BTP green: cosa sono

I BTP Green sono una forma di titoli di debito statali, conosciuti anche come green bonds o obbligazioni verdi. Sono emessi per finanziare progetti che hanno un impatto positivo sull’ambiente, come lo sviluppo di energie rinnovabili, l’efficienza energetica, la protezione della biodiversità, la gestione sostenibile dell’acqua, e altre iniziative eco-sostenibili.

btp green 2031

Cosa sono i BTP Green

I BTP, o Buoni del Tesoro Poliennali, sono titoli di stato emessi dal governo italiano con l’obiettivo di finanziare la spesa pubblica. Sono strumenti di debito a lungo termine, il che significa che quando acquisti un BTP, stai prestando denaro al governo italiano per un periodo di tempo prestabilito, che può variare da 3 a 50 anni. In cambio, il governo si impegna a pagarti un interesse fisso, generalmente su base annuale, e a restituire il valore nominale del BTP alla scadenza.

I BTP Green, o Buoni del Tesoro Poliennali Verdi, sono una sottocategoria specifica dei BTP tradizionali. Questi titoli sono stati introdotti per finanziare progetti che hanno un impatto positivo sull’ambiente e sul clima. L’obiettivo è di sostenere la transizione dell’Italia verso un’economia più sostenibile e a basse emissioni di carbonio. I proventi raccolti tramite i BTP Green vengono quindi destinati a finanziare o rifinanziare investimenti pubblici in settori come le energie rinnovabili, l’efficienza energetica, la mobilità sostenibile, la protezione della biodiversità, l’adattamento al cambiamento climatico e la gestione sostenibile delle risorse idriche.

I BTP Green offrono agli investitori l’opportunità di contribuire a progetti ambientali, pur ricevendo un rendimento fisso, come avviene per i BTP tradizionali. Questo tipo di investimento sta diventando sempre più popolare tra gli investitori che cercano di allineare i loro portafogli con obiettivi di sostenibilità e responsabilità sociale.

Chi può emettere i Green bond

Questi titoli possono essere emessi dal governo italiano, tramite il Ministero dell’Economia e delle Finanze. Sono strumenti attraverso i quali lo stato raccoglie fondi da investitori per finanziare o rifinanziare progetti pubblici che contribuiscono alla transizione ecologica e alla sostenibilità ambientale.

I Green bond possono essere emessi anche da altre entità, tra cui enti sovranazionali, municipalità, banche, e aziende private. L’obiettivo è raccogliere capitali per finanziare o rifinanziare progetti che hanno benefici ambientali.

A cosa servono i BTP Green

  1. Finanziamento di progetti sostenibili: forniscono un canale di finanziamento dedicato a progetti che hanno un impatto ambientale positivo.
  2. Promozione di una cultura della sostenibilità: stimolano la consapevolezza e l’interesse verso investimenti responsabili e sostenibili.

I BTP Green stanno emergendo come una scelta popolare tra gli investitori attenti all’ambiente. Ma cosa sono i BTP? I Buoni del Tesoro Poliennali (BTP) sono titoli di stato italiani a lungo termine, emessi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, che offrono un rendimento fisso agli investitori. Recentemente, l’introduzione dei BTP Green ha ampliato le opzioni per gli investitori che cercano di contribuire a finanziare progetti ecologici e sostenibili.

Per coloro che preferiscono investimenti a breve termine, i BTP short term rappresentano una soluzione ideale, offrendo minori periodi di maturazione rispetto ai tradizionali BTP. Il BTP Valore, invece, si distingue per offrire cedole con tassi di interesse che possono aumentare nel tempo e un premio di fedeltà per chi detiene il titolo fino alla scadenza, ampliando ulteriormente le scelte per gli investitori.

Quando si tratta di scegliere i migliori BTP, gli investitori dovrebbero considerare vari fattori come la durata, il rendimento e, nel caso dei BTP Green, l’impatto ambientale e la sostenibilità del progetto finanziato.

I Green bond in Italia

In Italia, i green bond hanno guadagnato popolarità negli ultimi anni, con diverse aziende e enti pubblici che li hanno emessi per finanziare progetti e iniziative con impatto ambientale positivo. Questo trend riflette un crescente interesse verso la sostenibilità e l’investimento responsabile nel paese.

BTP Green in Italia

  1. Primi emissioni e accoglienza: i primi BTP Green italiani sono stati emessi con una risposta molto positiva da parte del mercato, segnando un passo importante nella direzione della sostenibilità finanziaria e ambientale del paese.
  2. Finalità e progetti: i fondi raccolti attraverso i BTP Green sono destinati a progetti specifici che favoriscono la transizione ecologica dell’Italia, aderendo a criteri internazionali di sostenibilità.

