Indice VIX: cos’è e come si usa?

Il nome originario dell’indice VIX è “Volatility Index” ed è stato creato dal Chicago Board Option Exchange (CBOE) nel 1993. E’ stato ideato per valutare le aspettative del mercato sulla volatilità nel breve termine. La volatilità è un concetto che ci aiuta a misurare l’incertezza di un mercato o di un valore concreto, in una maniera semplice, ma questo non vuol dire che misuri il rischio.

Indice VIX: cos’è e come si usa?

L’indice VIX, viene chiamato anche “indice della paura” proprio perché aiuta i trader a comprendere la percezione del mercato che può variare tra il timore e l’ottimismo. Infatti, un indice si può dire che sia una misura statistica che descrive le variazioni in una cartella di azioni di uno specifico settore di mercato.

Quindi, è uno strumento matematico che viene utilizzato dagli investitori e dai gestori finanziari per analizzare e confrontare le caratteristiche specifiche di un mercato. Perciò si può dire che gli indici di volatilità misurano la prospettiva di volatilità del mercato in base ai prezzi delle opzioni e tra questi il VIX è il più utilizzato.

VIX è una misura istantanea della volatilità implicita del mercato, ma non è retrospettivo e quindi non misura la volatilità che è stata recentemente realizzata. Il VIX è implicito nei prezzi correnti delle opzioni dell’indice S&P500 e rappresenta la volatilità futura del mercato prevista nei prossimi 30 giorni di calendario, misurando il livello di preoccupazione degli investitori.

Come funziona il VIX Index?

Quest’indice aumenta di valore quando un numero maggiore di investitori acquista opzioni sull’indice azionario. Si riduce quando all’ opposto un numero maggiore di investitori acquista opzioni call sul medesimo indice.

Il VIX è il primo indice di riferimento per misurare le previsioni del mercato sulla volatilità futura; si basa sulle opzioni put e call dell’indice Standard & Poor 500 (S&P500), considerato l’indicatore principale del mercato azionario degli Stati Uniti, segue l’andamento di un pacchetto azionario formato dalle 500 aziende statunitensi a maggiore capitalizzazione contrattate nel New York Stock Exchange (NYSE), nell’American Stock Exchange (Amex) e nel NASDAQ.

Leggi di più su:

Perchè è così importante l’indice VIX?

1) È importante perchè è un indice di mercato in tempo reale che rappresenta le aspetttative del mercato per la volatilità nei prossimi 30 giorni;

2) Gli investitori utilizzano l’indice VIX per misurare il livello di rischio, paura o stress nel mercato quando prendono delle decisioni di investimento;

3) I “gestori” possono anche negoziare l’indice VIX avvalendosi di una varietà di opzioni e prodotti negoziati in borsa, oppure usufruire i valori del VIX per valutare i derivati;

4) L’indice VIX è popolare perchè permette agli investitori di proteggere i loro investimenti. Possono acquistare delle opzioni put sull’indice per evitare perdite da un possibile calo del prezzo. Per cui se cresce la preoccupazione degli investitori per dei potenziali ribassi dei prezzi, aumenta la domanda delle opzioni put, spingendo verso l’alto i prezzi di quest’ultime.

5) L’Indice VIX, spesso denominato “l’indicatore della paura”, è uno dei più noti e ampiamente utilizzati indicatori di market sentiment.

Indice di volatilità VIX: come viene calcolata

La volatilità può essere stimata utilizando due diversi metodi:

1. Il primo si basa sull’esecuzione di calcoli statistici sui prezzi storici in un determinto periodo di tempo. Questo processo comporta il calcolo di vari numeri statistici, come media varianza e infine la deviazione standard sui set di dati storici dei prezzi. Il valore risultante della deviazione standard è una misura del rischio o della volatilità.

Per prevedere la volatilità nei prossimi mesi, un approccio comunemente seguito é calcolarlo negli ultimi mesi ed aspettarsi che seguirà lo stesso modello.

2. Il secondo metodo per misurare la volatilità consiste nel dedurre il suo valore come implicito dai prezzi delle opzioni. Le opzioni sono degli strumenti derivati il cui prezzo dipende dalla probabilità che il prezzo di un determinato titolo si muova abbastanza da raggiungere un determinato livello (chiamato prezzo di esercizio).

Valore del VIX: livello di ansietà degli investitori

I valori dell’indice VIX superiori a 30 sono generalmente collegati a un’elevata turbolenza o volatilità del mercato e indicano un incremento dell’incertezza e della preoccupazione degli investitori fino a produrre una vera e propria paura o panico per livelli oltre a 45, mentre i valori inferiori a 20 generalmente corrispondono a periodi meno stressanti nei mercati e indicano un crescente ottimismo.

Questa tabella indica il livello di ansietà degli investitori al variare del valore del VIX.

ValoriLivello di ansietàValoriLivello di ansietà
5- 10Estremo ottimismo35- 40Elevata preoccupazione
10-15Elevato ottimismo40- 45Estrema preoccupazione
15- 20Moderato ottimismo45- 50Moderata paura
20- 25Lieve ottimismo50- 55Elevata paura
25- 30Moderata incertezza60- 55Intensa paura
30-35Elevata incertezza60-65Estrema paura

Quotazione del VIX

La quotazione dell’indice VIX dall’inizio dell’anno è la seguente.

Come si può notare, nonostante tutte le notizie macroeconomiche negative, comprese le minacce di recessione e le crisi bancarie, gli investitori non si sono quasi mai sentiti stressati.

