CAC 40: cos’è, la sua storia e quali azioni lo compongono?

Il CAC 40 è il principale indice azionario della Borsa francese di Parigi (che appartiene a Euronext). In questo post spiegheremo cos’è il CAC 40, la sua storia e quali sono le azioni che lo compongono.

Indice CAC 40: cos’è

Il CAC 40 è un indice azionario di riferimento della Borsa francese, che è composto da 40 società che hanno la più grande capitalizzazione in Francia.

Questo indice, tra i principali indici di Borsa mondiali, è composto esclusivamente da titoli emessi da società ammesse alla quotazione sui mercati Euronext Paris (gruppo di borse europee derivato dalla fusione della Borsa di Parigi, della Borsa di Amsterdam e della Borsa di Bruxelles).

Il CAC 40 (Cotation Assistée en Continu) è una misura ponderata in base alla capitalizzazione dei 40 titoli più significativi delle 100 maggiori società quotate alla Borsa di Parigi. È stato creato il 31 dicembre 1987 con un valore di quotazione di 1.000 punti.

CAC 40 Parigi: come funziona

Le sessioni di contrattazione dell’indice CAC 40 sono dal lunedì al venerdì dalle ore 08:30 alle ore 09:00 tramite asta e dalle ore 09:00 alle ore 17:30 per la contrattazione; contemplando un arresto casuale di trenta secondi.

Il 1° dicembre 2003 tale indice ha adottato un sistema di capitalizzazione variabile, raggiungendo il suo valore massimo nel 2007 con 9144,55 punti.

Allo stesso modo, da quella data questo indice è sceso come altri mercati internazionali.

Azioni CAC 40

Il valore del CAC 40 è calcolato con la somma dei contributi moltiplicata per i corrispondenti pesi e diviso per il coefficiente di rettifica moltiplicato per la capitalizzazione di base.

Una delle caratteristiche principali di questo indice è che le società che lo compongono sono internazionalizzate a differenza di altre società nei mercati europei. In altre parole, il 45% delle azioni è straniero, l’investimento tedesco è del 21% e il resto sono investitori giapponesi, britannici e americani.

Tra le azioni più importanti possiamo evidenziare Renault, EADS, Bnp, Carrefour, L’Oréal e Paribas; pertanto, comprende principalmente settori come quello bancario, petrolifero, elettrico, del gas, immobiliare e farmaceutico.

La seguente è la classificazione che è stata impostata per questo indice:

  1. Società con mercato di riferimento Euronext Paris.
  2. Aziende che non hanno Euronext Paris come riferimento, ma sono ammesse tenendo conto:
  • Significativi volumi di attività derivanti dal business con il mercato Euronext Paris.
  • Presenza economica di asset economici o centro di decisioni o posti di lavoro di un numero significativo di dipendenti in Francia.
  • Essere stato incluso in altri indici di borsa nel rispetto degli aspetti di cui sopra.

CAC 40: componenti

Il CAC 40 è composto, come indica il nome, da 40 società che ne detengono le quote:

Air LiquideDanoneMichelinStellantis NV
Airbus GroupDassault SystemesOrangeSTMicro
AlstomEngiePernod RicardTeleperformance
ArcelorMittalEssilorLuxotticaPublicisThales
AxaEurofins Scientific SERenaultTotalEnergies SE
BNP ParibasHermes InternationalSafranVeolia Environnement
BouyguesKeringSaint GobainVinci
CapgeminiL’OréalSanofiVivendi
CarrefourLegrandSchneider ElectricWorldline SA
Crédit AgricoleLouis VuittonSociété Générale

Quotazione CAC 40

Questo è il grafico del CAC 40 degli ultimi 12 mesi.

Andamento CAC 40

Per conoscere l’indice CAC 40, verranno analizzati gli ultimi 4 anni:

