Come funzionano i futures sugli indici azionari

I futures sono dei contratti a termine standardizzati, che hanno una scadenza prefissata. Alla scadenza il compratore ed il venditore si scambiano ad un prezzo prefissato il sottostante (underlying) che consiste in un determinato strumento finanziario. 

future indici investing

L'operatore che acquista il future, e quindi che si impegna ad acquistare a scadenza il sottostante, assume una posizione lunga (long); l'operatore che vende il future, e quindi che si impegna a vendere a scadenza il sottostante all’acquirente, assume una posizione corta (short). Questo strumento è un derivato simmetrico in quanto entrambi i contraenti sono obbligati a scadenza a effettuare una prestazione uguale ma di segno contrario.

Tipi di futures: cash settlement o physical settlement

Ci sono 2 grandi tipologie di futures:

  • regolati in contanti (cash settlement),
  • a consegna fisica (physical settlement). Il calcolo in dare/avere tra le 2 parti (acquirente e venditore), viene determinato da un ente terzo che è la Cassa di Compensazione e Garanzia (Clearing House). 

Cosa sono i futures su indici

Come abbiamo detto i futures sono dei contratti a termine standardizzati, che hanno una scadenza prefissata.

Nel caso il sottostante (underlying asset) sia un indice azionario, questo non può essere consegnato e quindi non può che essere regolato per contanti.

Nel caso il sottostante sia un’azione, un’obbligazione, una materia prima, ci può essere la consegna fisica del sottostante. Tuttavia anche in questo caso ci possono essere contratti futures regolati in contanti. Poiché la consegna fisica può essere complessa ed onerosa, ci si può sempre sottrarre ad essa andando a chiudere la propria posizione in essere sul future prima della scadenza, facendo un’operazione opposta a quella iniziale.

Sia per i contratti regolati in contanti, che per quelli a consegna fisica, generalmente i broker hanno una procedura per far chiudere le posizioni prima della scadenza ai propri clienti. Questo non vale se i clienti sono istituzionali, ovvero società finanziarie accreditate e regolamentate.

Come funzionano i future stock index

Vediamo quali sono le modalità di funzionamento dei futures su indici azionari (stock index future). Abbiamo detto che è uno strumento derivato standardizzato, negoziato su mercati regolamentati. 

Prendiamo per esempio il future che ha come sottostante l’indice azionario italiano Ftse Mib.

La scadenza del contratto è ogni trimestre: marzo, giugno, settembre, dicembre. La scadenza è prefissata il 3° venerdì del mese alle ore 9:05. Come detto a scadenza viene tutto regolato per contanti dalla Cassa di Compensazione e garanzia.

Il valore del contratto è dato dal valore di 1 punto del Ftse Mib (5 € per questo contatto) moltiplicato per il valore del Ftse Mib, supponiamo 24620 punti. Pertanto il valore del contratto è: 5 x 24620 = 123100 €. In realtà bisognerebbe utilizzare il valore del contratto future, ma spiego questo dettaglio nel paragrafo successivo.

Il compratore che acquista 1 contratto future sul Ftse Mib si impegna ad acquistare l’indice Ftse Mib a scadenza del contratto ad un prezzo di 24620 punto (corrispondente a 123100 € come detto più sopra). Chiaramente per acquistare il future dovrà pagare una commissione al proprio broker.

Il venditore del contratto future si impegnerà a vendere alla scadenza del contratto future il Ftse Mib al prezzo (o meglio al valore) di 24620. Anche il venditore dovrà pagare una commissione al proprio broker.

Supponiamo che la scadenza sia quella di dicembre. Se il 3° venerdì di dicembre alle ore 9:05 il Ftse Mib vale 25000 punti, il compratore del future può acquistare il Ftse Mib a 24620 punti e rivenderlo immediatamente a 25000 punti. Pertanto può avere un guadagno immediato di 25000-24620=380 punti, ovvero 5×380=1900 €. Questa è la cifra che verrà accreditata sul conto del compratore, mentre il venditore si vedrà togliere tale cifra.

Come detto, si può chiudere in qualsiasi momento la posizione aperta sul contratto future ben prima della scadenza. Pertanto il compratore che è long di 1 future (ovvero ha assunto una posizione al rialzo) come abbiamo detto nell’esempio al valore di 24620 punti, può vendere 1 future in un momento successivo, supponiamo al valore di 24800 punti. La Cassa di Compensazione rileva che questo operatore ha prima acquisto 1 future e poi ne ha venduto sempre 1, pertanto questo operatore non ha più contratti in essere. Gli verrà accreditata una somma pari a 24800-24620=180 punti; 180×5=900€. Chiaramente se il prezzo di vendita fosse stato inferiore a 24620 punti ci sarebbe stata una perdita.

