Aristocratici dei dividendi | Rankia: Comunità finanziaria

Aristocratici dei dividendi

I dividendi aristocratici sono quelle società dell'Indice S&P 500 che hanno aumentato i dividendi ogni anno negli ultimi 25 anni consecutivi. Non sorprende che le azioni che sono state in grado di aumentare i loro dividendi per un periodo di tempo così lungo spesso hanno attività molto durevoli, hanno mostrato una crescita degli utili e hanno attuato bene rispetto al mercato.

Come vengono selezionati i dividendi aristocratici?

Gli standard rendono difficile per le aziende entrare nell'elenco, ma una volta che queste riescono a farne parte, è probabile che vi rimangano.

Ecco quali sono i quattro criteri per diventare – e rimanere – un dividend aristocrat:

  • Aumentare il dividendo base per azione (esclusi i dividendi speciali) ogni anno per almeno 25 anni consecutivi.
  • Avere una capitalizzazione di mercato minima (escluse le azioni “strettamente detenute” di proprietà di insider o fondatori) di almeno 3 miliardi di dollari.
  • Avere una media di almeno 5 milioni di dollari di valore di scambio giornaliero in azioni per i tre mesi precedenti.

Ogni quanto viene aggiornata la lista degli aristocratici dei dividendi?

Questo elenco viene aggiornato secondo tempistiche diverse dagli indici S&P Dow Jones:

  • Una volta all'anno, a gennaio, le società vengono aggiunte e rimosse in base ai requisiti visti precedentemente.
  • All'inizio di ogni trimestre, l'indice viene riponderato, il che significa che la dimensione di ciascun componente viene reimpostata in modo che tutti costituiscano una percentuale uguale dell'indice.
  • In rare occasioni, un'azione può perdere lo status di Dividend Aristocrat.

Per sua natura, più aziende tendono a perdere il loro status durante le recessioni. Nel 2009 e nel 2010, 19 società, metà delle quali erano banche o istituti finanziari, sono uscite dalla lista dopo aver tagliato i dividendi a causa della crisi finanziaria globale.

I dividendi aristocratici sono un buon investimento?

Storicamente parlando sì, ma tutto dipende da cosa si sta cercando da un investimento.

I vantaggi di investire in Dividend Aristocrats sono:

  • Affidabilità: gli appassionati di investimenti in dividendi apprezzano una fonte di reddito affidabile.
  • Leader del settore: queste aziende tendono ad essere leader nei loro settori con un flusso di cassa costante e un track record di rendimenti annuali positivi.
  • Volatilità ridotta: gli aristocratici dei dividendi sono meno volatili rispetto al mercato più ampio.

Coloro che cercano un modo semplice ed economico per investire nei Dividend Aristocrats dovrebbero prendere in considerazione l'ETF ProShares S&P 500 Dividend Aristocrats (NYSEMKT: NOBL). Questo è un fondo indicizzato a basso costo che semplifica il possesso dell'intero elenco dei Dividend Aristocrats.

Tuttavia, quando si investe entrano in gioco gli obiettivi personali a lungo e breve termine, nonché il tipo di società che si desidera possedere. Ad esempio, se si sta cercando un reddito immediato, si potrebbe voler evitare le società con pagamenti di dividendi inferiori. Se invece l’obiettivo è la crescita a lungo termine, potrebbe essere una miglior opzione acquistare Dividend Aristocrats con prospettive di crescita più elevate, anche se hanno pagamenti di dividendi inferiori.

Qualunque sia l’obiettivo, la lista degli aristocratici dei dividendi può essere un eccellente punto di partenza per trovare i titoli di crescita dei dividendi migliori del mercato.


Lascia un commento

Sii il primo a commentare!
Commento

Benvenuto nella comunità!

Seleziona i temi che ti interessano e personalizza la tua esperienza in Rankia

Ti invieremo una newsletter ogni due settimane con le novità di ogni categoria che hai scelto


Vuoi ricevere le notifiche dei nostri eventi/webinar?


Continuando, accetti l'informativa sulla privacy