostare lo stop loss: per impostare il punto di stop loss è sufficiente calcolare la distanza tra il vostro ingresso +/- il valore ATR in quel momento. Se vogliamo impostare uno stoploss basato sull'ATR, lo imposteremo su fattore*ATR.
    • E quanto sarà il fattore?
      Dipende dal sistema, dal mercato e dal periodo in cui lavoriamo. La cosa ragionevole da fare è posizionare lo stoploss > 1 ATR, 2 ATR potrebbe essere un posto adatto per posizionare uno stoploss. Lo collocheremmo al doppio della volatilità media del mercato.

L'ATR è uno strumento versatile che aiuta i trader a misurare la volatilità e può aiutarci a prendere migliori decisioni di entrata e uscita. Solo con questo indicatore è possibile implementare un sistema di trading completo.

Leggi più tardi - Compila il modulo per salvare l'articolo in formato PDF
Consent(Obbligatorio)


Articoli correlati

Come fare trading nel Forex
Il mercato valutario o mercato forex (dall'inglese foreign exchange market) è il più grande e affascinante mercato nel mondo. I protagonisti del  mercato valutario sono grandi istituzioni bancarie, banche centrali, speculatori, imprese ecc ch...

Lasciate i vostri pensieri

guest
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Benvenuto nella comunità!

Seleziona i temi che ti interessano e personalizza la tua esperienza in Rankia

Ti invieremo una newsletter ogni due settimane con le novità di ogni categoria che hai scelto


Vuoi ricevere le notifiche dei nostri eventi/webinar?


Continuando, accetti l'informativa sulla privacy