Da gennaio a marzo ha raggiunto a malapena i 25 punti, in una posizione di leggero ottimismo, e solo durante il mese di marzo ha sperimentato un po’ di stress intorno ai 27-28 punti, quindi possiamo azzardare che nonostante tutte le cattive notizie contrarie, l’investitore ha sperimentato solo uno stress minimo, se non addirittura nullo.

vix investing
Grafico VIX da inizio anno

Per quanto riguarda l’andamento dell’indice VIX, ecco il grafico a 5 anni del VIX. E ancora una volta possiamo notare come il vero stress sia stato avvertito solo all’apice della pandemia, quando ha superato i 75 punti. Da allora è progressivamente diminuito fino a raggiungere alcuni momenti di grande incertezza nel corso del 2020 e nel marzo 2022, quando il panico è stato scatenato dallo scoppio della guerra tra Russia e Ucraina e dall’aumento dei prezzi delle materie prime.

indice vix investing
Grafico VIX ultimi 5 anni

CFD sull’indice VIX

Per farlo, basta avere un conto aperto presso uno dei broker che consentono di negoziare gli indici di borsa attraverso i contratti CFD. Ecco alcuni broker che permettono di farlo:

XTBeToroInteractive Brokers
RegolazioneKNFCySECSEC
CFD su azioni
CFD su ETF
Conto demo
Commissioni per investire sul VIXSpreadSpread0,005% (min 1$)
Leva massima (NO ESMA)x200x100x50
Deposito minimoNo50$No
Scopri di più →Scopri di più* →Scopri di più →

*L’81% dei conti CFD al dettaglio perde denaro

Perché fare trading sul VIX?

Gli strumenti legati all’indice di volatilità VIX hanno una forte somiglianza negativa con il mercato azionario, il che li ha resi popolari tra i trader che li utilizzano per diversificare gli investimenti o per la copertura. Se aprite una posizione nel VIX, potete bilanciare altre posizioni aperte in azioni e coprire la vostra esposizione.

Ad esempio, supponiamo che abbiate aperto una posizione lunga nel titolo di una società statunitense che fa parte dell’indice S&P500. Anche se ritenete che questo titolo sia un buon investimento a lungo termine, decidete di ridurre la vostra esposizione alla volatilità a breve termine. Si apre quindi una posizione lunga nel VIX, pensando che la volatilità aumenterà. Effettuando tali operazioni, potreste compensare le vostre posizioni.

Se le vostre previsioni sono errate e quindi la volatilità non aumenta, le vostre perdite sulla posizione VIX aperta possono essere ridotte dai guadagni delle altre posizioni di trading aperte.

Infine, ricordiamo che il VIX misura la volatilità implicita dell’indice S&P 500 (SPX), ricavata dai prezzi delle opzioni sull’SPX e calcolata e pubblicata dal Chicago Board Options Exchange (CBOE). Inoltre, poiché lo S&P 500 è considerato un importante indicatore delle condizioni economiche del mercato azionario statunitense, è stato creato per misurare la volatilità implicita degli indici azionari statunitensi.

Potrebbe interessarti anche:

Cerchi un broker per il trading? Scopri le nostre raccomandazioni

Deposito minimo:

€100.00

Deposito minimo:

€0.00

Deposito minimo:

€100.00

FAQ: VIX SP500

Quando comprare il VIX?

Il VIX (CBOE Volatility Index) è un indicatore di volatilità del mercato azionario degli Stati Uniti, non un titolo che può essere acquistato direttamente. Tuttavia, ci sono alcune strategie che i trader possono utilizzare per sfruttare l’aumento del VIX. Una strategia comune è quella di acquistare ETF sul VIX. Questi strumenti consentono ai trader di guadagnare quando il VIX aumenta.
In generale, l’acquisto di strumenti finanziari basati sul VIX può essere una strategia efficace per i trader esperti che cercano di sfruttare le fluttuazioni del mercato azionario. Tuttavia, è importante fare attenzione e valutare attentamente i rischi coinvolti prima di intraprendere qualsiasi operazione di trading sul VIX.

Come funziona il VIX?

Il VIX (CBOE Volatility Index) è un indicatore di volatilità del mercato azionario degli Stati Uniti. Viene calcolato utilizzando le quotazioni delle opzioni del mercato S&P 500.
Il VIX viene utilizzato per misurare la paura o l’incertezza dei trader rispetto al mercato azionario. Quando il VIX è elevato, significa che i trader si aspettano una maggiore volatilità nei prezzi delle azioni. Al contrario, quando il VIX è basso, si presume che il mercato sia meno volatile.
In sintesi, il VIX viene utilizzato come un indicatore di volatilità del mercato azionario e può aiutare i trader a prendere decisioni di investimento informate. Tuttavia, è importante ricordare che il VIX non è una garanzia di ciò che accadrà nel mercato azionario e può essere soggetto a fluttuazioni imprevedibili.

Cosa contiene il VIX?

Il VIX (Volatility Index), anche noto come indice di volatilità, misura la volatilità implicita del mercato azionario statunitense, in particolare dell’indice S&P 500. Il VIX si basa sui prezzi delle opzioni put e call del S&P 500, che sono strumenti finanziari che permettono di acquistare o vendere il titolo sottostante a un prezzo determinato in un futuro periodo di tempo. La volatilità implicita è una misura della variazione attesa dei prezzi delle azioni e viene calcolata in base al prezzo delle opzioni.

Leggi più tardi - Compila il modulo per salvare l'articolo in formato PDF
Materie prime: petrolio, gas, oro e altre commodities. Il futuro dei nuovi equilibri globali
Webinar online con l'esperto Analista Maurizio Mazziero. Cosa imparerai:
  • Le prospettive per petrolio, gas e oro.
  • Le dinamiche globali delle materie prime.
  • L’impatto della transizione ecologica sulle risorse.

Articoli correlati