Cosa sonno i dividendi? Quando vengono pagati i dividendi? | Rankia: Comunità finanziaria

Cosa sonno i dividendi? Quando vengono pagati i dividendi?

Hai deciso di diventare partner di un'azienda e goderti i suoi dividendi per azione, in questo articolo ti diciamo cosa sono i dividendi in azioni. Definizione, come funzionano e altre informazioni che sicuramente ti aiuteranno nel tuo cammino come azionista.

Cosa sonno i dividendi? Quando vengono pagati i dividendi?

Dividendi, definizione

I guadagni ottenuti in virtù di un investimento sono chiamati Dividendi. I dividendi vengono corrisposti dalle società agli acquirenti delle azioni, dopo lo svolgimento della loro assemblea ordinaria, per la definizione del budget. Approvato il budget ricavato dall'analisi di bilancio, vengono pagati gli utili, che l'investitore dovrà solo consultare il proprio conto.

Ex-dividendo: è il tempo che intercorre dalla data di “stacco” dei dividendi fino all'effettivo pagamento. Chi acquista la quota in questo periodo di tempo non ha diritto al dividendo che invece va a chi possiede la quota. In precedenza.

  • Data di disimpegno: è quando l'azionista ottiene il diritto di ricevere il dividendo.
  • Data di pagamento: quando l'azionista viene rimborsato.

I dividendi possono essere distribuiti sotto forma di denaro o altre azioni, in questo caso si parla di dividendi in azioni, vengono distribuiti una volta all'anno o secondo date stabilite.

Le società statunitensi in genere effettuano 4 pagamenti di dividendi, uno per ogni trimestre.

Come funziona il dividendo per azione

I dividendi hanno origine quando le società realizzano profitti, se la società fa poco o nessun profitto, non pagherà i dividendi. Se l'azienda non vende e non genera reddito, il suo profitto sarà influenzato, cioè il suo profitto sarà negativo. E non avrà le risorse per poter remunerare i suoi azionisti.

Warren Buffet ha citato: “Acquistare società con un buon record di utili e una posizione dominante nel mercato”.

Come vengono calcolati i dividendi

Il dividendo unitario è dato dalla divisione tra l'utile distribuito e il numero di azioni emesse. Effettuata tale suddivisione, si trova il DPS, suddiviso per partecipazione, in modo da poter procedere al calcolo della performance a cui ha diritto ciascun azionista. Una volta noto il valore del DPS, viene moltiplicato per il numero di azioni possedute dal socio, e così conoscerà l'ammontare del dividendo a cui ha diritto.

Esempio di calcolo del dividendo in azioni

Una società “X” ha un capitale sociale di 800.000 euro, diviso per l'emissione di 200.000 azioni, per un valore di 4 euro ciascuna. “Nell'anno contabile, la società” X “ha ottenuto benefici per 100.000 euro, dato l'elevato profitto, la società” X “ha deciso che la metà viene reinvestita e l'altra metà viene pagata ai suoi azionisti”.

La distribuzione è espressa come segue: 50.000 euro / 200.000 azioni = 0,25 centesimi per azione (DPS)

Un azionista ha 3000 azioni, quindi otterrebbe un dividendo in azioni di 75 euro.

Il rendimento dei dividendi in azioni aumenta se la società aumenta di valore o se il prezzo delle azioni è diminuito.

Allo stesso tempo, diminuisce se la società decide di ridurre il dividendo pagato o se il prezzo delle azioni sale.

Tipi di dividendi

Le aziende possono distribuire azioni di due tipi, che sono:

  • Dividendo ordinario: è il dividendo ottenuto dai profitti generati.
  • Dividendo straordinario: è il dividendo originato dagli utili straordinari di una società in un determinato periodo. Non sono pagamenti regolari, dipendono dall'eccesso di liquidità o se l'azienda ha ricevuto benefici straordinari. Questi possono essere distribuiti agli azionisti o reinvestiti.

I dividendi sono un diritto o un obbligo di pagare?

No, i dividendi non sono un diritto, non sono obbligazioni, l'azienda può decidere di distribuirli oppure no.

