Cosa sono gli ETF sintetici?

Nel mercato azionario ci sono diversi modi e asset per investire, uno di questi modi è attraverso l'Exchange Trade Fund o ETF. In questo post vi diremo cosa sono gli ETF sintetici e che differenza c'è tra gli ETF sintetici e gli ETF con replica fisica.

etf sintetici

ETF sintetici: cosa sono? Significato

La prima cosa che dovresti sapere è cos'è un ETF. Gli “Exchange Trade Funds” o ETF sono fondi d'investimento che sono quotati in borsa proprio come le azioni. Inoltre, gli ETF hanno la capacità di replicare un indice azionario o a reddito fisso.

Uno dei modi più comuni di investire è attraverso applicazioni virtuali o borse come altri investimenti; in questo caso, la maggior parte dei fondi di investimento corrispondono a società appartenenti al settore delle materie prime e questo indice comprende società statunitensi.

Come le azioni, gli ETF forniscono una serie di dividendi come risultato del loro funzionamento, che in alcuni casi possono essere superiori ai dividendi generati dall'indice originale.

Ora, gli ETF sintetici a differenza degli ETF fisici, utilizzano uno swap a rendimento totale, piuttosto che la detenzione fisica, al fine di ottenere il rendimento del suo indice.

Sono un tipo di prodotto finanziario complesso e ad alto rischio, che opera per mezzo di contratti di swap. Per swap si intende un tipo di contratto in cui due parti si scambiano i profitti di un prodotto finanziario per un certo periodo di tempo, in base a un interesse e una frequenza ben definiti sulla distribuzione dei profitti.

In questo caso, l'investitore A consegna all'investitore B il suo prodotto e l'investitore B farà lo stesso con il suo prodotto all'investitore A; è uno scambio bilaterale che è soggetto a entrambe le parti coinvolte nel processo.

Categorie

Gli ETF sintetici sono divisi in quattro categorie o sottotipi che sono:

  • Unfunded swap”: in questi ETF si acquista un paniere di titoli e poi si restituisce il paniere; poiché l'accesso è garantito, il proprietario può liquidarlo quando vuole.
  • Funded swap”: questo tipo di contratto funziona consegnando contanti agli investitori senza accesso al paniere di titoli, lasciando la possibilità di acquistare il paniere solo quando ci sono perdite sugli attivi.
  • Leveraged: replicano la composizione dell'indice nella percentuale iniziale, raggiungendo più del 100% e in alcuni casi superando il 200%.
  • Inverse”: il loro obiettivo è quello di ottenere l'inverso del rendimento dell'indice di performance.
VantaggiSvantaggi
  • Replicare gli indici di alcuni mercati che non sono così accessibili, ottenendo per la replica rendimenti più alti di quelli che darebbe l'originale.
  • Ha un rischio elevato perché è esposto al rischio di controparte.
  • I fondi possono misurare i loro costi e spese di investimento.
  • Possibilità che la controparte sia inadempiente negli accordi di investimento.
  • Hanno un sistema di monitoraggio che permette loro di misurare l'errore tra la performance dell'indice replicato e l'indice generale.
  • La sottomissione all'indice originale e il rischio generato da questo indice.
  • Sono efficienti nel replicare gli indici, generando un tracking error molto basso.
  • Permette di investire in piccole quantità di denaro che possono essere aumentate con la replica.
  • ETF sintetici rischi

    Gli ETF sintetici rappresentano per l'investitore rischi maggiori rispetto agli ETF fisici. Ciò è dovuto alla natura stessa dell' ETF sintetico: trattandosi di un contratto di obbligazioni reciproche, si assume il rischio di inadempienza della controparte. Tuttavia, per mitigare questo rischio si ricorre a garanzie collaterali. 

    Attraverso questa garanzia, si cerca di garantire un rendimento positivo per l'ETF.  Questo non è il caso degli ETF a replica fisica, che sono soggetti alle fluttuazioni del mercato. Inoltre, gli ETF sintetici consentono di accedere a una più ampia varietà di mercati, come quelli emergenti.

    Meglio ETF fisici o sintetici? differenze

    Un ETF può raggiungere l'obiettivo di replicare la performance del suo indice di riferimento fisicamente (detenendo tutti o un campione dei titoli di tale indice) o sinteticamente (stipulando un'operazione di total return swap con una controparte, come una banca d'investimento, che si impegna a pagare la performance dell'indice). 

    Uno dei vantaggi degli ETF sintetici è che in genere hanno un costo totale di proprietà (TER) inferiore. Inoltre, gli ETF sintetici sono molto efficienti nel replicare gli indici, il che significa che il tracking error è molto basso. Inoltre, potrebbero esserci considerazioni di carattere fiscale che rendono gli ETF sintetici più appetibili a causa del trattamento dei dividendi esteri.

    Tuttavia, ricordiamo che l'emittente dell'ETF ottiene la replica sintetica stipulando un contratto derivato (di solito uno swap) con un'altra parte e, come già detto, ciò significa che gli ETF sintetici presentano un certo rischio di controparte, in quanto la controparte dello swap potrebbe non essere in grado di adempiere ai propri obblighi.

    Esistono tuttavia alcune protezioni per questo rischio: gli ETF sintetici sono “collateralizzati” e le norme UCITS stabiliscono che un fondo non può avere più del 10% di esposizione a una singola controparte.

    Scopri come investire in ETF con i migliori broker per ETF.

    Conclusioni

    Un ETF fisico replica la performance dell'indice investendo in tutti o in parte i suoi componenti, mentre un ETF sintetico replica la performance dell'indice utilizzando contratti swap. 

    Ciò significa che gli ETF sintetici hanno un paniere di titoli che possono non essere correlati all'indice che seguono. E ciò che fanno è scambiare la performance di questo paniere con quella dell'indice attraverso un contratto di swap con una controparte, che nella maggior parte dei casi è una banca d'investimento.

    È degno di nota il fatto che i fornitori di ETF sono molto trasparenti in merito alla replica e indicano se un ETF è fisico o sintetico nel KIID e nel prospetto. Questo ci permette di scegliere con maggiore libertà il tipo di ETF che vogliamo utilizzare.

    Non dimenticate che se gli ETF sintetici non si adattano al vostro profilo, potete esplorare le opzioni nell'ampio mercato azionario per fare l'investimento desiderato.

    Leggi più tardi - Compila il modulo per salvare l'articolo in formato PDF
    Consent(Required)

    Guida di ETF

    Questo e-book ti aiuterà a imparare ciò che devi sapere per iniziare con successo i tuoi investimenti:

    • Concetti di base
    • Cosa sono e come funzionano gli ETF
    • Consigli utili per investire

    Articoli correlati

    Lasciate i vostri pensieri

    guest
    0 Commenti
    Feedback in linea
    Visualizza tutti i commenti
    Benvenuto nella comunità!

    Seleziona i temi che ti interessano e personalizza la tua esperienza in Rankia

    Ti invieremo una newsletter ogni due settimane con le novità di ogni categoria che hai scelto


    Vuoi ricevere le notifiche dei nostri eventi/webinar?


    Continuando, accetti l'informativa sulla privacy