  • 2020: con la pandemia Covid-19, il CAC 40 ha registrato il suo più grande calo di sempre nel 2020, con una flessione del 12,28% il 12 marzo. Dopo aver iniziato l’anno sopra i 6.000 punti, è sceso a 4.044,26 punti alla fine della sessione. La caduta è proseguita fino a 3.754,84 punti il 18 marzo, con una perdita totale di oltre il 40% del valore in un mese. Tuttavia, prima della fine dell’anno, l’indice è rapidamente risalito, con un guadagno del 20% prima della fine di marzo e un secondo aumento del 20% a novembre, dopo l’annuncio dell’efficacia dei primi vaccini.
  • 2021: All’inizio del 2021, il CAC 40 supera il picco pre-pandemia, sostenuto dalle speranze di ripresa, e raggiunge 6.131,34 punti, vicino al livello record del 2007, grazie soprattutto ai titoli ciclici. Ha continuato a salire e si è avvicinato al livello di 6.800 nell’estate del 2021. Infine, la soglia psicologica dei 7.000 punti è stata superata nel novembre 2021, segnando un massimo storico.
  • 2022: la tendenza al rialzo dell’indice CAC 40 è proseguita, raggiungendo un nuovo massimo storico il 5 gennaio 2022 a 7.376,37 punti alla chiusura e un massimo storico di 7.384,86 punti durante la sessione. Tuttavia, una correzione al ribasso innescata dalla guerra in Ucraina ha portato a un ulteriore calo fino a un minimo di 5.962,96 punti nel marzo 2022.
  • 2023: Il CAC 40 ha avuto una buona giornata quest’anno, chiudendo la giornata del 3 marzo in rialzo dello 0,88% a 7.348,12 punti. Il CAC 40 ha raggiunto un massimo di 7.358,04 punti e un minimo di 7.308,15 punti. La forbice di negoziazione del CAC 40 tra il massimo e il minimo (high/low) della giornata è stata dello 0,68%.

Negli ultimi giorni, il CAC 40 è salito del 2,24%, per cui in termini annuali è ancora in crescita del 17,38%. Il CAC 40 è dello 0,24% al di sotto del suo massimo annuale (7.366,16 punti) e dell’11,43% al di sopra del suo minimo dell’anno in corso (6.594,57 punti).

CAC 40 Indice – Prospettive 2023

Secondo le stime di “Wallet Investor e Gov Capital”, l’indice CAC 40 potrebbe salire nel breve, medio e lungo termine. Tuttavia, queste stime non devono essere considerate come una raccomandazione a investire nell’indice di riferimento. Esse sono state elaborate sulla base di un’analisi della performance storica dell’indice e dell’andamento dei prezzi. Inoltre, la performance passata non è garanzia di quella futura.

Come investire nell’Indice CAC 40

È possibile investire in questo indice attraverso azioni, ETF, fondi o futures. Ecco i migliori:

Migliori azioni CAC 40

I primi 5 titoli del CAC 40 sono:

Azione TotalEnergie (TTE)

  • Capitalizzazione di mercato: 150,96 miliardi di euro.
  • Prezzo attuale: 6,16 EUR.
  • Obiettivo: 64,58 euro.

Motore d’azione (ENGI)

  • Capitalizzazione di mercato: 35,13 miliardi di euro.
  • Prezzo attuale: 14,43 EUR.
  • Obiettivo: 18,43 euro.

Azioni AXA (CS)

  • Capitalizzazione di mercato: 63,57 miliardi di euro.
  • Prezzo attuale: 27,27 EUR.
  • Obiettivo: 31,57 euro.

Quota di Publicis Group SA (PUB)

  • Capitalizzazione di mercato: 16,16 miliardi di euro.
  • Prezzo attuale: 63,60 EUR.
  • Obiettivo: 68,36 euro.

 Azione Vinci (DG)

  • Capitalizzazione di mercato: 57.42 miliardi di euro.
  • Prezzo attuale: 97.08 EUR.
  • Obiettivo: 111.45 euro.

Migliori ETF

I migliori ETF in cui investire sono:

1Lyxor CAC 40 (DR) UCITS ETF – Acc12,32%
2Lyxor CAC 40 (DR) UCITS ETF – Dist12,29%
3Xtrackers CAC 40 UCITS ETF 1D12,29%

Migliori Fondi

Alcuni dei migliori fondi di investimento per il CAC 40 sono:

NomeISIN
Amundi Index Solutions – AMUNDI CAC 40 ESG UCITS ETF DRLU1681046931
Xtrackers CAC 40 UCITS ETF 1DLU0322250985
Lyxor CAC 40 (DR) UCITS ETF AccFR0013380607
BNP Paribas Easy CAC 40 ESG UCITSFR0010150458

Futures CAC 40

Per quanto riguarda i futures sul CAC 40, dovete sapere che i futures sugli indici sono prodotti derivati che consentono agli investitori di fissare il prezzo di un indice azionario al momento dell’acquisto del contratto per la negoziazione in una data futura. Questi futures evolvono essenzialmente in base alla performance dei titoli azionari inclusi nell’indice sottostante.

Esistono due modi per negoziare i futures sugli indici:

  • Acquistando e vendendo direttamente i contratti, accedendo al mercato tramite un broker. 
  • Negoziando contratti per differenza (CFD), speculando sui movimenti di prezzo dei future su indici.