La stessa cosa vale per il venditore di 1 contratto future, che per chiudere la posizione iniziale acquisterà 1 contratto quando lo riterrà opportuno. In questo modo egli non avrà più contratti in essere e gli verrà accreditata o tolta una somma in base al differenziale tra il prezzo iniziale di vendita del contratto ed il prezzo di acquisto del contratto.

Come sono regolati i futures sugli indici azionari

Come detto i future su indici sono regolati per contanti. Nell’esempio precedente non ho menzionato una complicazione. I futures sono quotati regolarmente sino alla scadenza. Tuttavia il loro prezzo non è esattamente uguale a quello dell’indice sottostante, nel nostro esempio il Ftse Mib. Solo alla scadenza i 2 prezzi coincidono esattamente. Vediamone i motivi.

Quando acquisto un future mi impegno ad acquistare ad una data future l’indice, ma non devo subito avere a disposizione tale somma. Poiché si tratta di un acquisto differito nel tempo avrà rilievo nel prezzo del future:

  1. il tempo che manca alla scadenza,
  2. i tassi di interesse,
  3. i dividendi staccati dai titoli che compongono l’indice.

La combinazione di questi fattori fa sì che più spesso il future abbia una quotazione superiore a quella dell’indice, tranne quando il contratto future avviene immediatamente dopo la stagione dei dividendi (più spesso la scadenza giugno). Il differenziale tra prezzo future e prezzo dell’indice (prezzo spot) è normalmente piuttosto piccolo, ma le combinazioni delle variabili menzionate possono amplificare il differenziale.

I futures su indici mondiali e future indici americani

Nel paragrafo precedente abbiamo fatto un esempio sul future avente come sottostante l’indice Ftse Mib; aggiungo solo che l’orario di contrattazione è 8-22. Esiste anche il contratto mini Ftse Mib: 1 punto vale 1 €.

Di notevole rilevanza sono anche:

  • Future Dax: sottostante Indice tedesco Dax e quotato all’Eurex; 1 punto vale 25 €; orari di contrattazione 2:10-22 (orario italiano); esiste anche il mini Dax: 1 punto vale 5 €.
  • Future Euro Stoxx 50: sottostante Indice Europeo Euro Stoxx 50 e quotato all’Eurex; 1 punto vale 10 €; orari di contrattazione 2:10-22.
  • Future E-Mini S&P 500: quotato al Cme; sottostante Indice S&P500 e; 1 punto vale 50 $; orari di contrattazione 00:00-23; esiste anche il micro contratto: 1 punto vale 5 $.
  • Future E-Mini Nasdaq 100: quotato al Cme; sottostante Indice Nasdaq 100; 1 punto vale 20 $; orari di contrattazione 00:00-23. esiste anche il micro contratto: 1 punto vale 2 $.
  • Future E-Mini Dow Jones: quotato al Cme; sottostante Indice Dow Jones Industrial; 1 punto vale 5 $; orari di contrattazione 00:00-23. esiste anche il micro contratto: 1 punto vale 0,50 $.
  • Future E-Mini Russel 2000: quotato al Cme; sottostante Indice Russell 2000l; 1 punto vale 50 $; orari di contrattazione 00:00-23. esiste anche il micro contratto: 1 punto vale 5 $.

Vantaggi e rischi del “indici future investing”

Il principale vantaggio dei futures e di poter sfruttare l’effetto leva. Infatti non si deve avere sul conto la cifra pari al valore del contratto, ma una sua frazione, che dipende dalla regolamentazione e dalle condizioni che applica il broker. Questa cifra si chiama margine e se è del 10% del valore del contratto è evidente che si può utilizzare una leva pari a 10. In realtà ogni giorno viene calcolata la posizione in utile o in perdita e pertanto per operare è necessaria una cifra superiore al margine iniziale.

I rischi dei futures sono insiti nei vantaggi. Infatti la leva può giocare brutti scherzi e portare ad elevate e rapide perdite quando vi sono improvvisi movimenti contrari del mercato.

