I 4 tipi di trading: strategie e differenze

La mentalità associata a una strategia di trading attiva differisce dalla strategia di acquisto e mantenimento a lungo termine che si trova tra gli investitori passivi o indicizzati. I trader attivi, infatti, credono che i movimenti a breve termine aiutano a realizzare alti profitti. In questo articolo vedremo che tipi di di trading esistono e le strategie di trading ad essi associate, con esempi pratici e consigli.

Quali tipi di trading esistono?

Esistono vari metodi utilizzati per realizzare una strategia di trading attiva o passiva, ciascuno con i propri rischi. 

Scalping

Lo scalping è una delle strategie più rapide impiegate dai trader attivi. In sostanza, comporta l'identificazione e lo sfruttamento di movimenti generati da squilibri temporanei tra domanda e offerta.

Uno scalper non tenta di sfruttare grandi mosse o di effettuare transazioni con volumi elevati. Piuttosto, cercano di trarre vantaggio da piccole mosse che si verificano frequentemente, con volumi di transazione contenuti.

Poiché il livello di profitto per operazione è basso, gli scalper cercano mercati altamente liquidi per aumentare la frequenza delle loro operazioni

PRO: Spesso non è necessario avere un forte background tecnico. Generalmente presenta un rischio di mercato inferiore poiché è possibile effettuare operazioni con rischi contenuti. Può comunque guadagnare profitto, anche con piccole variazioni di prezzo. 

CONTRO: In genere richiede una quantità elevata di ordini con conseguente aumento delle commissioni di transazione.  Spesso richiede un capitale iniziale elevato per generare rendimenti anche modesti (a causa della piccola quantità di profitto per operazione). E’ una delle strategie più profittevoli ma richiede una notevole quantità di tempo per essere fissata, dovuto al fatto che uno scalper deve possedere un controllo totale dei rischi e delle proprie emozioni, pena il fallimento totale. 

Potrebbe interessarti:

Day Trading

Il day trading è forse lo stile di trading attivo più noto. È spesso considerato uno pseudonimo per il trading giornaliero. Il day trading, come suggerisce il nome, è il metodo per acquistare e vendere asset nello stesso giorno.

Con il day trading, le posizioni vengono chiuse entro lo stesso giorno in cui vengono aperte e nessuna posizione viene mantenuta durante la notte. Tradizionalmente, il day trading è svolto da trader professionisti come specialisti o market maker. Tuttavia, l’evoluzione di internet e delle piattaforme ha aperto questa pratica ai trader principianti.

PRO: permette di cogliere le opportunità di volatilità giornaliere nel mercato. Non e’ soggetto al rischio overnight. E’ tra i metodi di trading più eccitanti e frenetici. 

CONTRO: alte commissioni di transazione a causa di quantità maggiori di ordini. Richiede più tempo e attenzione per l'esecuzione (anche ore di attesa). Senza una strategia ben rodata e una corretta selezione degli asset, apporta profitti molto bassi.

Swing Trading

In genere, quando una tendenza si interrompe, gli swing trader entrano in gioco. Alla fine di una tendenza, c'è una certa volatilità dei prezzi mentre la nuova tendenza cerca di affermarsi. I trader swing comprano o vendono quando aumenta la volatilità dei prezzi. Le operazioni swing vengono generalmente mantenute per più di un giorno ma per un tempo più breve rispetto alle operazioni di tendenza. I trader swing spesso creano una serie di regole o sistemi di trading basati su analisi tecniche o fondamentali.

Queste regole o algoritmi di trading sono progettati per identificare quando acquistare e vendere un asset. Sebbene un algoritmo di swing trading non debba essere esatto e prevedere il massimo o il minimo di un movimento di prezzo, ha bisogno di un mercato che si muova in una direzione o nell'altra. Un mercato laterale è un rischio troppo alto per gli swing trader.

PRO: spesso richiede meno tempo e attenzione rispetto al day trading.  Ha un potenziale maggiore di rendimento per operazione. E’ in grado di fare trading anche nel mercato overnight.

