Cos’è l’indice Russell 2000

L’Indice Russell, noto anche come Russell Index, è un insieme di indici azionari statunitensi creati dalla Russell Investments. Questi indici sono ampiamente utilizzati come benchmark da fondi ed investitori per tracciare la performance del mercato azionario statunitense.

L’indice Russell è stato introdotto nel 1984 da Russell Investments, una società di consulenza finanziaria e di gestione degli investimenti con sede a Seattle, negli Stati Uniti. Da allora, l’indice è cresciuto e si è evoluto per diventare uno degli indicatori più seguiti del mercato azionario statunitense.

Indice Russell: cos’è

Gli indici Russell rappresentano una serie di indici azionari che misurano le performance di diverse fasce di capitalizzazione di mercato delle aziende statunitensi. Sviluppati da FTSE Russell, una filiale di London Stock Exchange Group, questi indici sono ampiamente utilizzati da investitori istituzionali e gestori di fondi per benchmarking e come base per prodotti di investimento come fondi indicizzati (ETF) e fondi comuni di investimento. Tra questi, gli indici Russell 1000, Russell 2000 e Russell 3000 sono tra i più noti e seguiti.

Sebbene il più noto sia il Russell 2000, la verità è che questa società calcola 156 indici. È un errore comune per gli investitori pensare di concentrarsi solo su società a piccola capitalizzazione e statunitensi. Esistono benchmark azionari emergenti, di volatilità, tematici, sostenibili, ecc.

Poiché gli indici americani sono i più noti, hanno una famiglia molto ampia, come si può vedere nella seguente immagine.

russel 2000

Come funziona l’indice Russell?

L’Indice Russell si basa sulla capitalizzazione di mercato delle società. Questo significa che le società con una capitalizzazione di mercato maggiore hanno un peso maggiore nell’indice. L’indice è ricalcolato annualmente per garantire che rifletta accuratamente le dimensioni correnti delle società incluse.

Russell 1000

L’indice Russell 1000 misura le performance delle 1.000 maggiori aziende per capitalizzazione di mercato negli Stati Uniti. Copre circa il 92% della capitalizzazione di mercato totale del mercato azionario statunitense, rendendolo un indicatore affidabile delle performance delle large cap americane. L’indice è utilizzato come benchmark per valutare le performance di portafogli azionari e come base per ETF e altri veicoli di investimento che mirano a replicare le performance delle aziende large cap statunitensi.

Russell 2000

L’indice Russell 2000 è forse il più noto tra gli indici Russell, specialmente tra gli investitori interessati alle small cap. Misura le performance delle aziende classificate dalla 1.001 alla 3.000 per capitalizzazione di mercato negli USA, rappresentando circa il 10% della capitalizzazione di mercato totale del mercato azionario statunitense. Questo indice è ampiamente considerato come il benchmark principale per le azioni small cap negli Stati Uniti, offrendo una visione dettagliata della performance di questo segmento di mercato.

Criteri di inclusione nell’indice Russell 2000

  • I 2/3 inferiori dell’indice Russell 3000
  • L’indice Russell 3000 è composto da 4.000 società statunitensi

Società quotate

  • Dimensione: deve avere una capitalizzazione di mercato superiore a 30 milioni di dollari.
  • Liquidità: i dollari medi giornalieri scambiati (ADDTV) devono superare la mediana complessiva, determinata da una classifica giornaliera di tutti i titoli investiti in ADDTV. Alla ricostituzione del 2020, la mediana generale dell’ADDTV era di 130.000 dollari.
  • Float: deve essere superiore al 5% delle azioni disponibili sul mercato.

IPO

Nel caso in cui una società venga quotata in borsa, può essere aggiunta se soddisfa i requisiti di cui sopra.

Russell 2000: componenti

Il Russell 2000 Index è composto dalle 2000 società a bassa capitalizzazione all’interno dell’indice Russell 3000. Sebbene sia composto da 2000 small cap, rappresenta solo l’8% rispetto alle 1000 società a grande capitalizzazione che compongono il Russell 3000. Il criterio utilizzato per selezionare le società che lo compongono è la capitalizzazione, e il peso che queste società hanno all’interno dell’indice dipende anche da questo fattore.

Pertanto, le società con una più elevata capitalizzazione avranno un peso maggiore nell’indice rispetto alle società con una inferiore. L’indice Russell 2000, un punto di riferimento per l’economia negli USA. Essendo composto da piccole e medie imprese, questo indice riflette meglio il comportamento dell’economia statunitense.

È evidente, poiché le aziende più piccole tendono ad avere la loro attività negli United States, le più grandi hanno parte della loro attività all’estero. Come l’azienda Apple che ha sede nel territorio nordamericano e vende i suoi prodotti in tuttoil mondo.

Indice Russell 3000

Questo indice è una combinazione dei precedenti due e copre circa il 98% dell’intero universo azionario statunitense.

Questo indice racchiude dunque vari sottogruppi, che possiamo dividere così:

  • Russell 1000: le 1000 aziende più grandi del Russell 3000
  • Russell 2000: le aziende più grandi dalla posizione 1000 alla posizione 3000
  • Russell Microcap Index: le aziende più grandi dalla 2001 alla 4000 

Vale la pena notare che la classificazione precisa delle società all’interno di questi indici può variare da anno ad anno, in base alle variazioni della capitalizzazione di mercato. Gli indici Russell sono ricalcolati ogni anno per garantire che riflettano correttamente le dimensioni attuali delle società.

Controlla quali sono i principali indici delle Borse mondiali e come investire in indici.

Russell 2000: ETF

Un ETF che traccia l’Indice Russell replica la performance di uno degli indici Russell, come il Russell 1000, Russell 2000 o Russell 3000. L’obiettivo di questi ETF è di fornire ai loro detentori un ritorno sugli investimenti che corrisponda il più possibile a quello dell’indice sottostante.

