Copertura con opzioni: covered call e protective put

Le opzioni sono derivati ​​finanziari in cui il prezzo (premio) dipende dal prezzo dell'attività sottostante. Originariamente le opzioni venivano create a scopo di copertura e sia la call coperta che la put protettiva mirano a proteggere la posizione assunta nell'asset sottostante. Pertanto, la cover call (vendita di un'opzione call) e la put protettiva (acquisto di un'opzione put) sono strumenti di copertura quando si ha una posizione lunga nell'asset sottostante.

Copertura con opzioni: covered call e protective put

Covered Call

La Covered Call consiste nella vendita di un'opzione call sull'asset sottostante che già abbiamo nel nostro portafoglio. La Covered Call ha la capacità di spostare il pareggio (ritardo dell'entrata in perdita) del portafoglio poiché quando vendiamo un'opzione entriamo nel premio. Il risultato dell'aggiunta di una call venduta ad una posizione lunga nel sottostante è quello di una put venduta. Si tratta quindi di una strategia che ci permette di avere un reddito aggiuntivo a quello del portafoglio (premio), e sebbene quando l'asset subisce grandi aumenti questa strategia rallenta il nostro profitto, la corretta applicazione può farci guadagnare profitti continui nello stile di un dividendo, anche lasciando il costo di acquisizione dell’attività a 0.

Il rischio si riduce quindi con l'acquisizione del premio, con contropartita la potenziale limitazione dei profitti in caso di rialzo trend dell'attivo. Questa limitazione del profitto può essere mitigata scegliendo strike più alti e lontani dal prezzo del sottostante, ma bisogna tenere conto che più lo strike è lontano, minore sarà il premio addebitato.

Put protettiva

La put protettiva consiste nell'acquistare un'opzione put sull'asset sottostante che abbiamo già nel nostro portafoglio. L'acquisto di una PUT ci dà il diritto, ma non l'obbligo, di vendere l'asset sottostante al prezzo di esercizio. Il risultato dell'aggiunta di una put acquistata alla posizione lunga nel sottostante è quello di un'opzione call acquistata. Si tratta quindi di una strategia che permette di proteggersi dai cali del prezzo dell'asset sottostante quando si prevede che ciò accada o quando vi è incertezza. Non importa quanto scenda il prezzo, o la dimensione del GAP di apertura, il nostro diritto di vendere a un certo prezzo ci consentirà di uscire dalla posizione a quel livello anche se il sottostante viene scambiato a un prezzo molto più basso.

La conseguenza di aggiungere un “Put acquistato” quando la risorsa sottostante è posseduta è garantire la posizione nel sottostante. Cioè, il “put protettivo” funziona come un'assicurazione.

Come implementare una Covered Call e una protective put

Supponiamo di aprire una posizione lunga sui futures E-mini SP 500 il 01/12/2022. Il futuro del mini future dell'E-mini SP 500 sarà il sottostante che incorporeremo nel portafoglio.

Sulla piattaforma iBroker osserviamo il grafico del prezzo dell'E-mini SP 500 e il volume scambiato. Inoltre, si osserva che il mini SP viene scambiato a 4080, quindi supponiamo che la nostra posizione lunga venga acquistata a quel prezzo. Nello stesso broker andiamo alla catena delle opzioni per la scadenza della settimana successiva e osserviamo che per i mini SP troviamo i seguenti strike:

L'operazione di Covered Call e PUT protettiva presenta molte sfumature nel suo modo di esecuzione, sia dal punto di vista del timing che del tipo di strategia che vogliamo intraprendere, quindi la scelta di strike più o meno ravvicinati dipenderà da queste condizioni, Per semplicità consideriamo sceglierà questi che vediamo nello screenshot. In questo caso il mini future SP esegue per noi l'acquisto a 4084. Nella catena delle opzioni osserviamo i prezzi di esercizio di 4100 e 4055 come strike adeguati per aprire la strategia. Il premio per la call 4100 venduta è di 30 dollari (50 è il moltiplicatore) mentre il premio per la put 4055 acquistata è di 33 (x50). La commissione di iBroker non è stata presa in considerazione poiché è molto bassa. Tenendo presente questo, il grafico seguente mostra il profitto finale della call coperta e della put protettiva.