Una società ha 2 opzioni una volta approvato il bilancio.

  1. Paga i dividendi, l'importo della remunerazione rimane in azienda.
  2. Trattenere i profitti, mantenendo i dividendi in azienda per coprire perdite o fare nuovi investimenti. Ciò che generalmente è dato dalla decisione dell'azienda di puntare a rafforzare la propria posizione nel mercato o puntare sullo sviluppo di un nuovo prodotto, con una comunicazione e una diffusione più forte che lo porti all'estero. Sono strategie con le quali l'azienda intende crescere e per loro richiede quei benefici per non richiedere finanziamenti.

Tipi di azioni

Le azioni non sono tutte uguali, viene fatta una distinzione tra le azioni:

Risparmio e Privilegiato: sono limitati da alcuni diritti amministrativi, danno la possibilità di ottenere dividendi come concordato o stabilito dallo Statuto. Lo statuto fissa anche di solito l'importo e il suo accumulo se non viene distribuito.

Principali motivi per cui le aziende pagano dividendi

Il motivo principale per cui un'azienda paga i dividendi è dovuto al forte segnale che questa operazione porta, infatti, ribadisce la sua solidità e stabilità e sostenibilità nel tempo. E sia per restituire agli azionisti che ci hanno creduto sia per continuare a mantenerli tali.

Una società paga dividendi in azioni per attirare nuovi investitori e per confermare che è forte. A tal fine sono importanti sia il pagamento del dividendo straordinario che l'importo del pagamento del dividendo ordinario.

Una società che riduce o taglia il dividendo per azione senza investirlo, può segnalare che ha problemi. Le aziende preferiscono tagliare altre cose e salvaguardare il dividendo azionario piuttosto che inviare questo messaggio.

Quando le aziende pagano dividendi

In genere, le società che pagano dividendi in contanti lo fanno su base semestrale. A volte possono pagare un dividendo straordinario, come abbiamo accennato nel paragrafo precedente.

Vediamo come sono le meccaniche di pagamento.

Data di annuncio del dividendo: è la data in cui il consiglio di amministrazione di una società comunica l'importo del dividendo.

Ex Dividend Date: per evitare qualsiasi dilemma relativo alla proprietà quando si paga un dividendo, “The record date” è preceduto da un periodo di cut-off. Questa scadenza è nota come dividendo Ex.

Data di registrazione: è la data in cui la società determina ufficialmente chi sono i suoi principali azionisti.

Data di pagamento: la data in cui viene pagato il dividendo, tra la data di stacco del dividendo e la data di pagamento può richiedere molto tempo.

Pagamento sotto forma di azioni

In questo caso, l'azienda decide di pagare un dividendo distribuendo azioni, ad esempio, invece di incassare 5 euro in contanti, riceve 5 azioni.

Un nuovo metodo di pagamento è chiamato “Scrip Dividend”, o dividendo flessibile. In cui il dividendo viene pagato in contanti o in azioni, a scelta dell'azionista. Se scelgono le azioni, potranno trattenerle e vendere i diritti di sottoscrizione sul mercato o alla stessa società per un prezzo fisso.

In conclusione, i dividendi derivano dai profitti ottenuti dalle società, e vengono distribuiti tra gli azionisti, sebbene non tutte le azioni diano diritto ai dividendi, spetta alle società ripagare la fiducia dei loro azionisti per aver preferito il loro prodotto. A quale tipo di azione ti appoggeresti? Lascia un commento.


Guida Analisa tecnica
Guida raccomandata

Guida all´a analisi tecnica

Impara tutto sull'analisi tecnica e porta il tuo trading al livello successivo.

Scaricare gratis

Lascia un commento

Sii il primo a commentare!
Commento

Benvenuto nella comunità!

Seleziona i temi che ti interessano e personalizza la tua esperienza in Rankia

Ti invieremo una newsletter ogni due settimane con le novità di ogni categoria che hai scelto


Vuoi ricevere le notifiche dei nostri eventi/webinar?


Continuando, accetti l'informativa sulla privacy