CONTRO: può perdere parte dei profitti mentre insegue parte della tendenza. Ha un potenziale maggiore di perdite per operazione. Apre meno posizioni e con maggiore investimento, il che lo porta a perdere eventuali nuove occasioni di trading.

Leggi anche: Scalper o swing trader?

Position Trading

Molti considerano il trading di posizione come una strategia buy-and-hold e non come trading attivo. Tuttavia, il trading di posizione, se eseguito da un trader esperto, può essere una forma di trading attivo.

Il trading di posizione utilizza grafici a più lungo termine, dal giornaliero al mensile, in combinazione con altri metodi per determinare l'andamento dell'attuale direzione del mercato. Questo tipo di trading può durare da diversi giorni a diverse settimane e talvolta anche di più, a seconda della forza della tendenza.

I trader di tendenza cercano massimi decrescenti o minimi crescenti per determinare l'andamento di un asset. Cavalcando “l’onda”, i trader di tendenza mirano a trarre vantaggio sia dai rialzi che dai ribassi. I trader di tendenza cercano di determinare la direzione del mercato, ma non cercano di prevedere alcun livello di prezzo.

In genere, i trader di tendenza saltano sulla tendenza dopo che si è affermata; quando la tendenza si interrompe, di solito escono dalla posizione. Ciò significa che nei periodi di elevata volatilità del mercato, il position trading è più difficile e le posizioni sono generalmente ridotte.

PRO: meno stressante rispetto ad altri metodi di trading attivo. Strategie facili da implementare anche con una bassa leva finanziaria. Ampiamente supportato attraverso strumenti di analisi tecnica che indicano segnali di trading di lungo. 

CONTRO: richiede un forte background di analisi tecnica. Spesso è necessaria pazienza per riconoscere la variazione a lungo termine del prezzo di un asset.  E’ soggetto a piccole fluttuazioni che traducono i profitti che in perdita, ma è un elemento pertinente della strategia. 

Strategie di trading

Prima di iniziare ad investire sui mercati finanziari è necessario disporre di una solida strategia di trading, strumento fondamentale per investire in modo professionale. Sta a noi scegliere la strategia più adatta al nostro stile di investimento, l'importante è evitare di fare trading senza un sistema di trading ben definito.

Come scegliere una strategia di trading redditizia? Questi sono gli aspetti più importanti da tenere a mente:

  1. Orizzonte temporale: dobbiamo stabilire se vogliamo ottenere benefici a breve termine o se la nostra attività di investimento è orientata al lungo termine.
  2. Capitale da investire: questo aspetto farà la differenza, poiché è consigliabile adattare la strategia di investimento secondo il capitale che potremo investire.
  3. Livello di rischio: alcune strategie sono più rischiose di altre, quindi dobbiamo stabilire quale livello di rischio siamo disposti a correre.

A questi aspetti dobbiamo aggiungere anche lo stile di investimento che definirà la nostra strategia di trading. Ecco una tabella semplificativa: 

StrategiaTimeframeEfficacia (%)
1Price ActionDay Trading90
2Oscillatore RSIScalping85
3FibonacciDay Trading80
4Onde di ElliotSwing Trading75
5Bande di BollingerSwing Trading70

1) Price action

La strategia più utilizzata al mondo è quella basata su supporto e resistenza, chiamata Price Action. Si tratta di guardare il grafico e identificare almeno un paio di aree di “resistenza”, ovvero uno stop al rialzo del prezzo, e un paio di aree di “supporto”, ovvero uno stop al ribasso del prezzo.

price action

In rosso, le due linee di resistenza. In giallo i supporti. È una strategia di trading intraday, ampiamente utilizzata in ogni tipologia di strumenti. 

Come operare? Molto semplice: quando il prezzo tocca una linea di supporto o di resistenza sarà possibile attendere una rottura o un rimbalzo. Ci vorranno alcuni minuti per capire se il prezzo ha la forza di rompere il supporto/resistenza o se tornerà sui suoi passi.