Precio a vencimiento del subyacente (E-mini SP 500)380041504500
Futuro E-mini SP 500-28466416
Call vendida (Strike = 4100)30-20-370
Put comprada (Strike = 4055)222-33-33
Call cubierta-2544646
Put protectora-6233383

Copertura con opzioni: Come implementare una “copertina” e un “put protettivo”.

Vediamo cosa con un esempio: immagina che un investitore apre una lunga posizione in Futures Mini FTSE MIB il 21 gennaio 2021, attraverso la piattaforma del suo broker, che addebita una commissione di soli 0,9 euro e richiede alcune garanzie di 900 euro per il mantenimento posizione aperta più di un giorno. Il futuro del MINI FTSE MIB sarà il sottostante che incorporerà nel portafoglio.

L'investitore verifica sulla piattaforma del broker il grafico del MINI FTSE MIB, il volume negoziato e i prezzi della domanda e della fornitura. Nota inoltre che il MINI FTSE MIB è quotato a € 8915, quindi suppone che la sua posizione lunga sia acquistata a quel prezzo. Sulla stessa piattaforma di broker va alla catena di opzioni e osserva che i seguenti attacchi sono pubblicati per il MINI FTSE MIB:

Per eseguire la “copertina e il put protettivo” è conveniente che il prezzo dell'esercizio è vicino al sottostante, in questo caso, il futuro MINI FTSE MIB è acquistato a 8915. Nella catena di opzioni, l'investitore, osserva i prezzi dello strike di 8900 e 9000 come i prezzi di sciopero più stretti. Il premio per il caso della “call venduta” 9000 è di 79 euro mentre il premio del “Put acquistato” 9000 è il 168. La Commissione del broker non è stata presa in considerazione supponendo solo 0,75 euro. Tenendo conto di questo, il seguente grafico mostra il beneficio finale della “copertina” e il “Protective put“. 

Prezzo alla data di scadenza dei sottostante (FTSE MIB)8.0009.00010.000
Futuro mini FTSE MIB-915851.085
Call venduta (Strike = 9000)7979-921
Put acquistata (Strike = 9000)832-168-168
Call cuperta-836164164
Put protecttora-83-83917

La Covered Call riduce le perdite ottenute sul sottostante (dovute all'incasso del premio) in cambio di un limite massimo ai profitti quando il prezzo del sottostante sale, quindi la Covered Call è utile quando:

Il prezzo del sottostante rimane stabile.

Vogliamo bloccare i profitti quando il prezzo va in qualche modo a nostro favore.

Vogliamo stabilire un livello di presa di profitto ampliato dalla riscossione del premio.

E varie altre strategie che richiedono una spiegazione più ampia.

Da parte sua, la put protettiva riduce il profitto potenziale (a causa del pagamento del premio) in cambio di un tetto alle perdite quando il prezzo del sottostante scende, quindi la put protettiva viene utilizzata quando si prevede che il prezzo scenda. prezzo del sottostante in modo da guadagnare denaro per la put acquistata.

Notiamo che un blocco completo di profitti/perdite può essere effettuato utilizzando entrambi, poiché la Call coperta paga il prezzo premio del PUT protettivo, lasciando invariata la variazione della perdita di profitto. Questa strategia si chiama Collar e potrà essere trattata più approfonditamente in altri articoli…

Leggi più tardi - Compila il modulo per salvare l'articolo in formato PDF
Guida Analisi Tecnica
Questo e-book ti aiuterà a scoprire ciò che devi sapere per iniziare a usare uno dei metodi più usati nei mercati finanziari:
  • Concetti di base
  • Tutto quello che devi sapere sull'analisi tecnica
  • Come iniziare ad usare l'analisi tecnica

Articoli correlati

Migliori broker per negoziare i futures
Il mercato dei futures continua a essere uno dei più grandi mercati scambiati al mondo ogni anno. La creazione di contratti mini e micro ha dato accesso a questo mercato a molti trader che non avevano capitali sufficienti per operare con i futures...