Come fare trading di futures sugli indici

Per fare trading su questi strumenti finanziari bisogna aprire il conto con un broker regolamentato, che deve essere accreditato sui mercati che offrono i vari future. Per operare con questi strumenti derivati il broker chiede dei margini minimali a garanzia. Se durante il tempo in cui si detiene una posizione i margini non sono più sufficienti il broker chiede un reintegro dei margini al cliente. Se questo non viene effettuato il broker chiude la posizione del cliente.

Potrebbe interessarti: trading di futures.

Broker per i futures su indici azionari

Vediamo alcuni Broker che offrono l’operatività in derivati, soprattutto i futures su indici.

Interactive Brokers

È il più grande discount broker al mondo, che ha sede negli Usa, ma con sedi in Europa. A livello di commissioni e di mercati che si possono raggiungere non ha eguali. La piattaforma operativa, Trader WorkStation, è intuitiva e funzionale.

Mercati

Italia, Europa, USA, Canada, Asia, Australia

Broker affidabile con 1.54M di conti clienti e un capitale di 10.01 miliardi di dollari, quotato al Nasdaq.

Commissioni basse e migliore esecuzione dei prezzi possibile grazie al sistema IB SmartRoutingSM.

Piattaforme e strumenti di trading gratuiti - abbastanza potenti per i trader professionisti, ma progettati per tutti.

Deposito minimo:

$0.00

Leggi le recensioni di Interactive Brokers.

DEGIRO

È il principale discount broker europeo ed ha sede in Olanda. Ha un buon numero di mercati su cui poter operare. Ha una buona piattaforma di facile utilizzo.

DEGIRO

8.5/ 10

Mercati

Italia, Europa, USA, Canada, Asia

Ampia selezione di ETF senza commissioni

Oltre 50 mercati globali, nessuna commissione di custodia, dividendi e royalties inclusi

Piattaforma semplice e facile da usare

Deposito minimo:

$0.00

Scopri di più su: DEGIRO opinioni.

Fineco

Fineco il più grande broker italiano. I profili commissionali sono competitivi. Ha una piattaforma molto apprezzata dai trader, PowerDesk.

FINECO BANK

8.75/ 10

Mercati

Italia, Europa, USA, Canada

Puoi riunire servizi bancari e di trading in un solo conto.

Operatore solido, regolato dalla CONSOB e quotato in Borsa.

Piattaforma PowerDesk efficiente e user-friendly.

Deposito minimo:

$0.00

Potrebbe interessarti: Fineco trading opinioni.

Ad ogni modo qui ti lasciamo una lista dei migliori futures broker.

FAQ

Cosa prevedono i future su indici azionari alla scadenza?

A scadenza la Cassa di Compensazione e Garanzia calcola quanto è l’utile o la perdita per ciascun compratore o venditore di contratti. Sul conto di ciascuno viene accreditata o tolta la somma così calcolata. Tuttavia la maggioranza dei broker non consente di portare a scadenza il contratto ai propri clienti e chiede loro di chiudere la posizione prima.

Gli indici future sono utilizzati per copertura?

Certamente si possono utilizzare i future per la copertura di portafogli azionari. Infatti, in caso di discesa di un certo indice, una posizione corta (short) fa incassare del denaro e quindi mitiga l’eventuale perdita dei titoli azionari detenuti e che fanno parte di quell’indice.

Quali sono le limitazioni per il trading di indici futures?

Le principali limitazioni sono legate al numero massimo di contratti che si possono detenere, definito da ogni borsa di derivati. Altre limitazioni sono definite dal broker e sono legate al capitale che si ha a marginazione ed alla perdita massima ammissibile.

Leggi più tardi - Compila il modulo per salvare l'articolo in formato PDF
Consent(Obbligatorio)


Guida del mercato Forex
  • Questo e-book ti aiuterà a scoprire ciò che devi sapere per iniziare a usare uno dei metodi più usati nei mercati finanziari:
  • Concetti di base
  • Tutto quello che devi sapere sull'Forex
  • Come iniziare a fare trading sul Forex

Articoli correlati

Guida al trading con la Price Action
La price action è un approccio di trading che si concentra sull'analisi dei prezzi e sui modelli storici per prendere decisioni di trading. In questo articolo vedremo nel dettaglio cos'è e come fare trading con la price action. Cos'è la Price ...

Lasciate i vostri pensieri

guest
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Benvenuto nella comunità!

Seleziona i temi che ti interessano e personalizza la tua esperienza in Rankia

Ti invieremo una newsletter ogni due settimane con le novità di ogni categoria che hai scelto


Vuoi ricevere le notifiche dei nostri eventi/webinar?


Continuando, accetti l'informativa sulla privacy