Ecco un esempio pratico:

Supponiamo che il prezzo raggiunga il primo livello di resistenza. In questo caso terremo gli occhi aperti e se c'è un breakout decisivo entreremo con un’operazione BUY, per prendere tutto il movimento al rialzo. Al contrario, se dopo aver toccato il livello tende a risalire, entreremo nel mercato con un SELL per trarre profitto dal rimbalzo.

Sarà fondamentale impostare correttamente le nostre linee di prezzo, in base ai punti di minimo e massimo toccati dal prezzo. Un intervallo di tempo giornaliero viene in genere utilizzato per ottenere il massimo da questa strategia di trading, anche se alcuni trader utilizzano il timeframe H4 per definire meglio i punti di ingresso del mercato.

Pratica e professionale, la Price Action è considerata la migliore strategia di trading al mondo.

2) Oscillatore RSI

E’ una strategia di scalping trading, molto facile da implementare perché basata sulle indicazioni di un unico indicatore: l'indicatore RSI.

Come è configurato il nostro RSI? In 3 intervalli di valori:

  • 0-30: ipervenduto
  • 31-69: nessun segnale
  • 70-100: ipercomprato

Vediamo tutto direttamente sul grafico:

oscillatore rsi

Come fare trading con l'indicatore RSI? A livello operativo, ci sono due opzioni:

Ipervenduto: indica che ci sono troppi venditori sul mercato, quindi è probabile un'inversione. In questo caso, si entra nel mercato con un’operazione in ACQUISTO.

Ipercomprato: troppi acquirenti e un mercato saturo. Facile prevedere una correzione del prezzo e quindi l'ingresso nel mercato con un’operazione in VENDITA.

Estremamente pratica e facile da implementare, questa strategia di trading è una delle più utilizzate al mondo. Gli esperti consigliano di impostare un timeframe H1, mentre solo gli scalper saranno in grado di impostare anche un M15 o M30.

3) Fibonacci

La strategia di trading intitolata al genio italiano Fibonacci è una delle più antiche (e redditizie) della storia. Si basa su un intervallo che indicherà i punti chiave del grafico.

Basata su studi complessi e calcoli matematici, questa strategia può essere applicata sulle migliori piattaforme di trading con grande facilità, grazie ad un indicatore preimpostato. Riteniamo che sia una strategia di trading quantitativo, che ben si presta all'ottimizzazione degli algoritmi di investimento.

Ecco un chiaro esempio:

fibonacci

Come fare trading con Fibonacci? Questi sono i 3 passaggi per applicare correttamente questa strategia:

  1. Trova il punto massimo
  2. Tirare la linea verso un minimo storico
  3. Fare trading vicino a valori intermedi

In questo caso, l'operazione è simile a quella della Price Action, con supporto e resistenza, a seconda della rottura o del rimbalzo del livello di Fibonacci. Non aver paura se vedrai tutte queste linee sul grafico, l'indicatore sulla piattaforma calcolerà tutto automaticamente!

4) Onde di Elliott

La strategia di trading Elliott Wave è molto popolare tra i trader professionisti in quanto richiede un po' di abilità per essere compresa ma i risultati sono generalmente eccellenti.

In parole povere, il ciclo è suddiviso in diverse onde, che devono essere visualizzate sul grafico per poter entrare nel mercato al momento giusto.

Basandosi sulla teoria che la storia si ripeta, questa tecnica permette di capire in anticipo quando il mercato rallenterà o riprenderà la sua marcia al rialzo.

onde di elliott

Naturalmente, per perfezionare questa metodologia occorrono pratica e studio, tuttavia, come anticipato, i risultati sono spesso soddisfacenti. Inoltre si presta bene ad un funzionamento a medio/lungo termine, poiché la formazione del ciclo completo richiede settimane per essere completata.