Alcuni popolari ETF sull’Indice Russell includono:

  1. iShares Russell 1000 ETF (IWB): questo ETF traccia l’indice Russell 1000, che è composto dalle 1.000 maggiori società statunitensi in termini di capitalizzazione di mercato.
  2. Vanguard Russell 1000 Growth ETF (VONG): questo ETF si concentra sul segmento di crescita dell’indice Russell 1000, includendo aziende con potenziali aspettative di crescita superiori alla media.
  3. iShares Russell 2000 ETF (IWM): questo fondo segue l’indice Russell 2000, che include 2000 small caps statunitensi.
  4. Vanguard Russell 3000 ETF (VTHR): questo ETF traccia l’indice Russel 3000, che è composto dalle 3.000 maggiori società statunitensi in termini di capitalizzazione di mercato, fornendo un’ampia esposizione all’intero mercato azionario degli Stati Uniti.

Se vuoi investire in ETF, ti lasciamo una selezione dei migliori broker per ETF.

BrokerCommissioniPiù informazioni
DEGIRO2 € + 0,02% sul nominale Scopri di più →
XTB0 €Scopri di più →
eToro0 €Scopri di più →
Scalable Capital2,99 € (Prime Broker)
1 € per transazione (Free Broker)
Scopri di più →
FINECO2,95 € a 19 €/mese in per prodotti EU
3,95 $ a 12,95$/mese per prodotti USA
Scopri di più →
Freedom24– 0,02 € a 2 €
– 0,5% + 0,012 + 1,2 $
– 0,25% + 10 HK$
in funzione del tipo di conto
Scopri di più→

Investire nell’indice Russell conviene?

Investire in fondi che tracciano gli indici Russell può offrire una serie di vantaggi. Eccone alcuni:

  1. Diversificazione: Gli indici Russell includono una vasta gamma di società, che variano per settore, dimensione e posizione geografica. Investire in un fondo che traccia uno di questi indici può quindi offrire una significativa diversificazione, riducendo il rischio associato all’investimento in singole società.
  2. Rappresentatività del mercato: Gli indici Russell 1000, 2000 e 3000 insieme coprono circa il 98% dell’intero universo azionario statunitense, il che li rende estremamente rappresentativi dell’intero mercato. Investire in questi indici può quindi offrire un’esposizione completa all’economia statunitense.
  3. Bassa gestione e costi: I fondi che tracciano indici, noti anche come fondi indicizzati o ETF, tendono ad avere costi di gestione più bassi rispetto ai fondi gestiti attivamente. Ciò è dovuto al fatto che seguono un indice predefinito piuttosto che fare affidamento sulla scelta attiva di titoli da parte di un gestore di fondi.
  4. Accessibilità: Molti fondi offrono l’opportunità di investire in indici Russell. Questo significa che è possibile avere un accesso relativamente facile e a basso costo a un ampio segmento del mercato azionario.
  5. Rendimenti storici: Storicamente, gli indici di mercato come quelli di Russell hanno tendenzialmente superato molti gestori di fondi attivi nel lungo termine. Sebbene la performance passata non sia una garanzia dei risultati futuri, questo rende gli indici un’opzione interessante per molti investitori.

Altri indici azionari da tenere d’occhio

Vuoi investire nell’indice Russell? Puoi farlo con gli ETF

Deposito minimo:

€0.00

Deposito minimo:

€0.00

Deposito minimo:

€0.00

Disclaimer:

eToro è una piattaforma multi-asset che offre sia l'investimento in azioni e criptoasset, sia il trading di CFD. Si noti che i CFD sono strumenti complessi e comportano un rischio elevato di perdere rapidamente denaro a causa della leva finanziaria. Il 76% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovreste valutare se avete compreso il funzionamento dei CFD e se potete permettervi di correre il rischio elevato di perdere il vostro denaro. Le performance passate non sono un'indicazione dei risultati futuri. La storia di trading presentata è inferiore a 5 anni completi e potrebbe non essere sufficiente come base per una decisione di investimento. Il Copy Trading non costituisce una consulenza sugli investimenti. Il valore dei vostri investimenti può salire o scendere. Il vostro capitale è a rischio. Gli investimenti in criptoasset sono altamente volatili e non regolamentati in alcuni Paesi dell'UE. Nessuna tutela dei consumatori. Possono essere applicate imposte sui profitti. eToro USA LLC non offre CFD e non rilascia alcuna dichiarazione e non si assume alcuna responsabilità in merito all'accuratezza o alla completezza del contenuto di questa pubblicazione, che è stata preparata dal nostro partner utilizzando informazioni specifiche su eToro non disponibili pubblicamente.

Leggi più tardi - Compila il modulo per salvare l'articolo in formato PDF
II edizione: Rankia Markets Experience Milano 2024
  • Relatori d'elite: una selezione esclusiva dei più influenti trader e investitori del settore.
  • Trading Live e consigli pratici: strategie avanzate per migliorare il trading.
  • Networking di alto livello: crea connessioni significative, scambia idee e costruisci relazioni professionali durature.
  • Regali esclusivi: ogni partecipante riceverà regali unici, pensati per arricchire ulteriormente l'esperienza dell'evento.
  • Partecipazione gratuita: l'accesso all'evento è completamente gratuito.

Articoli correlati

Come investire 5000 euro in modo sicuro
Investire 5000 euro di per sé non ti consentirà magari di vivere di rendita, ma può essere un importante passo nella pianificazione della propria vita finanziaria. Vediamo come, perché e dove investire 5000 euro. Perché investire 5000 euro...