In conclusione, i BTP Green rappresentano un’evoluzione significativa nella finanza pubblica italiana, allineando le esigenze di finanziamento dello Stato con gli obiettivi di sostenibilità e risposta ai cambiamenti climatici.

Cos’è il BTP Green 2045: definizione

Il BTP Green 2045 è un tipo specifico di obbligazione verde emessa dal governo italiano. Ecco una panoramica della sua definizione e funzionamento:

  1. Tipo di titolo: il BTP Green 2045 è un Buono del Tesoro Poliennale (BTP) a carattere “verde”, ossia orientato al finanziamento di progetti sostenibili.
  2. Scadenza: come suggerito dal nome, ha una scadenza fissata per l’anno 2045, indicando un orizzonte d’investimento a lungo termine.
  3. Finalità ambientale: l’obiettivo principale di questo titolo è raccogliere capitali da destinare a progetti pubblici che promuovono la sostenibilità ambientale e la transizione ecologica in Italia.

Come funziona il BTP Green 2045

  1. Emissione: viene emesso dal Ministero dell’Economia e delle Finanze italiano, attraverso aste pubbliche in cui gli investitori possono partecipare all’acquisto.
  2. Investimento sostenibile: i proventi raccolti vengono utilizzati esclusivamente per finanziare o rifinanziare progetti pubblici in settori quali energie rinnovabili, efficienza energetica, mobilità sostenibile, protezione della biodiversità e gestione sostenibile delle risorse naturali.
  3. Trasparenza e reporting: per garantire la conformità alle promesse “verdi”, il governo si impegna a fornire regolari report sulle iniziative finanziate e sui progressi raggiunti, offrendo trasparenza agli investitori.
  4. Rendimento e tassazione: come per altri BTP, il BTP Green 2045 offre un rendimento sotto forma di cedole, soggette alla normale tassazione sui redditi da capitale in Italia.
  5. Mercato secondario: dopo l’emissione, i BTP Green 2045 possono essere scambiati sul mercato secondario, offrendo liquidità agli investitori.

Green bond vs BTP 2045 Green: che differenza c’è

I Green Bond e i BTP Green, come il BTP 2045 Green, sono entrambi tipi di obbligazioni verdi, ma ci sono alcune differenze chiave tra loro:

  • mentre i Green Bond rappresentano una categoria più ampia di obbligazioni ambientali con un’ampia gamma di emittenti e progetti,
  • il BTP 2045 Green è un prodotto specifico emesso dal governo italiano con una scadenza precisa e dedicato a finanziare iniziative ambientali all’interno del paese.

Vediamo alcune differenze specifiche.

Green Bond

  1. Definizione generale: i Green Bond sono obbligazioni emesse da entità governative, aziende o organizzazioni internazionali per finanziare progetti che hanno un impatto positivo sull’ambiente. 
  2. Ampio spettro di emissioni: possono essere emessi da una varietà di enti, inclusi governi, banche, municipalità e aziende private. I BTP Green, invece, solo dal Governo italiano.
  3. Finalità: i proventi vengono utilizzati per finanziare o rifinanziare progetti in ambiti come energie rinnovabili, efficienza energetica, trasporto sostenibile, gestione delle risorse idriche e protezione della biodiversità.

BTP 2045 Green

  1. Specificità italiana: il BTP 2045 Green è un tipo specifico di Green Bond emesso dal governo italiano.
  2. Scadenza lunga: come suggerisce il nome, ha una scadenza fissata per l’anno 2045, indicando un impegno a lungo termine.
  3. Emissione governativa: è emesso esclusivamente dal Tesoro italiano e i fondi raccolti sono destinati a finanziare progetti pubblici sostenibili in Italia, in linea con gli obiettivi nazionali di sostenibilità e transizione ecologica.
  4. Target e condizioni: si rivolge a investitori interessati a sostenere iniziative ambientali a lungo termine in Italia, offrendo una specifica opportunità di investimento nel contesto della finanza sostenibile italiana.

BTP 2035

Il BTP Green 2035 è un altro tipo specifico di Buono del Tesoro Poliennale (BTP) Verde, ovvero un titolo di stato italiano a lungo termine che è stato emesso per finanziare progetti ambientalmente sostenibili. Come suggerisce il nome, questo particolare BTP Green ha una scadenza fissata per l’anno 2035.

Le caratteristiche sono simili a quelle del BTP 2045.

Quali sono i vantaggi dei BTP Green per gli investitori?