5) Bande di Bollinger

Una delle strategie di trading con un'alta probabilità di successo è quella delle Bollinger Bands. Il suo funzionamento si basa sull'incanalamento del prezzo all'interno di bande, che danno un'indicazione molto precisa della volatilità.

Il trading all'interno di queste bande ha un tasso di successo molto alto, poiché i complessi calcoli alla base di Bollinger consentono di definire meglio il movimento massimo dell'asset analizzato.

strategie di trading

Come fare trading con le bande di Bollinger? Sarà necessario entrare nel mercato solo quando il prezzo tocca gli estremi: con buona probabilità il prezzo tenderà a rientrare all'interno del range.

La piattaforma Metatrader 4 è la più adatta per stabilire questa strategia operativa, che è anche adatta per investimenti a medio o lungo termine. Leggi anche: migliori broker per MT4.

PER CONCLUDERE:

Le strategie di trading sono sviluppate cercando di ottenere i migliori risultati per i nostri investimenti.

Una strategia di trading non ha bisogno di grande complessità per avere successo. Tuttavia, deve essere sufficientemente robusta e rispondere a domande come decisioni di investimento, denaro e gestione del rischio.

È fondamentale tenere presente che non è consigliabile puntare esclusivamente su un'unica strategia di investimento. È molto più appropriato sfruttare diversi piani temporali per avere almeno conoscenza delle strategie in ciascuno di essi.

Scopri quali sono le migliori piattaforme di trading.

Differenze e similitudini tra le varie strategie di trading

Le strategie anteriormente menzionate hanno differenti caratteristiche. Alcune richiedono un background altamente analitico e tecnicamente valido; altre fanno più affidamento sulle configurazioni di pattern e su una grande quantità di tempo. In tutte le strategie, è necessario avere un capitale sufficiente a disposizione per entrare in posizioni sufficientemente grandi per iniziare ad aumentare i potenziali guadagni.

Il day trading non è per tutti e per molti non è la strategia di investimento più redditizia. Tuttavia, il day trading è una delle strategie più interessanti per l'acquisto e la vendita di asset. Inoltre, non vi è alcun rischio overnight. Può essere redditizio ma, come tutte le altre forme di investimento, il successo non è mai garantito.

Lo scalping sfrutta le discrepanze di prezzo, sebbene spesso richieda maggiori quantità di capitale iniziale per realizzare profitti maggiori e un forte background emotivo.

Lo swing trading si basa fortemente sulla scoperta delle tendenze all'interno dei mercati finanziari sulla base dell'analisi tecnica. Al momento dell'acquisto di un asset, uno swing trader spesso detiene lo strumento per un breve periodo di tempo fino a quando esso non aumenta di valore e fino al prezzo di vendita target del trader. I punti di ingresso e di uscita sono entrambi predeterminati prima dell'operazione in base all'azione storica dei prezzi.

Il trading di posizione richiede agli investitori di detenere asset per un certo periodo di tempo, il che richiede mantenere una firme calma e pazienza.

Come capire qual è la strategia di trading più adatta a te?

I mercati finanziari sono un mondo diversificato che offre molte opportunità per guadagnare denaro attraverso il trading. La prima domanda è dove e come iniziare. Scoprire che tipo di trader sei è una decisione chiave da prendere quando inizi la tua carriera nel trading. Tuttavia, è anche una delle decisioni più complicate.

Uno dei modi più popolari per differenziare tra diversi gruppi di trader si basa sulla durata di ogni operazione. Un day trader compra e vende in pochi minuti o ore. Uno scalper può mantenere una posizione aperta per alcuni secondi. Un trader di posizione mantiene la posizione al limite del trend, mentre un investitore buy-and-hold pensa a lungo termine.

Una volta individuate le diverse tipologie di trader in base all'intervallo temporale in cui acquistano e vendono, è il momento di concentrarsi sulla classificazione degli strumenti e delle metodologie utilizzate.

Se hai sentito parlare del dibattito tra analisi tecnica e analisi fondamentale, hai già la risposta per le due principali tipologie di trader. Pensa agli stili tecnici e fondamentali come a due diverse scuole di pensiero, con i loro sostenitori e oppositori.