Dividendi CAC 40

Infine, i dettagli dei dividendi del CAC 40 sono i seguenti, pagati per azione di questo indice azionario 2022:

  • Air Liquide ha pagato un dividendo di 2,90 euro per azione ai suoi azionisti nel 2022.
  • Airbus ha pagato un dividendo di 1,50 euro per azione nel 2022, dopo una sospensione dei dividendi nel 2021.
  • Alstom ha pagato un dividendo di 0,25 euro per azione nel 2022, invariato rispetto al 2021.
  • ArcelorMittal ha pagato un dividendo di 0,34 euro per azione nel 2022.
  • AXA ha pagato un dividendo di 1,54 euro per azione nel 2022 rispetto a 1,45 euro nel 2021.
  • BNP Paribas ha pagato un dividendo di 3,67 euro per azione nel 2022.
  • Bouygues ha pagato un dividendo di 1,80 euro per azione nel 2022 e ha annunciato un dividendo invariato per il 2023.
  • CapGemini ha pagato un dividendo di 2,40 euro per azione nel 2022.
  • Carrefour ha pagato un dividendo di 0,52 euro per azione nel 2022.
  • Crédit Agricole ha pagato un dividendo di 0,80 euro per azione nel 2022, pagabile in contanti o in azioni.
  • Danone ha pagato un dividendo di 1,94 euro per azione nel 2022.
  • Dassault Systèmes ha pagato un dividendo di 0,17 euro per azione nel 2022.
  • Engie ha pagato un dividendo di 0,53 euro per azione nel 2022.
  • EssilorLuxottica ha pagato un dividendo di 2,51 euro per azione nel 2022.
  • Eurofins Scientific ha pagato un dividendo di 1 euro per azione nel 2022.
  • Hermes International ha pagato un dividendo di 8 euro per azione nel 2022, quasi il doppio del dividendo del 2021.
  • Kering ha pagato un dividendo di 12 euro per azione nel 2022.
  • L’Oréal ha pagato un dividendo di 4,80 euro per azione nel 2022.
  • Legrand ha pagato un dividendo di 1,65 euro per azione nel 2022.
  • LVMH ha pagato un dividendo di 10 euro per azione nel 2022.
  • Michelin ha pagato un dividendo di 4,50 euro per azione nel 2022.
  • Orange ha pagato un dividendo di 0,70 euro per azione nel 2022.
  • Pernod Ricard ha pagato un dividendo di 4,12 euro per azione nel 2022.
  • Publicis Group ha pagato un dividendo di 2,40 euro per azione nel 2022.
  • Renault non ha pagato alcun dividendo ai suoi azionisti nel 2022.
  • Safran ha pagato un dividendo di 0,50 euro per azione nel 2022.
  • Saint-Gobain ha pagato un dividendo di 1,63 euro per azione nel 2022.
  • Sanofi ha pagato un dividendo di 3,33 euro per azione nel 2022.
  • Schneider Electric ha pagato un dividendo di 2,90 euro per azione nel 2022.
  • Societe Generale ha pagato un dividendo di 1,65 euro per azione nel 2022, limitato dalle regole della BCE.
  • Stellantis ha pagato ai suoi azionisti un dividendo eccezionale di 1,05 euro per azione nel 2022.
  • STMicroelectronics ha pagato un dividendo di 0,21 euro per azione nel 2022.
  • Teleperformance ha pagato un dividendo di 3,30 euro per azione nel 2022.
  • Thales ha pagato un dividendo di 2,56 euro per azione nel 2022.
  • TotalEnergies ha pagato un dividendo di 2,64 euro per azione nel 2022.
  • Unibail Rodamco Westfield non ha pagato alcun dividendo ai suoi azionisti nel 2022.
  • Veolia ha pagato un dividendo di 1 euro per azione nel 2022.
  • Vinci ha pagato un dividendo di 2,90 euro per azione nel 2022.
  • Vivendi ha pagato un dividendo di 0,25 euro per azione nel 2022.
  • Worldline non ha pagato alcun dividendo ai suoi azionisti nel 2022.

Per il 2023, non è ancora possibile conoscere l’importo esatto dei dividendi che le società del CAC 40 pagheranno nel 2023

Potrebbe interessarti anche:

Leggi più tardi - Compila il modulo per salvare l'articolo in formato PDF

Articoli correlati

Dividendi mensili: come riscuoterli
In questo articolo vedremo uno dei massimi principi di ogni investitore in borsa. Creare un portafoglio di investimenti che genera rendimenti passivi ogni mese, tramite dividendi mensili. Per fare ciò, indicheremo in quali potenziali aziende è pos...