I BTP Green, essendo una forma di obbligazioni verdi emesse dal governo italiano, offrono diversi vantaggi agli investitori:

  1. Contributo alla sostenibilità: gli investitori hanno l’opportunità di contribuire direttamente al finanziamento di progetti che promuovono la sostenibilità ambientale. Questo aspetto risponde all’aumento della domanda di opzioni di investimento responsabili e sostenibili.
  2. Rendimento finanziario: come altre obbligazioni governative, i BTP Green offrono un rendimento sotto forma di cedole, fornendo agli investitori un flusso di reddito regolare.
  3. Rischio ridotto: investire in titoli di stato, come i BTP Green, è generalmente considerato meno rischioso rispetto ad altre opzioni di investimento, in quanto il rischio di default è basso, specialmente in un paese stabile come l’Italia.
  4. Trasparenza e reporting: gli investitori beneficiano di un alto livello di trasparenza e reporting. Il governo si impegna a fornire informazioni dettagliate sull’utilizzo dei fondi e sui progressi dei progetti finanziati, offrendo agli investitori maggiore sicurezza e fiducia.
  5. Fiscalità: come gli altri titoli emessi dallo stato, questi titoli sono soggetti ad un aliquota preferenziale al 12,5% rispetto a quella ordinaria che è pari al 26%
  6. Risposta alle preoccupazioni ESG: per gli investitori che desiderano allineare i loro portafogli con i principi ambientali, sociali e di governance (ESG), i BTP Green sono un’opzione ideale.
  7. Liquidità sul mercato secondario: anche se i BTP Green sono generalmente considerati come investimenti a lungo termine, esiste la possibilità di vendita sul mercato secondario, fornendo una certa liquidità.

Concludendo, l’investimento in obbligazioni rappresenta una componente fondamentale di una strategia di portafoglio equilibrata. Sia che si tratti di BTP Green, che offrono un’opportunità unica di supportare progetti sostenibili, sia di obbligazioni tradizionali, che forniscono una fonte di reddito stabile e prevedibile, queste forme di investimento sono essenziali per coloro che cercano di diversificare i loro asset e mitigare i rischi associati ai mercati più volatili. In questo articolo ti lasciamo alcune piattaforme per il trading di obbligazioni.

FAQ

Quanto rendono i BTP Green?

Il rendimento dei BTP Green varia in base a diversi fattori, come il tasso d’interesse al momento dell’emissione, la durata del titolo e le condizioni di mercato. Generalmente i BTP Green offrono un rendimento simile ai BTP tradizionali, con l’aggiunta del valore aggiunto della sostenibilità.

Come funzionano i BTP alla scadenza?

Alla scadenza di un BTP, il governo italiano rimborsa l’investitore dell’importo nominale del titolo. Durante la durata del BTP, l’investitore riceve pagamenti di interessi (c.d. cedole) a intervalli regolari (solitamente annuali). Quindi, alla fine del periodo di maturazione del BTP, oltre a ricevere l’ultima cedola, riceverai anche il rimborso del capitale investito.

Quali sono i principi dei Green bond?

I Green bond sono emessi seguendo i Green Bond Principles (GBP), che sono linee guida volontarie che raccomandano trasparenza e divulgazione e promuovono l’integrità nel mercato dei Green bond. Questi principi includono l’uso dei proventi per progetti verdi (come energie rinnovabili, efficienza energetica, trasporto sostenibile, gestione delle acque e dei rifiuti, ecc.), la valutazione e selezione dei progetti, la gestione dei proventi e la rendicontazione regolare sull’uso dei fondi e l’impatto ambientale dei progetti finanziati.

A cosa legano il loro risultato i Green bond

I risultati dei Green bond sono legati all’impatto ambientale e alla sostenibilità dei progetti finanziati. Questo significa che, oltre al ritorno finanziario, l’efficacia di un Green bond è valutata anche in base al suo contributo alla riduzione delle emissioni di gas serra, al miglioramento dell’efficienza energetica, allo sviluppo di fonti di energia rinnovabile, e ad altri benefici ambientali. La rendicontazione regolare sull’uso dei fondi e l’impatto dei progetti è fondamentale per mantenere la fiducia degli investitori e promuovere la trasparenza nel mercato dei Green bond.

Leggi più tardi - Compila il modulo per salvare l'articolo in formato PDF

Articoli correlati

Migliori obbligazioni da comprare
Quello dei titoli obbligazionari è un mondo vasto e complesso e orientarsi al suo interno, scegliendo i migliori titoli obbligazionari da acquistare e su cui fare trading, può talvolta non essere semplice. Per questo motivo andremo a vedere i migl...