I trader fondamentali e tecnici differiscono in base alle informazioni che analizzano e ai fattori considerati nel determinare le loro strategie. Mentre il primo si basa su informazioni fondamentali, come rapporti sugli utili, analisi di bilancio, valutazioni degli analisti, tra gli altri, il secondo utilizza indicatori e grafici.

I principi del trading fondamentale e del trading tecnico sono spesso considerati opposti. Anche così, molti trader e investitori preferiscono utilizzare entrambi per comprendere meglio il mercato e il potenziale dei loro asset di interesse. La ragione di ciò è che entrambe le metodologie cercano un obiettivo comune. Nel caso delle azioni, ad esempio, trovano opportunità quando gli strumenti vengono scambiati al di sotto del loro valore intrinseco o prevedono il potenziale di crescita e sfruttano il movimento dei prezzi.

Che tipo di trader sei?

La prima cosa che dovresti fare per scegliere il tuo stile di trading è analizzare le basi e vedere cosa si adatta meglio al tuo profilo. Ecco alcune domande a cui rispondere per supportare la decisione che stai per prendere:

  • Sei un trader principiante o hai una certa esperienza?
  • Quali strumenti vorresti operare?
  • Sei in grado di seguire un piano di lavoro alla lettera e controllare le tue emozioni?
  • Quanto sei avverso al rischio?
  • Preferisci inseguire una singola grande vittoria o costruire il tuo capitale a poco a poco?
  • Con quanto capitale pensi di iniziare?
  • Con quale frequenza prevedi di monitorare il mercato?
  • Hai un obiettivo specifico o vuoi semplicemente guadagnare denaro?

Ad esempio, se sei più conservatore, più emotivo o il tuo capitale è limitato, diventare uno scalper potrebbe essere un disastro. D'altra parte, se sei disposto a rischiare di più e dedicare tutto il tempo necessario per monitorare e analizzare il mercato, il day trading può essere un'ottima soluzione. Tuttavia, se hai un obiettivo di investimento, come risparmiare denaro per la pensione, il trading non fa per te. Forse è meglio considerare investimenti a lungo termine.

In teoria, rispondere a queste domande ti darà una solida base per prendere una decisione, ma non è sufficiente. Il modo migliore per decidere quale stile di trading si adatta meglio alle tue capacità e mentalità è provarli tutti. Quando lo fai, assicurati che sia in un campo di allenamento adatto al tuo capitale. Il trading di diversi strumenti attraverso varie strategie è impegnativo. Ci vuole dedizione e mesi, o addirittura anni, per padroneggiarlo, quindi non avere fretta.

Alla fine, ci sono molti scenari e combinazioni differenti. Il modo migliore per scoprire quale stile di trading si adatta meglio a te è riconoscere il tuo stile e il tuo approccio. In questo modo, ti sentirai calmo e abbastanza forte da attenerti al tuo piano e gestire situazioni in cui la volatilità del mercato ti fa ripensare alle tue decisioni di trading.

Fai trading sulle migliori piattaforme

Deposito minimo:

$0.00

IG
Deposito minimo:

$0.00

Deposito minimo:

$3,000.00

Leggi più tardi - Compila il modulo per salvare l'articolo in formato PDF
Consent(Required)

Guida di come investire in borsa
Questa guida ti aiuterà a sapere cosa devi sapere per iniziare con successo i tuoi investimenti:
  • Fondamenti finanziari
  • Cos'è la borsa valori e come funziona?
  • Consigli utili per gli investimenti

Articoli correlati

Lasciate i vostri pensieri

guest
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Benvenuto nella comunità!

Seleziona i temi che ti interessano e personalizza la tua esperienza in Rankia

Ti invieremo una newsletter ogni due settimane con le novità di ogni categoria che hai scelto


Vuoi ricevere le notifiche dei nostri eventi/webinar?


Continuando, accetti l'informativa sulla privacy